Home > "altri" animali, biodiversità, bracconaggio, caccia > Può esistere l’Africa senza i Leoni?

Può esistere l’Africa senza i Leoni?


Leone (Panthera leo)

Leone (Panthera leo)

E’ difficile l’inizio del nuovo anno per il Leone africano (Panthera leo).

Il re della savana, il più emblematico fra i carnivori, al vertice della catena alimentare, è a gravissimo rischio di estinzione, come riportato nel recente rapporto di LionAid, associazione ambientalista britannica.

Le cause sono evidenti e conosciute: la progressiva perdita degli habitat (savana, boscaglie, macchie, ecc.) e la caccia.   In origine (I-II sec. d.C.) il Leone era presente in tutta l’area del Mediterraneo, in Asia (con la sottospecie Panthera leo persica) e in tutta l’Africa (con la sottospecie Panthera leo leo).

Oggi ne rimarrebbero solo 645 esemplari nell’Africa centrale e occidentale (solo 44 in Nigeria), solo 200 nel parco nazionale del Sasan – Gir in India.   La maggior parte dei Leoni sopravvive nell’Africa meridionale (Sudafrica, Namibia, Zambia, soprattutto nel Parco Nazionale Etosha in Namibia, e nel Parco Nazionale Kruger in Sudafrica) e orientale (Tanzania, in particolare nel Parco Nazionale del Serengeti).

E’ un segnale positivo il divieto di caccia stabilito in questi giorni dallo Zambia: la caccia al Leone dev’essere definitivamente consegnata al grande libro del passato.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

qui uno splendido video girato al Kruger Park con scontri fra Leoni, Bufali e Coccodrilli.

 

 

A.N.S.A., 9 gennaio 2013

In Africa sempre meno leoni, un decimo rispetto a 30 anni fa.   In parte occidentale e centrale continente ne rimangono solo 645.

ROMA, 9 GEN – Pur essendo tra i simboli principali dell’Africa i leoni sono avviati all’estinzione, e sono gia’ spariti da diversi paesi dove prima abbondavano. Lo afferma un rapporto dell’Ong britannica LionAid ripreso dal sito del Guardian, secondo cui nella parte occidentale e centrale del continente ne rimangono 645 esemplari.   A mettere in pericolo la specie e’ soprattutto la sparizione della savana, il loro habitat principale, che si e’ ridotta del 75% negli ultimi decenni. Secondo le stime dell’associazione sono rimasti ormai solo 15mila esemplari, mentre 30 anni fa erano 200mila. Il leone e’ gia’ estinto in 25 paesi africani e virtualmente scomparso in altri 10, tra cui la Nigeria, dove la popolazione e’ di soli 44 esemplari: ”Il leone africano dovrebbe essere ormai incluso nelle convenzioni sul commercio delle specie in pericolo – aggiunge il rapporto, secondo cui tra il 1996 e il 2008 almeno 5600 leoni sono stati esportati come trofei di caccia – il leone asiatico, di cui rimangono allo stato brado circa 200 esemplari, e’ nella lista, mentre non c’e’ nessuna specie di leone africano’.

 

 

A.N.S.A., 10 gennaio 2013

Zambia: basta caccia a leoni e leopardi, specie va preservata. Ministro turismo annuncia il divieto. 

LUSAKA, 10 GEN – Duro colpo per gli amanti della caccia grossa: per proteggere le specie in declino sul suo territorio lo Zambia ha annunciato il divieto di caccia ai leoni e ai leopardi. ”Non abbiamo abbastanza felini per poterli cacciare, soprattutto se vogliamo mantenere le nostre risorse nazionali”, ha detto il ministro del Turismo Sylvia Masebo annunciando l’introduzione del divieto. ”Anche se i safari portano degli introiti consistenti al paese, dobbiamo fare i conti anche con il rapido declino di alcune specie animali”, ha aggiunto il ministro. Stime recenti indicano che gli esemplari di leoni in Zambia (Africa del Sud) sono tra i 2500 e 4650.

 

 

(foto P.F., archivio GrIG)

  1. gennaio 11, 2013 alle 3:17 pm

    Questo vale anche per le balene, per il tonno rosso che si mangia anche a Carloforte e per tantissime altre specie al mondo. La propria visione antropocentrica l’uomo ucciderà anche se stesso. Tutti gli esseri viventi hanno diritto alla vita. La regola aurea afferma: Non fare agli “altri” ciò che non vorresti fosse fatto a te. Anche gli animali rientrano negli “altri”. Accanto agli “altri” non c’è un asterisco che dice: “a meno che non cammina a quattro zampe ed ha una pelliccia, piume, corna, becchi o branchie.
    Fate voi.

  2. gennaio 12, 2013 alle 10:06 pm

    Reblogged this on Il blog di Fabio Argiolas.

  3. maggio 11, 2015 alle 2:51 pm

    A.N.S.A, 11 maggio 2015
    Cresce numero leoni asiatici in India, saliti da 411 a 523.
    Successo della riserva protetta di Gir, nello stato del Gujarat: http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/natura/2015/05/11/cresce-numero-leoni-asiatici-in-india-saliti-da-411-a-523_5254ab6b-3228-4fe6-926b-cbafd85d0716.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: