Home > difesa del territorio, giustizia, inquinamento, rifiuti > Traffico di rifiuti industriali da Portovesme, appuntamento a Palazzo di Giustizia.

Traffico di rifiuti industriali da Portovesme, appuntamento a Palazzo di Giustizia.


Cagliari, Palazzo di Giustizia, sit in

 

Il 24 gennaio 2012, forse, ci sarà la conclusione del processo con rito abbreviato nei confronti di Maria Vittoria Asara (responsabile della gestione rifiuti dello stabilimento Portovesme s.r.l.) e Aldo Zucca (responsabile del sistema Gestione ambientale della Portovesme s.r.l.).     E’ il primo troncone dell’unico procedimento n. 5890/2007 G.I.P. (e R.N.R. 2930/2007) concernente l’importantissima indagine condotta dai Carabinieri del N.O.E. di Cagliari su disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo relativamente al  traffico di rifiuti altamente pericolosi prodotti dagli impianti della Portovesme s.r.l. smaltiti illecitamente in cave del Cagliaritano e, addirittura, nella realizzazione di riempimenti stradali e piazzali degli ospedali

Nella precedente udienza (22 dicembre 2011), ancora Gioacchino Genchi, l’ex esperto informatico giunto alla cronaca per il famoso ”archivio Genchi” con migliaia di intercettazioni telefoniche, è stato il protagonista.     Più di sette ore di arringa e un’udienza conclusa in serata.

Anche in occasione dell’udienza del 24 gennaio si terrà un sit in promosso dal Comitato popolare Carlofortini preoccupati all’ingresso del Palazzo di Giustizia di Cagliari con le richieste di giustizia, monitoraggi ambientali e sanitari, salute pubblica.  Si ricorda che la Portovesme s.r.l. (gruppo Glencore) è stata ancora recentemente coinvolta nell’arrivo di fumi di acciaieria radioattivi in Sardegna.

Portoscuso, polo industriale di Portovesme

In data da destinarsi compariranno, poi, nel secondo troncone del procedimento penale davanti al Tribunale di Cagliari, Sez. II, in composizione monocratica gli altri indagati (Massimo Pistoia, amministratore unico della Tecnoscavi;  Lamberto Barca, gestore della società Gap service s.r.l.; i dipendenti della Tecnoscavi Stefano Puggioni, Giampaolo Puggioni, Larbi El Oualladi; Danilo Baldini, socio e coordinatore dell’area chimico-analitica del laboratorio di analisi Tecnochem s.r.l.).  L’inizio del dibattimento era previsto per il 15 novembre 2011, ma è stato subito rinviato a causa dell’astensione di un giudice.

Le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra sono, naturalmente, dalla parte della giustizia, della salvaguardia ambientale, della tutela della salute pubblica e assegnano grande importanza alle conclusioni di questi procedimenti penali, i primi in Sardegna relativi a traffici illeciti di rifiuti di origine industriale di tali proporzioni.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

 

Portoscuso, zone industriale di Portovesme

MARTEDì 24 Gennaio è prevista la SENTENZA per la PORTOVESME srl, sit-in a partire dalle 9:00 a Cagliari.
Presso il Palazzo di Giustizia di Cagliari, il 24 Gennaio è prevista la sentenza, contro il responsabile del sistema Gestione ambientale della Portovesme srl, Aldo Zucca, 58 anni, di Gonnosfanadiga, e alla responsabile della gestione rifiuti dello stesso stabilimento, Maria Vittoria Asara, 39 anni, di Sestu. Durante l’ultima udienza, il 20 dicembre, Gioacchino Genchi per la difesa ha parlato tutto il giorno. I due responsabili della Portovesme S.r.l. sono accusati di aver sotterrato abusivamente diecimila metri cubi di scarti industriali (15.000 tonnellate di rifiuti) tossico nocivi nelle zone di Settimo San Pietro, Serramanna e nei sottofondi stradali dell’ospedale Businco di Cagliari.

Contro le fabbriche dei veleni, per chiedere l’avvio di bonifiche, per la riconversione verso attività eco-sostenibili con reinserimento di tutti i lavoratori, DIAMOCI TUTTI appuntamento al Palazzo di Giustizia MARTEDì 24 gennaio 2012 dalle 9:00.

Comitato Carlofortini Preoccupati

 

 (foto T.C., S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. gennaio 23, 2012 alle 4:08 pm

    Chi attenta alla salute degli altri cittadini mediante l’inquinamento del territorio con il traffico di rifiuti tossici meriterebbe la condanna a morte. Peccato che il nostro codice penale non la preveda!

  2. gennaio 25, 2012 alle 12:10 am

    repliche dei legali non ancora terminate, conclusione prevista il 14 febbraio 2012.

  3. gennaio 25, 2012 alle 2:42 pm

    da La Nuova Sardegna, 23 gennaio 2012
    TRIBUNALE. Rifiuti Portovesme: sentenza il 14 febbraio.

    CAGLIARI. E’ stata rinviata al prossimo 14 febbraio l’udienza per il presunto traffico di rifiuti della Portovesme srl in corso davanti al gup Giovanni Massidda. Prevista per ieri mattina, la decisione è slittata per la lunga discussione dell’avvocato Gioacchino Genchi, l’esperto di intercettazioni che ora fa parte del collegio difensivo dei due imputati. Sotto accusa sono Maria Vittoria Asara e Aldo Zucca, responsabile della gestione dei rifiuti e del sistema gestione ambientale dell’industria. A febbraio prenderà la parola l’ultimo difensore, poi il giudice emetterà la sentenza. Per i due imputati l’accusa, rappresentata in aula dal pm Daniele Caria, ha chiesto una condanna a tre anni di reclusione.
    Per l’accusa tra il 2005 e il 2007 i fumi d’acciaieria prelevati alla Portovesme srl sono finiti in una discarica di Settimo San Pietro, diecimila tonnellate di scorie pericolosissime per la salute, una miscela di arsenico, piombo, zinco, cadmio, rame, nichel, fosfati e fluoruri poi usate per realizzare il sottofondo di strade e piazzali, tra cui quello dell’ospedale Oncologico. Altri sette imputati vengono processati col rito ordinario: sono l’amministratore unico della Tecnoscavi Massimo Pistoia (48 anni) di Monserrato, i dipendenti della società Stefano Puggioni (24 anni) e Giampaolo Puggioni (59) di Quartu e Larbi El Oualladi (38) di Bouznica (Marocco), residente a Selargius. A giudizio anche il coordinatore dell’area chimico-analitica del laboratorio Tecnochem Danilo Baldini (53) di Iglesias, il gestore della Gap service Lamberto Barca (58) di San Giovanni Suergiu.

  4. course677divert
    gennaio 27, 2012 alle 10:08 pm

    Reblogged this on Fabio Argiolas.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: