Il condono edilizio venatorio.


contro altane caccia

Sono abbastanza patetici l’energia e il tempo sprecati per questa vergognosa operazione di legittimazione dell’abusivismo edilizio venatorio nel Veneto.

Si tratta della  la proposta di legge regionale n. 54 del 2015 (primo firmatario on. Sergio Berlato) che punta alla sostanziale liberalizzazione di capanni e altane per l’esercizio della caccia.

Non hanno proprio nulla di meglio da fare.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Monte di Malo, località Cima, altana di caccia

Monte di Malo, località Cima, altana di caccia

(elaborazione Giacomo Dell’Orco di Holic – http://www.holiclab.com/, foto M.Z., archivio GrIG)

Annunci
  1. Mara
    novembre 25, 2015 alle 8:31 am

    Se hanno tanta voglia di sparare… perché non partono con Salvini?

  2. franco
    novembre 25, 2015 alle 1:28 pm

    I patetici siete voi che raccontate solo stronzate, gli appostamenti di caccia esistono dalla notte dei tempi e voi piazzarotti del cazzo, volete imporre la vostra ideologia malata!

    • novembre 25, 2015 alle 3:40 pm

      vedi, ogni tua parola dimostra il livello patetico delle vostre pretese. Il fatto che abbia un fucile non dimostra che tu non sia un miserabile d’animo.

    • Mara
      novembre 25, 2015 alle 9:39 pm

      Illustre, Esimio, Gentilissimo Franco: dalla notte dei tempi molti umani ragionano solo con l’appendice che, con relativi annessi, penzola loro fra le gambe. Alcuni fra loro hanno persino bisogno di un micidiale prolungamento, per conclamare la propria virilità. A me fanno pena, specie quando non potendo sparacchiare “de visu” si riducono a insultare addirittura virtualmente chi non la pensa come loro. Stia sereno, quando vista, riflessi e udito fatalmente Le caleranno con la vecchiaia, imparerà per forza a pensare con il cervello, o con quel che ne sarà rimasto.

      • Terrae
        novembre 25, 2015 alle 11:14 pm

        Cervello?
        Ma non si chiamava appendice?

        Si appendice.
        Infatti se gli viene quella malattia, l’appendicite, lo si appende al chiodo perché non serve più.

        Francamente, ‘piazzarotti del cazzo’ è molto originale.
        Quasi rabbiosamente spiazzante per chi è avvezzo a lunghe attese accampato per aria.

  3. novembre 25, 2015 alle 2:56 pm

    riceviamo e pubblichiamo volentieri.

    TUTTI UNITI CONTRO IL PDL VENETO N. 54/2015 “APPOSTAMENTI PRECARI AD USO VENATORIO”.

    “Una proposta di legge inqualificabile e impresentabile”. È questo il giudizio unanime del coordinamento interassociativo padovano per la protezione della natura e la salvaguardia dell’ambiente, riguardo al progetto di legge regionale n. 54 del 2015 “Appostamenti precari ad uso venatorio” in votazione mercoledì 25 novembre 2015, alle ore 14.00, a Palazzo Ferro Fini.
    Presentata dal Consigliere regionale Sergio Berlato, barone dell’Associazione Cacciatori Veneti e della Fondazione per la cultura rurale, la leggina pretenderebbe di “risolvere il problema degli appostamenti ad uso venatorio” esentando gli appostamenti per la caccia (capanni, altane) dall’ottenimento dell’autorizzazione paesaggistica (prevista dal decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) e del titolo abilitativo urbanistico-edilizio (D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i.).
    Tali disposizioni sono chiaramente inammissibili giacché le regioni non possono considerare lecita un’attività penalmente sanzionata nell’ordinamento nazionale.
    Gli “appostamenti precari di caccia” – secondo la proposta di Berlato – potranno avere una base di 4 x 3 metri (12 m2, la superficie di una camera doppia secondo le norme edilizie nazionali) e un’altezza che “non dovrà superare il limite frondoso degli alberi” (Hyperion, Sequoia sempervirens, si trova nel parco Nazionale di Redwood, in California, ed è alta ben 115,55 metri).
    Uno scherzo? No, è tutto vero! Ma c’è di più…
    Il 13 giugno 2013 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’incostituzionalità della legge della Regione Veneto 6 luglio 2012, n. 25 nelle parti in escludeva dall’assoggettamento al regime del titolo abilitativo edilizio e dell’autorizzazione paesaggistica gli appostamenti per la caccia.
    Le norme dichiarate incostituzionali sono abrogate.
    Adesso, con un mutamento puramente nominale, Berlato ripropone nuovamente i contenuti della suddetta legge della Regione Veneto 6 luglio 2012, n. 25, riuscendo a portare il PDL 54/2015 fino al voto in Consiglio Regionale, costringendo così la politica ad occuparsi di futili questioni (i casotti di caccia suoi e dei suoi amici) già oggetto di ricorso governativo (su istanza dell’Ass. Gruppo d’Intervento Giuridico ) e di declaratoria d’illegittimità costituzionale.
    Il distratto Berlato, con il PDL 54, fa perfino un’operazione inutile quando stabilisce che “Con l’entrata in vigore della presente legge sono abrogati: a) il comma 3 bis dell’articolo 20 bis della legge regionale 9 dicembre 1993, n. 50: l’ha già fatto la Corte Costituzionale, per cui quella disposizione lì non abroga un bel niente, perché non c’è più nulla da abrogare. Anzi, è una disposizione pericolosa perché pretenderebbe di abrogare la disposizione solo dal momento dell’entrata in vigore del PDL, ragion per cui potrebbe far pensare a qualcuno che, nelle more dell’entrata in vigore della nuova legge, si applica la vecchia disposizione. Invece, poiché le norme dichiarate incostituzionali dalla Corte “cessano di avere efficacia dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione”, la norma è già pienamente inefficace almeno da giugno 2013, data della dichiarazione di illegittimità della Corte.
    Conclusione?
    Il PDL Veneto N. 54/2015 “Appostamenti precari ad uso venatorio” NASCE GIÀ INCOSTITUZIONALE.

    Ente Nazionale Protezione Animali – Padova

    Coordinamento Protezionista Padovano

  4. novembre 26, 2015 alle 4:34 pm

    da Belluno Press – Dolomiti, 26 novembre 2015
    Caccia. Approvata la legge Berlato sugli appostamenti precari: http://www.bellunopress.it/2015/11/25/caccia-approvata-la-legge-berlato-sugli-appostamenti-precari/

    ______________________________________

    da Padova Oggi, 25 novembre 2015
    Enpa Padova contro “appostamenti precari ad uso venatorio” del Pdl veneto: http://www.padovaoggi.it/enpa-padova-pdl-veneto-appostamenti-precari-uso-venatorio.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: