L’Italia in vetta al riciclaggio dei rifiuti.


cassonetti stracolmi di rifiuti

Ogni tanto il Bel Paese, nonostante mille problemi di tutti i generi, è il primo della classe.

Secondo le statistiche Eurostat (settembre 2017), l’Italia è lo Stato europeo con la più alta percentuale di rifiuti (urbani, industriali, altro genere) riciclati: ben il 76,9% dei rifiuti raccolti sono avviati al riciclaggio, con un valore più che doppio della media europea (37%).

Non è male, vero?

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

qui le statistiche Eurostat sulla gestione dei rifiuti (settembre 2017)

 

 

 

A.N.S.A., 9 ottobre 2017

Riciclo rifiuti, l’Italia al 76,9%, è la prima in Europa.

Eurostat, Francia ricicla 54%, GB 44%, Germania 43%, media Ue 37%.

L’Italia è il Paese europeo con la più alta percentuale di riciclo dei rifiuti (urbani, industriali e altri). Lo dicono i dati più recenti di Eurostat, usciti a settembre e citati in un comunicato dalla ong ambientalista Kyoto Club. Con il 76,9% di rifiuti avviati a riciclo, il nostro paese presenta una incidenza più che doppia rispetto alla media europea (37%) e ben superiore a tutti gli altri grandi paesi: la Francia è al 54%, il Regno Unito al 44%, la Germania al 43%.

La quantità riciclata netta dell’Italia (che include import-export di rifiuti e cascami) è pari a 56,4 milioni di tonnellate ed è inferiore solo a quella della Germania (72,4 milioni di tonnellate). I flussi più rilevanti per l’Italia sono rappresentati dai cosiddetti riciclabili tradizionali (carta, plastica, vetro, metalli, legno, tessili), che arrivano a 26 milioni di tonnellate. Seguono i rifiuti misti avviati a selezione (circa 14 milioni di tonnellate), i rifiuti organici e verdi (circa 6 milioni di tonnellate) e i rifiuti chimici (1,7 milioni).

L’Italia è anche il secondo Paese europeo, dopo la Germania, in termini di fatturato e di addetti nel settore della preparazione al riciclo.

 

Teolo, Passo Fiorine, abbandono di rifiuti

(foto M.F., S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. capitonegatto
    ottobre 11, 2017 alle 9:06 am

    Bene siamo al top, ma anche per il costo del servizio, di cui i cittadini sono la principale mano d’opera non pagata . Mentre nulla si conosce sulla vendita del differenziato alle industrie di trasformazione : vetro, metallo,plastica, concime !!

  2. ottobre 11, 2017 alle 4:51 pm

    A parte quanto riporta l’Ansa (dove trova quelle percentuali?)……dove si trovano appunto le statistiche relative al riciclaggio per cui ci vedono come Italia al primo posto?? Ai link di eurostat, noi non troviamo tabelle con questi dati. Saremmo interessati a sapere dove si trovano per studiarli meglio. Abbiamo i nostri dubbi! (x Associazione Vivere in Valdisieve, Catia Pratesi).

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: