Home > "altri" animali > Il cane non deve bere. Lo dice il Sindaco.

Il cane non deve bere. Lo dice il Sindaco.


pagina facebook di Michele D’Ambrosio, Sindaco di Santeramo in Colle

Ci sono degli amministratori locali che riescono con poche parole a dare un quadro molto poco edificante di se.  E se ne vantano pure.

Uno di questi è Michele D’Ambrosio, Sindaco di Santeramo in Colle (BA), docente di religione, del P.D., eletto da una coalizione di centro-sinistra.

Fa caldo, in quest’estate torrida e afosa.   E viene sete.  Anche ai cani

“Cavoli loro”, forse ha educatamente pensato il Sindaco.   Ha, quindi, avuto un’idea geniale e l’ha esternata ai suoi concittadini: abbiamo installato una cannuccia alle fontanine di piazza Di Vagno con pulsante erogatore di acqua per impedire ai cani randagi di bere allo zampillo da cui si dissetavano i bambini!

Comune di Trieste, avviso ciotole acqua per cani (1877)

Il 24 maggio 1877 il Magistrato civico di Trieste ricordava “ai proprietari di negozi, botteghe, ed officine l’obbligo di tenere costantemente, durante tutta la stagione calda, esposto il prescritto recipiente d’acqua monda, affinchè i cani vaganti possano dissetarsi”.

Altri tempi, altre persone, altro senso della collettività, altra semplice pietas verso gli “altri” animali, si dirà.

Però il sindaco Michele D’Ambrosio può migliorare.

Chi volesse ricordare al sindaco nonché docente di religione Michele D’Ambrosio l’opera di misericordia corporale di dar da bere agli assetati, indicataci da Gesù nel Vangelo (Matteo, 25), può scrivergli all’indirizzo di posta elettronica micheledambrosiosindaco@comune.santeramo.ba.it.

Anche i cani possono dissetarsi, ricordiamolo a ‘sto Sindaco.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

P.S.   si ringrazia Manlio, che segue con assiduità il nostro blog, per la segnalazione.

ciotole di acqua per cani

 

 

(immagine pagina facebook, foto da mailing list animalista)

  1. icittadiniprimaditutto
    agosto 23, 2012 alle 5:47 pm

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Mara
    agosto 23, 2012 alle 6:44 pm

    Fatto. Ho scritto una lettera educatissima, anche se ho dovuto reprimere il nervoso…
    Grazie Manlio

  3. agosto 23, 2012 alle 8:10 pm

    I cani hanno sete ed il sindaco, insegnante di religione per volontà della Curia non dello Stato (la Curia nomina e lo Stato paga!), vieta loro di bere. Invece gli asini, tutti gli asini, qualunque sia la loro attività non solo bevono ma impediscono ai cani di bere.
    Io non gli scrivo. Non mi risulta che i somari sappiano leggere!

  1. agosto 23, 2012 alle 8:15 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: