Home > "altri" animali, biodiversità, coste, mare, società, sostenibilità ambientale > Ricci di mare destinati all’estinzione grazie alla stupida avidità, basta!

Ricci di mare destinati all’estinzione grazie alla stupida avidità, basta!


Riccio di mare (Paracentrotus lividus)

Come valutare la pessima politica ambientale della Regione autonoma della Sardegna per la tutela del Riccio di mare (Paracentrotus lividus)?

Il Riccio di mare è in via di rapida rarefazione in particolare nei mari sardi a causa del pesante prelievo a fini gastronomici, tant’è che sempre più ristoratori, giustamente, li escludono dai propri menù.

Imperversa, poi, il prelievo abusivo e non si contano i sequestri da parte delle Forze dell’ordine.

Sono ancora allo stadio sperimentale gli allevamenti di Ricci.

La situazione è davvero grave e necessita forti misure di salvaguardia, quantomeno la sospensione della raccolta dei ricci per almeno tre anni.

mare

La scorsa primavera l’allora l’Assessore regionale dell’agricoltura Pierluigi Caria invece assurdamente prorogò, su richiesta dei pescatori interessati, la raccolta dei Ricci di mare per ulteriori 15 giorni (Decreto dell’Assessore dell’Agricoltura e della Riforma Agro-pastorale del 11 aprile 2018, n.925/DECA/18),

Ora l’attuale Assessore regionale dell’agricoltura Gabriella Murgia , con il proprio decreto del 24 ottobre 2019, n.2358/DecA/47 del 24 ottobre 2019, autorizza la raccolta di 2 mila ricci al giorno per ogni pescatore professionista fino al 15 aprile 2020, incurante delle richieste di moratoria provenienti da più parti, fra cui le Amministrazioni comunali di S. Antioco, Calasetta, Portoscuso.

Follia.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ribadisce la propria richiesta di sospensione della pesca del riccio di mare per almeno tre anni e fa appello a tutte le persone sensibili e ai ristoratori: non consumiamo Ricci di mare!

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Carloforte, bagnanti che mangiano ricci di mare (sett. 2018)

Decreto dell’Assessore dell’Agricoltura e della Riforma Agro-pastorale del 24 ottobre 2019, n.2358/DecA/47 [file.pdf]

Calendario della pesca del riccio di mare (Paracentrotus lividus) per la stagione 2019/2020.

mare e coste (foto Benthos)

dal sito web istituzionale della Regione autonoma della Sardegna, 25 ottobre 2019

Calendario della pesca del riccio di mare per la stagione 2019/2020.

Apre il 1 novembre la stagione della pesca del riccio di mare (Paracentrotus lividus) che terminerà il 15 aprile 2020, come stabilito dal decreto dell’Assessore dell’Agricoltura e riforma agro-pastorale.

La pesca è consentita:

a) ai pescatori marittimi professionali, iscritti nel registro dei pescatori marittimi, esclusivamente dall’imbarcazione mediante asta e specchio per ricci” (tradizionalmente chiamato “cannuga”), anche con l’ausilio del coppo, unicamente se in licenza è autorizzato ai sensi di legge l’attrezzo Arpione (HAR)“;
b) ai pescatori professionali subacquei, in possesso di autorizzazione per la pesca subacquea professionale, in apnea o con l’uso di apparecchi ausiliari per la respirazione, esclusivamente a mano o con l’ausilio di qualsiasi strumento corto atto a staccare il riccio dal substrato;
c) ai soggetti che esercitano la pesca sportiva o ricreativa, in apnea e in immersione – senza l’uso di apparecchi ausiliari per la respirazione – e solo manualmente;
d) Il pescatore professionale subacqueo, se accompagnato da assistente a bordo dell’imbarcazione, può raccogliere giornalmente una quantità di esemplari pari indicativamente a 4 ceste (dimensioni: altezza 35 cm, lunghezza 60 cm, larghezza 50 cm) equivalenti, per due unità lavorative, a circa 2000 esemplari. Se il pescatore professionista non è accompagnato da un assistente può raccogliere giornalmente esemplari pari indicativamente a 2 ceste equivalenti a circa 1000 ricci;
e) Il pescatore sportivo o ricreativo può raccogliere un numero massimo di 50 ricci solamente nel giorno di sabato ed esclusivamente per consumo personale. La taglia minima di cattura è di 50mm esclusi gli aculei.

Il pescatore subacqueo professionale e marittimo professionale, che svolga l’attività di pesca del riccio di mare dovrà:

– comunicare giornalmente, prima dell’inizio delle operazioni di pesca, l’area di prelievo, l’orario stimato di inizio e di fine delle operazioni di pesca all’Autorità marittima competente chiamando il numero telefonico riportato nella Tabella allegata al presente decreto per farne parte integrante (Allegato A);
– compilare giornalmente in tutte le sue parti immediatamente dopo la conclusione delle operazioni di pesca e comunque prima del trasporto e tenere a disposizione in caso di verifica degli organi di vigilanza il registro di pesca del riccio di mare di cui al modello, con la relativa cartografia di codifica delle aree di pesca, allegato (Allegato B1 e B2);
– ritirare prima dell’inizio dell’attività di pesca del riccio di mare, il registro di pesca del riccio di mare presso il Servizio pesca e acquacoltura dell’Assessorato dell’agricoltura e riforma agro-pastorale o presso gli uffici dell’Agenzia regionale Laore Sardegna di competenza, come specificato nella tabella allegata al presente decreto (Allegato C);
– restituire il registro di pesca del riccio di mare al Servizio Pesca e acquacoltura dell’Assessorato dell’Agricoltura e riforma agro-pastorale via Pessagno 4, 09126 Cagliari, entro e non oltre 30 giorni dalla data di chiusura della stagione di pesca del riccio di mare anche per il tramite degli uffici dell’Agenzia regionale Laore Sardegna (Allegato C).

Si precisa che la ripetuta violazione delle disposizioni in merito alla taglia minima di cattura, ai quantitativi massimi prelevabili e all’orario consentito di prelievo e di sbarco, nonché delle disposizioni in merito alla compilazione del giornale di pesca comporterà la revoca dell’autorizzazione alla pesca subacquea professionale.

Sella del Diavolo
Cagliari, il mare dalla Sella del Diavolo (zona dove il Riccio ancora vive)

(foto Benthos, M.F., S.D., archivio GrIG)

  1. Mara machtub
    ottobre 30, 2019 alle 8:58 am

    E’ una politica ambientale DEMENZIALE. Copio e incollo il commento di mia figlia, scusandomi per il linguaggio giovanile 🙂

    “…..esclusi gli aculei.”
    certo, Guardia Costiera e GdF hanno già ordinato i calibri per ricci alla ACME inc.
    pensano di essere seri invece sono solo dei coglioni.

    • G.Maiuscolo
      ottobre 30, 2019 alle 1:06 pm

      Mara…ahahahahah.
      Talis Mater, talis Filia.
      🙂

      • Mara machtub
        ottobre 30, 2019 alle 4:09 pm

        Grande G: lo prendo per un bel complimento 🙂 Grazie!

  2. ottobre 30, 2019 alle 11:51 am

    A.G.I., 30 ottobre 2019
    Il riccio di mare rischia l’estinzione? (Gianni Solinas): https://www.agi.it/cronaca/estinzione_ricci_di_mare-6455469/news/2019-10-30/

    __________________

    da Affari Italiani, 30 ottobre 2019
    Stop al consumo di ricci di mare. ‘Rischio estinzione’, l’urlo degli ecologi.
    Il riccio è “in via di rapida rarefazione”, spiegano gli ecologisti, a causa del “pesante prelievo a fini gastronomici”: http://www.affaritaliani.it/green/stop-al-consumo-di-ricci-di-mare–rischio-estinzione–l-urlo-degli-ecologi-634356.html

    ______________

    da L’Unione Sarda, 30 ottobre 2019
    Il decreto. Pesca dei ricci di mare, gli ambientalisti contro la Regione.
    “È una specie in via di rapida rarefazione”, sostiene il Gruppo d’intervento giuridico: https://www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/cagliari/2019/10/30/pesca-dei-ricci-di-mare-gli-ambientalisti-contro-la-regione-136-946701.html

    ________________________

    da La Nuova Sardegna, 30 ottobre 2019
    Ricci di mare a rischio estinzione: “Pesca chiusa per tre anni”.
    La proposta dambientalista si scontra con le decisioni della Regione che autorizza sino al 15 aprile il prelievo di 2000 esemplari al giorno: https://www.lanuovasardegna.it/regione/2019/10/30/news/ricci-di-mare-a-rischio-estinzione-pesca-chiusa-per-tre-anni-1.37808669

    _____________________

    da Sardinia Post, 30 ottobre 2019
    Ambientalisti contro la pesca di ricci. “Sospendere raccolta per tre anni”: https://www.sardiniapost.it/cronaca/ambientalisti-contro-la-pesca-di-ricci-sospendere-raccolta-per-tre-anni/

    ________________

    da Alguer.it, 29 ottobre 2019
    Non usa mezze misure Stefano Deliperi, a capo del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, nel commentare la decisione della Regione Sardegna: «Grazie alla stupida avidità i Ricci di mare sono destinati all’estinzione».
    «Ricci di mare destinati all’estinzione»: http://www.alguer.it/notizie/n.php?id=145658

    ______________

    da Cagliari online, 29 ottobre 2019
    La denuncia del Grig: “Ricci di mare destinati all’estinzione grazie alla stupida avidità”: https://www.castedduonline.it/la-denuncia-del-grig-ricci-di-mare-destinati-allestinzione-grazie-alla-stupida-avidita/

    _____________

    da Vistanet, 29 ottobre 2019
    Ricci, Grig: “Pessima politica della Regione. La pesca andrebbe fermata per almeno tre anni”: https://www.vistanet.it/cagliari/2019/10/29/ricci-grig-pessima-politica-della-regione-la-pesca-andrebbe-fermata-per-almeno-tre-anni/

    _______________

    da Buongiorno Alghero, 29 ottobre 2019
    Il riccio di mare è a rischio estinzione – Intervento del GrIG: https://www.buongiornoalghero.it/contenuto/0/30/119087/il-riccio-di-mare-e-a-rischio-estinzione-intervento-del-grig

    ________________

    da Cagliaripad, 29 ottobre 2019
    Ricci di mare, Grig: “Rischio estinzione, sospendere pesca per almeno tre anni”: https://www.cagliaripad.it/419172/ricci-di-mare-grig-rischio-estinzione-sospendere-pesca-per-almeno-tre-anni

    ______________________

    da Alghero Live, 29 ottobre 2019
    Ricci di mare destinati all’estinzione grazie alla stupida avidità, basta!: http://algherolive.it/2019/10/29/ricci-di-mare-destinati-allestinzione-grazie-alla-stupida-avidita-basta/

    __________________________

    da Olbia.it, 29 ottobre 2019
    Ricci di mare a rischio estinzione: “non pescateli, non mangiateli”: https://www.olbia.it/ricci-di-mare-a-rischio-estinzione-non-pescateli-non-mangiateli/

  3. G.Maiuscolo
    ottobre 30, 2019 alle 1:04 pm

    […] “Il pescatore subacqueo professionale e marittimo professionale, che svolga l’attività di pesca del riccio di mare dovrà:
    – comunicare giornalmente, prima dell’inizio delle operazioni di pesca, l’area di prelievo, l’orario stimato di inizio e di fine delle operazioni di pesca all’Autorità marittima competente chiamando il numero telefonico riportato nella Tabella allegata al presente decreto per farne parte integrante (Allegato A);”
    Ahahahahahah… sì, sì, come no.
    Leggi: “Fai come cavolo ti pare e piace”. “Ma mi faccia il piacere”… come diceva l’eccellente…
    🙂 L’unica cosa da fare è: lasciarli dove sono…Punto.

  4. amico
    ottobre 30, 2019 alle 5:38 pm

    Mossa dettata dalla disperata ricerca di consenso, da parte di un assessore per me inadeguato su tutta la linea, in barba ai pareri ed alle esigenze del nostro mare. Io chiuderei del tutto per un po di anni.

  5. amico
    ottobre 30, 2019 alle 5:42 pm

    Non conosco la materia ma sarei curioso di capire se il decreto sia legittimo in ragione appunto dei pareri tecnici espressi e anche per quanto attiene la taglia. Ma ripeto non conosco la materia e quindi la vincolatività di tali elementi.

  6. donatella
    ottobre 30, 2019 alle 6:52 pm

    ma perché non ci sono regole precise, semplici, che valgano per tutti dettate dal ministero della tutela dell’ambiente che deve proteggere anche il Mare e le sue Creature?

    Questi dettami invece non possono essere osservati anche se uno ci si mettesse di impegno se li dovrebbe studiare per giornate intere, sono fatti apposta per non essere osservati, sono una presa per i fondelli….per riscuotere qualche multa in qua e in là e fare qualche giornalata …e i Ricci intanto vengono pescati tutti……Sempre la stessa triste storia….

    Per le specie in via di estinzione come i Ricci di Mare , il Ministero dovrebbe proibirne la pesca ovunque per il periodo ritenuto necessario per riprodurre la specie ( meglio se per sempre secondo il mio parere, che poco conta).

    Grazie GrIG di aiutarci a gridare forte : BASTA!
    I

  7. ottobre 31, 2019 alle 6:00 pm

    l’Assessore regionale dell’agricoltura Gabriella Murgia vive sulla Luna…

    da L’Unione Sarda, 31 ottobre 2019
    L’ASSESSORE. Ricci di mare, “pericolosi sono i pescatori abusivi non quelli regolari”.
    Gabriella Murgia interviene alla vigilia dell’apertura della stagione della pesca: https://www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/cagliari/2019/10/31/ricci-di-mare-pericolosi-sono-i-pescatori-abusivi-non-quelli-rego-136-947164.html

  8. novembre 1, 2019 alle 5:06 pm

    da Alguer.it, 1 novembre 2019
    Ricci, parla l´esperto: serve uno stop immediato: http://www.alguer.it/notizie/n.php?id=145740

    ___________________

    Quietica, l´associazione no profit che punta sull´etica enogastronomica lancia la nuova campagna a tutela del riccio di mare: #iRicciMiPiaccionoInMare. Numerose associazioni e liberi cittadini in campo
    Riparte la battaglia per i Ricci.
    «Nessun riccio nei ristoranti»: http://www.alguer.it/notizie/n.php?id=145664

    ______________________________

    da Sardinia Post, 1 novembre 2019
    Pesca dei ricci, parte la protesta social: campagna ‘i ricci mi piacciono in mare’: https://www.sardiniapost.it/ambiente/pesca-dei-ricci-parte-la-protesta-social-campagna-i-ricci-mi-piacciono-in-mare/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: