Home > difesa del territorio, Europa, inquinamento, Italia, salute pubblica, sostenibilità ambientale > La Sardegna continua a gassare l’Europa.

La Sardegna continua a gassare l’Europa.


fumi industriali

 

 

Pur continuando la favoletta della Sardegna esclusivamente isola del sole, del mare e dell’aria buona, ogni tanto qualche dato preciso ci riporta alla realtà.

C’è anche altro, infatti.

E’ vero che nel 2012 le emissioni di anidride carbonica (CO2) prodotte dagli impianti industriali sardi sono diminuite del 4% (cioè 12.936.000 tonnellate) in rapporto al 2011, ma si tratta sempre del 22,5% in più rispetto ai limiti assegnati dall’Unione europea.  Il risultato, poi, è dovuto alla diminuzione delle attività industriali rispetto all’anno precedente.

Sono dati provenienti dal Registro europeo delle emissioni ETS (Emission Trading System).

La parte del leone la fanno gli impianti Saras s.p.a. con 5.870.000 tonnellate di CO2 emesse nell’aria.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

P.S.  nemmeno i dati nazionali, comunque, possono farci stare tranquilli, secondo il rapporto Air quality in Europe – 2012, predisposto dall’Agenzia europea per l’ambiente.

 

Sarroch, raffineria gruppo Saras

Sarroch, raffineria gruppo Saras

 

 

 

A.G.I., 2 luglio 2013

Gas serra: Sardegna, -4% nel 2012 ma sopra limiti Ue del 22, 5%.

Cagliari, 2 lug. – L’anno scorso le emissioni totali di C02 prodotte dagli impianti industriali della Sardegna sono diminuite del 4% (pari a 12.936 migliaia di tonnellate liberate nell’aria), con esclusione dei nuovi impianti. Ma nell’isola sono stati superati del 22,5% i limiti imposti dall’Unione europea, controtendenza rispetto al dato nazionale che registra, invece, una flessione del 15%. Lo rileva il centro studi della societa’ EcoWay (gestione e trading della commodity C02), che cita dati del Registro unico europeo raccolti dal servizio Carbon Market Data, organizzazione indipendente specializzata fondata nel 2006. La Sardegna si conferma la quinta regione d’Italia ad aver registrato nel 2012 il numero piu’ alto di emissioni verificate di gas ad effetto serra, con un peso percentuale del 7,2% sul totale delle emissioni del Paese. “La riduzione delle emissioni degli impianti localizzati in Sardegna”, spiega Guido Busato, presidente di EcoWay, “non e’, come puo’ sembrare una buona notizia. Nasce da una significativa diminuzione della produzione industriale. Le aziende, registrando un abbattimento significativo delle emissioni di gas serra rispetto ai limiti imposti dall’Ue, non sono stimolate a investire in progetti di miglioramento tecnologico che, nel medio-lungo termine, hanno l’obiettivo di rendere piu’ efficienti i proprio processi produttivi, cosi’ come, invece, previsto dal sistema europeo delle emissioni Ets (Emission Trading System)”.

(foto da mailing list ecologista, S.D., archivio GrIG)

  1. luglio 5, 2013 alle 9:05 am

    L’ha ribloggato su Fabio Argiolas.

  2. capitonegatto
    luglio 5, 2013 alle 10:15 am

    4-22,5-15 sono numeri su cui riflettere meglio. Lasciando perdere la diminuizione del 4%, occorrerebbe approfondire chi in % ci porta al 22,5 % fuori dai limiti : quanto e quali industrie, il diffuso uso di legna da ardere, gli allevamenti di animali, ecc.
    Le emissioni da autotrazione dovrebbero essere trascurabili.

    • bellinda
      luglio 5, 2013 alle 6:58 pm

      interessante considerazione

  3. luglio 27, 2013 alle 5:54 pm

    “…Le emissioni da autotrazione dovrebbero essere trascurabili….”.

    In Sardegna non lo so. Qui a Modena sono purtroppo prevalenti, e non si limitano ai soli motori.

  4. novembre 26, 2014 alle 2:52 pm

    da L’Unione Sarda, 26 novembre 2014
    LO STUDIO. Il monitoraggio dell’Agenzia europea dell’Ambiente. Inquinamento, Saras e Fiumesanto tra i siti industriali della classifica Ue: http://www.regione.sardegna.it/rassegnastampa/1_231_20141126090146.pdf

  5. Shardana
    novembre 27, 2014 alle 8:43 am

    Come sempre di portovesme neanche l’ombra di un dato.Ma chi rilascia questi dati,l’arpas?

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: