Home > "altri" animali, biodiversità, Europa, società, sostenibilità ambientale > Nove Leoncini uccisi in uno zoo svedese.

Nove Leoncini uccisi in uno zoo svedese.


Leone (Panthera leo)

Evidentemente nel Nord Europa si usa così.

Dopo la Giraffa e i Leoni uccisi nel 2014 allo zoo di Copenaghen, in Svezia, allo zoo di Boras Djupark, hanno ucciso nove cuccioli di Leone.

Il motivo?  Erano troppi.

A Copenaghen prima uccisero (febbraio 2014) un giovane esemplare di Giraffa, abbattuto a pistolettate per evitare che si riproducesse e perché sottraeva spazio vitale alle altre Giraffe, rifiutando ogni offerta di sistemazione presso altri zoo disponibili.  Poi, non contenti, l’han fatto a pezzi davanti a bambini e TV e dato in pasto ai Leoni.

In seguito l’han fatta pagare proprio ai Leoni.   Ne hanno ammazzato quattro, due perché troppo vecchi e due perché troppo piccoli.

Ora è il turno dello zoo svedese: nove leoncini sono troppi, per cui vanno uccisi.

Eppure il Leone (Panthera Leo) è sempre più a rischio di estinzione.

Ma che senso hanno questi zoo?

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Copenaghen, zoo, la Giraffa Marius fatta a pezzi davanti a bambini e TV (feb. 2014)

da La Stampa, 14 gennaio 2018

Zoo svedese ha soppresso nove cuccioli di leone perché erano un “surplus”.

Uno zoo svedese ha ammesso di aver soppresso nove cuccioli di leone, tutti in piena salute, perché non poteva permettersi di tenerli. Boras Djurpark, una struttura a 40 chilometri da Göteborg, ha preso quella decisione uccidendo i piccoli in diversi momenti sin dal 2012.

Solo due dei 13 cuccioli, nati da tre diverse cucciolate, sono sopravvissuti negli ultimi cinque anni: due leoni sono morti per cause naturali e i restanti cuccioli sono stati soppressi. Simba, Rafiki, Nala e Sarabi sono nati nella primavera 2012 e soppressi nell’autunno 2013. Kiara, Banzai e Kovu sono nati nella primavera del 2014 e sono stati uccisi fra l’estate e l’autunno 2015. L’anno successivo sono nati quattro leoncini, chiamati con i nomi dei personaggi di Harry Potter: Potter, Weasley, Granger e Dolores. I primi due sono stati soppressi, gli altri due mandati a un ben specificato zoo inglese.

«Abbiamo cercato di venderli o trasferirli in altri zoo per molto tempo, ma purtroppo non c’erano altre strutture in grado di riceverli. Quando hanno iniziato a essere troppo aggressivi e il gruppo troppo numeroso abbiamo dovuto procedere in quel modo – spiega Bo Kjellson, amministratore delegato del parco, alla tv svedese SVT -. Non è un segreto e non cerchiamo di nascondere che lavoriamo in questo modo. È, purtroppo, un percorso naturale per i gruppi di leoni».

Helena Pederson, una ricercatrice sul mondo animale presso l’Università di Göteborg, spiega alla SVT che l’eutanasia degli animali negli zoo sta sollevando la questione se tali istituzioni debbano rimanere aperte: «E ’chiaro che c’è un contrasto con la percezione del pubblico di ciò che è uno zoo. Uccidere gli animali come parte dell’organizzazione, penso che sconvolge un bel po’. Penso che abbiamo bisogno di riflettere se sia importante avere gli zoo e se vale la pena il prezzo che gli animali pagano per questo».

 

Leone (Panthera Leo), areale (I.U.C.N., 2014)

(foto da La Stampa, P.F., archivio GrIG)

 

Annunci
  1. Lucrezia Carta
    gennaio 20, 2018 alle 9:55 am

    NOI siamo troppi : chi provvederà’?

  2. Carlo Forte
    gennaio 20, 2018 alle 3:19 pm

    Zoo lagher per animali…..se non ci andassimo non esisterebbero.Per la giraffa fatta a pezzi davanti ai bambini,che dire……Saranno pronti per quando ne cattureranno una e dovranno macellarla per sostentarsi…..o no?

  3. Occhio nudo
    gennaio 20, 2018 alle 5:46 pm

    Appunto, che senso ha??

  4. Carlo Forte
    gennaio 21, 2018 alle 3:18 pm

    Abituare i bambini a non considerare la vita un bene prezioso.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: