Saras, fumo nero nei polmoni.


Sarroch, impianti Gruppo Saras s.p.a., fumo nero (23 dicembre 2015)

Sarroch, impianti Gruppo Saras s.p.a., fumo nero (23 dicembre 2015)

Ennesima fumata nera dagli impianti del Gruppo Saras s.p.a. di Sarroch (CA).

Abbiamo ricevuto le foto che pubblichiamo da un residente.

L’Azienda prova, come sempre, a banalizzare e a tranquillizzare.

“Momentanea fiammata alle torce Sarlux, nessun allarme emissioni. 

Questo pomeriggio tra le 13,40 e le 14, e’ scattato il blocco di alcuni impianti di sarroch in virtù di un meccanismo di sicurezza, attivato da una mancanza di aria negli strumenti. Non si è registrato alcun allarme emissioni.
Gli impianti sono rimasti fermi per venti minuti e dopo le opportune verifiche da parte dei tecnici, sono iniziate le operazioni di avviamento. Lo stop non ha riguardato invece la centrale elettrica Igcc, rimasta regolarmente in marcia. 
Sarlux e il suo servizio prevenzione e protezione stanno manitorando costantemente i livelli di emissione, come avviene tutti i giorni, attraverso il sistema di rilevazione interno ed esterno al sito industriale. 
La conseguenza di tale stop è stato un aumento del carico di gas inviato ad una delle due torce, che ha fatto elevare il livello della fiamma. Il sistema di sicurezza non è mai stato in discussione: non si è verificato alcun incendio ne’ è suonata la sirena di emergenza.
Salrux e il gruppo Saras ribadiscono l’impegno per continuare a migliorare le prestazioni ambientali in linea con le migliori tecnologie disponibili, come avviene da anni, nella convinzione che un’industria moderna sia compatibile con il territorio e il suo ambiente. Lo dimostrano, tra le altre cose, le risorse impiegate ogni anno, per adempiere alle normative e fare meglio delle stesse indicazioni di legge”.
Le giustificazioni del Gruppo Saras s.p.a. non bastano.
Non bastano più, se mai sono bastate.
Siano la magistratura e le altre amministrazioni pubbliche competenti a fare chiarezza sugli inquinamenti in un’area ormai pesantemente appestata.
Gruppo d’Intervento Giuridico onlus
Sarroch, impianti Gruppo Saras s.p.a., fumo nero (23 dicembre 2015)

Sarroch, impianti Gruppo Saras s.p.a., fumo nero (23 dicembre 2015)

(foto per conto GrIG)
Annunci
  1. dicembre 24, 2015 alle 10:41 am

    Aria di Natale!

    • capitonegatto
      dicembre 24, 2015 alle 1:50 pm

      Non credo sia il caso di banalizzare.

  2. capitonegatto
    dicembre 24, 2015 alle 1:49 pm

    Strumentazione di sicurezza ? La sirena ? Tutti silenti !!! Ma il fumo (tipo ILVA ) si e’ visto alla grande !! .Allora il comune invii tecnici indipendenti per valutare e relazionare su questa anomalia che potrebbe succedere di nuovo . Sarebbe omissione non farlo.

  3. Alessandro Nonnoi
    dicembre 24, 2015 alle 6:14 pm

    Erano gli auguri di buon anno, con la speranza che l’eccidio continui.

  4. Juri
    dicembre 24, 2015 alle 10:16 pm

    Ah be’, se il controllore è anche il controllato possiamo stare tutti tranquilli nel momento in cui il controllore-controllato ci dice che va tutto bene e l’aria è ottima e abbondante, perché il controllato-controllore – ci dice il controllore-controllato – è veramente bravo nel non inquinare anche quando si vedono nuvoloni neri (dev’essere un’illusione ottica).
    E anche volendo cocciutamente credere che le foto siano vere, scarico più scarico meno di polveri sottili e altri inquinanti altamente cancerogeni, la differenza non si nota.

    • Carlo Forte
      dicembre 28, 2015 alle 3:44 pm

      Non solo la Saras,ma anche la Portovesme controllo la radioattività di quello che brucia…..Se no come si poteva smaltire materiale……………..di mezzo mondo.

  5. pa
    dicembre 28, 2015 alle 10:27 am

    Questo è quanto mi ha riferito un amico che lavora in raffineria: “la raffineria è andata in blocco generale, quindi tutti i gas, per motivi di sicurezza, vengono scaricati in torcia. Senza questa manovra, le linee che contengono gas o fluidi di processo andrebbero in pressione, andando incontro a esplosioni. Non è un bello spettacolo, fortunatamente è uno scarico che dura pochi minuti.”

  6. dicembre 28, 2015 alle 12:18 pm

    Il Servizio di Epidemiologia della ASL 8 ha pubblicato il resoconto
    del lavoro svolto con i dati di mortalità nel comune di Sarroch dal
    2002 al 2010 sulla base dei dati del registro ReNCaM dal testo: Si può
    apprezzare che nei maschi l’evento morte è da attribuire sopratutto ai
    tumori, mentre nelle donne è per le malattie cardiovascolari la
    percentuale dei decessi per tumori è negli uomini del 41% sul totale e
    nelle donne del 25 %. L’Unità Operativa di epidemiologia aveva al 2012
    in programma di estendere lo studio sulla base di flussi informativi (
    sempre dal testo) delle SDO, dati di laboratorio, esenzioni tiket. Non
    vengono citate le diagnosi delle Anatomie patologiche e tantomeno i
    dati strumentali ormai in uso come flussi informativi radiologici e
    terapici. L’assenza di un Registro regionale dei tumori in Sardegna impedisce che si possano svolgere delle analisi delle cause dei tumori in alcune ben circoscritte località.
    Giancarlo Nonis

  7. febbraio 29, 2016 alle 10:29 pm

    A.N.S.A., 29 febbraio 2016
    Saras torna all’utile nel 2015.
    Risultato netto positivo per 223,7 mln, fatturato cala a 8,2 mld. (http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2016/02/29/saras-torna-allutile-nel-2015_6b4ff24e-2a40-4a78-99bf-73e646a7dd71.html)

    MILANO, 29 FEB – Saras rivede l’utile nel 2015 grazie alla spinta arrivata dai margini ma vede una caduta dei ricavi legata al crollo delle quotazioni del petrolio. E così il risultato netto del gruppo della famiglia Moratti è stato pari a 223,7 milioni di euro contro la perdita di 261,8 milioni dello scorso anno. In particolare, è stato particolarmente positivo l’andamento dell’Ebitda (margine operativo lordo) che si è attestato a 556 milioni (da -237 milioni) grazie al segmento raffinazione che, spiega una nota, “ha saputo concretizzare nel migliore dei modi il favorevole contesto di mercato, lavorando a pieno regime di carica (+17%) e realizzando un margine operativo ampiamente superiore: 8 dollari al barile, contro appena 1,2 dollari al barile dello scorso esercizio”.
    Ne ha beneficiato soprattutto il risultato netto adjusted, che nell’esercizio è stato positivo per 326,3 milioni (da -83,6 milioni). In calo i ricavi scesi da 10,2 a 8,2 miliardi per effetto della marcata flessione delle quotazioni petrolifere.

    ______________________________________________

    da La Nuova Sardegna, 29 febbraio 2016
    Cagliari, bilancio Saras: nel 2015 la più grossa produzione di sempre.
    Un 8 per cento in più di vendite rispetto al 2014, la congiuntura favorevole del calo del prezzo del petrolio e dell’aumento dei consumi ha fatto crescere notevolmente gli utili: http://lanuovasardegna.gelocal.it/cagliari/cronaca/2016/02/29/news/cagliari-bilancio-saras-nel-2015-la-piu-grossa-produzione-di-sempre-1.13043028?ref=hfnscaer-1

  8. marzo 8, 2016 alle 11:08 pm

    da La Nuova Sardegna, 8 marzo 2016
    Cagliari, patteggiano la pena in 12 per la morte in Saras di un operaio.
    L’amministratore unico della società di cui il 23enne Pierpaolo Pulvirenti era dipendente non ha patteggiato e il processo si terrà il 13 luglio 2016. Il giovane era stato investito da un getto di idrogeno solforato mentre ispezionava la colonna di un impianto assieme a due colleghi: http://lanuovasardegna.gelocal.it/cagliari/cronaca/2016/03/08/news/cagliari-patteggiano-la-pena-in-12-per-la-morte-in-saras-di-un-operaio-1.13089999

  9. aprile 30, 2016 alle 12:18 pm

    e adesso? Un’altra bella pagina pubblicitaria?

    da L’Unione Sarda, 30 aprile 2016
    Sarroch, il governo boccia il piano di bonifica della Saras: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/04/30/sarroch_il_governo_boccia_il_piano_di_bonifica_della_saras-68-492945.html

  10. luglio 26, 2016 alle 9:46 pm

    da Sardinia Post, 26 luglio 2016
    Il ministro Galletti: “Sì, Sarlux inquina. Prosegue l’iter per le bonifiche”. (Pablo Sole): http://www.sardiniapost.it/cronaca/ministro-galletti-si-sarlux-inquina-prosegue-liter-le-bonifiche/

    ———

    La replica della Saras: “Le bonifiche della falda sono in corso da anni”: http://www.sardiniapost.it/cronaca/la-replica-della-saras-le-bonifiche-della-falda-corso-anni/

  11. febbraio 20, 2017 alle 2:42 pm

    evviva.

    da Sardinia Post, 19 febbraio 2017
    Saras: piano da 645 milioni presentato in Regione. Paci: “Sostegno Industria 4.0”: http://www.sardiniapost.it/economia/saras-piano-da-645-milioni-presentato-in-regione-paci-sostegno-industria-4-0/

  12. febbraio 28, 2017 alle 2:44 pm

    A.N.S.A., 27 febbraio 2017
    Saras: utile scende a 196mln,Ebitda +15%.
    Dividendo 0,1. Nuovo piano al 2020,previsti 650mln investimenti: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2017/02/27/saras-utile-scende-a-196mlnebitda-15_ccd9a1f8-b1e6-48bf-9d88-a36d27cb7c11.html

  13. marzo 24, 2017 alle 11:09 pm

    da Sardinia Post, 24 marzo 2017
    Rifiuti dai cantieri Sarlux, allarme radioattività a Settimo San Pietro: http://www.sardiniapost.it/cronaca/rifiuti-industriali-dai-cantieri-sarlux-allarme-radioattivita-a-settimo-san-pietro/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: