Home > biodiversità, coste, difesa del territorio, mare, paesaggio, parchi naturali, sostenibilità ambientale > E’ autorizzato il rifacimento della strada per il Faro di Capo Caccia?

E’ autorizzato il rifacimento della strada per il Faro di Capo Caccia?


Alghero, Capo Caccia, lavori rifacimento strada militare per il Faro (marzo 2017)

Per adesso si vede uno sbancamento della roccia dal pesante impatto, in futuro non si sa se sono previsti interventi di risanamento ambientale.

Si tratta dei lavori di rifacimento della strada militare del Faro di Capo Caccia, nello splendido promontorio in Comune di Alghero (SS), in forza di permesso di costruire prot. n. 4607 del 13 luglio 2015.   Si ignora, però, se siano state preventivamente acquisite le necessarie autorizzazioni ambientali per la realizzazione dell’intervento.

Alghero, Capo Caccia, lavori rifacimento strada militare per il Faro, sbancamenti (marzo 2017)

La costa di Capo Caccia costituisce parte del demanio marittimo (art. 822 e ss. cod. civ.), è tutelata con specifico vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), mentre la fascia dei mt. 300 dalla battigia marina è tutelata con specifico vincolo di conservazione integrale (legge regionale n. 23/1993). Rientra, inoltre, nella zona di protezione speciale – ZPS ITB013044 e nel sito di importanza comunitaria – SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio” (codice ITB010042) ai sensi della direttiva n.92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat e nel parco naturale regionale “Porto Conte” (leggi regionali n. 31/1989 e s.m.i. e n. 4/1999). E’, inoltre, contigua all’area marina protetta “Capo Caccia – Isola Piana”.

Nel piano paesaggistico regionale (P.P.R.) è area di conservazione integrale.

Alghero, Capo Caccia, strada militare per il Faro (marzo 2017)

L’area interessata rientra nelle categorie Hg4- Pericolosità di frana Molto Elevata e Rf4 – Rischio di frana Molto Elevato del vigente Piano di Assetto Idrogeologico (P.A.I.).

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha, quindi, inoltrato una richiesta di informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti (16 marzo 2017), coinvolgendo le Istituzioni comunitarie (Commissione europea e Commissione “petizioni” del parlamento europeo), i Ministeri dell’Ambiente (Direzione generale Protezione natura) e per i Beni e Attività Culturali (Direzione generale Belle Arti e Paesaggio, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti, Paesaggio di Sassari), la Regione autonoma della Sardegna (Direzione generale Pianificazione e Vigilanza edilizia, Servizio Valutazioni ambientali, Agenzia del Distretto idrografico), il Provveditorato interregionale per le Opere pubbliche per Lazio, Abruzzo e Sardegna (titolare dei lavori), il Comune di Alghero, il parco naturale regionale di Porto Conte, l’Ufficio circondariale marittimo di Alghero.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica che siano previsti adeguati ed efficaci interventi di mitigazione e risanamento ambientale, indispensabili in un gioiello naturalistico del Mediterraneo qual è Capo Caccia.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

sito di importanza comunitaria – SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio”

zona di protezione speciale – Z.P.S. “Capo Caccia”

Alghero, Isola Piana

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

Advertisements
  1. marzo 18, 2017 alle 10:13 pm

    da La Nuova Sardegna, 18 marzo 2017
    Strada per il faro di Capo Caccia: i lavori sono impattanti?
    Il Gruppo di intervento giuridico lo chiede a tutte le autorità competenti in tema di autorizzazioni e vigilanza: http://lanuovasardegna.gelocal.it/alghero/cronaca/2017/03/18/news/strada-per-il-faro-di-capo-caccia-i-lavori-sono-impattanti-1.15046005?ref=hfnsaler-1

    _____________

    da Buongiorno Alghero, 17 marzo 2017
    Sbancamenti a Capo Caccia – Segnalazione dal Gruppo di Intervento Giuridico: http://www.buongiornoalghero.it/contenuto/0/11/93497/sbancamenti-a-capo-caccia-segnalazione-dal-gruppo-di-intervento-giuridico

    ________________

    da Alguer.it, 20 marzo 2017
    Dopo Wwf e Lipu, anche Gruppo d´Intevento Giuridico interviene sui lavori in corso nel promontorio algherese. L’associazione ecologista ha inoltrato una richiesta di informazioni ambientali anche alla Commissione Europea.
    Ruspa a Capo Caccia, si interroga l´Ue: http://notizie.alguer.it/n?id=120873

  2. marzo 22, 2017 alle 9:45 pm

    il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione generale per la Protezione della Natura e del Mare hanno chiesto (nota prot. n. 5904 del 22 marzo 2017) alla Regione autonoma della Sardegna, al Comune di Alghero, all’Ufficio circondariale marittimo di Alghero e al Parco naturale regionale di Porto Conte urgenti informazioni riguardo la legittimità dei lavori in corso, in particolare riguardo l’espletamento della procedura di valutazione di incidenza ambientale, visto che rientra nel S.C.C./Z.P.S. e nel parco naturale di Porto Conte.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: