In Tribunale le “nebbie” di Teulada (CA).


Teulada, Capo Malfatano

Teulada, Capo Malfatano

E’ iniziato presso il Tribunale penale di Cagliari il procedimento penale che dovrebbe dissipare un po’ di nebbie giunte sulle coste di Teulada (CA).

Infatti, dopo la richiesta da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari di rinvio a giudizio di due funzionari del Comune di Teulada (il segretario comunale Siro Podda, il responsabile del settore urbanistica Ovidio Alberto Urru), un ingegnere (Giampaolo Gamberini) e due avvocati (Francesco Caso, Giuseppe Ciaglia), il G.U.P. del Tribunale penale di Cagliari ne aveva disposto l’accoglimento e aveva fissato la prima udienza davanti al Collegio per il 15 maggio 2015.

Ora il dibattimento penale è in corso.

Le accuse sono di turbativa d’asta e rivelazione di segreti d’ufficio e riguarda le vicende relative all’incarico di consulenza affidato dal Comune al raggruppamento temporaneo di imprese Studio legale associato Caso-Ciaglia di Roma e alla Sting Engineering s.r.l. di Cagliari per un importo di euro 185.000 + I.V.A. (222.000 euro) in relazione al noto cantiere turistico-edilizio S.I.T.A.S. s.p.a. sulla costa di Malfatano – Tuerredda, attualmente fermo in seguito alla pronuncia del Consiglio di Stato (sentenza Sez. IV, 9 gennaio 2014, n. 36) che ha giudicato definitivamente illegittima la procedura di approvazione del progetto immobiliare, come sostenuto per anni in varie sedi legali dalle associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico onlus e Amici della Terra (per chi volesse approfondire: Cronaca di una speculazione edilizia annunciata, Malfatano e Tuerredda, 2011).

Teulada, Malfatano-Tuerredda, cantiere Sitas s.p.a.

Teulada, Malfatano-Tuerredda, cantiere Sitas s.p.a.

Si ricorda che la Sezione Giurisdizionale per la Sardegna della Corte dei conti ha già condannato – con la sentenza n. 203/2014 del 9 ottobre 2014 – il responsabile del Settore urbanistica del Comune di Teulada Ovidio Alberto Urru per i medesimi fatti.

Le indagini svolte in collaborazione con la Guardia di Finanza avevano portato alla conclusione con ipotesi di reato relative alla turbativa d’asta e alla violazione del segreto d’ufficio. L’incarico, come recitava l’avviso di aggiudicazione dell’appalto del 19 ottobre 2010, ”ha per oggetto l’insieme delle attività di progettazione, consulenza e assistenza giuridico-amministrativa e di carattere tecnico-progettuale occorrenti per l’approvazione della variante urbanistica e per la progettazione degli interventi di interesse pubblico nell’ambito del comparto urbanistico in località Malfatano”.

Ora il vaglio in sede penale.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

La Nuova Sardegna, 19 settembre 2015

La Nuova Sardegna, 19 settembre 2015

Teulada, Tuerredda, cantiere S.I.T.A.S. s.r.l.

Teulada, Tuerredda, cantiere S.I.T.A.S. s.r.l.

(foto S.D., archivio GrIG)

 

Annunci
  1. settembre 28, 2015 alle 10:05 pm

    da La Nuova Sardegna, 28 settembre 2015
    Resort di Malfatano: l’allevatore Ovidio è pronto all’ultima battaglia.
    Il primo dicembre 2015 la Cassazione decide sulla sorte del complesso turistico a due passi dalla spiaggia di Tuerredda bloccato dal tenace Ovidio Marras. (Mauro Lissia): http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2015/09/28/news/resort-di-malfatano-l-allevatore-ovidio-e-pronto-all-ultima-battaglia-1.12170318?ref=hfnscaes-1

  2. Fabrizio De Andrè
    settembre 29, 2015 alle 9:40 am

    Onore a Ovidio.È vergognoso come il cittadino sia lasciato solo……..Chi è stato è stato,chi stato non è

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: