Home > acqua, beni culturali, difesa del territorio, fondi comunitari, giustizia, paesaggio, sostenibilità ambientale > Ma come sono stati realizzati quei gradoni sul lago?

Ma come sono stati realizzati quei gradoni sul lago?


Isili, Isolotto di San Sebastiano, con gli interventi realizzati, aprile 2018

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (17 aprile 2018) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione provvedimenti riguardo la recente realizzazione di una “pesante” gradonatura in materiale non conosciuto (apparentemente cemento) del sentiero di accesso dall’attracco naturale dell’Isolotto di San Sebastiano alla Chiesa campestre di San Sebastiano, nel Lago di Is Barroccus, in Comune di Isili (SU). 

L’intervento sembra rientrare nel più ampio progetto “Le stazioni sul lago”, finanziato con fondi comunitari FESR 2007-2013.

Tutta l’area è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.).

Sono stati coinvolti il Ministero per i beni e attività culturali, la Soprintendenza per archeologia, belle arti e paesaggio di Cagliari, il Servizio tutela del paesaggio di Cagliari della Regione autonoma della Sardegna, il Comune di Isili.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica rapidi accertamenti per verificare la legittimità di quanto realizzato e l’adozione di provvedimenti di ripristino ambientale, qualora siano necessari in base agli accertamenti svolti.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Garzetta (Egretta garzetta) in volo sul canneto

Garzetta (Egretta garzetta) in volo sul canneto

Aggiornamento (18 aprile 2018): gli accertamenti sono stati proprio rapidi.

Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale

COMUNICATO STAMPA

CAGLIARI, 18 APRILE 2018 – Gli uomini del Corpo Forestale della stazione di Isili hanno posto sotto sequestro un’opera in calcestruzzo armato all’interno dell’isolotto d i San Sebastiano, nel lago di Is Barrocus. Secondo gli agenti, l’impresa, incaricata dal comune di Isili, ha eseguito l’intervento in difformità dalle previste autorizzazioni paesaggistiche ed edilizie.

In particolare, hanno accertato i forestali, sono state variate le dimensioni e l’ubicazione delle opere (gradonature in cemento armato aventi uno sviluppo di circa 40 metri), tanto da comportare un’alterazione dell’assetto del delicato compendio, noto per l’alto valore storico e paesaggistico e sottoposto a diversi vincoli, paesistico e storico culturale, anche per la presenza dell’antica chiesa di S. Sebastiano realizzata nella sommità dell’isolotto calcareo nel XVI secolo.

Il sequestro operato dal agenti della Stazione di Isili è stato convalidato dal Giudice per le indagini preliminari.   Il Pubblico Ministero Andrea Vacca, che coordina le indagini, ha quindi disposto ulteriori accertamenti, che sono in corso di svolgimento.

Attualmente risultano indagati il direttore dei lavori e il titolare della impresa esecutrice.

L’intervento del Corpo Forestale si inquadra nell’attività di tutela del Patrimonio paesaggistico e culturale della Sardegna.

Le foto dell’opera sequestrata sono scaricabili dal sito Flickr del CFVA ai seguenti indirizzi:

https://www.flickr.com/photos/corpoforestale_/39727970340/in/dateposted-public/

https://www.flickr.com/photos/corpoforestale_/39727970550/in/dateposted-public/

 

Oxalis pes-caprae

Oxalis pes-caprae

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. Juri
    aprile 19, 2018 alle 1:39 pm

    Lo scempio di quegli orridi scaloni si commenta da sé ma anche la necessità di “valorizzare” il sito con interventi comunque a colpi di cemento (come pare fosse anche quello autorizzato) è a dir poco discutibile.
    A conferma che quando si sente parlare di “riqualificazione” o “valorizzazione” in Sardegna bisogna sempre temere un imbruttimento dei luoghi se non il loro stravolgimento.
    Vedasi per esempio lo scempio di Is Mortorius (Quartu S’Elena), prima splendido angolo costiero ora mortificato dalla assurda realizzazione di due grandi piazzole di sosta per autobus a colpi di estirpazione di olivastri e colate di cemento proprio nel bel mezzo dell’area che si sarebbe dovuta “riqualificare” ambientalmente.

  2. aprile 19, 2018 alle 3:03 pm

    da You TG, 17 aprile 2018
    “Chi ha costruito quei gradoni (di cemento) sull’isolotto nel lago di Isili?”: http://www.youtg.net/v3/in-sardegna/7115-chi-ha-costruito-quei-gradoni-di-cemento-sull-isolotto-nel-lago-di-isili

    _____________________

    da Casteddu online, 17 aprile 2018
    Isolotto di S. Sebastiano, il Grig:”Come sono stati realizzati i gradoni sul lago?”
    L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico ha inoltrato una istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione provvedimenti riguardo la recente realizzazione di una “pesante” gradonatura del sentiero di accesso dall’attracco naturale dell’Isolotto di San Sebastiano alla Chiesa: http://www.castedduonline.it/isolotto-s-sebastiano-grigcome-stati-realizzati-gradoni-sul-lago/

  3. aprile 21, 2018 alle 12:00 pm

    da La Nuova Sardegna, 19 aprile 2018
    Opera in calcestruzzo sotto sequestro nell’isolotto di San Sebastiano.
    Intervento della Forestale: la costruzione eseguita in maniera difforme rispetto alle autorizzazioni rilasciate dal comune di Isili: http://www.lanuovasardegna.it/cagliari/cronaca/2018/04/19/news/opera-in-calcestruzzo-sotto-sequestro-nell-isolotto-di-san-sebastiano-1.16732550?ref=hfnscaec-8

  4. maggio 14, 2018 alle 2:56 pm

    con nota prot. n. 9759 del 9 maggio 2018 la Soprintendenza per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Cagliari ha comunicato l’avvenuto accertamento da parte del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale – Stazione di Isili di irregolarità nello svolgimento dei lavori comportanti reati paesaggistici e urbanistico-edilizi (nota prot. n. 369 del 10 aprile 2018).

    Da parte del Comune di Isili è stato richiesto (nota prot. n. 2667 del 13 aprile 2018) l’accertamento di compatibilità paesaggistica ai sensi dell’art. 167 del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.

  5. maggio 24, 2018 alle 2:44 pm

    con nota prot. n. 20375 del 23 maggio 2018, il Servizio Tutela del Paesaggio e Vigilanza di Cagliari della Regione autonoma della Sardegna ha comunicato che sono state riscontrate difformità nelle opere realizzate rispetto a quanto autorizzato.

    In proposito, il Comune di Isili ha presentato istanza di accertamento di compatibilità paesaggistica.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: