Home > aree urbane, difesa del territorio, fondi comunitari, grandi opere, inquinamento, salute pubblica, sostenibilità ambientale > Si può eliminare lo stridìo della metropolitana leggera di Cagliari?

Si può eliminare lo stridìo della metropolitana leggera di Cagliari?


Numerosi residenti del quartiere di Genneruxi – Cagliari – in particolare nella zona di Piazza Belgio, non riescono proprio a farci l’abitudine: al passaggio dei convogli della metropolitana leggera di Cagliari (linea 1) nel tratto dell’attraversamento stradale di Via Genneruxi si sente comportanti un forte stridìo, ogni giorno, fra le ore 06.10 e le ore 22.40.

Molto probabilmente è dovuto a un consumo eccessivo delle rotaie, come riconosciuto dalla concessionaria A.R.S.T. s.p.a. (già gestione FDS s.r.l.) nei confronti del Settore Ecologia della Provincia di Cagliari (nota 3 maggio 2010, prot. Prov. 5.5.10, n. 43353), con la previsione di “intervento risolutore definitivo”, ma di “risolutivo” finora non c’è stato nulla.  Solo una volta, nel 2010, si è provveduto “ad ingrassare localmente la rotaia”.

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, interessate da numerosi residenti, hanno quindi inoltrato (27 maggio 2013) al Comune di Cagliari, all’A.R.S.T. s.p.a., al Settore Ecologia della Provincia di Cagliari e all’A.R.P.A.S. una richiesta di misurazione dell’impatto acustico e di adozione delle opportune misure di bonifica acustica della zona.

La metropolitana leggera di Cagliari è senza dubbio una delle migliori innovazioni per il trasporto pubblico, la mobilità complessiva e il miglioramento della qualità ambientale dell’area vasta di Cagliari, dev’essere sviluppata e sostenuta.

pannelli fonoassorbenti con sagome di rapaci

pannelli fonoassorbenti con sagome di rapaci

Basta poco per contenere, se non eliminare, l’inquinamento acustico determinato dal passaggio dei convogli: molto probabilmente sarebbero sufficienti opportuni pannelli fonoassorbenti con economicissime sagome adesive di rapaci nelle parti trasparenti per evitare l’impatto con l’avifauna.  Soluzioni che possono legare l’efficienza della mobilità pubblica con la salvaguardia ambientale e la salute pubblica.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

  1. maggio 29, 2013 alle 7:12 am

    Cari amici, nel quartiere Flaminio di Roma abbiamo avuto lo stesso problema in pieno centro con la nuova linea che parte da piazzale Flaminio e arriva in Piazza Mancini. Il problema si è posto con l’acquisto delle nuove vetture, molto più lunghe, che specialmente in curva creavano un rumore insopportabile, Dopo più di un anno di battaglie e interlocuzione con gli uffici ATAC alla fine la soluzione trovata è stata un congegno che riempie d’acqua costantemente i binari. Il rumore non è così cessato ma si è attutito molto (e quando il sistema si intasa e cessa di funzionare il rumore riprende. Se vi interessano comntatti con le persone che se ne sono occupate potete scrivere a cittadinanzattivaflaminio@gmail.com. A questo link trovate maggiori informazioni sulla vicenda http://www.comitatinopup.it/index.php?section=711 (non aggiornate, l’impianto è poi stato completato) Anna Maria Bianchi

  2. maggio 29, 2013 alle 3:03 pm

    da Casteddu online, 28 maggio 2013
    Metropolitana fracassona a Genneruxi: “Disturba gli abitanti del quartiere”. (Jacopo Norfo): http://www.castedduonline.it/metropolitana-fracassona-genneruxi-disturba-abitanti-quartiere

    ______________________

    da CagliariPad, 29 maggio 2013
    Proteste a Genneruxi: “La metropolitana fa troppo rumore”.
    Segnalazione degli ambientalisti. “Lo stridìo dei convogli della metro leggera disturba i residenti”. La richiesta: nuovi pannelli fonoassorbenti per contenere l’inquinamento acustico: http://www.cagliaripad.it/news.php?page_id=3096

    _______________________

    da Sardegna Oggi, 29 maggio 2013
    Genneruxi, troppo rumore al passaggio della metro. Protesta dei residenti: http://www.sardegnaoggi.it/Cronaca/2013-05-29/21902/Genneruxi_troppo_rumore_al_passaggio_della_metro_Protesta_dei_residenti.html

  3. Greg
    maggio 31, 2013 alle 3:25 pm

    mi pare di capire che con minimi interventi si risolverebbe il problema: l’ARST può farlo?

  1. maggio 29, 2013 alle 7:15 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: