Home > coste, difesa del territorio, dissesto idrogeologico, inquinamento, mare, paesaggio, pianificazione, sostenibilità ambientale, trasporti > Nessun ampliamento e opere con dubbia autorizzazione a Porto Spurlatta, sulla Costa Corallina (Olbia).

Nessun ampliamento e opere con dubbia autorizzazione a Porto Spurlatta, sulla Costa Corallina (Olbia).


Olbia, Porto Spurlatta, sbarramento del Rio Pinu

Olbia, Porto Spurlatta, sbarramento del Rio Pinu

Il Servizio Demanio e Patrimonio di Olbia-Tempio della Regione autonoma della Sardegna ha comunicato (nota prot. n. 29849 del 4 agosto 2014) “che non è stata rilasciata … alcuna autorizzazione per l’ampliamento e proroga della concessione demaniale marittima per l’approdo turistico di Costa Corallina – Porto Spurlatta del Comune di Olbia”.

Si tratta della risposta fornita alla richiesta di informazioni ambientale e adozione degli opportuni interventi inoltrata (22 luglio 2014) dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus alle amministrazioni pubbliche competenti riguardo il progetto di ampliamento di Porto Spurlatta, in Comune di Olbia (OT), da parte della La Marina di Costa Corallina s.r.l.

Anche il Servizio Genio civile gallurese della Regione autonoma della Sardegna ha affermato (nota prot. n. 26464 del 25 luglio 2014) “che da una verifica agli atti d’ufficio non risultano rilasciate autorizzazioni e/o pareri relativamente alle opere segnalate: oltre al progetto di ampliamento del porto turistico anche lo sbarramento del Rio Pinu, che impedisce il naturale deflusso delle acque nel porticciolo con effetti non conosciuti sotto il profilo della qualità idrica e del rischio idrogeologico, e i sistemi di depurazione delle acque portuali previsti a carico del concessionario dal punto 10 dell’atto di sottomissione n. 10 del 28 gennaio 1981  relativo alla concessione demaniale marittima per la realizzazione e la gestione del porto turistico.

Inoltre, l’A.R.P.A.S. – Dipartimento Gallura ha comunicato (nota prot. n. 23659-2014 del 27 agosto 2014) che “sono stati di recente effettuati accertamenti a seguito di richiesta da parte di Enti istituzionali i cui esiti non sono ancora disponibili”, mentre i lavori di dragaggio dei fondali del porto turistico effettuati nell’estate 2008 sono risultati privi del necessario parere favorevole dell’A.R.P.A.S. in materia di movimentazione e scarico dei sedimenti marini in sede di indagine di caratterizzazione per violazione del D.M. 24 gennaio 1996 (Allegato B/1 e art. 5 dell’Allegato B/2) e del “Manuale per la movimentazione dei sedimenti marini” A.P.A.T.-I.C.R.A.M. (nota A.R.P.A.S. – Dipartimento Sassari prot. n. 08/004034/SS del 22 luglio 2008).

Le istanze ecologiste (la precedente era del 23 luglio 2011) dovrebbero attivare un’ampia attività di controllo da parte delle amministrazioni pubbliche competenti.

Interessati la Commissione europea, i Ministeri dell’ambiente e dei beni e attività culturali, il Servizio regionale demanio e patrimonio per la Provincia di Olbia-Tempio, il Comune di Olbia, il Servizio regionale valutazione impatti, la Soprintendenza per i beni ambientali di Sassari, il Servizio regionale tutela del paesaggio di Sassari, il Genio civile, l’A.R.P.A.S..

Sardegna, macchia mediterranea sul mare

Sardegna, macchia mediterranea sul mare

Nel tratto di costa fra Olbia e San Teodoro sono già presenti numerosi porti turistici, oltre a Porto Spurlatta: Olbia (porto interno), Olbia (Nautisarda), Punta delle Saline, Tavolara, Porto S. Paolo, Porto Brandinchi, Marina di Puntaldìa.   Non si riscontra attualmente alcuna necessità di ampliamento dell’offerta diportistica nautica.

L’area in argomento ricade nel demanio marittimo (artt. 822 e ss. cod. civ.) e nel mare territoriale, la parte a terra è tutelata con specifico vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), mentre la fascia dei mt. 300 dalla battigia marina è tutelata con specifico vincolo di conservazione integrale (legge regionale n. 23/1993). Rientra, inoltre, nell’Area marina protetta “Tavolara – Punta Coda Cavallo” (legge n. 394/1991 e s.m.i., istituita con D.M. 12 dicembre 1997) .

Auspichiamo un fattivo intervento delle amministrazioni pubbliche competenti perché la portualità turistica non divenga un pericolo per l’ambiente e il litorale.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

nota Servizio Demanio e Patrimonio Olbia-Tempio della Regione autonoma della Sardegna nota prot. n. 29849 del 4 agosto 2014

nota Servizio Demanio e Patrimonio Olbia-Tempio della Regione autonoma della Sardegna nota prot. n. 29849 del 4 agosto 2014

 

La Nuova Sardegna, 27 agosto 2014

La Nuova Sardegna, 27 agosto 2014

 

La Nuova Sardegna, 28 agosto 2014

La Nuova Sardegna, 28 agosto 2014

 

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

 

  1. agosto 29, 2014 alle 4:58 PM

    da La Nuova Sardegna, 28 agosto 2014
    La guerra continua di Costa Corallina.
    Braccio di ferro sul progetto per l’ampliamento del porto tra la società titolare della concessione e gli ambientalisti. (Giampaolo Meloni): http://lanuovasardegna.gelocal.it/olbia/cronaca/2014/08/28/news/la-guerra-continua-di-costa-corallina-1.9833145

    ———————————————

    Carte bollate tra cinghiali e parcheggi liberi: http://lanuovasardegna.gelocal.it/olbia/cronaca/2014/08/28/news/carte-bollate-tra-cinghiali-e-parcheggi-liberi-1.9833140

  2. luglio 29, 2015 alle 6:30 PM

    disastro.

    da La Nuova Sardegna, 29 luglio 2015
    Rogo a Costa Corallina, comincia la conta dei danni.
    Una casa distrutta, 35 ettari in fumo. In corso l’inchiesta sulle cause, pista dolosa la più battuta: http://lanuovasardegna.gelocal.it/olbia/cronaca/2015/07/29/news/rogo-a-costa-corallina-comincia-la-conta-dei-danni-1.11853734

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: