Home > acqua, difesa del territorio, inquinamento, paesaggio, rifiuti, salute pubblica, sostenibilità ambientale, zone umide > Una discarica abusiva da bonificare nelle campagne di Quartucciu (CA).

Una discarica abusiva da bonificare nelle campagne di Quartucciu (CA).


Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi

Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno inoltrato (3 giugno 2014) una specifica richiesta di bonifica ambientale relativa a un’ampia discarica abusiva di detriti da edilizia, materiale plastico e lastre di cemento-amianto (eternit) nelle campagne di Quartucciu (CA), presso l’incrocio fra le strade statali n. 125 e n. 554, presso la strada provinciale n. 94 e il Lago di Simbirizzi.

Interessati il Comune di Quartucciu, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, i Carabinieri del N.O.E., la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi

Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi

In ogni caso l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo, nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee sono vietati (’art. 192 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i.): il sindaco competente dispone con ordinanza a carico del trasgressore in solido con il proprietario e con il titolare di diritti reali o personali sull’area la rimozione dei rifiuti ed il ripristino ambientale.    Trascorso infruttuosamente il termine assegnato, provvede d’ufficio l’amministrazione comunale in danno degli obbligati.

Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi

Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi

Particolare gravità riveste l’abbandono di lastre in eternit: si ricorda che sono costituite da un impasto di cemento e amianto e possono rilasciare fibre di amianto se abrase, perforate, spazzolate o se deteriorate, con gravi conseguenze per la salute delle persone che ne vengono a contatto (è, infatti, dimostrato che anche bassissime esposizioni a polveri di amianto possono indurre un preciso tumore polmonare, il c.d. mesotelioma pleurico). Per tali motivi, il nostro ordinamento prevede specifiche modalità per lo smaltimento delle lastre realizzate con fibre di amianto (legge n. 257/1992 e s.m.i.).

Sarebbe proprio il caso che tali danni e pericoli per l’ambiente e la salute pubblica venissero rimossi da un’area agricola e presso un invaso idrico di uso pubblico.

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno richiesto in proposito lo svolgimento di attività di vigilanza per scoraggiare successivi scarichi incontrollati di rifiuti.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi. Cartello relativo ad avvenuta bonifica (invano)

Quartucciu, discarica abusiva presso S.P. n. 94 e Lago Simbirizzi. Cartello relativo ad avvenuta bonifica (invano)

 

 

(foto per conto GrIG, archivio GrIG)

  1. capitonegatto
    giugno 3, 2014 alle 10:03 am

    Chi e’ il propietario del terreno ? Perche’ non allestire discariche territoriali a cura delle provincie , o comuni consociati , muniti di precise normative ?
    Dopo di che si dovrebbe fare una campagna di avviso per utilizzare questo servizio , magari a costo zero per dissuadere gli utenti nel continuare lo scempio del territorio.
    Certamente questo costerebbe , ma si spenderebbe prima piuttosto che dopo per fare bonifiche ,che quasi sempre non sono risolutive, con costi superiori , e magari a vantaggio di chi ha inquinato.

    • Michele
      giugno 3, 2014 alle 12:55 pm

      Perché i rifiuti vanno riciclati, non scaricati sottoterra, sia che la discarica sia legale, sia che sia abusiva!

      Per ciò che rappresenta il cosiddetto “indifferenziato”, per ora preferirei ahimé bruciarlo, e recuperare energia, piuttosto che fare un fosso nel terreno e nasconderlo lì sotto!

      In un futuro ideale, le materie plastiche composte (che rappresentano ciò di cui l’indifferenziato è fatto) saranno sempre meno utilizzate…

  2. giugno 3, 2014 alle 2:09 pm

    ..e c’è l’isola ecologica a circa 500 metri.

  3. giugno 3, 2014 alle 3:05 pm

    da L’Unione Sarda, 3 giugno 2014
    Quartucciu, discarica in campagna. Lastre di eternit trovate vicino Simbirizzi. Una discarica abusiva è stata individuata dalle Associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico nelle campagne di Quartucciu, vicino alla strada Provinciale 94 non troppo distante dal lago di Simbirizzi: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2014/06/03/quartucciu_discarica_in_campagna_lastre_di_eternit_trovate_vicino_simbirizzi-6-370667.html

    ___________________________________________

    da CagliariPad, 3 giugno 2014
    Quartucciu, allarme ecologista: “Discarica di amianto vicino al lago”.
    Richiesta di bonifica ambientale relativa a un’ampia discarica abusiva di detriti da edilizia, materiale plastico e lastre di eternit nelle campagne , presso l’incrocio fra le strade statali 125 e 554, la strada provinciale 94 e il bacino Simbirizzi: http://www.cagliaripad.it/news.php?page_id=9004

    ___________________________________________________

    da Casteddu online, 3 giugno 2014
    Eternit e rifiuti a Quartucciu, gli ecologisti chiedono una bonifica.
    La discarica tra le statali 125 e 554: http://www.castedduonline.it/area-vasta/hinterland/15422/eternit-e-rifiuti-a-quartucciu-gli-ecologisti-chiedono-una-bonifica.html#sthash.tFao2yu1.dpuf

    ___________________________________________________

    da Sardinia Post, 3 giugno 2014
    Quartucciu, una discarica abusiva con eternit. La denuncia degli ambientalisti: http://www.sardiniapost.it/cronaca/quartucciu-discarica-abusiva-eternit-denuncia-degli-ambientalisti/

    ________________________________

    da Cagliari Globalist, 3 giugno 2014
    Una discarica abusiva da bonificare nelle campagne di Quartucciu.
    Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno inoltrato (3 giugno 2014) una specifica richiesta di bonifica: http://cagliari.globalist.it/Detail_News_Display?ID=104561&typeb=0&Una-discarica-abusiva-da-bonificare-nelle-campagne-di-Quartucciu

  4. Riccardo Pusceddu
    giugno 3, 2014 alle 3:24 pm

    a volte i cittadini sono peggio delle istituzioni che tanto critichiamo. C’e’ solo da sperare che si tratti solo di una piccola minoranza

  5. francesco
    giugno 4, 2014 alle 11:59 am

    Ormai in tutti i Comuni è presente l’isola ecologica dove è possibile conferire i rifiuti a costo zero!..effettivamente non sarebbe male se gli stessi Comuni facessero più informazione in proposito

  6. luglio 4, 2014 alle 2:51 pm

    a Capoterra.

    da La Nuova Sardegna, 4 luglio 2014
    Tonnellate di amianto nelle campagne di Capoterra.
    Sequestro e una denuncia nell’operazione Asbestos Free condotta dalla stazione navale della Guardia di finanza di Cagliari: http://lanuovasardegna.gelocal.it/cagliari/cronaca/2014/07/04/news/tonnellate-di-amianto-nelle-campagne-di-capoterra-1.9537497

    ________________________________

    da Tiscali Notizie, 4 luglio 2014
    Operazione anti-amianto della Guardia di finanza: sequestrate 66 tonnellate di materiale pericoloso: http://notizie.tiscali.it/regioni/sardegna/articoli/14/07/04/amianto-sequestro-operazione-gdf.html

    • Riccardo Pusceddu
      luglio 5, 2014 alle 4:16 am

      e no, non ci siamo! Qui non e’ più un fatto estetico, qui c’e’ di mezzo la salute! Troviamo i responsabili e rifiliamogli l’amianto in casa, che se lo respirino loro! Sarei proprio curioso di sapere perché la gente fa queste cose: non può essere solo cattiveria, ci dev’essere dell’altro sotto. Forse ignoranza, forse disperazione

  7. luglio 14, 2014 alle 4:58 pm

    a Villaputzu.

    da L’Unione Sarda, 14 luglio 2014
    Sequestrata discarica abusiva. Meccanico smaltiva auto e oli. Esercitava senza alcuna autorizzazione l’attività di meccanico e aveva trasformato un terreno di sua proprietà a Villaputzu in una discarica in cui smaltiva auto, pneumatici, oli e batterie: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2014/07/14/discarica-6-377622.html

    ______________________________________

    da La Nuova Sardegna, 14 luglio 2014
    Sequestrata discarica abusiva, denunciato un meccanico.
    Villaputzu, smaltiva auto e materiale ferroso senza autorizzazione: http://lanuovasardegna.gelocal.it/cagliari/cronaca/2014/07/14/news/sequestrata-discarica-abusiva-denunciato-un-meccanico-1.9595677

  8. luglio 19, 2014 alle 4:41 pm

    a Sestu.

    da L’Unione Sarda, 19 luglio 2014
    Officina con discarica abusiva a Sestu. Oli e rottami gettati in area 2.500 mq: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2014/07/19/officina_con_discarica_abusiva_a_sestu_oli_e_rottami_gettati_in_area_2_500_mq-6-378513.html

    __________________________________________

    da La Nuova Sardegna, 19 luglio 2014
    Sequestrata carrozzeria abusiva, denunciata una famiglia.
    L’officina era stata ricavata in un fabbricato, che ospitava anche un’abitazione, nelle campagne di «Su Pardu» a Sestu: http://lanuovasardegna.gelocal.it/cagliari/cronaca/2014/07/19/news/sequestrata-carrozzeria-abusiva-denunciata-una-famiglia-1.9622079

  9. luglio 23, 2014 alle 5:39 pm

    a Oristano.

    da La Nuova Sardegna, 22 luglio 2014
    Deposito non autorizzato, sigilli della Forestale.
    Il Gip del tribunale ha imposto il sequestro dell’area che fa capo a Antonio Porcu.L’imprenditore è stato denunciato per violazione delle norme sui rifiuti speciali: http://lanuovasardegna.gelocal.it/oristano/cronaca/2014/07/22/news/deposito-non-autorizzato-sigilli-della-forestale-1.9641111

  10. novembre 19, 2014 alle 4:36 pm

    da L’Unione Sarda, 19 novembre 2014
    Discariche abusive nell’Isola. Sequestrati terreni, 5 indagati: http://www.unionesarda.it/sport/articolo/2014/11/19/discariche_abusive_nell_isola_sequestrati_terreni_5_indagati-4-396580.html

    _____________________________________

    da Videolina, 19 novembre 2014
    DISCARICHE ILLEGALI, LA FINANZA SEQUESTRA 33MILA MQ DI TERRENI: http://www.videolina.it/video/servizi/73476/discariche-illegali-la-finanza-sequestra-33mila-mq-di-terreni.html

    _______________________________________________

    da Sardinia Post, 19 novembre 2014
    Discariche abusive, un’invasione: 5 indagati. Maxi operazione della Finanza: http://www.sardiniapost.it/cronaca/discariche-abusive-uninvasione-5-indagati-maxi-operazione-finanza/

  11. maggio 27, 2015 alle 2:58 pm

    ancora lungo il Simbirizzi 😦

    da L’Unione Sarda, 27 maggio 2015
    Eternit e rifiuti lungo il lago Simbirizzi. Discariche a Maracalagonis e Quartu. (Simona Arthemalle): http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2015/05/27/eternit_e_rifiuti_lungo_il_lago_simbirizzi_discariche_a_maracalag-68-420129.html

    ————————–

    QUARTUCCIU. Discariche lungo la strada: tante denunce, nessuno interviene
    Eternit abbandonato sulle sponde del Simbirizzi. (Simona Arthemalle) (http://www.regione.sardegna.it/j/v/491?s=281522&v=2&c=1489&t=1)

    Frigoriferi, televisori, pneumatici, piastrelle di ogni tipo e misura, vestiti e scarpe, ma soprattutto eternit. Intere lastre o piccoli pezzi quasi sbriciolati: è il biglietto da visita della Provinciale 94, al confine tra Quartucciu , Maracalagonis e Quartu . Lungo il bordo di questa strada bianca, che costeggia il lago Simbirizzi, chi ammira le distese verdi che abbracciano lo stagno deve fare i conti con chi (ispirato non si sa bene da cosa), ha deciso di trasformare un tratto del cammino in una discarica abusiva a cielo aperto. Una volta che dalla statale 125 si gira verso il Simbirizzi, di fronte al bivio dell’ex provinciale Quartucciu-Ganni, complice una piccola duna che nasconde il resto del percorso, quella che si presenta agli occhi degli automobilisti è una distesa di amianto. Lastroni poggiati uno sull’altro. Chi li ha lasciati, li ha seminati lungo tutto la strada: alcuni sono nascosti dalla vegetazione, altri spuntano tra grandi copertoni, televisori, frigoriferi e montagne di macerie. Altri ancora sono anneriti dal fuoco che qualcuno ha acceso per nascondere, senza riuscirci, il resto dei rifiuti. Una bomba ecologica a pochi metri da un agriturismo e da diverse case, che in località Baulana, tra vigne, orti e frutteti, hanno affidato la loro esistenza allo splendore di quella natura, fino a poco tempo fa, incontaminata. Le segnalazioni, da parte di chi lì lavora e vive, si moltiplicano. I residenti si sono recati più volte in municipio, a Quartucciu, per sollecitare un intervento. Ma dagli uffici di via Nazionale la risposta è sempre la stessa: «Quel tratto di strada – dicono – è di competenza della Provincia». Dunque per ora non resta che guardare, con nostalgia, quel cartello posizionato all’inizio della strada in un anno non meglio precisato che dice: “Comune di Quartucciu. Assessorato all’Ambiente. Sito bonificato”.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: