Home > acqua, alberi, aree urbane, difesa del territorio, difesa del verde, paesaggio, pianificazione, società, sostenibilità ambientale > E’ stato autorizzato il taglio della Pinetina di Largo Campidoglio a Poggibonsi?

E’ stato autorizzato il taglio della Pinetina di Largo Campidoglio a Poggibonsi?


Poggibonsi, abbattimento alberi Piazza Mazzini

Poggibonsi, abbattimento alberi Piazza Mazzini

Sembra che gli alberi piacciano poco all’Amministrazione comunale di Poggibonsi (SI).

Dopo il contestatissimo taglio della maestosa alberatura della Piazza Mazzini per far luogo alla realizzazione del progetto “Intervento di riqualificazione di Piazza Mazzini (importo euro 2,3 milioni), ha destato, nello stesso periodo, profondo sconcerto fra i residenti il taglio della ventina di alberi (ne sono rimasti solo tre) della Pinetina di Largo Campidoglio, sulle sponde del Torrente Staggia.

Il taglio degli alberi sembra esser stato determinato da una potenziale situazione di pericolo: “scopo degli interventi è quello di garantire adeguate condizioni di sicurezza ai fruitori delle strade, ed eliminare possibili problematiche legate alla vicinanza delle alberature agli edifici di civile abitazione prospicienti le vie interessate” (determinazione Dirigente Settore LL.PP. Comune di Poggibonsi n. 184/LP del 26 giugno 2018). Tuttavia, della potenziale situazione di pericolo determinata dalla Pinetina di Largo Campidoglio non si conosce alcuna preventiva valutazione da parte delle competenti strutture pubbliche (es. Vigili del Fuoco, Protezione civile, ecc.).

Né si ha notizia di nuovi alberi nell’ex area verde.

Poggibonsi, taglio Pinetina Largo Campidoglio (lug. 2018) - Copia

Poggibonsi, abbatimento Pinetina Largo Campidoglio

Inoltre, le sponde del Torrente Staggia, per una fascia di mt. 150, sono tutelate con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.).

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, raccogliendo accorate segnalazioni dei residenti, ha inoltrato (27 settembre 2018) una specifica istanza di accesso civico e informazioni ambientali per verificare se il taglio della Pinetina sia stato preceduto dalle necessarie valutazioni e autorizzazioni ambientali.  Sono stati coinvolti il Ministero per i beni e attività culturali, la Regione Toscana, la Soprintendenza per archeologia, belle arti e paesaggio di Siena e, naturalmente, il Comune di Poggibonsi.

Le nostre città e i nostri paesi hanno bisogno di conservare e incrementare le aree verdi, non certo di eliminarle.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

albero in città

albero in città

 

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. Claudio
    settembre 28, 2018 alle 3:38 pm

    Sono i cittadini che devono agire e impedire questi scempi. Come? Scendendo in piazza a protestare! Sostenendo i gruppi a difesa dell’ambiente come questo! Abbracciando gli alberi, legandosi ad essi impedendo la loro uccisione. L’albero é vivo, é vita, ed é una mostruosità privarsene sopratutto negli ambienti urbani.

  2. settembre 29, 2018 alle 2:13 am

    Aahh, 2 risate. Era presente il tecnico forestale o al max un agronomo? Era dotato di fogli con grafici del VTA e dati da penetrometro? SE NON SI SONO VERIFICATE QESTE COSE E’ STATO SOLO UN MODO X FARE LEGNA X IL CAMINO. UN VERO AFFRONTO ALLARBORCOLTURA FORESTALE E ALLA SELVCOLTURA URBANA.

  1. settembre 29, 2018 alle 2:18 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: