Home > "altri" animali, biodiversità, caccia, difesa del territorio, pianificazione, società, sostenibilità ambientale > Lasciate in pace i residenti delle campagne di Selvazzano Dentro…e pure le Volpi!

Lasciate in pace i residenti delle campagne di Selvazzano Dentro…e pure le Volpi!


Volpi (Vulpes vulpes)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, su segnalazione di esasperati residenti, ha inviato una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni interventi per fermare la caccia nelle Vie Bressan e Vegri, in Comune di Selvazzano Dentro (PD).

Coinvolti il Comune di Selvazzano Dentro, i Carabinieri Forestale e il Prefetto di Padova.

L’area – terreni agricoli con una vecchia discarica dismessa da decenni ormai in via di rinaturalizzazione – vede la presenza di un canile sanitario pubblico e di diverse residenze rurali.

La legge afferma che è vietato “sparare da distanza inferiore a centocinquanta metri con uso di fucile da caccia con canna ad anima liscia, o da distanza corrispondente a meno di una volta e mezza la gittata massima in caso di uso di altre armi, in direzione di immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro; di vie di comunicazione ferroviaria e di strade carrozzabili …” (art. 21, comma 1°, lettera f, della legge n. 157/1992 e s.m.i.). rendendo di fatto legittimamente impossibile esercitare l’attività venatoria nella zona.

Selvazzano Dentro, Via Bressan (da Google Maps)

Eppure ci sono cacciatori che si recano proprio lì per cercare di far fuori i pochi esemplari di Volpe (Vulpes vulpes) nonostante le continue rimostranze dei residenti.

Purtroppo anche negli anni scorsi ci furono battute di caccia alla Volpe in palese spregio delle norme di rispetto delle distanze da abitazioni e luoghi di lavoro, causando forti proteste ecologiste e portando a un’ordinanza sindacale di divieto di caccia per motivi di sicurezza pubblica (febbraio 2016).

Selvazzano Dentro, ex discarica di Via Bressan

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha chiesto l’adozione di una nuova ordinanza sindacale urgente e contingibile (art. 54 del decreto legislativo n. 267/2000 e s.m.i.) di divieto di caccia e ha segnalato al Prefetto di Padova  l’opportunità di analogo provvedimento per ragioni di sicurezza pubblica (art. 2 del regio decreto n. 773/1931 e s.m.i.).

Provvedimenti di buon senso per evitare futuri e probabili incidenti di caccia e, non ultimo, per lasciare in pace le Volpi, che svolgono il fondamentale ruolo del predatore nelle campagne (e si mangiano le Nutrie, per esempio).

Gruppo d’intervento Giuridico onlus

Volpi (Vulpes vulpes)

(immagine da Google Maps, foto M.F., archivio GrIG)

  1. G.Maiuscolo
    gennaio 18, 2020 alle 10:29 am

    E’ da un pezzo che non sento …”boom- boom” a due passi da casa. Ne sono lieta, specie per gli amici animali.

    O hanno compreso che non è il caso, così vicino alle abitazioni, oppure tutte le specie minacciate si sono organizzate. Prus intelligentisi… degli umani.

    …Ma custus de Selvazzano Dentro, non teninti nudda ‘e fai? Senza intento irrispettoso eh?
    Ci sono tante cose buone e utili da fare, mi permetto di suggerire:
    – passeggiare
    – osservare la Natura
    – eventualmente raccogliere rifiuti che dovessero trovare in giro ( portare sempre un sacchetto biodegradàbile con sé)
    e tante altre che lascio alla buona volontà dei singoli.

    Cordialmente 🙂
    Buon sabato a tutti

  2. donatella
    gennaio 19, 2020 alle 12:42 am

    ma la caccia alla volpe è ancora permessa in Italia? La famosa storica caccia alla volpe in Inghilterra se non sbaglio è stata vietata da parecchio….la caccia va vietata!!!!

  3. gennaio 19, 2020 alle 5:47 pm

    da Il Gazzettino, 19 gennaio 2020
    SELVAZZANO. Giù le mani dalle volpi. Fermare la caccia in via Bressan e Vegri. (https://www.ilgazzettino.it/pay/padova_pay/selvazzano_giu_le_mani_dalle_volpi_fermare_la_caccia_in_via_bressan_e_vegri-4992894.html)

    Giù le mani dalle volpi. Fermare la caccia in via Bressan e Vegri è l’impegno dell’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico Onlus che, su segnalazione dei residenti esasperati, ha inviato alle autorità competenti una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni interventi per fermare la caccia nelle vie. Coinvolti il comune di Selvazzano, i Carabinieri Forestale e il Prefetto di Padova. E torna nuovamente ad essere interessata l’area agricola di via Bressan: un’area che si è rimboschita e naturalizzata dove ha trovato casa una famiglia di volpi che pare si stia ripopolando. Un’area naturalistica che proprio per questa sua particolare fauna attira i cacciatori che esercitano l’attività venatoria senza rispetto di chi abita lì vicino. Spari vicino alle case, e segni del loro passaggio visibili fino in strada. Si tratta dell’area di proprietà comunale ricoperta da verde e arbusti, lunga forse 200 metri e larga una quarantina, che si estende alla spalle del canile veterinario dell’Ulss16.

    «La legge afferma che è vietato sparare da una distanza inferiore a 150 metri con uso di fucile da caccia con canna ad anima liscia, o da distanza corrispondente a meno di una volta e mezza la gittata massima in caso di uso di altre armi, in direzione di immobili e fabbricati spiegano Stefano Deliperi del Gruppo d’Intervento Giuridico – e questo rende di fatto legittimamente impossibile esercitare l’attività venatoria nella zona. Eppure ci sono cacciatori che si recano proprio lì per cercare di far fuori i pochi esemplari di volpe nonostante le continue rimostranze dei residenti». «Purtroppo anche in passato ci furono battute di caccia alla volpe in palese spregio delle norme di rispetto delle distanze da abitazioni e luoghi di lavoro continua Deliperi – e questo scatenò forti proteste e l’adozione nel febbraio del 2016 di un’ordinanza sindacale di divieto di caccia per motivi di sicurezza pubblica. Oggi siamo a chiedere l’adozione di una nuova ordinanza urgente e contingibile di divieto di caccia e segnalato al Prefetto di Padova l’opportunità di un analogo provvedimento per ragioni di sicurezza pubblica».
    Ba.T.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: