Home > "altri" animali, biodiversità, caccia, difesa del territorio, società, sostenibilità ambientale > Nuova stagione venatoria, consueti “incidenti” di caccia, anche in Sardegna.

Nuova stagione venatoria, consueti “incidenti” di caccia, anche in Sardegna.


bossoli abbandonati in campagna da cacciatori

bossoli abbandonati in campagna da cacciatori

Inizia la stagione venatoria 2017-2018 e iniziano i consueti “incidenti” di caccia.

Anche in Sardegna.

Sospesa la caccia a Lepri e Pernici sarde, a Capoterra c’è il primo ferito della nuova stagione di caccia nell’Isola.

Un ragazzo di 20 anni, di cui non si conoscono le generalità, è stato ferito da una rosa di pallini al volto durante una battuta di caccia nei boschi di Santa Lucia.

Indaga il Corpo forestale e di vigilanza ambientale.

Negli ultimi cinque anni in tutta Italia vi sono stati 115 morti e 420 feriti, circa il 20% non cacciatori, a causa di “incidenti” di caccia, 31 morti e 48 feriti nella sola stagione di caccia 2016-2017 (dati A.I.D.A.A., 2017).

cartello "attenzione - caccia al cinghiale"

cartello “attenzione – caccia al cinghiale”

Non esiste un dato preciso riguardo il numero di morti e feriti fra gli altri animali, le stime sono dell’ordine dei decine di milioni.

Al di là delle diverse posizioni sulla caccia, crediamo che sia il caso di fare una volta per tutte un’approfondita e seria riflessione quantomeno sulle condizioni di sicurezza della caccia, ormai da tempo divenuta oggettivamente un’attività pericolosa per chiunque frequenti boschi e campagne.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia

 

 

Cinghiali (Sus scrofa)

Cinghiali (Sus scrofa)

stagione di caccia 2017-2018 in Sardegna.

* feriti:  un cacciatore ventenne (generalità sconosciute), ferito al volto da una rosa di pallini (boschi di Santa Lucia – Capoterra), domenica 24 settembre 2017

 

 

stormo di Storni (Sturnus vulgaris, foto S.Bottazzo)

stormo di Storni (Sturnus vulgaris, foto S.Bottazzo)

da L’Unione Sarda, 24 settembre 2017

Incidente di caccia a Capoterra, 20enne ferito da una rosa di pallini.

Colpito accidentalmente, e ferito in modo grave, da una rosa di pallini durante una battuta di caccia nelle montagne di Santa Lucia a Capoterra.

Un ventenne è stato soccorso stamattina verso le 11,30 dal personale del 118 avvisato dai compagni di caccia del ragazzo.

Il giovane ha diverse ferite superficiali ma sarebbe interessato anche un occhio: è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Brotzu a Cagliari.  Sul posto per svolgere tutti gli accertamenti su quanto accaduto gli uomini della Forestale.

Da una prima ricostruzione si tratterebbe di un incidente del tutto casuale: un altro cacciatore avrebbe sparato colpendo con la rosa di pallini il ragazzo. Le indagini vanno avanti. (Matteo Vercelli)

 

 

Cinghiale (Sus scrofa meridionalis, foto Raniero Massoli Novelli)

Cinghiale (Sus scrofa meridionalis, foto Raniero Massoli Novelli)

(foto Raniero Massoli Novelli, Stefano Bottazzo, L.A.C., M.F., S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. settembre 24, 2017 alle 6:23 pm

    A.N.S.A., 24 settembre 2017
    Giovane ferito durante battuta di caccia. Cacciatore colpito di striscio da rosa pallini: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2017/09/24/giovane-ferito-durante-battuta-di-caccia_9492bfea-75e4-4db1-8604-f7f5b2710e04.html

    _________________

    da Sardinia Post, 24 settembre 2017
    Giovane ferito da una rosa di pallini durante una battuta di caccia. http://www.sardiniapost.it/cronaca/giovane-ferito-rosa-pallini-battuta-caccia/

  2. settembre 25, 2017 alle 2:56 pm

    il ferito è Federico Marongiu, 20 anni, di Capoterra. E’ stato impallinato dal padre Massimo, odontotecnico, “cacciatore esperto e coscienzioso”, Il ragazzo “non sarebbe in pericolo di vita ma rischia di perdere un occhio”. (L’Unione Sarda, edizione del 25 settembre 2017).

  3. settembre 27, 2017 alle 4:43 pm

    brava gente.

    da L’Unione Sarda, 27 settembre 2017
    Musei, nutria uccisa a fucilate: individuato e denunciato il responsabile. (http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/09/27/musei_nutria_uccisa_a_fucilate_individuato_e_denunciato_il_respon-68-649158.html)

    Gli agenti del Nucleo Investigativo del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale dell’ispettorato di Iglesias e i carabinieri hanno individuato l’uomo che ha sparato a una nutria nell’abitato di Musei.
    Il video, in cui un uomo registra la scena e l’altro cammina imbracciando il fucile, aveva fatto il giro del web nei giorni scorsi, provocando non poca indignazione.
    Nel filmato infatti, il ragazzo armato spara all’animale uccidendolo.
    Il 33enne, F.N.S., cacciatore, è stato denunciato per porto abusivo e sparo in luogo pubblico.


    L’arma è stata sequestrata.

  4. ottobre 4, 2017 alle 2:56 pm

    cultura venatoria: ma non si scarica il fucile quando finisce la battuta di caccia?

    A.N.S.A., 4 ottobre 2017
    A 13enne parte colpo fucile,nonna uccisa. L’episodio a Teana, nel Potentino. L’arma del padre cacciatore. (http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/10/04/a-13enne-parte-colpo-fucilenonna-uccisa_0deb8b16-f998-4cb5-b9ad-cd59a6736f7b.html)

    TEANA (POTENZA), 4 OTT – Un colpo di fucile partito accidentalmente dall’arma, che in quel momento era nelle mani del nipote tredicenne, ha causato ieri sera a Teana (Potenza) la morte della nonna, di 67 anni. Il fucile appartiene al padre del tredicenne: l’uomo era da poco tornato da una battuta di caccia.
    Sull’episodio, avvenuto nella casa della donna, indagano i Carabinieri.

  5. ottobre 9, 2017 alle 2:52 pm

    ancora cultura venatoria: sparare al buio.

    da La Stampa, 9 ottobre 2017
    Cerca castagne nei boschi di Ghemme, ucciso dalla fucilata di un cacciatore: http://www.lastampa.it/2017/10/08/edizioni/novara/cerca-castagne-nei-boschi-di-ghemme-viene-ucciso-dalla-fucilata-di-un-cacciatore-HdjRTztfoMlv1bXaCOwW7L/pagina.html

  6. ottobre 19, 2017 alle 2:46 pm

    da La Nazione, 18 ottobre 2017
    Tragedia nei boschi, cacciatore muore ucciso da una fucilata.
    Il drammatico incidente di caccia a Sovicille: http://www.lanazione.it/siena/cronaca/cacciatore-morto-rosia-sovicille-1.3471885

  7. ottobre 23, 2017 alle 2:54 pm

    ..ancora, in Liguria.

    da La Stampa, 23 ottobre 2017
    Bardineto, ucciso da un cacciatore nel bosco mentre cerca funghi e castagne.
    La tragedia in località Principi: la vittima è un assicuratore di Diano Marina di 59 anni che è morto sotto gli occhi della compagna. (Claudio Vimercati): http://www.lastampa.it/2017/10/22/edizioni/savona/cacciatore-ferito-a-bardineto-L47cGChZwnbjKjuUQRAsyL/pagina.html

  8. ottobre 29, 2017 alle 6:03 pm

    …in Piemonte e in Campania.

    A.N.S.A., 29 ottobre 2017
    ‘Un cinghiale’,spara e uccide cacciatore. Incidente in un bosco nell’Astigiano. La vittima ha 62 anni. (http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2017/10/29/un-cinghialespara-e-uccide-cacciatore_f27e2972-fdca-496e-aa51-57893f332c12.html)

    Spara a un altro cacciatore scambiandolo per un cinghiale e lo uccide. E’ successo nell’Astigiano. La vittima, Mariano Spataro, 62 anni, di Incisa Scapaccino, era a caccia di lepri nei boschi di località Bruno quando è stato ferito mortalmente da un cacciatore genovese. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli operatori del servizio di soccorso 118.

    Intanto è in prognosi riservata un 58enne di Grottaminarda (Avellino) rimasto ferito nel corso di una battuta di caccia in un’area boschiva del comune di Torre le Nocelle (Avellino). Secondo la ricostruzione dei carabinieri, l’uomo sarebbe stato colpito all’addome da un colpo di fucile esploso accidentalmente da un altro cacciatore nel corso di una battuta al cinghiale. Le armi di entrambi sono state sequestrate. La vittima è stata ricoverata in ospedale ad Avellino. Le prime indagini svolte dai Carabinieri della compagnia di Mirabella Eclano hanno permesso di individuare il cacciatore che avrebbe accidentalmente esploso il colpo di fucile. È scattata dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per un 68enne, ritenuto responsabile del reato di lesioni personali gravi.

  9. novembre 5, 2017 alle 1:42 pm

    ..in Puglia.

    A.N.S.A., 5 novembre 2017
    Incidente caccia nel Brindisino,un morto. Colpo partito da fucile di amico che si è chinato. (http://www.ansa.it/puglia/notizie/2017/11/04/incidente-caccia-nel-brindisinoun-morto_b40ca7fe-e7ba-4b6b-860a-9e91fe45626c.html)

    CEGLIE MESSAPICA (BRINDISI), 4 NOV – Un 64enne di Ceglie Messapica è morto durante un battuta di caccia nelle campagne tra Martina Franca (Taranto) e Cisternino (Brindisi). I fatti si sono verificati attorno alle 18. La vittima è stata raggiunta da una fucilata che sarebbe partita dall’arma di un altro cacciatore. Sembra che l’uomo si sia chinato per raccogliere una preda da terra e che nel movimento si sia azionato accidentalmente il fucile. Il 64enne è morto sul colpo.
    L’amico si trova in ospedale, per lo choc subito. Le indagini vengono condotte dalla polizia.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: