Home > Europa, Italia, società > Il Papa si dimette, ma non cambia squadra.

Il Papa si dimette, ma non cambia squadra.


il Papa non va al Milan

E’  storia, il Successore di Pietro si dimette, ma non va al Milan a far coppia d’attacco con Mario Balottelli.

No, non siamo irriverenti, tantomeno blasfemi.

Cerchiamo, con tutti i limiti degli esseri umani, di sdrammatizzare un po’ un fatto epocale, grazie alla graffiante ironìa di Miquel.

Siamo molto vicini all’uomo Joseph Ratzinger…un po’ di leggerezza può aiutare un passo così pesante, per più di un miliardo e mezzo di cattolici e non solo…

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

anatre_in_volo“Fratres carissimi, non solum propter tres canonizationes ad hoc Consistorium vos convocavi, sed etiam ut vobis decisionem magni momenti pro Ecclesiae vitae communicem.

Conscientia mea iterum atque iterum coram Deo explorata ad cognitionem certam perveni vires meas ingravescente aetate non iam aptas esse ad munus Petrinum aeque administrandum. Bene conscius sum hoc munus secundum suam essentiam spiritualem non solum agendo et loquendo exsequi debere, sed non minus patiendo et orando. Attamen in mundo nostri temporis rapidis mutationibus subiecto et quaestionibus magni ponderis pro vita fidei perturbato ad navem Sancti Petri gubernandam et ad annuntiandum Evangelium etiam vigor quidam corporis et animae necessarius est, qui ultimis mensibus in me modo tali minuitur, ut incapacitatem meam ad ministerium mihi commissum bene administrandum agnoscere debeam.

Quapropter bene conscius ponderis huius actus plena libertate declaro me ministerio Episcopi Romae, Successoris Sancti Petri, mihi per manus Cardinalium die 19 aprilis MMV commissum renuntiare ita ut a die 28 februarii MMXIII, hora 29, sedes Romae, sedes Sancti Petri vacet et Conclave ad eligendum novum Summum Pontificem ab his quibus competit convocandum esse. Fratres carissimi, ex toto corde gratias ago vobis pro omni amore et labore, quo mecum pondus ministerii mei portastis et veniam peto pro omnibus defectibus meis. Nunc autem Sanctam Dei Ecclesiam curae Summi eius Pastoris, Domini nostri Iesu Christi confidimus sanctamque eius Matrem Mariam imploramus, ut patribus Cardinalibus in eligendo novo Summo Pontifice materna sua bonitate assistat. Quod ad me attinet etiam in futuro vita orationi dedicata Sanctae Ecclesiae Dei toto ex corde servire velim”.

un fulmine colpisce la cupola di San Pietro durante un temporale, nel giorno dell'annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI, Città del Vaticano, 11 febbraio 2013 (foto A.N.S.A./Alessandro Di Meo)

un fulmine colpisce la cupola di San Pietro durante un temporale, nel giorno dell’annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI, Città del Vaticano, 11 febbraio 2013 (foto A.N.S.A./Alessandro Di Meo)

(fotomontaggio by Miquel)

  1. Mara
    febbraio 12, 2013 alle 3:10 pm

    Infinito rispetto per l’uomo, per il suo coraggio e l’umiltà. Magnifico esempio, che non sarà seguito da nessuno.

  2. febbraio 12, 2013 alle 3:26 pm

    latino in gran spolvero, forse dovevano spolverarlo meglio … vedi l’articolo di Luciano Canfora sul testo della rinuncia sul Corriere di oggi 😉 http://jasminelamorgia.wordpress.com/2013/02/12/sembrava-lincipit-di-una-barzelletta/

  3. Pietro
    febbraio 12, 2013 alle 4:37 pm

    Leggete questa fresca…fresca!!!domenica 30 dicembre 2012
    IL TRATTATO DEL MES CHE PORTERA’ MISERIA E DISPERAZIONE
    22:30 | Pubblicato da admin |

    Gli stati non hanno piu’ neppure la possibilita’ di trattare e di discutere democraticamente con la popolazione le misure economiche da attuare e si devono limitare a esegure le riforme strutturali (tagli drastici nel settore sociale, svendita dei beni pubblici e liberalizzazioni selvagge) imposte dal fondo.

    Di M.Pizzuti

    Il Trattato del MES che portera’ miseria e disperazione di cui i media tradizionali non ci hanno informato : ”Lo scopo della crisi finanziara, artificialmente prodotta dall’elite’, e’ quello di imporre agli stati europei qualsiasi condizione venga decisa dagli oligarchi del grande capitale.Una di queste e’ l’istituzione del Mes (Meccanismo Europeo di Stabilita’) in ben diciassette paesi europei.E’ un’istituzione finanziaria internazionale con sede in Lussemburgo, che ufficialmente avrebbe lo scopo di prestare aiuto economico agli stati membri in difficolta’, ma che di fatto costituisce la fine della sovranita’ nazionale e dell’autodeterminazione dei popoli.
    Si tratta infatti di un patto che, secondo quanto stabilito dal Consiglio Europeo, obbliga gli stati a sottomettersi all’autorita’ dispotica di un nuovo super organismo europeo a cui viene conferita un’indipendenza e un’impunita’ tale, che lo pongono al di sopra della legge.Gli stati non hanno piu’ neppure la possibilita’ di trattare e di discutere democraticamente con la popolazione le misure economiche da attuare e si devono limitare a esegure le riforme strutturali (tagli drastici nel settore sociale, svendita dei beni pubblici e liberalizzazioni selvagge) imposte dal fondo. Il Trattato del Mes conferisce inoltre ai dirigenti dell’ente sovrannazionale il potere di richiedere in qualsiasi momento un aumento del capitale, senza che i governi o i parlamenti nazionali possano opporsi. Dall’art. 32 del Trattato i beni, le sedi e i membri del MES godono di privilegi e immunita’ da ogni forma di giurisdizione. I beni, le disponibilita’ e le proprieta’ del MES non possono essere oggetto di perquisizione, sequestro, confisca, esproprio o qualsiasi altra forma di sequestro o pignoramento derivanti da azioni esecutive, giudiziarie, amministrative o normative. I locali del Mes vengono letteralmente definiti ”inviolabili”.Tutti i beni, le disponiblita’ e le proprieta’ del Mes sono esenti da restrizioni, regolamentazioni, controlli e moratorie di ogni genere.
    Le decisioni del MES inoltre vegono assunte al di fuori di qualsiasi controllo democratico : ”I membri o gli ex membri del Consiglio dei Governatori e del Consiglio di Amministrazione e il personale che lavora, o ha lavorato per, o in rapporto con il Mes, sono tenuti a non rivelare informazioni protette dal segreto professionale.Essi sono tenuti, anche dopo la cessazione delle loro funzioni, a non divulgare informazioni che per loro natura sono protette dal segreto professionale”. L’art 35 conferisce l’immunita’ di giurisdizione del personale per gli atti da loro compiuti nell’esercizio ufficiale delle loro funzioni e dell’inviolabilita’ per tutti gli atti scritti e i documenti ufficiali redatti. Qualsiasi questione inerente all’interpretazione o alle disposizioni di applicazione delle norme del trattato e’ sottoposta alla decisione degli stessi organi dell’ente. Il Mes e’ diretto da un consiglio di governatori, da un consiglio di amministrazione e da un direttore generale.Gli stati membri si impegnano incondizionatamente e irrevocabilmente a versare al MES qualsiasi somma venga loro richiesta e ad adottare le misure economiche da esso stabilite. Tale obbligo e’ irrevocabile poiche’, anche nel caso in cui ci fossero le elezioni nello stato interessato dal provvedimento, e si formasse un nuovo parlamento contrario agli accordi del MES, il trattato dovra’ comunque rimanere in vigore. Il capitale iniziale del MES, il trattato dovra’ comunque rimanere in vigore. Il capitale inziale del Mes, e’ come se qualcuno ci avesse detto:”Voi mi affidate i vostri soldi e poi li gestisco alle seguenti condizioni: 1- non avete diritto di chiedermi delucidazioni su come li spendo e non potete effettuare nessun tipo di controllo sulla mia gestione.Decido io quali informazioni darvi e con quali modalita’; 2-oltre all’importo iniziale, siete obbligati a versarmi anche tutte le successive somme aggiuntive che vi richiedero’ 3-se avrete bisogno di un prestito, decidero’ io se concedervelo e a quali condizioni; 4-nel caso emergano degli illeciti finanziari, delle irregolarita’ o anche dei crimini gravissimi non potrete denunciarmi a meno che non sia io stesso ad autorizzarvi Accettate? Nessuna persona lucida di mente potrebbe mai tollerare condizioni simili, eppure lo stato d’ipnosi collettiva creato dall’elite’, attraverso il monopolio dell’informazione, consente che ad accettarle siano interi stati sovrani. E l’aspetto piu’ inquietante della vicenda e’ che il controllo mentale sulle masse e’ talmente evidente, che le clausole del Trattato invece di essere tenute segrete posssono essere pubblicate online nella massima indifferenza generale. La popolazine confida cosi’ ciecamente nella trasparenza degli organi d’informazione istituzionali, da arrivare a ritenere che, se ci fosse qualche pericolo reale, i mass media se ne occuperebbero.”

    Fonte: fintatolleranza.blogspot.it – Tratto da: frontediliberazionedaibanchieri.it

  4. mtb
    febbraio 12, 2013 alle 6:16 pm

    Che ne direste di un papa di colore(qualsiasi colore ma preferirei nero.L’Africa ne avrebbe bisogno) più lontano dagli interessi europei,banche comprese?

  5. febbraio 12, 2013 alle 10:02 pm

    Reblogged this on Il blog di Fabio Argiolas.

  6. arpia
    febbraio 13, 2013 alle 3:34 am

    Che ne direste di mettere finalmente un ecologista verace nella posizione che si sta’ per liberare? Con tutto quel bel malloppo si potrebbero fare tanti bei progetti!!!!!!!!

  7. mtb
    febbraio 15, 2013 alle 7:33 pm

    Con tutto il rispetto per l’ecologia il papa dovrebbe diventare il paladino della foca monaca?

  8. arpia
    febbraio 17, 2013 alle 3:42 am

    Foca essendo monaca gia’ ha diritto, poi Dio ha creato animali umani e pianeta, perche’ non avere dei protettori nei piani alti! Anche se il mio pensiero e’ ateo. Mi fa’ ridere l’idea della purezza del prete africano di colore!!!!!!!!!!!!!!! E la corruzione in Africa della chiesa?! La chiesa punta sull’Africa dopo la caduta del fun club clero nel mondo occidentale ma che sia cosa pura e pulita e’ una vera fantasia. Ci sono dei bei documentari della BBC a riguardo. La chiesa any colour gli si voglia dare e’ sempre attaccata ad un colore il green del dollaro e ed e’ sempre una mega potenza politica nulla di umile o di caritatevole!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: