Il Parco naturale regionale di Porto Conte fa sparare ai Daini.


costa-di-punta-cristallo

Alghero, costa di Punta Cristallo

Batti a ribatti, il Parco naturale regionale “Porto Conte” sta riuscendo nel suo intento: far sparare ai Daini (Dama dama).   Ora ha avuto il parere favorevole del Comitato regionale faunistico.

Ci prova da anni, aveva addirittura pensato a realizzare un piccolo impianto di macellazione degli altri animali catturati nel corso delle operazioni dei piani di contenimento della fauna selvatica ritenuta in eccesso.

Un parco che apre una macelleria ecologicamente sostenibile è un’ideona che gli farebbe una splendida pubblicità, per non dire altro.

In buona sostanza, il Parco, gestito dall’omonima Azienda speciale del Comune di Alghero (SS), ritiene che i Daini siano troppi rispetto alla capacità di sostentamento della Foresta demaniale di Porto Conte, nucleo centrale dell’area naturale protetta (qui il censimento 2010, il censimento 2012, il censimento 2014): in realtà, gli eventuali esemplari in eccesso possono benissimo essere catturati e trasferiti in altre Foreste demaniali della Sardegna.

Infatti, il Daino è attualmente presente in Sardegna soltanto nel parco naturale regionale “Porto Conte” e in poche altre Foreste demaniali della Regione autonoma della Sardegna (es. Limbara) con un numero estremamente contenuto di esemplari.      Nel Parco naturale regionale “Porto Conte”, dov’è presente la massima densità in Sardegna, nel corso dell’ultimo censimento i cui dati sono disponibili ne sono stati contati solo 243 (vds. censimento 2014).

Alghero, Capo Caccia

Alghero, Capo Caccia

La cattura e il trasferimento dei Daini in eccesso in altre Foreste demaniali sarde dovrebbe essere la scelta prioritaria da parte della Regione autonoma della Sardegna, ma ancora una volta latita il semplice buon senso.

Tale politica è stata la base virtuosa per la salvezza e il ripopolamento del Cervo sardo (Cervus elaphus corsicanus) condotta dall’allora Azienda Sarda Foreste Demaniali (poi Ente foreste della Sardegna, oggi Agenzia Forestas).  Altri tempi, altre persone, altri obiettivi.

Ottusità e doppiette è la risposta data a un problema che merita evidenti soluzioni alternative migliori.

Per quanto riguarda la continuazione degli interventi di eradicazione degli ibridi cinghiale-maiale dalle Isole di La Maddalena e Caprera, chiesta dal Parco nazionale dell’Arcipelago della Maddalena a causa dei gravi danni agli habitat naturali, non si può che sottolineare la sostanziale inefficacia degli interventi ormai in corso da svariati anni.

Infatti, la realtà (forse ben 600 esemplari di ibridi tuttora presenti) conferma quanto riportato dalle ricerche scientifiche più aggiornate (vds. G. Massei e Altri, Wild boar populations up, numbers of hunters down? A review of trends and implications for Europe, 2015; C. Consiglio, Occorre abbattere i Cinghiali per limitarne i danni?, 2014): i piani di abbattimento, anche massicci, del Cinghiale (o degli ibridi) non comportano la sua diminuzione nel medio periodo.

In proposito, non possiamo che ringraziare ancora le immissioni di Cinghiali (Sus scrofa) a fini venatori in varie parti del territorio regionale (La Maddalena, S. Antioco, Carloforte, ecc.).

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus e Lega per l’Abolizione della Caccia

 

Daini (Dama dama)

Daini (Dama dama)

dal sito web istituzionale della Regione autonoma della Sardegna

Comitato faunistico venatorio, autorizzati piani di controllo fauna selvatica.

Sono stati autorizzati i piani di controllo della popolazione del Daino, richiesta dal Parco di Porto Conte, della Cornacchia grigia, richiesta dalla Provincia di Sassari e degli ibridi cinghiali, richiesto dal Parco della Maddalena.

CAGLIARI, 7 FEBBRAIO 2018 – Il Comitato regionale faunistico si è riunito oggi a Cagliari nella sede dell’assessorato della Difesa dell’ambiente, alla presenza del capo di Gabinetto Franco Corosu.

FAUNA SELVATICA. Sono stati autorizzati i piani di controllo della popolazione del Daino, richiesta dal Parco di Porto Conte, della Cornacchia grigia, richiesta dalla Provincia di Sassari e degli ibridi cinghiali, richiesto dal Parco della Maddalena. I piani, in generale, hanno l’obiettivo di risolvere le problematiche legate agli ingenti danni alle colture e per ridurre gli incidenti stradali con fauna selvatica. Allo scopo di adottare le migliori strategie territoriali, era stato chiesto alle Province di predisporre un proprio piano provinciale. Lo ha fatto la Provincia di Sassari, che ha già ottenuto il parere favorevole dell’Ispra (Istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale). Per quanto concerne la Cornacchia grigia sarà sollecitato il piano provinciale a Oristano, territorio nel quale sono presenti numerose produzioni agricole in pieno campo e nel quale è importante monitorare la circolazione del virus della “febbre del Nilo” (‘West Nile Disease).

GLI ALTRI PUNTI. Illustrato lo stato dell’arte del progetto Life “Sotto le ali del grifone” e la funzionalità dei carnai aziendali, i primi realizzati in Italia (nel 2016) e che garantiscono – in quanto siti riforniti e controllati – la salubrità delle carcasse date in pasto agli uccelli necrofagi. Approvato il primo allevamento a scopo di ripopolamento dei Grifoni, che verrà realizzato ad Alghero (Bonassai) da Forestas. Tra gli altri punti all’ordine del giorno, l’approvazione nelle diverse Province del rinnovo o della modifica delle zone in concessione autogestita per l’esercizio della caccia in Sardegna. È stata rimandata per approfondimenti alla prossima riunione, l’ampliamento dell’oasi di S’Ena Arrubia, ad Arborea.
A breve verrà convocato dall’assessorato della Difesa dell’ambiente un incontro che coinvolgerà associazioni ambientaliste, venatorie e l’Enci (Ente Nazionale Cinofilia Italiana), al fine di concordare le modalità, tempi e luoghi per avviare un percorso di collaborazione, su base volontaria, con le Province e il Corpo forestale di vigilanza ambientale, finalizzato alla realizzazione dei censimenti di lepre e pernice sarda, con il coordinamento scientifico e la formazione garantita dall’Università di Sassari. L’incontro si è concluso con la lettura delle motivazioni della sentenza del Tribunale amministrativo regionale che sospendeva la caccia di lepre e pernici. Tre delle associazioni venatorie presenti al tavolo del Comitato hanno chiesto che la sentenza venga impugnata dalla Regione.

 

Daino

Daino (Dama dama)

 

L'Unione Sarda, 9 febbraio 2018 - Copia

L’Unione Sarda, 9 febbraio 2018

 

L'Unione Sarda, 13 febbraio 2018 - Copia

L’Unione Sarda, 13 febbraio 2018

 

L'Unione Sarda, 14 febbraio 2018 - Copia

L’Unione Sarda, 14 febbraio 2018

 

(foto S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. Cristiana Verazza
    febbraio 9, 2018 alle 1:17 pm

    Sparare, uccidere, sembra essere sempre la soluzione più facile. Davvero, io non ho più parole.

  2. febbraio 9, 2018 alle 3:05 pm

    da L’Unione Sarda, 8 febbraio 2018
    Abbattimento dei daini al parco di Porto Conte, il no degli ambientalisti. (Caterina Fiori): http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2018/02/08/abbattimento_dei_daini_al_parco_di_porto_conte_il_no_degli_ambien-68-695630.html

    ________________________

    da Alghero Live, 8 febbraio 2018
    GrIG: “Il Parco naturale regionale di Porto Conte fa sparare ai Daini”: http://algherolive.it/2018/02/08/grig-il-parco-naturale-regionale-di-porto-conte-fa-sparare-ai-daini/

    _____________________

    da Alguer.it, 8 febbraio 2018
    «Ottusità e doppiette è la risposta data a un problema che merita evidenti soluzioni alternative migliori» la denuncia di Stefano Deliperi del Gruppo d´Intervento Giuridico.
    «Il Parco fa sparare ai Daini»: http://notizie.alguer.it/n?id=130521

    ________________

    da Buongiorno Alghero, 8 febbraio 2018
    Gruppo di Intervento Giuridico: “Il Parco naturale regionale di Porto Conte fa sparare ai Daini”: https://www.buongiornoalghero.it/contenuto/0/30/98320/gruppo-di-intervento-giuridico-il-parco-naturale-regionale-di-porto-conte-fa-sparare-ai-daini

    ____________________

    da Sassari News, 8 febbraio 2018
    «Ottusità e doppiette è la risposta data a un problema che merita evidenti soluzioni alternative migliori» la denuncia di Stefano Deliperi del Gruppo d´Intervento Giuridico.
    «Il Parco fa sparare ai Daini»: http://notizie.sassarinews.it/n?id=130521

    ___________________

    da Sardinia Post, 9 febbraio 2018
    Parco di Porto Conte, primo via libera alla caccia ai daini. Il Grig: “Macelleria”: http://www.sardiniapost.it/ambiente/parco-porto-conte-primo-via-libera-alla-caccia-ai-daini-grig-macelleria/

    _________________

    da Alghero Eco, 9 febbraio 2018
    “Il Parco naturale regionale di Porto Conte fa sparare ai Daini”.
    Lo denuncia l’associazione ambientalista Gruppo d´Intervento Giuridico: http://www.algheroeco.com/parco-nnaturale-regionale-porto-conte-sparare-ai-daini/

    __________________________

    da Videolina, 12 febbraio 2018
    ALGHERO, A PORTO CONTE TROPPI DAINI: NO ALLE DOPPIETTE DEGLI AMBIENTALISTI: http://www.videolina.it/articolo/tg/2018/02/12/alghero_a_porto_conte_troppi_daini_no_alle_doppiette_degli_ambien-78-697037.html

  3. febbraio 13, 2018 alle 6:03 pm

    c’è la fila per accogliere i Daini in esubero a Porto Conte.

    da You TG, 10 febbraio 2018
    “Non uccideteli, dateli a noi”: da Monte Arci l’appello per i daini nel mirino a Porto Conte: http://youtg.net/v3/in-sardegna/5623-non-uccideteli-dateli-a-noi-da-monte-arci-l-appello-per-i-daini-nel-mirino-a-porto-conte

    ___________________

    da L’Unione Sarda, 13 febbraio 2018
    Iglesias vuole accogliere i daini di Porto Conte nella foresta Marganai: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2018/02/13/iglesias_vuole_accogliere_i_daini_di_porto_conte_nella_foresta_ma-68-697339.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: