Home > aree urbane, beni culturali, difesa del territorio, escursioni guidate, paesaggio, passeggiate ecologiche, società, sostenibilità ambientale > Alla scoperta del parco archeologico-ambientale di Tuvixeddu (Cagliari).

Alla scoperta del parco archeologico-ambientale di Tuvixeddu (Cagliari).


Cagliari, Tuvixeddu, area archeologica

La scorsa domenica 15 gennaio 2023, un gruppo di cagliaritani e turisti han fatto una bella passeggiata, promossa dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG)  fra i tanti secoli di cultura, archeologia, storia passata e recente dell’area archeologica di Tuvixeddu, nella città di Cagliari.

E’ la più importante necropoli punico-romana del Mediterraneo, tuttora non completamente indagata sotto il profilo archeologico e, soprattutto, tuttora non abbastanza conosciuta fra gli stessi residenti.

Cagliari, Tuvixeddu, tomba punica a più livelli

Circa duemila sepolture di varia tipologia dall’epoca punica fino all’alto medioevo, è stata di fatto il cimitero dei cagliaritani per un millennio.

Un nuovo percorso permette, poi, di giungere sulla sommità del Colle, dov’è situata la Villa Mulas – Mameli, esempio dello stile liberty a Cagliari ormai in rovina e meritevole di accorto recupero.

Durante la visita, in una tersa e soleggiata mattina, i partecipanti han così potuto scoprire un’area dall’incomparabile valore storico-culturale e ambientale, tuttora scandalosamente ben poco pubblicizzata da quelle stesse amministrazioni pubbliche che dovrebbero tutelarla, renderla fruibile e farla conoscere.

In attesa di vedere finalmente l’intero Colle costituire un grande parco archeologico-ambientale, prossimamente saranno promosse nuove visite guidate per conoscere un bene storico-culturale e ambientale unico nel suo genere.

Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG)

Cagliari, Tuvixeddu, visita guidata (15 gennaio 2023)

(foto C.B., S.D., archivio GrIG)

Pubblicità
  1. Amico
    gennaio 16, 2023 alle 7:21 am

    Sito di una bellezza unica. Assolutamente da valorizzare. In altre città ne avrebbero anche fatto una miniera d’oro.

  2. Donatella Mercatelli
    gennaio 16, 2023 alle 10:55 am

    Cagliari, la meravigliosa Sardegna e tutte le città e i territori della meravigliosa nostra Italia sono territori di un valore inestimabile che altre Nazioni nemmeno se li sognano e noi ci passiamo sopra indifferenti di tanta bellezza, chi li dovrebbe valorizzare pensa ad altro, basterebbe una manciata della terra d’Italia a farne un monumento, pensare solo ai ladri di sabbia delle spiagge! Grazie GrIG.

  3. marzo 1, 2023 alle 2:52 PM

    molto probabilmente è parte del tratto finale dell’acquedotto della Karales romana che attraversa la necropoii di Tuvixeddu.

    A.N.S.A., 1 marzo 2023
    Un acquedotto romano nel cantiere della metro di Cagliari.
    Arst, tracciato non cambia ma tempi slitteranno. (https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2023/03/01/un-acquedotto-romano-nel-cantiere-della-metro-di-cagliari_3e34d0a6-2a76-4f5e-9a1d-5e39a3215a4b.html)

    I resti della Cagliari romana appare tra gli scavi per la realizzazione del tracciato della metropolitana.

    Per la Soprintendenza, quello che è stato trovato davanti alla stazione di piazza Matteotti, è una fontana di forme monumentali sistemata a conclusione del percorso dell’acquedotto.
    “Le rinvenienze archeologiche (in termini generali) – spiega all’ANSA il direttore generale dell’Arst Carlo Poledrini – erano già note per cui faremo delle ipotesi di intervento ma il tracciato non cambierà”. Ora il più classico dei problemi: come preservare il passato, senza intaccare il futuro della mobilità a Cagliari. “I tempi di esecuzione certamente slitteranno – continua Poledrini – anche perché è stato solo a seguito di nostre sollecitazioni che la Soprintendenza si è espressa. Si troverà, auspicabilmente, una soluzione in grado di salvaguardare quanto deve essere salvaguardato ed allo stesso tempo procedere con le opere”.
    La metropolitana leggera di Cagliari unirà le stazioni di piazza Matteotti e piazza Repubblica. Il cantiere è partito da via Dante e ora stanno entrando nel vivo anche nella zona via Roma-piazza Matteotti. Il tracciato passerà per viale Diaz. La conclusione dei lavori era prevista per il 2024. Ma, anche per il ritrovamento dei reperti, i tempi ora potrebbero slittare.

    _______________________________________

    da L’Unione Sarda, 28 febbraio 2023
    IL CANTIERE. Metropolitana di Cagliari, stop ai lavori: in piazza Matteotti spunta un acquedotto romano.
    Sarà necessaria una variante al progetto, il capolinea dovrà essere spostato. E non di poco. (Michele Ruffi): https://www.unionesarda.it/news-sardegna/cagliari/metropolitana-di-cagliari-stop-ai-lavori-in-piazza-matteotti-spunta-un-acquedotto-romano-ofwn05bi

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: