Home > coste, difesa del territorio, mare, paesaggio, società, sostenibilità ambientale > Quel cantiere in riva al mare è abusivo e va demolito.

Quel cantiere in riva al mare è abusivo e va demolito.


Sinnai, Solanas, confronto fra 2016 e 2019

C’era una modesta casetta e molto verde, lì, in riva al mare di Solanas, frazione di Sinnai (CA).

Ora c’è un cantiere, non si nota il necessario cartello “inizio lavori”, ma una costruzione in corso a più piani.

L’area è contigua alla spiaggia ed è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), nonché con vincolo di conservazione integrale (art. 10 bis della legge regionale n. 45/1989 e s.m.i.,).

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus aveva quindi inoltrato (1 aprile 2019) una specifica istanza di accesso civico e informazioni ambientali proprio per sapere se sussistessero o meno le autorizzazioni amministrative di legge.

Giglio di mare (Pancratium maritimum)

La costruzione è abusiva e va demolita.

Il Comune di Sinnai – Servizio Edilizia privata e S.U.A.P., con nota del 16 aprile 2019, ha comunicato che i lavori in corso di realizzazione “sono in difformità dalla Concessione Edilizia n. 215 del 10/12/2012 (demolizione e ricostruzione con aumento volumetrico in base alla legge regionale n. 4/2009, c.d. piano casa, n.d.r.)… configurabili come variazioni essenziali” e “le difformità accertate producono altresì la violazione di quanto assentito con l’Autorizzazione Paesaggistica ai sensi dell’art. 146 del D.Lgs.42/04, acquisita con Determinazione del Direttore Servizio Tutela Paesaggio della RAS n° 404 del 30/01/2012 previo parere favorevole del MIBAC, reso con prot. n° 31 del 02/01/2012”.

Dopo l’ordinanza di sospensione dei lavori n. 9/2019, Comune di Sinnai ha emanato l’ordinanza di demolizione n. 2/2019 dell’11 marzo 2019.

La Polizia municipale ha provveduto a comunicare la notizia di reato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica che, in caso di inerzia del trasgressore (una persona residente in Russia), sia il Comune di Sinnai a provvedere alla demolizione e al ripristino ambientale a spese di chi ha realizzato l’abuso edilizio.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Sinnai, Solanas, cantiere edilizio contiguo alla spiaggia (marzo 2019)

(foto J.I., S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. G.Maiuscolo
    aprile 20, 2019 alle 7:53 am

    Questa, sì, è la classica sorpresa deliziosa e sperata, all’interno dell’uovo pasquale. Non si può iniziare meglio questa festività.
    Una…rinascita vera e propria per il paesaggio.
    E vai con le ruspe…

    Gentili e bravi amici di “Gruppo” a voi ed ai vostri cari ed a tutti coloro che in questo sito offrono, con entusiasmo, il proprio contributo, i miei più sinceri auguri di Buona Pasqua, con la mia gratitudine.
    🙂

  2. aprile 20, 2019 alle 11:48 am

    da Sardinia Post, 19 aprile 2019
    Una villetta a due piani in riva al mare. Appello Grig: “Demolitela, è abusiva”: https://www.sardiniapost.it/ambiente/una-villetta-a-due-piani-in-riva-al-mare-appello-grig-demolitela-e-abusiva/

    _____________________________

    da Alghero Live, 19 aprile 2019
    C’era una modesta casetta e molto verde, lì, in riva al mare di Solanas: http://algherolive.it/2019/04/19/cera-una-modesta-casetta-e-molto-verde-li-in-riva-al-mare-di-solanas-frazione-di-sinnai/

    _______________________

    da Buongiorno Alghero, 19 aprile 2019
    La casetta di Solanas diventa un cantiere: va abbattuto – Il Gruppo di Intervento Giudico sollecita il sindaco: https://www.buongiornoalghero.it/contenuto/0/30/115057/la-casetta-di-solanas-diventa-un-cantiere-va-abbattuto-il-gruppo-di-intervento-giudico-sollecita-il-sindaco

  3. capitonegatto
    aprile 20, 2019 alle 4:40 pm

    Il vero scandalo e’ il ritardo con cui ci si accorge di un abuso. E ora questo manufatto diverra’ un rudere che consumera’ solo il tempo , a testimonianza della poca cura del territorio , e della mancanza di controlli tempestivi.

  4. Stefano Martini
    aprile 20, 2019 alle 10:07 pm

    Di solito è proprio così che succede. Se ci mettessimo a censire tutte le opere incompiute mai demolite e rimaste li a deturpare paesaggio e ambiente, verrebbe fuori un bel catalogo. Speriamo che questo caso faccia eccezione.
    Buona Pasqua a tutti e….buon lavoro.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: