Home > coste, criminalità organizzata, giustizia > La mafia in Sardegna non esiste.

La mafia in Sardegna non esiste.


Gallura, cantiere edile sulla costa

 

 

Nella Gallura ridens dove ormai ogni mattone non luccica d’oro, come solo qualche anno fa, ecco un nuovo segnale della presenza ben più che sospetta della criminalità organizzata.   Dal business dell’energia eolica agli investimenti turistici.

Stiamo, però, tutti tranquilli: la mafia in Sardegna non esiste…..

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

 

da La Nuova Sardegna on line, 5 luglio 2012

Mafia, sequestrato albergo a Loiri Porto San Paolo. I finanzieri del nucleo di polizia tributaria hanno messo i sigilli all’hotel Il Faro Molarotto e a un bar vicino a Olbia.

OLBIA.La Gdfdi Milano, nell’ambito dell’inchiesta della Dda sulla presunta cosca mafiosa dei D’Agosta con al centro l’intestazione fraudolenta di beni per 5 milioni di euro, ha sequestrato lo ’storicò bar-ristorante milanese «Samarani Cafe», in piazza Diaz, a due passi dal Duomo. Nell’ambito delle indagini sul reimpiego di capitali illeciti, i finanzieri del nucleo di polizia tributaria hanno messo i sigilli anche all’hotel “Il Faro Molarotto” a Loiri Porto San paolo e a un altro bar in provincia di Olbia Tempio.   Gli accertamenti dei militari della Gdf hanno riguardato, in particolare, due presunti appartenenti a una cosca mafiosa di Vittoria (Ragusa), Carmelo e Gianfranco D’Agosta, già condannati a vario titolo per associazione mafiosa e traffico di droga. Stando alle indagini, coordinate dal pm Claudio Gittardi, sarebbero emerse una serie di «discrasie» tra i redditi dichiarati dai due e i beni intestati a loro o a presunti prestanome. Ipotesi che ha fatto scattare il sequestro preventivo, deciso dal gip di Milano Anna Maria Zamagni, in base alle norme sull’intestazione fittizia di beni relative a soggetti già condannati per associazione mafiosa. Il «Samarani cafe» era già stato coinvolto, negli anni ’90, in indagini simili che riguardavano presunti esponenti mafiosi siciliani e investimenti illeciti in locali e attività a Milano. Ieri poi nel capoluogo lombardo era stato sequestrato anche il bar «Gran Caffè Sforza», sempre in centro, nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Napoli sulla camorra «cutoliana» del clan Belforte. Nel blitz di oggi, invece, sono stati sequestrati anche l’hotel a quattro stelle «Il Faro Molarotto», e un altro bar in Sardegna, oltre ad un’auto di grossa cilindrata.

 

(foto per conto GrIG)

  1. luglio 8, 2012 alle 3:01 PM

    da La Nuova Sardegna, 8 luglio 2012
    GUARDIA DI FINANZA. Mafia in città, l’inchiesta continua. Al setaccio delle fiamme gialle quote societarie e conti bancari.

    OLBIA. La guardia di finanza continua a lavorare sul fascicolo che ha portato al sequestro di quote societarie di due immobili in Gallura, il Babilonia Cafè, nel centro della città, e l’albergo a quattro stelle di Porto San Paolo “Il Faro di Molarotto”. I beni secondo l’indagine delle fiamme gialle sono riconducibili alla famiglia D’Agosta, al centro delle attenzioni degli investigatori perché in odore di mafia. L’operazione guidata dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano vede in Gallura solo una piccola parte dell’attività. Altri sequestri sono avvenuti a Milano, in particolare il prestigioso Samarani Caffè, nel cuore della città meneghina a due passi dal Duomo. Mercoledì le fiamme gialle nell’isola hanno solo portato a termine il filone sardo dell’operazione. Il risultato di una attività di intelligence andata avanti in totale silenzio per oltre un anno. In particolare sono ora al centro dell’attenzione degli investigatori i passaggi di quote societarie, anche se per il momento non risultano esserci altre persone indagate nell’inchiesta che ha le sue radici in Lombardia. Sotto controllo anche i movimenti bancari, e proprio questi sarebbero ancora al centro della attività di analisi da parte degli investigatori della guardia di finanza. Gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo, ma non si esclude che a breve potrebbero esserci ulteriori novità. In altre parole l’inchiesta sarebbe ancora in una fase iniziale e potrebbe dare ulteriori e clamorosi risvolti. Il valore complessivo dei beni messi sotto sequestro tra la Serdegna e Milano ammonta a cinque milioni. A dare il via libera all’operazione è stato il gip Anna Maria Zamagni, nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal pubblico ministero della Dda meneghina Claudio Gittardi. Nel mirino degli inquirenti, in particolare, sono finiti i fratelli D’Agosta. Secondo gli investigatori sarebbero emerse una serie di «discrasie» tra i redditi dichiarati dai due fratelli e i beni a loro riconducibili.

  2. Francesco Mura. Teulada.
    luglio 9, 2012 alle 6:22 PM

    Mafia in sardegna? Son tutte fantasie giornalistiche. Flavio Carboni? Non è mai esistito.

  3. febbraio 13, 2013 alle 2:52 PM

    dal blog di Francesco Giorgioni, 13 febbraio 2013
    LA MAFIA IN GALLURA C’E’, IL GOVERNO CONFERMA: http://francescogiorgioni.blogspot.it/2013/02/la-mafia-in-gallura-ce-il-governo.html

    qui l’INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/16703 del 21 giugno 2012 e la risposta del Governo in data 22 gennaio 2013: http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_16/showXhtml.Asp?idAtto=55721&stile=6&highLight=1

  4. settembre 5, 2014 alle 7:00 PM

    da La Nuova Sardegna, 5 settembre 2014
    Sardegna: tutti i beni confiscati tra corleonesi, camorra e banda Mesina.
    Boom di immobili tra Quartu Sant’Elena e Villasimius, i luoghi di villeggiatura dei clan: mappa interattiva.
    La situazione in tutta Italia: http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2014/09/03/news/i-beni-confiscati-tra-corleonesi-camorra-e-banda-mesina-1.9865086

  5. settembre 27, 2014 alle 7:39 PM

    da Sardinia Post, 27 settembre 2014
    Portorotondo, sequestrati immobili e beni al boss della Banda della Magliana: http://www.sardiniapost.it/cronaca/portorotondo-sequestrati-immobili-beni-boss-banda-magliana/

  6. settembre 30, 2014 alle 2:50 PM

    da La Nuova Sardegna, 29 settembre 2014
    I “tentacoli” sulla Sardegna: già 60 i beni confiscati. (Luca Fiori): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/100469_I_tentacoli_sulla_Sardegna_gia_60_i_beni_co.pdf

  1. febbraio 21, 2014 alle 3:21 PM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: