Inchiesta sull’energia eolica nel Mezzogiorno d’Italia.


Portoscuso, centrale eolica

Portoscuso, centrale eolica

Su Terre di Frontiera, mensile su ambiente e società diretto da Pietro Dommarco, è appena uscita un’ampia inchiesta sull’energia eolica nel Mezzogiorno d’Italia.

Dalla Campania alla Puglia, alla Basilicata, alla Sardegna.   Così si snoda il viaggio fra luci e ombre dell’energia eolica nel nostro Meridione.

Buona lettura, la consigliamo.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Fenicotteri rosa (Phoenicopterus roseus) in volo e centrale eolica

Fenicotteri rosa (Phoenicopterus roseus) in volo e centrale eolica

 

qui l’editoriale di Pietro Dommarco – Fuori dalle pale.

qui il numero luglio-agosto di Terre di Frontiera.

 

 

 

 

 

(foto S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. agosto 24, 2016 alle 8:23 pm

    La soluzione esiste già. Una Turbina eolica ad asse verticale che consente di produrre grandi quantità di energia elettrica occupando poco territorio. Brevetto italiano 0001417552.

  2. agosto 29, 2016 alle 2:42 pm

    “pala” eolica a fuoco, in Germania.

    da Il Corriere della Sera, 29 agosto 2016
    Germania, la gigantesca turbina eolica va a fuoco. Danni per centinaia di migliaia di euro.
    Il denso fumo nero è stato visto a chilometri di distanza: http://video.corriere.it/germania-gigantesca-turbina-eolica-va-fuoco-danni-centinaia-migliaia-euro/1e34a8cc-6dba-11e6-8bf4-ee6b05dcd2d0

  3. dicembre 1, 2016 alle 2:50 pm

    da Il Fatto Quotidiano, 1 dicembre 2016
    Energie rinnovabili, la Campania stoppa l’eolico: “Rovina il paesaggio e danneggia il turismo”. Le aziende: “Impugneremo”.
    La regione ha pubblicato due delibere che limitano fortemente l’installazione di nuove turbine. E in precedenza aveva varato anche un decreto dirigenziale che fissava nuovi paletti. Secondo le associazioni di categoria equivale a un divieto tout court “completamente avulso dal quadro normativo comunitario e nazionale di riferimento”. Il consigliere regionale Carlo Iannace: “Basta con l’indiscriminata proliferazione di torri”. (Elena Veronelli): http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/12/01/energie-rinnovabili-la-campania-stoppa-leolico-rovina-il-paesaggio-e-danneggia-il-turismo-le-aziende-impugneremo/3224393/

  4. marzo 13, 2018 alle 2:48 pm

    A.N.S.A., 13 marzo 2018
    Mafia, colpo al clan di Messina Denaro: 12 arresti.
    In cella anche Vito Nicastri, il ‘re dell’eolico’: http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2018/03/13/-mafia-colpo-a-uomini-messina-denaro-12-arresti-_e184c655-e8a5-4abf-91d5-1f2107cc7a7a.html

    ________________

    da Il Fatto Quotidiano, 13 marzo 2018
    Mafia, arrestato il re dell’eolico Vito Nicastri. “Ha coperto e finanziato la latitanza di Matteo Messina Denaro”.
    I legami col superboss latitante erano già costati all’imprenditore sequestri per centinaia di milioni di euro. È finito in carcere insieme ad altre 11 persone. Secondo l’indagine, hanno investito in colture innovative e nella ristorazione attraverso società fittiziamente intestate a terzi. Parte del denaro derivante dagli investimenti sarebbe stata destinata alla latitanza del boss di Cosa Nostra: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/13/mafia-arrestato-il-re-delleolico-vito-nicastri-ha-coperto-e-finanziato-la-latitanza-di-matteo-messina-denaro/4222171/

    ______________________

    da L’Unione Sarda, 13 marzo 2018
    Mafia, in manette il “re dell’eolico”. Coinvolto in una truffa in Sardegna: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2018/03/13/scacco_ai_fiancheggiatori_di_matteo_messina_denaro_12_arresti-68-706802.html

  5. maggio 1, 2018 alle 5:55 pm

    ottima decisione.

    da L’Unione Sarda, 1 maggio 2018
    Sicilia, con la finanziaria stop a parchi eolici e fotovoltaici: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2018/05/01/sicilia_con_la_finanziaria_stop_a_parchi_eolici_e_fotovoltaici-68-724694.html

  6. luglio 12, 2018 alle 2:52 pm

    ma che sorpresa…

    A.N.S.A., 12 luglio 2018
    ‘Ndrangheta: cosche infiltrate nell’eolico, 13 arresti.
    Operazione dei carabinieri di Reggio Calabria, in manette anche imprenditori. (http://www.ansa.it/calabria/notizie/2018/07/12/ndrangheta-cosche-infiltrate-nelleolico-13-arresti_bf1abe64-da45-4fa4-9683-532322ff5432.html)

    I carabinieri di Reggio Calabria hanno eseguito 13 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di imprenditori e presunti ‘ndranghetisti. L’operazione è scattata al termine di indagini, coordinate alla Dda di Reggio Calabria, che secondo gli investigatori avrebbero permesso di accertare la sistematica infiltrazione delle cosche calabresi nei lavori necessari alla realizzazione dei parchi eolici nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia.

    Dalle indagini sono emersi anche numerosi episodi estorsivi in danno delle aziende committenti dei lavori per la realizzazione di parchi eolici in Calabria, perfezionati grazie all’apporto di imprese colluse con le compagini mafiose egemoni sulle aree in cui sono state realizzate le opere.

    L’operazione è stata condotta in varie località del territorio nazionale. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafioso, estorsione, illecita concorrenza con violenza o minaccia e danneggiamento, aggravati dal metodo o delle finalità mafiose, e induzione indebita a dare o promettere utilità. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che il procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri terrà alle 10.30 al Comando provinciale carabinieri.

    ______________________________

    da Il Fatto Quotidiano, 12 luglio 2018
    ‘Ndrangheta, infiltrazioni delle cosche nei lavori per costruire parchi eolici in Calabria: 13 arresti, anche un sindaco.
    L’operazione “Via col vento” ha portato sette persone in carcere e sei ai domiciliari. Tra questi Francesco Scalfaro, primo cittadino di Cortale. Il procuratore Giovanni Bombardieri: “Dimostra gli interessi delle cosche mafiose locali nella realizzazione di queste opere. L’ingerenza è avvenuta in gran parte della Regione”. (Lucio Musolino): https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/12/ndrangheta-infiltrazione-delle-cosche-nei-lavori-per-costruire-parchi-eolici-in-calabria-13-arresti-anche-un-sindaco/4486665/

  7. aprile 18, 2019 alle 2:54 pm

    cambiano i tempi, ma non cambiano le cose.

    A.N.S.A., 18 aprile 2019
    Sottosegretario Siri indagato per corruzione. Di Maio: “Si dimetta”.
    Il senatore della Lega avrebbe ricevuto denaro per modificare la norma del Def: http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/04/18/sottosegretario-siri-indagato-per-corruzione_236a69bc-34de-4c93-b597-34ce0b681bfe.html

    __________________________

    da Il Fatto Quotidiano, 18 aprile 2019
    Armando Siri indagato per corruzione, i pm di Roma: “Tangente da 30mila euro in cambio di emendamenti”.
    Al centro dell’inchiesta delle procure di Roma e Palermo i rapporti con l’ex parlamentare di Fi Arata che avrebbe fatto da tramite per Vito Nicastri, imprenditore pregiudicato che secondo gli investigatori ha finanziato la latitanza del superboss Matteo Messina Denaro. Secondo gli inquirenti il senatore leghista ha ricevuto denaro per inserire emendamenti per l’erogazione di contributi per le imprese che operano nelle rinnovabili. Ma replica: “Non ne so niente”: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/18/armando-siri-indagato-per-corruzione-i-pm-di-roma-tangente-da-30mila-euro-in-cambio-di-emendamenti/5119878/

    —————-

    Siri indagato, Di Maio: “Se questi i fatti si dimetta”. Salvini: “Piena fiducia”. Morra: “Legame con mafia ipotesi inquietante”.
    Il vicepremier M5s annuncia la “linea intransigente” sull’indagine per corruzione a carico del sottosegretario leghista che intanto si professa innocente: “Non ne so niente, non so se ridere o piangere”. Il suo partito lo difende: “Indagini siano veloci per non lasciare ombre”. Il presidente dell’Antimafia: “Doveroso che la politica si ponga la questione morale”: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/18/siri-indagato-di-maio-ce-una-questione-morale-se-i-fatti-sono-questi-si-deve-dimettere/5120048/

  8. aprile 20, 2019 alle 6:58 pm

    ma guarda un po’…

    da Il Fatto Quotidiano, 20 aprile 2019
    Siri indagato, da “mai occupato di eolico” a “Arata mi ha dato l’emendamento”: le tre versioni del sottosegretario.
    Giovedì, quando è uscita la notizia dell’indagine per corruzione, l’esponente leghista si è detto “allibito” perché “non mi sono mai occupato di eolico in vita mia”. Venerdì ha ammesso di aver presentato una proposta di modifica alla legge sugli incentivi: “Me l’ha chiesto una filiera di piccoli produttori”. Oggi sul Corriere spiega: “Arata mi ha fatto una testa così e gli ho detto va bene, mandamelo”: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/20/siri-indagato-da-mai-occupato-di-eolico-a-arata-mi-ha-dato-lemendamento-le-tre-versioni-del-sottosegretario/5125511/

    ——————

    Caso Siri, dodici mesi di pressioni: il senatore (e la Lega) hanno spinto la lobby eolica
    I blitz falliti – Il pressing sugli emendamenti e la battaglia per le poltrone tra Carroccio e 5 Stelle. (Luca De Carolis, Paola Zanca): https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/04/20/dodici-mesi-di-pressioni-il-senatore-e-la-lega-hanno-spinto-la-lobby-eolica/5124840/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: