Home > aree urbane, beni culturali, coste, difesa del territorio, grandi opere, mare, paesaggio, pianificazione, società, sostenibilità ambientale, trasporti, zone umide > L’isola di Sant’Antioco ha bisogno di “questo” nuovo ponte?

L’isola di Sant’Antioco ha bisogno di “questo” nuovo ponte?


S. Antioco, costa e mare

È ciò che si chiedono molti abitanti di Sant’Antioco, e noi con loro, dopo aver visionato il progetto preliminare degli interventi previsti nel “Piano Straordinario per il Sulcis” di cui alla deliberazione Giunta Regionale n. 33/45 del 31 luglio 2012 (programmazione risorse residue del Fondo Sviluppo e Coesione) per favorire lo sviluppo del territorio del Sulcis-Iglesiente, comprendenti opere infrastrutturali sul sistema stradale, portuale, idrico e fognario e di messa in sicurezza delle aree minerarie e di bonifica delle aree industriali dismesse.

In particolare, ciò che desta maggiore preoccupazione è la realizzazione di un nuovo collegamento stradale tra l’Isola di Sant’Antioco e la rete stradale regionale, che prevede la realizzazione di due interventi, ossia una nuova opera di scavalco lungo la S.S.126 dir di collegamento con l’isola di Sant’Antioco tale da consentire l’attraversamento di imbarcazioni di altezza fino a 18 metri, e la demolizione del ponte attualmente utilizzato per i collegamenti, nonché una nuova viabilità di circa 3,8 km, con funzione di circonvallazione del centro abitato di Sant’Antioco, di collegamento tra l’intervento del ponte sull’istmo e la S.S.126 dir esistente in direzione di Calasetta.

S. Antioco, ponte romano (foto Comune di S. Antioco)

Lavori che comporteranno una spesa totale prevista di circa 67 milioni di euro.

Pur in attesa del progetto definitivo da sottoporre a procedura di Valutazione d’Impatto Ambientale, l’opera appare sovradimensionata e poco compatibile con i valori storico-culturali del sito interessato dove, tra l’altro, è presente il rudere del ponte romano, simbolo del luogo e fondamentale riferimento del patrimonio culturale identitario degli abitanti di Sant’Antioco.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

La Nuova Sardegna, 16 maggio 2017

(foto Comune S. Antioco, C.B., archivio GrIG)

Annunci
  1. Antiochense
    maggio 15, 2017 alle 11:55 am

    Nulla di nuovo. Una classe ” politica” di basso profilo, senza idee ne capacità, la quale ,per giustificare la propria esistenza, progetta opere faraoniche se non inutili sicuramente fuori dimensione.
    50 milioni di euro per un ponte che già esiste è un crimine sociale dal momento che l’inusitata spesa graverà- tangenti comprese- sulle spalle dei cittadini.

  2. maggio 15, 2017 alle 3:01 pm

    da Cagliaripad, 14 maggio 2017
    L’isola di Sant’Antioco ha bisogno di “questo” nuovo ponte?
    È ciò che si chiedono molti abitanti di Sant’Antioco, e noi con loro, dopo aver visionato il progetto preliminare degli interventi previsti nel “Piano Straordinario per il Sulcis: http://www.cagliaripad.it/news.php?page_id=51104

    _____________

    da Sardegna Oggi, 15 maggio 2017
    Sant’Antioco, il ponte milionario della discordia. “L’unico vantaggio è per le barche”: http://www.sardegnaoggi.it/Cronaca/2017-05-15/36090/SantAntioco_il_ponte_milionario_della_discordia_Lunico_vantaggio_e_per_le_barche.html

  3. maggio 16, 2017 alle 4:50 pm

    riceviamo dal prof. Franco Annunziata, docente di Costruzione di Strade, Ferrovie ed Aeroporti presso l’Università degli Studi di Cagliari, e pubblichiamo volentieri.
    Dal canto nostro, non sappiamo se sia stato predisposto lo studio di impatto ambientale in fase di progettazione preliminare.

    Gent.mo prof. Manlio Brigaglia

    Condivido pienamente la Sua risposta alla lettera del dott. Stefano Deliperi. Condivido meno il detto di Pascal: non tutti gli ingegeri sono uguali.
    Nella lettera di Stefano Deliperi è detto “… in attesa del progetto definitivo da sottoporre a procedura di Valutazione d’Impatto Ambientale, ….”
    In proposito vorrei ricordare che nelle fasi di progettazione è prevista la prima detta di progetto preliminare; contestualmente deve essere redatto lo Studio di Impatto Ambientale che è un vero e proprio elaborato progettuale. La categoria dell’opera non lo impone, ma sono le valenze ambientali che in questo caso impongono questa procedura progettuale. La Valutazione di Inmpatto Ambientale è una procedura tecnico-amministrativa che esprime un giudizio sul progetto preliminare e sullo studio di impatto ambientale – unitariamente intesi. Se positivo, si può procedere alla progettazione definitiva, e non direttamente alla realizzazione dell’opera.
    Tutto questo significa che la progettazione inizia con il progetto preliminare – fase delle scelte fondamentali, progetto che sarebbe bene fosse redatto da un gruppo pluridisciplinare ed interdisciplinare, ponendo alla base del progetto le analisi ambientali, economiche, territoriali e funzionali dell’intervento – IN QUEST’ORDINE.
    Non conosco il progetto anche se nella redazione del Piano Comprensoriale è stata studiato il problema dei collegamenti all’interno dell’Isola di Sant’Antioco, e verso l’Isola stessa e quindi l’Isola di S.Pietro. La domanda che pongo è: è stato seguito l’iter precedentemente segnalato ?
    Quando taluni ingegneri sbagliano è perchè si preoccupano della Valutazione di Impatto Ambientale a valle e non preliminarmente; ne deriva che talvolta prevalgono gli obiettivi funzionali, quando questi dovrebbero da subito esseri messi a confronto con quelli suddetti
    La scelta quindi è tra più alternative progettuali: è andata così ?.

    Cordiali saluti

    Franco Annunziata

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: