Home > "altri" animali, aree urbane, biodiversità, Italia, sostenibilità ambientale > Se un Picchio bussa alle vostre finestre…

Se un Picchio bussa alle vostre finestre…


Al Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ormai arrivano mediamente più di un centinaio di segnalazioni e richieste al mese, più di 1.500 all’anno.

Alcune sono piuttosto curiose, ma sono meno assurde di quanto possa apparire.

Che cosa fareste, per esempio, se un Picchio bussasse con insistenza sulle vostre finestre?

Qui un video proveniente dal Veneto rende chiaramente l’idea.

Ovviamente potrebbe causare qualche problema, ma, altrettanto ovviamente, vi sono dei modi incruenti per cercare di risolverli.

mangiatoia per i Picchi

mangiatoia per i Picchi

In primo luogo, bisogna verificare se il Picchio sia stato attirato da una presenza manifesta di api, termiti, insetti vari, nelle parti lignee dell’abitazione. In questo caso, è fondamentale un intervento, con metodi naturali, per liberare la struttura.

Poi, è consigliabile piantare alberi da frutto e/o arbusti con bacche (Corbezzolo, Ginepro, ecc.) e una mangiatoia di sugna, se non fa troppo caldo, reperibile nei più forniti negozi per altri animali, così da attirarli in luoghi lontani dall’abitazione.  I Picchi sono infatti attirati dal sapore dolciastro.

elementi riflettenti per allontanare i Picchi

elementi riflettenti per allontanare i Picchi

Possono, inoltre, esser appesi nei punti dell’abitazione frequentati dai Picchi nastrini colorati, striscioline di alluminio, vecchi CD, elementi che riflettano la luce visibili anche da lontano.  Anche sagome di rapaci possono essere utili.

Si tratta di una serie di accorgimenti che, con un po’ di pazienza e buona volontà, possono permettere una vicinanza più serena con il nostro amico Picchio e permetterci anche di scattare qualche bella fotografia.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

(immagini da http://it.wikihow.com/Liberarsi-dei-Picchi)

  1. max
    gennaio 4, 2014 alle 8:07 am

    se qualunque animale selvatico bussa alla tua porta, fagli un favore chiama il 1515 del Corpo Forestale dello Stato; loro sapranno cosa fare…

    • gennaio 4, 2014 alle 11:49 am

      Grazie di Cuore per questo bellissimo e utile post!
      E grazie anche al signor Romeo Trevisan (Cfr. il primo video), per la delicatezza delle sue parole… del suo Cuore.

      Eli

    • gennaio 4, 2014 alle 4:01 pm

      sarebbe la soluzione ideale, ma se il Corpo forestale non ha personale disponibile per cose simili?

  2. raniero
    gennaio 4, 2014 alle 11:21 am

    un video bellissimo e molto drammatico. incredibili il coraggio e la perseveranza del genitore Picchio testa rossa nel difendere le uova od i suoi piccoli allevati nel buco dove il serpente si è introdotto per mangiarli. speriamo che il picchio riesca nel suo intento.
    magari venisse un picchio qualsiasi a bussare a casa mia o davanti casa!
    il video verrà dal Veneto ma è certamente esotico, credo girato in USA. il Picchio testa rossa è quello che ha ispirato il famoso, simpatico Picchiarello di Walt Disney.

    • gennaio 4, 2014 alle 1:58 pm

      raniero :
      un video bellissimo e molto drammatico. incredibili il coraggio e la perseveranza del genitore Picchio testa rossa nel difendere le uova od i suoi piccoli allevati nel buco dove il serpente si è introdotto per mangiarli. speriamo che il picchio riesca nel suo intento.
      magari venisse un picchio qualsiasi a bussare a casa mia o davanti casa!

      Mi hai tolto le parole dal… Cuore.

  3. gennaio 4, 2014 alle 3:59 pm
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: