Home > società, sostenibilità ambientale > Il pulsante più grande.

Il pulsante più grande.


Donald Trump e Kim Jong-un

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha appena dichiarato che ‘il pulsante nucleare e’ sempre sulla sua scrivania”. Qualcuno di questo regime esaurito e alla fame lo informi per favore che anch’io ho il pulsante nucleare ma e’ molto piu’ grande e piu’ potente del suo, e il mio funziona“.

Così ha risposto Donald Trump, Presidente degli Stati Uniti d’America, ormai in carica da un anno, uomo con maggior potere al mondo, riguardo le affermazioni del Presidente-dittatore della Corea del Nord Kim Jong-un.

Siamo allo scontro titanico fra due ragazzini di seconda media, magari ripetenti.

Demenziali, ma pericolosi.

Povera Terra e poveri noi abitanti.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

c’è solo da sperare che il Gatto nero non prema il grosso pulsante…

(foto da mailing list sociale)

Annunci
  1. M.A.
    gennaio 5, 2018 alle 10:21 am

    L’essere umano è avaro di ambizione, non conosce limiti. Quando i limiti arrivano non è in grado di fermarsi e di conviverci, ma per dare uno scopo alla sua esistenza ha una costante esigenza di superarli, sempre in ogni campo. Diversamente vive in uno status di noia e non sarebbe soddisfatto della sua esistenza. Questo è stata la molla interna al nostro genere che ci ha spinti in un progresso nei vari campi della scienza.
    Una delle mie più grandi paure è che l’umanità stia raggiungendo velocemente l’apice del progresso e del benessere, uno status di immobilità che solo una Guerra Mondiale sarà in grado di sbloccare, distruggere per ricostruire e continuare a progredire per sfamare l’ego umano. Il gioco politico che genera economia ormai lo conosciamo. Sappiamo bene quali siano i veri scopi delle Guerre di Pace (altre parole strategiche per addolcire la pillola), abbiamo visto quali siano i veri scopi di quando a tutti i costi uno entra a casa tua con la forza per importi modi e costumi per vivere, condivisi dalla maggior parte della popolazione che si ritiene eticamente progredita. Si sfrutta il consenso del popolo per temi etici apparentemente giusti e condivisi, per speculare. Le ultime dichiarazioni del presidente Usa sulla posizione politica di Gerusalemme, contesa tra Israeliani e Palestinesi, allontana l’idea di Pace di creare due popoli e due Stati, ma nasconde tanti interessi: Creare instabilità per speculare. Se esiste un qualcosa di positivo in Donald Trump, è che non ha bisogno di nascondersi dietro il “politicamente corretto” per realizzare strategie politiche ed economiche, come i suoi predecessori, lo fa apertamente non nasconde le sue intenzioni. Almeno non è un ipocrita, almeno in questo. Abbiamo tutto e non ci manca niente, ma siamo eternamente infelici. La depressione è una delle maggiori malattie diffuse tra i giovani. Crisi sociali enfatizzate dall’arrivo massiccio di migranti, crisi economiche dettate da tanti fattori, progresso tecnologico, in primis, inarrestabile capace tra un po’ di sostituire figure umane dappertutto. Risorse energetiche non rinnovabili sempre più risicate su cui speculare, insomma chi più ne ha, più ne metta. Se poi aggiungiamo come hai detto bene tu il fatto che i capi di governo di Superpotenze mondiali assomigliano a dei ragazzini della seconda media che giocano “a chi ce l’ha più lungo”, beh la torta è servita. Ultimamente penso sempre a quelle parole famose:
    «Io non so con quali armi sarà combattuta la terza guerra mondiale, ma so che la quarta sarà combattuta con pietre e bastoni.»
    (Albert Einstein)

    • Gavino Meloni
      gennaio 8, 2018 alle 11:12 pm

      M.A. hai espresso esattamente il mio stesso pensiero.
      Grazie

  2. capitonegatto
    gennaio 5, 2018 alle 12:14 pm

    Tra due dementi , c’e’ pero’ chi e’ piu’ demente. Colpisce la parola “fame” , che dovrebbe far riflettere i molti che decidono gli embarghi e che con questo incancreniscono le situazioni.

  3. Alessandro Nonnoi
    gennaio 5, 2018 alle 1:15 pm

    Siamo sicuri che ciò che ci propinano i media sulla corsa al nucleare della Corea corrisponda alla realtà? O siamo di fronte ad una una colossale fack new (vedi Iraq etc.) creata ad arte dagli USA per poter giustificare una nuova missione in nome di una pace globale? Le risorse coreane fanno gola a grosse multinazionali che ancora non riescono ad accedervi.

  4. Carlo Forte
    gennaio 5, 2018 alle 2:58 pm

    Pensiamo ai “pulsanti”che abbiamo in Sardegna a partire dalla mortovesme che continua a smaltire alla fabbrica di armi di Domusnovas ,alla dismessa furtei e ai suoi veleni……..Potremmo andare avanti per ore…….cosa c’è di diverso tra i mostri d’oltremare e i nostri capi,quelli silenti e conniventi con la politica assassina delle multinazionali che ci avvelena ogni giorno.

  5. Alessandro Nonnoi
    gennaio 5, 2018 alle 10:33 pm

    Carloforte vivo a Villaputzu e ti garantisco che anche nel salto di Quirra la situazione non è florida. Un mese fa hanno fatto sgomberare tutti gli operatori agricoli della zona di Murtas e Padru. Da voci di corridoio sono cominciate le sperimentazioni militari perennemente negate. Si vocifera ancora che il giorno dovevano testare un nuovo missile a lunga gittata di nuova generazione. Siamo nell’occhio del ciclone; in quella apparente zona di calma dove tutto sembra sotto controllo. Quante armi di distruzione di massa la Finmeccanica e company spedisce in tutto il mondo ormai in perenne guerra nel nome del denaro. La Corea mi sembra un arma di distrazione di massa rispetto a quanto succede sotto i nostri piedi e sulle nostre teste.

  6. Carlo Forte
    gennaio 6, 2018 alle 11:47 am

    Conosco la vergognosa storia di Quirra,ce ne sarebbero voluti 100 di Fiordalisi Alessandro,ma siamo carne da macello,vittime sacrificali del commercio partitico e del conseguente voto di scambio.Sembra tra l’altro che non ci sia idea di invertire la rotta,il pasto è troppo appetibile per il sistema e l’assistenzialismo ha formato un bell’esercito di soldatini………

  7. gennaio 6, 2018 alle 6:33 pm

    A.N.S.A., 6 gennaio 2018
    Trump replica a Wolff: ‘Non sono intelligente, sono un genio’: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2018/01/05/miliardaria-sponsor-bannon-lo-sconfessa_1269f429-f7a0-417a-982c-a3da0e898f7e.html

    __________________

    da Il Fatto Quotidiano, 5 gennaio 2018
    Trump “è un idiota circondato da clown. Anche Ivanka dubita di lui”. Le rivelazioni di Wolff fanno infuriare la Casa Bianca.
    Inutili i tentativi del presidente Usa di impedire la pubblicazione del libro. L’autore ha anticipato la pubblicazione e nelle librerie gli americani fanno la coda per acquistarlo. Le rivelazioni contenute nelle 336 pagine descrivono una Casa Bianca che dipende dagli sbalzi d’umore e dalla personalità di Trump: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/05/trump-e-un-idiota-circondato-da-clown-anche-ivanka-dubita-di-lui-le-rivelazioni-di-wolff-fanno-infuriare-la-casa-bianca/4074566/

    —————-

    6 gennaio 2018
    Trump: “Non sono intelligente, sono un genio”. Il presidente Usa replica così al libro di Wolff: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/06/trump-non-sono-intelligente-sono-un-genio-il-presidente-usa-replica-cosi-al-libro-di-wolff/4077033/

  8. gennaio 15, 2018 alle 2:46 pm

    infatti, non è un razzista, è un cretino.

    da Il Fatto Quotidiano, 15 gennaio 2018
    Usa, Donald Trump si difende dopo il caso dei ‘Paesi cesso’: “Non sono razzista”.
    Il presidente degli Stati Uniti smentisce la ricostruzione su Haiti, El Salvador e i Paesi Africani: “Vi assicuro che sono la persona meno razzista del mondo”. E sui rapporti con la Corea del Nord annuncia che “ci sono grossi colloqui in corso”: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/15/usa-donald-trump-si-difende-dopo-il-caso-dei-paesi-cesso-non-sono-razzista/4093140/

  9. gennaio 15, 2018 alle 2:50 pm

    e ha ragione.

    A.N.S.A., 15 gennaio 2018
    Papa: ‘Ho paura della guerra nucleare, siamo al limite’.
    Francesco è in viaggio verso Santiago del Cile, dove atterrerà alla mezzanotte di oggi, le ore 20.00 locali: http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2018/01/15/papa-francesco-in-cile-e-peru-suo-22o-viaggio_a384a32a-d76f-4f6c-bca3-6dbfe32fc409.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: