Home > "altri" animali, biodiversità, difesa del territorio, grandi opere, paesaggio, pianificazione, società, sostenibilità ambientale, trasporti > Conclusa negativamente la verifica di ottemperanza della S.S. “Sassari-Olbia” (lotto IV).

Conclusa negativamente la verifica di ottemperanza della S.S. “Sassari-Olbia” (lotto IV).


Cavallo e Gallina prataiola

Cavallo e Gallina prataiola

Sicuramente ci sarà qualche genio che attribuirà ancora la colpa alla Gallina prataiola (Tetrax tetrax), tanto per cambiare.

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni ambientali, con decreto n. 129 del 4 maggio 2015, sulla base del parere negativo della Commissione tecnica VIA/VAS (parere n. 1760 del 10 aprile 2015), ha concluso negativamente la procedura di verifica di ottemperanza alle prescrizioni vincolanti poste al termine della procedura di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) della nuova strada statale n. 199 “Sassari-Olbia” (IV lotto, tra Oschiri e Berchidda)[1].

I restanti lotti hanno visto finora le rispettive procedure di verifica di ottemperanza concluse positivamente (0, 1, 5, 6, 7, 8, 9), positivamente in parte (3) o ancora in corso (2).

I lavori per la realizzazione della nuova S. S. n. 199 “Sassari-Olbia”, attesi da almeno trent’anni e in corso dal 2012, hanno dato vita addirittura a procedure di emergenza e a una gestione commissariale (2011-2013).

930 milioni di euro stanziati (fondi statali e regionali), 79,5 chilometri complessivi, costi nel complesso ben più elevati delle previsioni e saliti anche dell’811,97% (nel lotto 0).

Forse entro l’anno i primi chilometri saranno aperti al traffico veicolare.

Resta il fatto che carenze, ritardi, cattiva gestione sembrano proprio imputabili a bipedi non alati che affollano i corridoi ministeriali o assessoriali.

Resta anche il fatto che il Ministero dell’ambiente, ai sensi dell’art. 29 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i.), potrebbe anche disporre la sospensione dei lavori e la modifica del lotto che non ha superato la verifica di ottemperanza per rispettare le prescrizioni vincolanti decise in sede di conclusione del procedimento di V.I.A.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

 

________________________________________

[1]  La procedura di V.I.A. è stata conclusa positivamente, con prescrizioni, con decreto ministeriale n. 60 del 24 febbraio 2011.

 

la Gallina prataiola davanti alla strada statale "Sassari - Olbia" (da La Nuova Sardegna)

la Gallina prataiola davanti alla strada statale “Sassari – Olbia” (da La Nuova Sardegna)

(foto da La Nuova Sardegna, Il Menhir, archivio GrIG)

Annunci
  1. Genius Loci
    maggio 14, 2015 alle 11:38 am

    Fiordalisi!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. maggio 14, 2015 alle 3:05 pm

    da L’Unione Sarda, 14 maggio 2015
    L’allarme del Gruppo di intervento giuridico: «Ci sono carenze, ritardi e cattiva gestione». Sassari-Olbia, si rischia lo stop.
    Il ministero boccia «l’impatto ambientale» del lotto di Oschiri. (Enrico Fresu) (http://www.regione.sardegna.it/rassegnastampa/1_231_20150514085357.pdf)

    Il verdetto del ministero dell’Ambiente è: il progetto non rispetta i vincoli ambientali. È a rischio il cantiere del quarto lotto del maxi cantiere della nuova Sassari-Olbia. Non c’è solo la riproduzione della gallina prataiola a rallentare i lavori, già al rallentatore e dai costi gonfiati, della quattro corsie del nord Sardegna. Dopo ricorsi e lungaggini burocratiche, che non fanno ben sperare su rispetto di tempi e costi sbandierati dall’Anas, adesso da Roma arriva anche il documento della direzione generale per le valutazioni e autorizzazioni ambientali, datato 4 maggio: il responsabile dell’ufficio, Renato Grimaldi, stabilisce «la non ottemperanza del progetto del quarto lotto alle prescrizioni» ambientali. Il rischio? Lo stop al cantiere, tempi biblici per la riorganizzazione. E un’opera monca per lungo tempo. IL LOTTO Il tratto bocciato dal ministero è uno dei 10 nei quali stata suddivisa la grande opera: va dal chilometro 36,100 al 45,610. Poco più di nove chilometri (spesa stimata di 83,38 milioni di euro) tra Oschiri e Berchidda. Sul sito dell’Anas si legge che «è in corso di redazione il progetto esecutivo da parte dell’impresa affidataria dell’appalto integrato, a seguito di integrazioni richieste» dall’azienda delle strade. La società che si è aggiudicata l’appalto è la Grandi Lavori Fincosit, uno dei colossi coinvolti nello scandalo Mose: il 4 giugno dell’anno scorso era finito in manette l’allora numero uno, Alessandro Mazzi.
    LE CARTE. Il documento che mette a rischio l’opera fa riferimento a due carte precedenti: il decreto di Via emesso il 24 febbraio del 2011, che aveva dato un ok di massima con l’imposizione di alcune prescrizioni, e il parere della commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale, firmato il 10 aprile scorso. In quest’ultimo si fa riferimento a una lunga serie di paletti, imposti per l’approvazione definitiva del progetto, che sarebbero stati aggirati. E il dirigente del ministero scrive una sfilza di “visto”, “considerato” e “preso atto” che portano alla stroncatura. Sotto la lente sono finite le opere di mitigazione dell’impatto dell’opera sull’ambiente, la caratterizzazione dei materiali di scavo e altri elementi legati all’utilizzo del territorio.
    LE VIOLAZIONI. «La documentazione presentata», si legge, «risulta insufficiente rispetto a quanto richiesto dalle prescrizioni e, per alcune prescrizioni, addirittura non è stata presentata alcuna documentazione». Inoltre «la documentazione presentata risulta carente, in forma generalizzata, anche per quanto riguarda i pareri che dovrebbero pervenire dagli enti e organismi competenti». Ancora: «In sede di riunione e sopralluogo sono stati richiesti una serie di approfondimenti che non sono ancora pervenuti». Quindi è impossibile valutare, ed ecco il diniego del via libera definitivo. Adesso potrebbero arrivare delle integrazioni e magari l’Anas, con la Grandi Lavori, fornirà tutte le indicazioni richieste Per ora è certo solo il rallentamento della costruzioni di un’opera attesa da decenni.
    GLI ECOLOGISTI. «Sicuramente», ironizza il presidente del Gruppo di intervento giuridico, Stefano Deliperi, con i documenti in mano, «ci sarà qualche genio che attribuirà ancora la colpa alla gallina prataiola, tanto per cambiare». Il riferimento è allo stop sul secondo lotto, deciso perché nella zona in cui passa la quattro corsie razzola il pennuto protetto. Forse entro l’anno, continua l’ambientalista, verranno inaugurati i primi chilometri della Sassari-Olbia. «Resta il fatto che carenze, ritardi, cattiva gestione sembrano proprio imputabili a bipedi non alati che affollano i corridoi ministeriali o assessoriali». Politici e tecnici che hanno a che fare con una strada che doveva procedere spedita, invece sta incontrando continui ostacoli. E nei prossimi giorni potrebbero spuntare difficoltà anche per altri lotti, che allungherebbero, e di molto, i già lunghi tempi di realizzazione di una strada attesa da molti, troppi anni.

    ——————————

    13 maggio 2015
    Sassari-Olbia: no del Ministero al quarto lotto della strada: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2015/05/13/sassari_olbia_no_del_ministero_al_quarto_lotto_della_strada-68-418839.html

    _________________________________________________

    da La Nuova Sardegna, 14 maggio 2015
    Niente via libera al Lotto 4 il ministero boccia la Vas. (Luca Roich): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/112318_Niente_via_libera_al_Lotto_4_il_ministero_b.pdf

    ________________________________________

    da CagliariPad, 13 maggio 2015
    Sassari-Olbia, ecologisti: “No del ministero al quarto lotto”.
    Lo annuncia il Gruppo di intervento giuridico spiegando che si tratta di un no alla procedura di verifica, dopo sette pareri favorevoli, uno parzialmente favorevole e uno in corso: https://gruppodinterventogiuridicoweb.wordpress.com/wp-admin/index.php

  3. maggio 15, 2015 alle 2:58 pm

    da La Nuova Sardegna, 15 maggio 2015
    Sassari-Olbia, è polemica a rischio i lavori sul lotto 4. (Luca Roych): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/112369_Sassari-Olbia_e_polemica_a_rischio_i_lavori.pdf

    _________________________________

    da L’Unione Sarda, 15 maggio 2015
    Sassari-Olbia in bilico, si blocca anche il lotto 5 (Enrico Fresu): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/112364_Sassari-Olbia_in_bilico_si_blocca_anche_il_.pdf

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: