Home > aree urbane, difesa del territorio, inquinamento, Regione Sardegna, rifiuti, sostenibilità ambientale > Approvato lo schema di regolamento per gli Enti locali per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati in Sardegna.

Approvato lo schema di regolamento per gli Enti locali per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati in Sardegna.


cassonetti stracolmi di rifiuti

cassonetti stracolmi di rifiuti

La Giunta regionale della Sardegna, con la deliberazione n. 19/44 del 14 maggio 2013, ha approvato lo schema di regolamento di gestione dei rifiuti urbani e assimilati per gli Enti locali.

Un utile strumento per giungere a una migliore qualità ambientale delle aree urbane.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

qui la deliberazione Giunta regionale n. 19/44 del 14 maggio 2013

qui lo schema di regolamento 

Cagliari, Bonaria, parco pubblico, tomba e rifiuti

Cagliari, Bonaria, parco pubblico, tomba e rifiuti

 

 

dal sito istituzionale web della Regione autonoma della Sardegna

Ambiente: Giunta approva regolamento tipo gestione rifiuti urbani e assimilati.

“L’approvazione del Regolamento, – sottolinea l’assessore Biancareddu – definisce dei criteri chiari e inequivocabili sulla gestione dei rifiuti e, oltre ad assicurare la correttezza delle procedure di raccolta, serve ad ottimizzare risorse ed energie e rappresenta un ulteriore virtuoso passo in avanti verso gli obiettivi ambientali della Regione”.

CAGLIARI, 15 MAGGIO 2013 – La Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente, Andrea Biancareddu, ha approvato il Regolamento Tipo di gestione dei rifiuti urbani e assimilati per i comuni e per gli enti locali attuatori, che rappresenta il documento con cui l’amministrazione locale definisce gli standard di servizio che intende garantire ai cittadini fissando le regole per la corretta gestione del servizio di igiene urbana.

“L’approvazione del Regolamento, – sottolinea l’assessore Biancareddu – definisce dei criteri chiari e inequivocabili sulla gestione dei rifiuti e, oltre ad assicurare la correttezza delle procedure di raccolta, serve ad ottimizzare risorse ed energie e rappresenta un ulteriore virtuoso passo in avanti verso gli obiettivi ambientali della Regione”. La pianificazione della gestione integrata dei rifiuti a livello territoriale, affidata alla Regione, definisce gli obiettivi e le strategie generali da adottare sul territorio per la corretta gestione dei rifiuti e individua gli Enti locali quali responsabili dell’attuazione del servizio di raccolta integrata dei rifiuti.

Alle Province è affidato il compito di pianificazione e programmazione, nel proprio territorio, del sistema di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani verso il sistema regionale di recupero-smaltimento, compresa l’individuazione degli enti locali aventi funzione specifica di organizzazione e controllo, nonché l’adozione di regolamenti di disciplina della gestione dei rifiuti nel territorio di propria competenza. Con questo scopo le Province, sulla base di apposite linee guida regionali, predispongono uno schema di “Regolamento di gestione dei rifiuti urbani e assimilati e dei servizi integrativi” da utilizzare come documento-tipo per la redazione dell’apposito regolamento da parte dell’ente locale attuatore.

Ai Comuni, o agli enti locali individuati, è affidata la funzione di organizzazione e controllo del sistema di raccolta e trasporto, compreso l’affidamento della gestione dei servizi.

In tale quadro il “Regolamento di gestione dei rifiuti urbani e assimilati” rappresenta lo strumento che l’ente locale utilizza per recepire i principi, le linee guida e le indicazioni contenute negli atti pianificatori degli enti superiori preposti (Comunità Europea, Stato, Regione, Provincia), adattandoli alle peculiarità specifiche del proprio territorio. Il Regolamento rappresenta inoltre il documento programmatico con il quale l’amministrazione locale definisce gli standard di servizio che intende garantire ai cittadini fissando le regole per la corretta gestione del servizio di igiene urbana.

Al momento dell’approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti – Sezione rifiuti urbani, avvenuta con D.G.R. n. 73/7 del 20/12/2008, è nata la necessità di fornire alle Province e ai Comuni uno “schema” di regolamento per la gestione dei rifiuti e di inquadrarne il ruolo all’interno dello specifico sistema di gestione regionale. Pertanto, l’Assessorato della difesa dell’ambiente ha predisposto un apposito documento con l’apporto sostanziale della SOGESID S.p.A., strumento in house del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), nell’ambito del progetto per il raggiungimento degli obiettivi di servizio di cui alla delibera CIPE.

Il documento, recante “Regolamento di gestione dei rifiuti urbani e assimilati per i comuni e per gli enti locali attuatori”, è stato sottoposto all’attenzione dei competenti uffici delle amministrazioni provinciali ed è stato emendato e perfezionato secondo le indicazioni emerse nel corso di due riunioni convocate presso l’Assessorato della difesa dell’ambiente. Pertanto la versione definitiva deriva da una stesura partecipata e condivisa a livello regionale e potrà essere adottata da ciascuna provincia come documento-tipo per la redazione degli appositi regolamenti da parte dei Comuni della Sardegna.

Carloforte, Memerosso, scarico incontrollato di rifiuti vari

Carloforte, Memerosso, scarico incontrollato di rifiuti vari

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

  1. max
    maggio 27, 2013 alle 7:14 am

    la raccolta differenziata e’ l’unico sistema ecocompatibile. gli eepp che non la applicano e’ perche’ NON la vogliono applicare ( il motivo e’ facilmente intuibile e napoli docet).
    NON esistono scusanti di nessun tipo.

  2. maggio 28, 2013 alle 12:50 pm

    L’ha ribloggato su Il Blog di Fabio Argiolas.

  1. maggio 27, 2013 alle 7:17 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: