Home > diritti civili, società > Senza speranza?

Senza speranza?


soldato israeliano, donna e bambini palestinesi a un posto di blocco

soldato israeliano, donna e bambini palestinesi a un posto di blocco

Ormai la guerra fra Israele e Hamas dura da settimane e proseguirà ancora.

Fino a quando?  Non si può sapere.

Chi ha torto?  Chi ha ragione?    In un conflitto incancrenito ormai dal 1948 pare proprio un esercizio accademico stabilirlo e non è certo questa la sede.

Personalmente credo che chiunque ammazzi consapevolmente bambini e ragazzini sia un criminale, qualsiasi sia il motivo.

Penso anche che da una situazione simile, che ci riguarda visto che si tratta delle sponde del Mediterraneo, se ne debba uscire fuori una volta per tutte.  Con una pace vera e duratura.

Propongo alla lettura e alla riflessione un articolo di Tommaso Caldarelli, fuori dagli schemi consueti.

Stefano Deliperi

 

 

Gaza, bambini kamikaze a una manifestazione di Hamas

Gaza, bambini kamikaze a una manifestazione di Hamas

 

da Lungoibordi, 15 luglio 2014

Gaza-Israele, ecco perché hanno torto tutti.

Israele ha rotto le palle, Hamas fa schifo e noi dobbiamo dirlo forte. (Tommaso Caldarelli)

Gaza – Israele, ecco perché in Medioriente ormai hanno torto tutti, ed ecco perché io mi metto qui a scrivere una cosa già detta, ridetta e stradetta e che però secondo me è ancora necessaria, perché ogni volta che in Palestina si incendia la miccia, tutti inondano Facebook di storie, di foto, di opinioni, di pensieri e di solidarietà, sopratutto il mio Facebook, intendendo, un Facebook fatto di amici di sinistra, di reti di sinistra, di gruppi antifascisti, di giornalisti più o meno patinati che prendono parte in maniera emotiva in quello che ormai è un conflitto senza fine. E siccome fra i miei contatti ci sono magari pure dei ragazzi che è per la prima volta che vedono le bombe a Gaza, c’è una cosa che va scritta con chiarezza.

In Vicino Oriente hanno torto tutti. E no, non è che “non ha ragione nessuno”, no: ognuno ha le sue ragioni, le può ostentare, le può argomentare, ma le ragioni di ognuno vengono soffocate in un torto generale, in un casino collettivo. “E’ una guerra tribale”, dice Toby in West Wing, “non può essere risolta”.  Ed è quello che ha più ragione di tutti: non si può risolvere parteggiando per una delle due parti, perché qui è andato tutto oltre, troppo oltre. E certe cose, bisogna dirle forte.

Reparto corazzato israeliano in movimento

Reparto corazzato israeliano in movimento

Israele ha rotto le palle

Sì, hai letto bene: Israele ha proprio rotto le palle. Siamo quasi a 200 vittime palestinesi tirate giù dai raid della Tsahal e dalla forza armata israeliana, ci sono quasi 20mila profughi e quasi 1500 feriti, tutto come rappresaglia iniziata per tre coloni israeliani morti, non uccisi da Hamas. Ripeto: non uccisi da Hamas. “A compiere quel crimine sono probabilmente stati alcuni killer della tribù dei Qawasameh che si dedica da tempo a compiere attentati per screditare la leadership di Hamas ogni volta che questa cerca di costruirsi una qualche legittimità internazionale. Una scheggia, non un referente militare della peraltro divisa leadership di Gaza”, ha scritto di recente Lucio Caracciolo.  L’intera azione Protective Edge perde di legittimità in questo modo, e questo casino va a sommarsi agli ultimi vent’anni di azioni inaccettabili da parte di Israele, primo fra tutti il muro che li divide dalla Cisgiordania, ma poi la continua sottrazione di acqua ai civili palestinesi, gli insediamenti coloniali nei territori palestinesi popolati da persone che credono che sia loro missione divina riprendersi la terra di Palestina promessa ad Abramo, la detenzione amministrativa e le prigioni inumane di cui ha scritto recentemente Andrea.

Israele è una nazione che non riconosce i matrimoni misti fra Israeliani e Palestinesi, inquadra tutti i suoi giovani in un servizio militare pluriennale, è una potenza nucleare, è l’ottavo esercito del mondo e in nessun caso l’ottava potenza militare del mondo uccide 200 palestinesi per rappresaglia all’uccisione di tre coloni. E’ una reazione sproporzionata, da manuale di diritto internazionale, né può valere a giustificazione che i civili palestinesi rimangono uccisi perché a Gaza non ci sono, in realtà, obiettivi militari evidenti da colpire, perché tutto è militare, è un popolo in guerriglia e i missili sono nascosti dentro le case, per cui se devi far saltare gli obiettivi militari devi far saltare una casa. E’ esattamente quello che dice la Tsahal, ma non ha senso: significa giudicare gli altri con il proprio metro. Israele è un paese moderno con un esercito strutturato, delle caserme su cui c’è scritto “caserma”; quello palestinese è un popolo arretrato, tenuto arretrato dai suoi leader e dalla presenza di Israele, e se sai che le armi sono nascoste nelle case della gente, nelle scuole, eccetera, trovi un altro modo, perché sei l’ottava potenza militare del mondo e certe cose non le puoi fare.

"candidati al martirio" in una manifestazione di Hamas

“candidati al martirio” in una manifestazione di Hamas

Hamas fa schifo

Caro utente Facebook di sinistra che condivide una foto per solidarizzare con il popolo palestinese, secondo me tu hai ragione, perché i ragazzi palestinesi hanno il diritto di sopravvivere e Israele se spara, colpisce donne, bambini, vite e futuro. Però devi scrivere, quando condividi la foto, devi scrivere grande che Hamas fa schifo, devi scriverlo bello grande perché solidarizzare con il popolo palestinese senza scrivere ogni volta che Hamas deve essere fermata significa scrivere una cosa che non pensi, perché tu, mio amico o contatto su Facebook di sinistra, ti giuro, lo pensi che Hamas fa schifo. Hamas è un’organizzazione teocratica guidata da un consiglio di preti che vuole l’annientamento di tutti gli ebrei del mondo e vuole installare uno stato islamico, un sultanato sunnita in cui tu non vorresti vivere, te lo garantisco; sono quelli che hanno devastato la Siria e i ribelli siriani facendo diventare la loro rivolta un conflitto religioso e buttando tutto in caciara, e adesso il Suk di Aleppo, la più antica città del mondo, semplicemente non c’è più. E sono le organizzazioni umanitarie che lavorano tutti i giorni a Gaza a scrivere che la striscia sta diventando un sultanato talebano, Hamas ha imposto il velo a tutte le donne e le ragazze non possono più ballare – non possono più ballare, hai capito? Dico a te che vai ai concerti a zompare, non lo puoi più fare. Hamas attacca gli internet point, vieta la musica e i libri perché sono cose orrende occidentali, spara colpi di mortaio sui campi estivi dell’Onu dove i bambini vanno a stare lontano dalla guerra e dalle bombe.

Gaza

Gaza

Hamas ha installato a Gaza la Mutawwail Comitato per la promozione della virtù e la repressione del vizio, la polizia politica che dice che “i ragazzi che stanno alzati fino a tardi, fumano e disturbano gli altri” sono corrotti dal diavolo e vanno picchiati, hanno picchiato un cantante a Gaza che si era permesso di esibirsi in un locale. E poi, sì, i miliziani di Hamas passano le loro giornate a sparare razzi contro Israele, saranno pure razzi fatti col meccano ma sono sempre razzi, e ho letto in giro dei paragoni fra Hamas e i movimenti di resistenza partigiana come le brigate Garibaldi in Italia. Se pensi una cosa del genere stai fuori come un melone, perché i comunisti italiani in teoria volevano appunto il comunismo, che è la liberazione da tutte le religioni e le imposizioni, e la socializzazione dei mezzi di produzione; e in pratica il Partito era guidato da leader colti e lungimiranti che da subito hanno lottato per la democrazia e la prosperità di tutti. Erano guerriglieri, è vero, ma lo erano per liberare gli italiani; Hamas fa guerra per il diritto del popolo palestinese a sopravvivere libero, ma quando vincerà vuole velare tutte le donne e impedire i baci in pubblico. Perciò, se sostieni la Palestina senza scrivere chiaro che Hamas è una merda ti consiglio di essere coerente fino in fondo, convertirti all’Islam e andare in Palestina o in Iraq o in Siria a combattere. Ci sono gli occidentali che lo fanno, non saresti l’unico. 

Germania, negozio di ebrei deturpato, 2007

Germania, negozio di ebrei deturpato, 2007

Non essere un nazista

Bisogna distinguere. Se dici che il problema sono gli ebrei, sei come Hitler: implichi che una volta che Israele avrà smesso di lanciare razzi, vorrai comunque cancellarli dalla storia. E allora dillo chiaro. Se dici che il problema sono gli arabi, sei come i ragazzi di Israele che passano la loro giornata su Twitter a farsi i selfie con scritto: li voglio tutti morti, uccidiamoli, morte agli arabi. Sì, Israele ha molte, ma molte più responsabilità della Palestina in questo conflitto: è più forte, viola i confini, fa gli insediamenti coloniali, alza muri, ha la bomba nucleare, dovrebbe tener presente la cosiddetta “responsabilità del più forte” e starsene buono. Ma ti garantisco che anche se Israele stesse nei confini assegnati dall’Onu (ormai) Hamas continuerebbe a lanciare razzi e allora Israele avrebbe il diritto di difendersi e ricominceremmo da capo. Sloggiamo Israele da lì? Mi sembra tardi, e dove li vuoi mettere? Non dovevano andarci mai? Dopo l’Olocausto si è deciso che era il caso, quanto indietro con la storia vuoi andare a cercare cause e controcause, fino all’impero Romano? Oramai la situazione è così e va gestita.

Gaza, bambino vittima dei bombardamenti israeliani

Gaza, bambino vittima dei bombardamenti israeliani

E allora che faccio? 

Informati, leggi una cosa più degli altri, capisci che ormai tifare per questo Israele o questa Gaza significa andare ad un derby e urlare: “A noi della partita | Non ce ne frega un cazzo | Scontri! Scontri!”, scopri che ci sono israeliani che si sdraiano davanti ai bulldozer per fermare le demolizioni delle case palestinesi e che sono contrari all’occupazione e che non tutti i palestinesi stanno con Hamas e vorrebbero solo vivere in pace; diffondi foto dei tanti israeliani e palestinesi che lavorano per la pace, delle sacche di bellezza e di diversità che vanno solo cercati; leggi persone, anche in italiano, che sono almeno dieci anni che si occupano della questione e che in Palestina ci hanno fatto anche anni di volontariato, te ne consiglio uno. Altrimenti tutto diventa questione di estetica del conflitto, di veder scorrere il sangue di qualcuno per fare un po’ il tifo e devi sapere che non è così che si risolve quel casino e si ottiene la giustizia e la pace per il popolo Palestinese che io vorrei e che cerco.

 

 

Yarin ben Mor, ragazzino di Ashkelon ferito gravemente da razzi sparati da Hamas

Yarin ben Mor, ragazzino di Ashkelon ferito gravemente da razzi sparati da Hamas

 

(foto A.N.S.A., da www.frontpagemag.com, www.controinformazione.info, da mailing list sociale, P.F., archivio GrIG)

  1. capitonegatto
    luglio 21, 2014 alle 9:05 am

    Il problema Istraele / Palestina non e’ di facile soluzione, anzi quasi zero . A meno che non vengano ridati almeno buona parte dei territori confiscati. Oggi non e’ piu pensabile che con una vittoria militare si possano annettere territori , cacciando i leggittimi propietari. Forse con questa azione si potrebbe mediare una pace duratura , e forse la nascita di un nuovo stato aiutato internazionalmente in natura economica ,( ma non in armi ).

  2. luglio 21, 2014 alle 3:00 PM

    A.N.S.A., 21 luglio 2014
    A Gaza oltre 500 morti. Israele intercetta commando. Onu: cessate il fuoco.
    L’Onu chiede l’immediato cessate il fuoco. Stamani famiglia con 7 bimbi sterminata da un raid a Rafah. Si continua a trovare cadaveri sotto le macerie. Oggi missione di Kerry e Ban al Cairo: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/17/guerra-israele-hamas-a-gaza_dccde31d-7468-40eb-9ec8-6086eb4232ce.html

    _________________________________________________________

    da Il Corriere della Sera, 21 luglio 2014
    OPERAZIONE «MARGINE PROTETTIVO». Gaza, oltre 500 le vittime. Suonano ancora le sirene a Tel Aviv. Tredicesimo giorno di guerra, il bilancio dei morti si aggrava di ora in ora. Uccisi 100 combattenti palestinesi. Quattro forti esplosioni nella città israeliana: http://www.corriere.it/esteri/14_luglio_21/gaza-bilancio-morti-sale-484-suonano-ancora-sirene-tel-aviv-0673c50e-10b7-11e4-beef-e3441e67d81c.shtml

    _____________________________________________________________

    da La Repubblica, 21 luglio 2014
    Domenica di sangue a Gaza: oltre 120 morti. Uccisi 10 palestinesi infiltrati in Israele: http://www.repubblica.it/esteri/2014/07/21/news/guerra_di_gaza_cinquecento_morti_consiglio_sicurezza_onu-92039862/?ref=HREA-1

    ________________________________________________________________

    __________________________________________________________________

  3. Bio IX
    luglio 21, 2014 alle 6:19 PM

    Sicuramente senza speranza è la faziosità degli organi di stampa, nazionali e locali: dal soldato israeliano “captured”, che secondo La Stampa è stato “rapito”, agli “asini-killer” dell’Unione Sarda.
    Ha ragione Pino Corrias: “Nel giorno degli asini killer che volano, un giornalista vero, Khalid Hamid, è stato ucciso a freddo dai soldati israeliani mentre soccorreva alcuni feriti. “L’Unione Sarda” può riscattarsi e raccontare la sua storia. Se non lo farà, tanto vale che vilipenda fino in fondo il messaggio di Vittorio Arrigoni. Restiamo equini.”
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13674

  4. arpia
    luglio 21, 2014 alle 9:26 PM

    Ebbi il piacere anni fa’ di frequentare degli studenti che facevano l’ universita’ in Italia che avevano sul passaporto una scritta, Apolide, parola che impariamo a scuola ma quanti di noi l’hanno potuta vedere su un passaporto? Ebbene questi amici provenienti da Gaza strip, con cui ho condiviso tante belle serate e chiaccherate non so’ dove siano ora e mi piange il cuore sapere che loro possano essere li in mezzo alla mattanza o i loro figli, i loro fratelli o i loro amici. Il mondo deve reagire, non solo criticare, ma reagire per fermare, le guerre sono un orrore che nessuno vuole ne per se ne per gli altri.
    Se solo chi puo’ fermasse queste inutili perdite e tragedie.
    Basta guerre, basta guerre di religione.

  5. sergio buscarini
    luglio 22, 2014 alle 12:52 am

    Foto taroccata del soldato israeliano in apertura articolo :
    è forse seduto su uno sgabello trasparente ?
    Pallywood production

  6. luglio 22, 2014 alle 4:10 PM

    A.N.S.A., 22 luglio 2014
    Gaza, è strage di bambini. Unicef: uccisi 121 bimbi palestinesi.
    Comandante Nato in Europa: “monitoriamo possibili atti di terrorismo”. Onu: “Nessun posto sicuro per i civili”. Ban Ki Moon incontra Netanyahu ed Abu Mazen: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/22/gaza-bilancio-palestinese-e-di-583-morti-3.640-feriti_90c6060f-d72d-4000-bbe9-dd2f9d1b13c4.html

    _____________________________________

    da Il Corriere della Sera, 22 luglio 2014
    Ancora sirene d’allarme a Tel Aviv, Israele respinge la richiesta di tregua.
    Alitalia e le più importanti compagnie Usa ed Europee sospendono i voli su Tel Aviv. Sale a 620 il bilancio dei morti. Ban Ki Moon: «Metteremo fine ai combattimenti»: http://www.corriere.it/esteri/14_luglio_22/sirene-d-allarme-tel-aviv-600-morti-15-giorni-guerra-eaf60034-1170-11e4-affb-3320a03d21e8.shtml

  7. luglio 23, 2014 alle 11:44 PM

    A.N.S.A., 23 luglio 2014
    Gaza, Hamas chiede una tregua. Netanyahu, inchiesta Onu è parodia.
    Il segretario generale Onu Ban Ki Moon: “Oltre 600 civili sono stati uccisi, e questo è inaccettabile”: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/22/gaza-bilancio-palestinese-e-di-583-morti-3.640-feriti_90c6060f-d72d-4000-bbe9-dd2f9d1b13c4.html

    —————————————-

    Israele: Agente Noa, è vittima di ostracismo suo paese.
    Concerto a Milano cancellato dopo intervista video ad Ansa.it: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/07/23/israele-agente-noa-e-vittima-di-ostracismo-suo-paese_20368da5-74de-48f6-8fee-39081821162d.html

    —————

    Mo: Noa, “Abu Mazen vuole la pace, Netanyahu no”.
    L’artista: “Prego per avere nuovo governo”: http://www.ansa.it/sito/videogallery/primopiano/2014/07/09/lisraeliana-noa-abu-mazen-vuole-la-pace-netanyahu-no_f131d1b3-44d2-4084-bba7-1107bc1653e9.html

  8. luglio 24, 2014 alle 4:50 PM

    A.N.S.A., 24 luglio 2014
    Gaza: Israele colpisce scuola Onu, morti.
    E’ di 16 morti e circa 200 feriti il bilancio delle vittime del bombardamento israeliano nella scuola dell’Unrwa (l’ente dell’Onu per i profughi), secondo il direttore dell’ospedale di Beit Hanun: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/07/24/-gazavia-libera-aviazione-americana-a-voli-su-tel-aviv-_db17f04a-f316-472d-ae4b-ab69a8ff6806.html

    ___________________________

    da Il Corriere della Sera, 24 luglio 2014
    Israele colpisce una scuola Onu: «Decine di morti e feriti»
    «Niente tregua». Ban Ki-moon: «Membri staff Onu tra vittime». Netanyahu: «Una farsa». Riprendono i voli civili su Tel Aviv. Rivlin nuovo presidente di Israele: http://www.corriere.it/esteri/14_luglio_24/israele-niente-tregua-prossimi-giorni-esercito-rimane-striscia-a995916c-1301-11e4-a7ff-409dc1c2ba25.shtml

  9. Bio IX
    luglio 25, 2014 alle 2:13 PM

    Stavo ascoltando l’intervista che il dott. Mads Gilbert aveva concesso all’emittente americana CBS in gennaio. Gilbert era un chirurgo norvegese volontario a Gaza, sotto le bombe israeliane in quei giorni. Sono arrivato a queste sue parole: “Ho visto solo un ferito di Hamas fra le decine, centinaia di feriti e morti che abbiamo ricevuto. Chiunque tenti di dire che questa è una guerra contro un gruppo armato (Hamas, nda), sta mentendo, e lo posso dimostrare coi numeri. Questa è una guerra totale contro i civili a Gaza… che non possono sfollare e fuggire come altri popoli colpiti da guerre, perché sono chiusi qui in gabbia… Gli israeliani stanno bombardando gente ridotta alla fame rinchiusa in una gabbia”.
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13694

  10. luglio 25, 2014 alle 11:24 PM

    A.N.S.A., 25 luglio 2014
    Guerra a Gaza, “Israele rifiuta la tregua di una settimana, ma accetta pausa di 12 ore”.
    LA GIORNATA, Ban Ki-moon aveva lanciato un appello per una “pausa umanitaria”: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/07/24/-gazavia-libera-aviazione-americana-a-voli-su-tel-aviv-_db17f04a-f316-472d-ae4b-ab69a8ff6806.html

  11. luglio 26, 2014 alle 11:45 PM

    A.N.S.A., 26 luglio 2014
    Guerra a Gaza: Israele estende tregua, Hamas respinge.
    Continua a crescere il numero di cadaveri, “molti già in stato di decomposizione”: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/07/24/-gazavia-libera-aviazione-americana-a-voli-su-tel-aviv-_db17f04a-f316-472d-ae4b-ab69a8ff6806.html

  12. luglio 28, 2014 alle 11:35 PM

    A.N.S.A., 28 luglio 2014
    Gaza, scambio di accuse su strage di bambini. Netanyahu: “Andremo avanti a lungo”.
    Muoiono 7 bambini palestinesi. Colpo di mortaio uccide 4 israeliani: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/28/gaza-obama-e-lonu-premono-per-tregua_2a6220e3-cb78-4255-8654-f37856b137f7.html

  13. Bio IX
    luglio 29, 2014 alle 12:32 PM

    Dr. Mads Gilbert (medico norvegese) una foto, un saluto, un bambino palestinese http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13708
    Come può Dio tollerare tutto questo?

  14. luglio 29, 2014 alle 11:21 PM

    A.N.S.A, 29 luglio 2014
    Gaza è senza luce, bombardata l’unica centrale elettrica Il video. Morti 230 bimbi.
    Fonte Israele, obiettivi raggiunti, politica decida: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/28/gaza-obama-e-lonu-premono-per-tregua_2a6220e3-cb78-4255-8654-f37856b137f7.html

  15. luglio 30, 2014 alle 2:55 PM

    A.N.S.A., 30 luglio 2014
    Fuoco a Gaza, colpita un’altra scuola dell’Onu. Almeno 20 morti nel campo di Jabaliya.
    Gaza è al buio dopo che i bombardamenti hanno messo fuori uso l’unica centrale elettrica: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/30/gaza-colpita-unaltra-scuola-dellonu.-almeno-15-morti-nel-campo-di-jabaliya_c36ba246-0d0b-4d2f-9645-8228c399b1ca.html

    ———————————

    Israele,colpiti 80 obiettivi nella notte.
    5 moschee per ‘fini terrore’. 2670 razzi, 280 dentro Gaza stessa: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/30/israelecolpiti-80-obiettivi-nella-notte_d003a770-bf43-4b70-8eb4-74b29beb4119.html

  16. luglio 31, 2014 alle 2:53 PM

    A.N.S.A., 31 luglio 2014
    Gaza, Israele va avanti: mobilitati altri 16.000 riservisti.
    Ieri cannonate su un’altra scuola Onu, almeno 20 morti: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/30/gaza-colpita-unaltra-scuola-dellonu.-almeno-15-morti-nel-campo-di-jabaliya_c36ba246-0d0b-4d2f-9645-8228c399b1ca.html

    ________________________________________________________

    ——————————————————-

    ———————————————————-

  17. agosto 1, 2014 alle 7:59 am

    A.N.S.A., 1 agosto 2014
    Gaza, Usa, c’è un accordo tra Israele e Hamas per una tregua di 72 ore.
    Tel Aviv in giornata aveva decisio la mobilitazione di altri 16 mila riservisti: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/30/gaza-colpita-unaltra-scuola-dellonu.-almeno-15-morti-nel-campo-di-jabaliya_c36ba246-0d0b-4d2f-9645-8228c399b1ca.html

  18. agosto 2, 2014 alle 6:17 PM

    A.N.S.A., 2 agosto 2014
    Gaza, Netanyahu: ‘Continueremo fino a missione compiuta’.
    Renzi al Cairo, appello per immediato rilascio soldato Israele: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/07/30/gaza-colpita-unaltra-scuola-dellonu.-almeno-15-morti-nel-campo-di-jabaliya_c36ba246-0d0b-4d2f-9645-8228c399b1ca.html

  19. agosto 4, 2014 alle 10:09 PM

    A.N.S.A., 4 agosto 2014
    Egitto conferma tregua 72 ore, si’ anche da Israele.
    Morto un passante. Ucciso dalla polizia il conducente del bulldozer. Poi un uomo a bordo di una motocicletta ha sparato contro un agente nei pressi di un campus universitario: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/04/israele-un-ferito-in-attacco-terrorista_a233cdf7-0f29-40c9-af8f-9ef3d18319d1.html

  20. agosto 6, 2014 alle 3:55 PM

    A.N.S.A., 6 agosto 2014
    Gaza: tregua e riapertura aeroporto, si negozia al Cairo.
    C’è anche delegazione Israele, si cerca di allungare la tregua: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/04/israele-un-ferito-in-attacco-terrorista_a233cdf7-0f29-40c9-af8f-9ef3d18319d1.html

    —————————————–

    Finita la guerra, deposte le armi, ritorna la vita, si gioca a pallone.
    Dalla spiaggia di Gaza a Kabul, i giovani si riprendono gli spazi: http://www.ansa.it/sito/photogallery/primopiano/2014/08/06/dalla-spiaggia-di-gaza-a-kabul-i-giovani-si-riprendono-gli-spazi_cd7b2df9-6849-4b22-9863-99439de42aaf.html

  21. agosto 8, 2014 alle 10:48 am

    finita la tregua.

    A.N.S.A., 8 agosto 2014
    Gaza, torna la guerra. Razzi dalla Striscia e Israele ordina di rispondere “con forza”.
    Netanyahu dà ordine di rispondere “con forza” al lancio di razzi di sparati da Hamas: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/08/08/gaza-torna-la-guerra.-razzi-dalla-striscia-e-israele-ordina-di-rispondere-con-forza_4f564cbb-be84-459e-90e3-1ef66897ea89.html

    ____________________________________________

    da Il Corriere della Sera, 8 agosto 2014
    Gaza, finita la tregua di 72 ore. Razzi da Hamas, Israele risponde.
    Nessun accordo Hamas-Israele. Razzi sul territorio israeliano: http://www.corriere.it/esteri/14_agosto_08/gaza-lancio-razzi-israele-hamas-non-prolunghiamo-tregua-7b993a8a-1eb3-11e4-935f-58b9b86038b5.shtml

  22. agosto 9, 2014 alle 7:59 PM

    la madre degli imbecilli è sempre incinta.

    da Il Fatto Quotidiano, 9 agosto 2014
    Gaza, manifesti a Roma: “Boicotta i negozi ebrei contro il massacro dei palestinesi”.
    Le affissioni sono state rinvenute alle prime ore di questa mattina sui muri di alcuni quartieri della Capitale. Il sindaco Marino: “Sono stati subito rimossi”. Indaga la Digos, che ieri aveva eseguito perquisizioni nei confronti di tre persone sotto inchiesta per le scritte antisemite comparse nella notte tra il 27 e il 28 luglio: http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/09/gaza-manifesti-a-roma-boicotta-i-negozi-ebrei-contro-massacro-dei-palestinesi/1086988/

  23. agosto 13, 2014 alle 10:13 PM

    A.N.S.A., 13 agosto 2014
    Gaza: rotta la tregua, razzi poi raid isreaeliani.
    Tre razzi verso Israele, droni e attacchi nella Striscia: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/13/gaza-rotta-tregua-razzi-poi-raid_dbec1101-cc17-440c-b08c-9efa7a5004f8.html

  24. agosto 14, 2014 alle 5:14 PM

    A.N.S.A., 14 agosto 2014
    Gaza, prima razzi poi raid isreaeliani. Scatta la tregua e subito vacilla.
    Tre razzi verso Israele, droni e attacchi nella Striscia: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/13/gaza-rotta-tregua-razzi-poi-raid_dbec1101-cc17-440c-b08c-9efa7a5004f8.html

  25. agosto 19, 2014 alle 6:15 PM

    A.N.S.A., 19 agosto 2014
    Gaza: razzi su Israele, salta la tregua.
    Jihad e Hamas denunciano: “Israele impedisce accordo”: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/18/gaza-stampa-oltre-2.000-morti_cfa78de9-d38b-4647-8b46-ab100403b4dd.html

    ___________________________________________

    da Il Corriere della Sera, 19 agosto 2014
    TREGUA VIOLATA. Gaza, razzi su Israele. Salta la tregua.
    Netanyahu ordina nuovi raid. A poche ore dalla fine della tregua Hamas lancia tre razzi. Immediata la reazione di Tel Aviv che richiama in patria i negoziatori al Cairo e bombarda «10 obbiettivi terroristici»: http://www.corriere.it/esteri/14_agosto_19/gaza-razzi-israele-salta-tregua-8d9cf952-27a4-11e4-9bb1-eba6be273e09.shtml

  26. Pietro Pirredda - Arzachena (Italia)
    agosto 19, 2014 alle 7:14 PM

    Non c’è il volere di nessuno per creare la pace in quei posti….si devo incastrare troppi interessi
    La situazione è però secondo me stata creata quando si decise che in questi posti doveva sorgere lo stato di Israele, una scelta tattica più che umanitaria.

  27. agosto 20, 2014 alle 10:24 PM

    A.N.S.A., 20 agosto 2014
    Israele, mercoledì 175 razzi Hamas.
    Lo rende noto esercito, 3.700 da inizio crisi: http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2014/08/20/israele-mercoledi-175-razzi-hamas_3cef2a55-80c6-4194-848f-1b22efd74a40.html

  28. agosto 22, 2014 alle 8:15 PM

    A.N.S.A., 22 agosto 2014
    Gaza: Israele, bambino ucciso da colpo mortaio. Razzi su Tel Aviv.
    Morti quattro palestinesi in due diversi raid di Israele: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/22/-gazaesecuzione-pubblica-7-presunti-collaborazionisti-_bc0a7710-d48a-4b3d-8950-5a3e0849095d.html

  29. agosto 26, 2014 alle 9:39 PM

    dai..e fatela ‘sta tregua…

    A.N.S.A., 26 agosto 2014
    Gaza, intesa su nuova tregua. Ma fuoco su Neghev uccide un israeliano.
    Hamas canta vittoria, spari in aria. Versetti coranici di ringraziamento dai minareti: http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2014/08/23/gaza-maan-hamas-giustizia-altri-4-collaborazionisti-2_737b8581-3c2a-411b-bcfb-661e9349278e.html

  30. novembre 19, 2014 alle 2:55 PM

    no, non c’è proprio speranza.

    A.N.S.A., 19 novembre 2014
    Gerusalemme, attacco alla Sinagoga: uccisi 4 rabbini e un poliziotto.
    Hamas minaccia: non è finita. Netanyahu: città sotto attacco: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/11/18/-mo-media-attacco-a-sinagoga-gerusalemme-5-morti-_c21989af-4702-45f0-9bf4-09d382b7188d.html

  31. Arpia
    luglio 23, 2016 alle 4:08 PM

    Da alcune tv pubbliche che tanto pubbliche non sono ne democratiche, dove la propaganda ( Chomsky fa’ notare che la propaganda sta’ alle democrazie come la violenza sta’ alle dittature), prende il posto della narrativa propagandistica accordata e dove i giornalisti ripetono cio’ che gli vene dettato a masse che vogliono essere tenute nell’ignoranza, certi argomenti che venivano prima trattati ora vengono censurati o dimenticati dalla BBC, come pare anche in Italia. Per non dimenticare.
    http://www.globalresearch.ca/gaza-lives-story-by-anonymous/5537237

  32. Arpia
    agosto 4, 2016 alle 6:09 PM

    Consiglio di vedere il documentario citato in questo articolo, Occupation of the american mind, con Interventi di Chomsky, almeno lui e’ ebreo quindi non lo possono insultare piu’ di tanto! Le finte guerre di religione che stanno distruggendo i Palestinesi. Non ci crederete ma appaiono documenti dove si dice di dare il minimo di calorie per non essere accusati di genocidio per il popolo palestinese! Le armi e i fondi vengono dai soliti, viene tolta l’acqua e chi critica viene accusato di antisemitismo anche se i semiti sono pure i Palestinesi, cose che molti non sanno.
    In us la propaganda e’ talmente forte che gli americani pensano, come da grafico che Palestine invade Israel!
    http://www.globalresearch.ca/documentary-reveals-how-israel-convinces-americans-palestine-occupies-israel/5537500

    RT e telesur la tv voluta da Chavez sono tra i due canali e siti che parlano ancora della Palestina, si perché la bbc che regolarmente riportava sulla Palestina ora censura persino un rapper che canta, free Palestine! Incredibile ma vero.
    Per chi si sentisse sconnesso dal tema questo per chi conosce il medio oriente e’ una delle cose piu’ importanti da risolvere, pace in Palestina e’ alla base della pace globale.

  33. Arpia
    agosto 6, 2016 alle 9:32 PM

    La chiave nel cambiamento dei media in UK e in particola verso la Palestina sta’ in questo documentario e la stessa aria tira in Italia.
    Il fatto che in Italia ci siano delle strane fusioni nei media impensabili prima con presunta liberta’ giornalistica fanno riflettere.

    https://duckduckgo.com/?q=ch4+documentary+israel+lobbies&ia=videos&iai=cchSEL5uyOE

  34. Arpia
  35. Arpia
    agosto 13, 2016 alle 4:59 PM

    In modo semplice e spiegato come un cartone animato il conflitto o meglio l’occupazione militare di cui e’ vietato quasi parlare.

    https://jewishvoiceforpeace.org/israeli-palestinian-conflict-101/

    Da 8min in poi introduzione e UN Chomsky talk on Palestine and US role.

    http://www.democracynow.org/2014/10/22/in_un_speech_noam_chomsky_blasts

    Documentario del 2002 ma ancora attualissimo.

    http://johnpilger.com/videos/palestine-is-still-the-issue

    L’acqua viene usata liberamente nelle zone occupate e regolata e tolta nelle zone palestinesi, rifugiati a casa propria. Il mondo tace ed e’ complice.

    http://www.presstv.com/Detail/2016/07/11/474729/Palestine-West-Bank-water-shortage-Israel-

    http://www.reuters.com/article/us-israel-conscription-idUSBREA210I820140302

  36. Arpia
  37. Arpia
  38. Arpia
    settembre 1, 2016 alle 4:37 PM

    Ho letto di Chomsky che parla di implosione di Israel di vari articoli che parlano di guerra civile di vari gruppi che parlano di varie cose, di militari di alto grado che di recente parano di ondata di fascismo, ora? Dove sono le varie comunita’ internazionali? Dove sono le persone mentre si macellano bambini e adulti con varie scuse? Siamo come paesi complici o al servizio di… Vergognoso, scusate ma c’e’ da vomitare quando la gente va’ a toccare la mano o fare accordi con persone connesse con tanti morti.
    Perché la gente non prova repulsione quando accadono certe cose? La mia rabbia viene dall’indifferenza e il menefreghismo che vedo nei confronti di morti innocenti, il fatto e’ che il razzismo esiste ed e’ la causa di questa vergognosa indifferenza.

    http://www.reuters.com/article/us-israel-politics-idUSKCN0YE1I6

  39. Arpia
  40. Arpia
  41. Arpia
  42. Arpia
    settembre 6, 2016 alle 7:37 PM

    Gaza chiede l’intervento dell’ICC per i crimini di guerra del 2014, Israele dice che non ha nulla da nascondere ma che ICC non ha jurisdiction.
    Meglio di nulla anche se l’ICC e’ uno strano organismo come magari alcuni avranno notato.
    Basta leggere o ascoltare le interviste della Svizzera Carla del Ponte la quale ha fatto notare l’ostruzionismo e l’ingiustizia di questo sistema.

    https://www.rt.com/news/358114-israel-gaza-icc-visit/

    Putin invita in Russia per una trattativa di pace.
    https://www.rt.com/news/358283-netanyahu-putin-abbas-moscow/

    Da poco tre scienziate palestinesi hanno avuto delle richieste per andare fuori dal paese ma Israele non le ha fatte uscire dal paese, solo dopo l’intervento russo una ma solo una ha avuto il permesso. Incredibile ma vero.

  43. Arpia
    settembre 15, 2016 alle 1:07 PM

    L’incontro in Russia proposto da Putin non e’ andato in porto.

    Qua un articolo di qualche hanno fa e della scelta inusuale per il campo scientifico di livello internazionale.

    https://www.yahoo.com/news/stephen-hawking-backs-boycott-israeli-academics-152822565.html?ref=gs

  44. Arpia
  45. Arpia
  46. Arpia
  47. Arpia
  48. Arpia
  49. Arpia
  50. Arpia
    ottobre 16, 2016 alle 2:52 am
  51. Arpia
    ottobre 16, 2016 alle 3:28 am

    Il gruppo ortodosso Jewish di Stamford Hill, North London, Uk, di cui ho parlato in un commento precedente, che supporta la causa palestinese ed e’ contro l’occupazione. Ritengono che uccidere e sottrarre la terra vada contro l’insegnamento religioso oltre al fatto che per motivi religiosi non posso avere una terra stabile finche’ non verranno richiamati, motivo per il quale devono stare in giro per il mondo.
    Da notare che quando la giornalista sta’ per entrare avvisano dicono che arrivano gli English.

    https://duckduckgo.com/?q=ortodox+jews+against+israel&ia=videos&iai=FKplabTRuak

  52. Arpia
    ottobre 22, 2016 alle 2:42 PM

    Quando la pace e i premi assumono strane connotazioni, spiegate dall’interno.

    https://duckduckgo.com/?q=miko+peled+going+undergrouns+rt&ia=videos&iai=KoDFEU54kD0

  53. Arpia
  54. Arpia
  55. gennaio 9, 2017 alle 2:56 PM

    senza speranza.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: