Home > diritti civili, giustizia, Italia, società > Buon compleanno, assassino.

Buon compleanno, assassino.


Erik Priebke, capitano delle Schutzstaffeln – SS attivo partecipante del massacro delle Fosse Ardeatine (Roma, 24 marzo 1944), compie 100 anni.

E’ un maledetto criminale di guerra che sconta l’ergastolo, con detenzione domiciliare e frequenti permessi, condannato definitivamente con sentenza della Corte di cassazione del 16 novembre 1988.

Mai uno straccio di pentimento, di consapevolezza delle proprie azioni.

Pubblichiamo di seguito l’elenco dei nostri concittadini vittime di questo criminale e dei suoi kamaraden.

Quella non era guerra, già di per se tragica e sanguinaria, era molto peggio, era un vigliacco crimine, squallido, solo per creare il terrore, solo per odio razziale.

Con l’augurio che il diavolo se lo porti via al più presto.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

manifesto francese per l'arruolamento nelle SS

manifesto francese per l’arruolamento nelle SS

 

 

da L’Espresso, 26 luglio 2013

Nazisti, la caccia continua.

Nei giorni delle polemiche sui festeggiamenti del centenario Erich Priebke, in Germania la ricerca dei criminali di guerra continua. E l’ultimo cacciatore di teste, Efraim Zuroff, tappezza le città di manifesti con tanto di tariffario: sino a 25 mila euro per chi aiuta a stanare i mostri dell’Olocausto. (Paolo Cagnan)

Roma, Porta S. Paolo, combattimenti contro i tedeschi (9 settembre 1943)

Roma, Porta S. Paolo, combattimenti contro i tedeschi (9 settembre 1943)

Martiri delle Fosse Ardeatine

elenco I

  1. Agnini Ferdinando – Studente di medicina (PCI).
  2. Albanese Teodato – Avvocato (Unione Democratica Nazionale).
  3. Albertelli Pilo – Professore di filosofia; partigiano combattente (Partito d’Azione) – Medaglia d’oro al valor militare.
  4. Amoretti Ivanoe – Sottotenente in servizio permanente effettivo (partigiano).
  5. Angelai Aldo – Macellaio (PSIUP).
  6. Angeli Virgilio – Pittore.
  7. Angelini Paolo – Autista (PCI).
  8. Angelucci Giovanni – Macellaio (Bandiera Rossa Roma).
  9. Annarumi Bruno – Stagnino (Partito d’Azione).

10. Anticoli Lazzaro – Venditore ambulante; pugile.

11. Artale Vito – Tenente Generale d’artiglieria (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

12. Astrologo Cesare – Lucidatore.

13. Aversa Raffaele – Capitano dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

14. Avolio Carlo – Impiegato S.A.I.B. (Partito d’Azione).

15. Ayroldi Antonio – Maggiore del Regio Esercito (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’argento al valor militare.

16. Azzarita Manfredi – Capitano di cavalleria (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

17. Baglivo Ugo – Avvocato (Partito d’Azione).

18. Ballina Giovanni – Contadino (CLN).

19. Banzi Aldo – Geometra (Bandiera Rossa Roma).

20. Barbieri Silvio – Architetto (PCI).

21. Benati Nino – Banchista (Bandiera Rossa Roma).

22. Bendicenti Donato – Avvocato; partigiano combattente (PCI) – Medaglia d’argento al valor militare.

23. Berardi Lallo – Manovale.

24. Bernabei Elio – Ingegnere delle Ferrovie dello Stato (Partito d’Azione).

25. Bernardini Secondo – Commerciante fu Giacomo e Bianchi Maddalena nato a Pisoniano il 12/5/1908 arrestato il 2/2/1944 a seguito di delazione (Democrazia Cristiana).

26. Bernardini Tito – Magazziniere (PCI).

27. Berolsheimer Aldo – Commesso.

28. Blumstein Giorgio Leone – Banchiere.

29. Bolgia Michele – Ferroviere (PSIUP).

30. Bonanni Luigi – Autista (PCI).

31. Bordoni Manlio – Impiegato (Partito d’Azione).

32. Bruno Di Belmonte Luigi – Proprietario.

33. Bucchi Marcello – Disegnatore (Fronte Militare Clandestino).

34. Bucci Bruno – Impiegato (Partito d’Azione).

35. Bucci Umberto – Impiegato (Partito d’Azione).

36. Bucciano Francesco – Impiegato (Bandiera Rossa Roma).

37. Bussi Armando – Impiegato delle Ferrovie dello Stato (Partito d’Azione) strappato dai tedeschi dalla sua casa in via Savoia 72 a Roma a seguito di una delazione – Medaglia d’oro al valor militare.

38. Butera Gaetano – Pittore; soldato carrista (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

39. Buttaroni Vittorio – Autista (partigiano).

40. Butticé Leonardo – Meccanico (PSIUP).

41. Calderari Giuseppe – Contadino (partigiano).

42. Camisotti Carlo – Asfaltista (Brigate Garibaldi).

43. Campanile Silvio – Commerciante (PSIUP).

44. Canacci Ilario – Cameriere (Bandiera Rossa Roma).

45. Canalis Salvatore – Professore di lettere (Partito d’Azione).

46. Cantalamessa Renato – Falegname (PCI).

47. Capecci Alfredo – Meccanico (Bandiera Rossa Roma).

48. Capozio Ottavio – Impiegato postale (Bandiera Rossa Roma).

49. Caputo Ferruccio – Studente.

50. Caracciolo Emanuele – Regista e tecnico cinematografico.

51. Carioli Francesco – Fruttivendolo.

52. Carola Federico – Capitano d’aviazione (Fronte Militare Clandestino).

53. Carola Mario – Capitano di fanteria (Fronte Militare Clandestino).

54. Casadei Andrea – Falegname.

55. Caviglia Adolfo – Impiegato.

56. Celani Giuseppe – Ispettore capo dei servizi annonari (Unione Democratica Nazionale).

57. Cerroni Oreste – Tipografo (Partito d’Azione).

58. Checchi Egidio – Meccanico (PCI).

59. Chiesa Romualdo – Studente; partigiano combattente (Movimento dei Cattolici comunisti) – Medaglia d’oro al valor militare.

60. Chiricozzi Aldo Francesco – Impiegato.

61. Ciavarella Francesco – Marinaio (Bandiera Rossa Roma).

62. Cibei Duilio – Falegname (Partito d’Azione).

63. Cibei Gino – Meccanico (Partito d’Azione).

64. Cinelli Francesco – Impiegato (CLN).

65. Cinelli Giuseppe – Portatore ai mercati generali (PCI).

66. Cocco Pasquale – Studente.

67. Coen Saverio – Commerciante; partigiano combattente –Medaglia d’argento al valor militare.

68. Conti Giorgio – Ingegnere (CLN).

69. Corsi Orazio – Falegname (PCI).

70. Costanzi Guido – Impiegato (Fronte Militare Clandestino).

71. Cozzi Alberto – Meccanico; partigiano combattente –Medaglia d’oro al valor militare.

72. D’Amico Cosimo – Amministratore teatrale.

73. D’Amico Giuseppe – Impiegato (PCI).

74. D’Andrea Mario – Ferroviere (Partito d’Azione).

75. D’Aspro Arturo – Ragioniere (Bandiera Rossa Roma).

76. De Angelis Gerardo – Regista cinematografico; partigiano combattente (Centro informazioni) – Medaglia d’argento al valor militare.

77. De Carolis Ugo – Maggiore dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

78. De Giorgio Carlo – Impiegato (Partito d’Azione).

79. De Grenet Filippo – Impiegato; tenente di complemento (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

80. Della Torre Odoardo – Avvocato.

81. Del Monte Giuseppe – Impiegato.

82. De Marchi Raoul – Impiegato (Partito d’Azione).

83. De Nicolò Gastone – Studente (PSIUP).

84. De Simoni Fidardo – Operaio (Bandiera Rossa Roma).

85. Di Capua Zaccaria – Autista.

86. Di Castro Angelo – Commesso.

87. Di Consiglio Cesare – Venditore ambulante.

88. Di Consiglio Franco – Macellaio.

89. Dl Consiglio Marco – Macellaio.

90. Di Consiglio Mosè – Commerciante.

91. Di Consiglio Salomone – Venditore ambulante.

92. Di Consiglio Santoro – Macellaio.

93. Di Nepi Alberto – Commerciante.

94. Di Nepi Giorgio – Viaggiatore.

95. Di Nepi Samuele – Commerciante.

96. Di Nola Ugo – Rappresentante di commercio.

97. Diociajuti Pier Domenico – Commerciante (Partito d’Azione).

98. Di Peppe Otello – Falegname ebanista (PCI).

99. Di Porto Angelo – Commesso.

elenco II

  1. Di Porto Giacomo – Venditore ambulante.
  2. Di Porto Giacomo – Venditore ambulante.
  3. Di Salvo Gioacchino – Impiegato (Democrazia del Lavoro).
  4. Di Segni Armando – Commerciante.
  5. Di Segni Pacifico – Venditore ambulante.
  6. Di Veroli Attilio – Commerciante.
  7. Di Veroli Michele – Collaboratore del padre commerciante.
  8. Drucker Salomone – Pellicciaio (Partito Socialista Polacco).
  9. Duranti Lido – Operaio (Bandiera Rossa Roma).
  10. Efrati Marco – Commerciante.
  11. Elena Fernando – Artista (PSIUP).
  12. Eluisi Aldo – Pittore; partigiano combattente (Partito d’Azione) – Medaglia d’oro al valor militare.
  13. Ercolani Giorgio – Tenente colonnello del Regio Esercito (Partito d’Azione).
  14. Ercoli Aldo – Pittore (Partito d’Azione).
  15. Fabri Renato – Commerciante (Partito d’Azione).
  16. Fabrini Antonio – Stagnino (CLN).
  17. Fano Giorgio – Dottore in scienze.
  18. Fantacone Alberto – Dottore in legge; partigiano combattente (Partito d’Azione) – Medaglia d’argento al valor militare.
  19. Fantini Vittorio – Farmacista (PCI).
  20. Fatucci Sabato Amadio – Venditore ambulante.
  21. Felicioli Mario – Elettrotecnico (PCI).
  22. Fenulli Dardano – Maggior Generale (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  23. Ferola Enrico – Fabbro (Partito d’Azione).
  24. Finamonti Loreto – Commerciante (CLN).
  25. Finocchiaro Arnaldo – Elettricista (PCI).
  26. Finzi Aldo – Imprenditore agricolo; ex sottosegretario del Ministero degli Interni del governo Mussolini (Democrazia del Lavoro).
  27. Fiorentini Valerio – Autista meccanico (PCI).
  28. Fiorini Fiorino – Maestro musica (Partito d’Azione).
  29. Fochetti Angelo – Impiegato (Corpo Volontari della Libertà).
  30. Fondi Edmondo – Impiegato commerciante.
  31. Fontana Genserico – Tenente dei Carabinieri Reali, dottore in giurisprudenza (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  32. Fornari Raffaele – Commerciante.
  33. Fornaro Leone – Venditore ambulante.
  34. Forte Gaetano – Commerciante; partigiano combattente – Medaglia d’oro al valor militare.
  35. Foschi Carlo – Commerciante.
  36. Frasca Celestino – Muratore.
  37. Frascà Paolo – Impiegato (CLN).
  38. Frascati Angelo – Commerciante.
  39. Frignani Giovanni – Tenente colonnello dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  40. Funaro Alberto – Commerciante.
  41. Funaro Mosè – Commerciante.
  42. Funaro Pacifico – Autista.
  43. Funaro Settimio – Venditore ambulante.
  44. Galafati Angelo – Pontarolo Bandiera Rossa Roma.[19]
  45. Gallarello Antonio – Falegname ebanista (Partito d’Azione).
  46. Gavioli Luigi – Impiegato (PCI).
  47. Gelsomini Manlio – Medico (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  48. Gesmundo Gioacchino – Professore di Filosofia; partigiano combattente (PCI) – Medaglia d’oro al valor militare.
  49. Giacchini Alberto – Assicuratore (Bandiera Rossa Roma).
  50. Giglio Maurizio Cervo – Tenente di P.S. dei “Metropolitani” di Roma (OSS) – Medaglia d’oro al valor militare. Al Ten. Maurizio Giglio è intitolata la caserma delle Volanti della Polizia di Stato a Roma, in via G. Reni.
  51. Gigliozzi Romolo – Autista (PSIUP).
  52. Giordano Calcedonio – Corazziere (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  53. Giorgi Giorgio – Ragioniere (Partito d’Azione).
  54. Giorgini Renzo – Industriale (PCI).
  55. Giustiniani Antonio – Cameriere (PCI).
  56. Gorgolini Giorgio – Ragioniere (Fronte Militare Clandestino).
  57. Gori Gastone – Muratore (PSIUP).
  58. Govoni Aladino – Figlio del poeta Corrado Govoni; Capitano dei granatieri; partigiano combattente (Bandiera Rossa Roma) – Medaglia d’oro al valor militare.

elenco III

  1. Grani Umberto – Maggiore della Regia Aeronautica in congedo (Partito d’Azione).
  2. Grieco Ennio – Elettromeccanico (Bandiera Rossa Roma).
  3. Guidoni Unico – Studente (Bandiera Rossa Roma).
  4. Haipel Mario – Maresciallo del Regio Esercito (Fronte Militare Clandestino).
  5. Iaforte Domenico – Calzolaio (PCI).
  6. Ialuna Sebastiano – Agricoltore.
  7. Imperiali Costantino – Rappresentante di vini (Bandiera Rossa Roma).
  8. Intreccialagli Mario – Calzolaio (Partito d’Azione).
  9. Kereszti Sandor – Ufficiale (Partito d’Azione).

10. Landesman Boris – Commerciante.

11. La Vecchia Gaetano – Ebanista (Partito d’Azione).

12. Leonardi Ornello – Commesso (Bandiera Rossa Roma).

13. Leonelli Cesare – Avvocato (Partito d’Azione).

14. Liberi Epidemio – Industriale (Partito d’Azione).

15. Lidonnici Amedeo – Industriale (Fronte Militare Clandestino).

16. Limentani Davide – Commerciante.

17. Limentani Giovanni – Commerciante.

18. Limentani Settimio – Commerciante.

19. Lombardi Ezio – Impiegato.

20. Lo Presti Giuseppe – Dottore in legge; partigiano combattente (PSIUP) – Medaglia d’oro al valor militare.

21. Lordi Roberto – Generale della Regia Aeronautica (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

22. Lotti Giuseppe – Stuccatore (Partito d’Azione).

23. Lucarelli Armando – Tipografo.

24. Luchetti Carlo – Stagnaro (Bandiera Rossa Roma).

25. Luna Gavino – Impiegato delle Regie Poste (CLN). Con il nome d’arte di Gavino de Lunas incise un disco di cantu a chiterra pubblicato nel Regno Unito.

26. Lungaro Pietro Ermelindo – Vice Brigadiere di Pubblica Sicurezza (Partito d’Azione).

27. Lunghi Ambrogio – Asfaltista (Bandiera Rossa Roma).

28. Lusena Umberto – Maggiore del Regio Esercito (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

29. Luzzi Everardo – Metallurgico.

30. Magri Mario – Capitano d’artiglieria (Fronte Militare Clandestino).

31. Manca Candido – Brigadiere dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

32. Mancini Enrico[20] – Commerciante.

33. Marchesi Alberto – Commerciante, ex ardito bersagliere; partigiano combattente (PCI) – Medaglia d’oro al valor militare.

34. Marchetti Duilio – Autista.

35. Margioni Antonio – Falegname (Bandiera Rossa Roma).

36. Marimpietri Vittorio – Impiegato (Partito d’Azione).

37. Marino Angelo – Piazzista.

38. Martella Angelo

39. Martelli Castaldi Sabato – Generale della Regia Aeronautica (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

40. Martini Placido – Avvocato; partigiano combattente –Medaglia d’oro al valor militare.

41. Mastrangeli Fulvio – Impiegato.

42. Mastrogiacomo Luigi – Custode del ministero delle Finanze.

43. Medas Giuseppe – Avvocato (Partito d’Azione).

44. Menasci Umberto – Commerciante.

45. Micheli Ernesto – Imbianchino (Bandiera Rossa Roma).

46. Micozzi Emidio – Commerciante (Bandiera Rossa Roma).

47. Mieli Cesare – Venditore ambulante.

48. Mieli Mario – Negoziante.

49. Mieli Renato – Negoziante.

50. Milano Raffaele – Viaggiatore.

51. Milano Tullio – Impiegato.

52. Milano Ugo – Impiegato.

53. Mocci Sisinnio (PCI).

54. Montezemolo Giuseppe – Colonnello del Regio Esercito (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

55. Moretti Augusto.

56. Moretti Pio – Contadino.

57. Morgano Santo – Elettromeccanico.

58. Mosca Alfredo – Elettrotecnico (PSIUP).

59. Moscati Emanuele – Piazzista.

60. Moscati Pace – Venditore ambulante.

61. Moscati Vito – Elettricista.

62. Mosciatti Carlo – Impiegato.

63. Napoleone Agostino – Sottotenente di vascello della Regia Marina (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’argento al valor militare.

64. Natili Celestino – Commerciante (PSIUP).

65. Natili Mariano – Commerciante.

66. Navarra Giuseppe – Contadino.

67. Ninci Sestilio – Tramviere (PSIUP).

68. Nobili Edoardo – Meccanico (Fronte Militare Clandestino).

69. Norma Fernando – Ebanista (Partito d’Azione).

70. Orlandi Posti Orlando – Studente; partigiano combattente (Partito d’Azione) – Medaglia d’argento al valor militare.

71. Ottaviano Armando – Dottore in lettere (Bandiera Rossa Roma).

72. Paliani Attilio – Commerciante.

73. Pappagallo Pietro – Sacerdote (Movimento dei Cattolici comunisti)- Medaglia d’oro al merito civile.

74. Pasqualucci Alfredo – Calzolaio (Bandiera Rossa Roma).

75. Passarella Mario – Falegname (Bandiera Rossa Roma).

76. Pelliccia Ulderico – Carpentiere.

77. Pensuti Renzo – Studente.

78. Pepicelli Francesco – Maresciallo dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.

79. Perpetua Remo – Rigattiere.

80. Perugia Angelo – Venditore ambulante.

81. Petocchi Amedeo.

82. Petrucci Paolo – Professore di lettere.

83. Pettorini Ambrogio – Agricoltore (partigiano).

84. Piasco Renzo – Ferroviere (Bandiera Rossa Roma).

85. Piattelli Cesare – Venditore ambulante.

86. Piattelli Franco – Commesso.

87. Piattelli Giacomo – Piazzista.

88. Pierantoni Luigi – Medico (Partito d’Azione).

89. Pierleoni Romolo – Fabbro (Bandiera Rossa Roma).

90. Pignotti Angelo – Negoziante.

91. Pignotti Umberto – Impiegato.

92. Piperno Claudio – Commerciante.

93. Piras Ignazio – Contadino (partigiano).

94. Pirozzi Vincenzo – Ragioniere.

95. Pisino Antonio – Ufficiale di marina.

96. Pistonesi Antonio – Cameriere (PCI).

97. Pitrelli Rosario – Meccanico (PCI).

98. Polli Domenico – Costruttore edile (CLN).

99. Portieri Alessandro – Meccanico (PCI).

elenco IV

  1. Portinari Erminio – Geometra (Fronte Militare Clandestino).
  2. Primavera Pietro – Impiegato (Bandiera Rossa Roma).
  3. Prosperi Antonio – Impiegato.
  4. Pula Italo – Fabbro.
  5. Pula Spartaco – Verniciatore.
  6. Raffaeli Beniamino – Carpentiere (PCI).
  7. Rampulla Giovanni – Tenente colonnello (Fronte Militare Clandestino).
  8. Rendina Roberto – Tenente colonnello d’artiglieria.
  9. Renzi Egidio – Operaio (Partito d’Azione).
  10. Renzini Augusto – Carabiniere – Medaglia d’oro al valor militare.
  11. Ricci Domenico – Impiegato.
  12. Rindone Nunzio – Pastore (partigiano).
  13. Rizzo Ottorino – Maggiore del Regio Esercito.
  14. Roazzi Antonio – Autista (Bandiera Rossa Roma).
  15. Rocchi Filippo – Commerciante (CLN).
  16. Rodella Bruno – Studente.
  17. Rodriguez Pereira Romeo – Tenente dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  18. Romagnoli Goffredo – Ferroviere (PSIUP).
  19. Roncacci Giulio – Commerciante (Bandiera Rossa Roma).
  20. Ronconi Ettore – Contadino (PCI).
  21. Saccotelli Vincenzo – Falegname (Partito d’Azione).
  22. Salemme Felice – Impiegato.
  23. Salvatori Giovanni – Impiegato (PSIUP).
  24. Sansolini Adolfo – Commerciante (PSIUP).
  25. Sansolini Alfredo – Commerciante (PSIUP).
  26. Savelli Francesco – Ingegnere (Partito d’Azione).
  27. Scarioli Ivano – Bracciante.
  28. Scattoni Umberto – Pittore (Bandiera Rossa Roma).
  29. Sciunnach Dattilo – Commerciante.
  30. Semini Fiorenzo – Sottotenente di vascello della Regia Marina (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’argento al valor militare.
  31. Senesi Giovanni – Esattore istituto di assicurazioni (Bandiera Rossa Roma).
  32. Sepe Gaetano – Sarto.
  33. Sergi Gerardo – Sottotenente dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino).
  34. Sermoneta Benedetto – Venditore ambulante.
  35. Silvestri Sebastiano – Agricoltore.
  36. Simoni Simone – Generale (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  37. Sonnino Angelo – Commerciante.
  38. Sonnino Gabriele – Commesso.
  39. Sonnino Mosè – Venditore ambulante.
  40. Sonnino Pacifico – Commerciante.
  41. Spunticchia Antonino – Meccanico (Bandiera Rossa Roma).
  42. Stame Nicola Ugo – Artista lirico; partigiano combattente (Bandiera Rossa Roma) – Medaglia d’argento al valor militare.
  43. Talamo Manfredi – Tenente colonnello dei Carabinieri Reali (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  44. Tapparelli Mario – Commerciante (Partito d’Azione).
  45. Tedesco Cesare – Commesso.
  46. Terracina Sergio – Commesso.
  47. Testa Settimio – Contadino.
  48. Trentini Giulio – Arrotino (Bandiera Rossa Roma).
  49. Troiani Eusebio – Mediatore (Bandiera Rossa Roma).
  50. Troiani Pietro – Venditore ambulante.
  51. Ugolini Nino – Elettromeccanico (Fronte Militare Clandestino).
  52. Unghetti Antonio – Manovale.
  53. Valesani Otello – Calzolaio (Bandiera Rossa Roma).
  54. Vercillo Giovanni – Impiegato (Fronte Militare Clandestino).
  55. Villoresi Renato – Capitano del Regio Esercito (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’oro al valor militare.
  56. Viotti Pietro – Commerciante (Bandiera Rossa Roma).
  57. Vivanti Angelo – Commerciante.
  58. Vivanti Giacomo – Commerciante.
  59. Vivenzio Gennaro.
  60. Volponi Guido – Impiegato.
  61. Wald Pesach Paul.
  62. Wald Schra.
  63. Zaccagnini Carlo – Avvocato (Fronte Militare Clandestino) –Medaglia d’oro al valor militare.
  64. Zambelli Ilario – Telegrafista (Fronte Militare Clandestino) –Medaglia d’oro al valor militare.
  65. Zarfati Alessandro – Commerciante.
  66. Zicconi Raffaele – Impiegato (Partito d’Azione).
  67. Zironi Augusto – Sottotenente di vascello della Regia Marina (Fronte Militare Clandestino) – Medaglia d’argento al valor militare.

Le indagini dei Carabinieri del R.I.S. hanno in seguito portato all’identificazione di altre vittime:

  • Rosa Salvatore – Soldato.
  • Moscati Marco – Piazzista, partigiano, fratello del martire Moscati Emanuele.

Nel 2012 le ricerche dei Carabinieri del R.I.S. di Roma hanno portato al riconoscimento di un’altra salma senza nome:

  • Michele Partito, civile, nato a Casteltermini, in provincia di Agrigento, l’8 dicembre del 1914.

Sono di padre e figlio le salme:

  • n. 34 (Bucci Bruno) e 35 (Bucci Umberto);
  • n. 105 (Di Veroli Attilio) e 106 (Di Veroli Michele);
  • n. 293 (Sonnino Angelo) e 296 (Sonnino Pacifico);
  • la salma n. 90 è di Di Consiglio Mosè, di cui furono uccisi anche il padre (Di Consiglio Salomone, n. 91), i figli Marco (n. 89), Santoro (n. 92) e Franco (n. 88), oltre ad un fratello, Cesare (n. 87).

È di un mutilato dell’intero arto inferiore sinistro la salma n. 153 (Giorgini Renzo).

Molti sono poi gli uccisi tra loro fratelli: Carola Federico e Mario, Cibei Gino e Duilio, Cinelli Francesco e Giuseppe, Limentani Davide e Giovanni, Mieli Cesare e Renato, Milano Tullio e Ugo, Moretti Augusto e Pio, Pignotti Angelo e Umberto, Pula Italo e Spartaco, Sansolini Adolfo e Alfredo.

I due martiri più giovani sono Cibei Duilio (8 gennaio 1929) e Di Veroli Michele (3 febbraio 1929). Il più anziano è Di Consiglio Mosè (25 gennaio 1870).

Le salme identificate sono 326, le vittime 335. Delle nove tuttora non identificate, si conoscono i seguenti nomi:

  • Calò Cesare, dall’elenco delle persone di origine ebraica;
  • De Micco Cosimo, dall’elenco della Questura delle persone fermate per motivi politici;
  • Lodolo Danilo, di cui i familiari avrebbero riconosciuto una scarpa;
  • Maggini Alfredo, dall’elenco dell’Aussenkommando delle persone sotto inchiesta di polizia;
  • Monti Remo, dall’elenco dell’Aussenkommando delle persone sotto inchiesta di polizia;
  • Reicher Marian, dall’elenco delle persone di origine ebraica;
  • Soike Bernard, dall’elenco delle persone di origine ebraica;
  • Tuchman Heinz Erich, dall’elenco delle persone di origine ebraica.
Roma, Porta S. Paolo, i Granatieri di Sardegna combattono contro i tedeschi (9 settembre 1943)

Roma, Porta S. Paolo, i Granatieri di Sardegna combattono contro i tedeschi (9 settembre 1943)

(foto Comune di Roma, da mailing list storica)

  1. luglio 29, 2013 alle 2:57 PM

    A.n.S.A., 29 luglio 2013
    Priebke: striscioni con svastiche a Roma.
    ‘Pacifici arrivaci te a 100 anni’, ‘Dio stramaledica accusatori’: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/07/29/Priebke-striscioni-svastiche-Roma_9089651.html

    ____________________________________

    da Il Corriere della Sera, 29 luglio 2013
    L’EX CAPITANO AGLI ARRESTI DOMICILIARI IN UN APPARTAMENTO ALLA BALDUINA.
    100 anni Priebke, spuntano striscioni di auguri. Oggi il compleanno dell’ex SS condannato all’ergastolo per la strage delle Fosse Ardeatine: striscioni a Boccea e in centro: http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_luglio_29/cento-anni-priebke-striscione-auguri-roma-2222383530831.shtml

    ______________________________

    da La Repubblica, 29 luglio 2013
    Priebke compie cent’anni, festa in casa: è polemica: http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/07/29/foto/proteste_contro_i_festeggiamenti_di_priebke-63894879/1/?ref=HREC1-6#1

    —————————

    Priebke, cent’anni di polemiche. Oggi il compleanno dell’ex ufficiale nazista. Sit-in e targa contro il responsabile del massacro delle Fosse Ardeatine. Protesta davanti l’abitazione all’Aurelio: “Qui abita un criminale di guerra che ha fatto uccidere 335 civili”: http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/07/29/news/priebke_centanni_di_polemiche_contro_il_colpevole_delle_fosse_ardeatine-63894410/

    ________________________________

    da Il Tirreno, 29 luglio 2013
    «I nazisti in carcere potrebbero essere 31». Intervista al procuratore De Paolis. La Germania non ha consentito la consegna all’Italia dei criminali adducendo motivi di diritto interno. (Pier Vittorio Buffa): http://iltirreno.gelocal.it/italia-mondo/2013/07/28/news/i-nazisti-in-carcere-potrebbero-essere-31-1.7491837?id=2.1049&ref=HREC1-6

  2. ottobre 11, 2013 alle 5:39 PM

    era ora.

    A.N.S.A., 11 ottobre 2013
    Morto Priebke, il boia delle Fosse Ardeatine. L’ ex ufficiale delle Ss aveva compiuto 100 anni: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2013/10/11/Erich-Priebke-morto-_9445529.html

    ————–

    Priebke, il boia che non si pentì mai. Condannato all’ergastolo per la strage delle Fosse Ardeatine, aveva 100 anni: http://www.ansa.it/web/notizie/photostory/primopiano/2013/10/11/FOTO-Priebke-boia-che-si-penti-mai_9445633.html

    ——————

    Priebke: farà conti con angeli Ardeatine. Lo afferma presidente Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/10/11/Priebke-fara-conti-angeli-Ardeatine_9446392.html

  3. ottobre 15, 2013 alle 10:20 PM

    basta con questa pagliacciata!
    Chi vuole gli dia la sua benedizione, in privato, e poi lo buttino in terra sconsacrata, amen.

    A.N.S.A., 15 ottobre 2013
    Priebke, Scontri tra estremisti destra e manifestanti.
    Salma in chiesa, manifestanti urlano ‘assassini’. Folla tenta aggressione a prete lefebvriano: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2013/10/11/Erich-Priebke-morto-_9445529.html

    __________________________

    da Il Corriere della Sera, 15 ottobre 2013
    L’ADDIO AL BOIA DELLE ARDEATINE. Priebke, scontri tra estremisti ai funerali. Intervengono i blindati , due fermati. Nel pomeriggio calci e pugni al carro funebre, prete picchiato. Il prefetto: troppa tensione e annulla le esequie: http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_ottobre_15/slittano-funerali-privati-priebke-esequie-non-si-terranno-martedi-14504e1c-356c-11e3-9c0c-20e16e3a15ed.shtml

    ____________________________

    _________________________________

  4. ottobre 18, 2013 alle 5:20 PM

    un altro assassino ancora vivo, reo confesso e protetto dalla Germania.

    A.N.S.A., 18 ottobre 2013
    Cefalonia: ergastolo a ex nazista novantenne. Decisione del Tribunale militare di Roma. (http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2013/10/18/Cefalonia-ergastolo-ex-nazista-novantenne_9481377.html)

    ROMA – Il Tribunale militare di Roma ha condannato poco fa all’ergastolo Alfred Stork, un ex militare tedesco novantenne accusato di aver partecipato alla fucilazione di “almeno 117 ufficiali italiani” a Cefalonia, nel settembre 1943.
    Anche il pubblico ministero, il procuratore militare Marco De Paolis, aveva chiesto l’ergastolo per l’imputato, che era contumace e si è sempre disinteressato alle vicende del processo italiano. Alla richiesta del pm si erano associate le parti civili, costituite da alcuni parenti delle vittime, dall’Associazione nazionale partigiani e dall’Associazione divisione Acqui. Il difensore di Stork ne aveva invece chiesto l’assoluzione, sottolineando l’assenza di prove a carico del suo assistito e il fatto che questi era stato costretto ad obbedire ad un ordine superiore. Il tribunale ha anche stabilito un risarcimento nei confronti delle parti offese, che verrà definito in sede civile. Secondo l’accusa, Stork avrebbe fatto parte di uno dei due plotoni di esecuzione attivi a Cefalonia nei pressi della cosiddetta Casetta Rossa, dove fu sterminato l’intero stato maggiore della divisione Acqui. L’imputato aveva in passato confessato, nell’ambito di un’inchiesta tedesca, di aver partecipato alla fucilazione: una confessione però inutilizzabile nel processo italiano, perchè resa senza difensore, e che l’imputato non ha mai voluto ripetere.

    ————————–

    ————————

  5. ottobre 20, 2013 alle 3:16 PM

    ma ancora si da spazio a ‘sta gentaglia?

    A.N.S.A., 20 ottobre 2013
    Avvocato Priebke: ebrei non ci hanno messo piedi in testa.
    Il legale: si potrà rendere omaggio a simbolo di libertà se famiglia rivelerà luogo della tomba’: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2013/10/11/Erich-Priebke-morto-_9445529.html

  6. ottobre 20, 2013 alle 5:06 PM

    e, giusto per non far mancare nulla, complimenti anche a quell’illustrissimo vanesio di Piergiorgio Odifreddi.

    “Non entro nello specifico delle camere a gas, perché di esse ‘so appunto soltanto ciò che mi è stato fornito dal ‘ministero della propaganda’ alleato nel dopoguerra, e non avendo mai fatto ricerche, e non essendo uno storico, non posso fare altro che ‘uniformarmi’ all’opinione comune; ma almeno sono cosciente del fatto che di opinione si tratti, e che le cose possano stare molto diversamente da come mi è stato insegnato” (http://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2013/10/odifreddipost.jpg?adf349)

  7. agosto 12, 2015 alle 6:47 PM

    da Il Fatto Quotidiano, 12 agosto 2015
    Armadio della vergogna rimasto chiuso per metà. Uno studio: “400 fascicoli rimasti nella nebbia”. (Renzo Parodi): http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/08/12/armadio-della-vergogna-rimasto-chiuso-per-meta-uno-studio-400-fascicoli-rimasti-nella-nebbia/1948880/

  8. settembre 25, 2016 alle 9:18 PM

    Il capitano delle ss italiane Leale martelli forse e‘ riuscito a sfuggire alla giustizia ,durante una missione per conto di himmler in un paesino sperduto delle colline livornesi potrebbe essere ancora in vita anche se ultra novantenne.

  9. marzo 8, 2017 alle 2:56 PM

    assassini condannati e protetti dalla Germania.

    da Il Fatto Quotidiano, 8 marzo 2017
    Stragi naziste, da Marzabotto a Cefalonia: 8 ex militari sono ergastolani, ma la Germania non esegue le condanne.
    Sono 57 gli ergastoli decisi dai tribunali militari italiani tra il 2003 al 2013 per gli eccidi più sanguinosi dell’occupazione delle SS e della Wehrmacht. Ma col passare degli anni i condannati sono rimasti solo 8. Tuttavia Berlino non concede l’estradizione né ritiene ammissibile l’esecuzione della pena: http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/03/07/stragi-naziste-da-marzabotto-a-cefalonia-8-ex-militari-sono-ergastolani-ma-la-germania-non-esegue-le-condanne/3436257/

    • Terrae
      marzo 8, 2017 alle 10:59 PM

      Mi rivolta lo stomaco il solo pensare che questi vermi, che hanno agito brandendo orgoglio teutonico e malinteso onore da fedeli nazisti, rifuggano dalle proprie responsabilità con disinvolta miserabile vigliaccheria, e che in Istituzioni democratiche vi possa essere chi ha permesso loro di non rispondere alle vittime ed al mondo del loro comportamento abietto.

      Tra le tante vittime di quei criminali disumani vorrei che fossero ricordati anche gli oltre 4000 (quattromila!!!) militari italiani antifascisti che perirono nel mare della Grecia nel naufragio del piroscafo Oria, mentre venivano deportati per essere destinati alla prigionia in campi di concentramento nazisti.

      Una vicenda davvero ignorata e per la quale non mi risulta che qualcuno abbia risposto in tribunale per questo crimine abissale.
      https://piroscafooria.it

  10. ottobre 1, 2018 alle 2:56 PM

    l’ipocrisia delle autorità tedesche è senza limiti.

    da Il Fatto Quotidiano, 30 settembre 2018
    Marzabotto, il ministro tedesco: “Per me grande vergogna”. Ma Germania non esegue sentenze di ex nazisti condannati.
    Il titolare degli Esteri Maas sul Monte Sole con il collega italiano Moavero per ricordare la più grande strage di civili (circa 770 morti, di cui oltre 200 bambini): “Crimini efferati che ci lasciano ancora senza fiato”. Ma Berlino si rifiuta da anni di eseguire le pene dei tribunali italiani: sono 6 gli ex militari tedeschi ancora in vita condannati per diverse stragi, dalle Padule a Sant’Anna di Stazzema: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/09/30/marzabotto-il-ministro-tedesco-per-me-grande-vergogna-ma-germania-non-esegue-sentenze-di-ex-nazisti-condannati/4659116/

  11. febbraio 28, 2021 alle 5:23 PM

    altri due criminali di guerra che hanno vissuto senza fare nemmeno un giorno di galera.

    A.N.S.A., 28 febbraio 2021
    Morti gli ultimi due ergastolani nazisti condannati in Italia.
    Responsabili eccidi di Cefalonia e Appennino tosco-emiliano: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/02/28/morti-gli-ultimi-2-ergastolani-nazisti-condannati-in-italia_b642db98-47b5-4195-8258-458ebe0a6f74.html

    __________________________________

    da Il Corriere della Sera, 1 marzo 2021
    Morti gli ultimi due criminali di guerra nazisti condannati in Italia: Alfred Stork e Karl Wilhelm Stark.
    Karl Wilhelm Stark e Alfred Stork sono morti nel 2020 e nel 2018. Non andarono mai in carcere. Il primo fu accusato di diversi eccidi commessi nel ’44 in varie località dell’Appennino tosco-emiliano. Il secondo fece parte di uno dei plotoni di esecuzione che trucidarono i soldati della Divisione Acqui a Cefalonia: https://www.corriere.it/cronache/21_marzo_01/morti-ultimi-due-criminali-guerra-nazisti-condannati-italia-alfred-stork-karl-wilhelm-stark-ef73b414-7a62-11eb-bfba-4b97c2207ce7.shtml

  1. agosto 22, 2013 alle 4:27 PM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: