Il coronavirus COVID 19 dorme di giorno?


La pandemia del coronavirus COVID 19, chiamato “Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2” (SARS-CoV-2)”, purtroppo non è finita, anzi è in pieno svolgimento a livello mondiale.

In gran parte della Terra la pandemia galoppa senza tregua.

Ufficialmente sono 20.730.456 casi confermati nel mondo dall’inizio dell’epidemia, con – purtroppo – 751.154 morti (ultimi dati OMS. Fonte: Health Emergency Dashboard, 14 Agosto 2020, ore 15.47).

In Italia i numeri degli attuali contagi appaiono modesti, ma in leggera risalita critica, grazie al prevedibile allentamento dell’osservanza delle misure di precauzione che, grazie alla straordinaria abnegazione degli Italiani a costo di enormi sacrifici di ogni genere, hanno permesso di contenere la pandemia e alla situazione critica di vari Paesi europei, da dove numerosi connazionali rientrano dalle vacanze.  

chiusura negozio per contrastare la diffusione del coronavirus COVID 19 (marzo 2020)

La situazione può divenire preoccupante soprattutto in vista della riapertura delle scuole a metà settembre.

In proposito, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha emanato in proposito la nuova ordinanza 16 agosto 2020 (in vigore dal 17 agosto 2020) che lascia ben più di qualche perplessità sul piano giuridico e, soprattutto, del buon senso.

In sostanza, prevede la “sospensione delle attività del ballo, all’aperto e al chiuso, che abbiano luogo in discoteche e in ogni altro spazio aperto al pubblico” e il puntuale “obbligo di mascherina anche all’aperto dalle 18 alle 6 nei luoghi dove c’è rischio di assembramento”.

Ovviamente sono state sollevate critiche e proteste da parte del settore delle discoteche e dei locali da ballo in genere (ci sono pesanti contraccolpi su un settore economico da 4 miliardi di euro di fatturato annuale e decine di migliaia di posti di lavoro), quasi fossero l’unico luogo di potenziali assembramenti (perché è altrettanto ovvio che in discoteca l’assembramento è scontato) che potrebbero aumentare il rischio di contagio, però alcune osservazioni vengono spontanee.

Chi decide quando “le caratteristiche fisiche” di un luogo siano tali da richiedere l’obbligo di mascherina all’aperto?      Alle 18.30, in una via poco frequentata, per non dire vuota, bisogna mettersela?

E, soprattutto, quale risolutiva ricerca scientifica ha convinto il Ministro Speranza che ‘sto benedetto coronavirus dorma e non sia pericoloso dalle 6.01 alle 17.59?

In un mercato all’aperto, comunissimo in Italia, dove gli assembramenti sono pane quotidiano, il coronavirus sparisce solo perché si svolge in pieno giorno?

Ma quale adeguata motivazione – necessaria per ogni atto amministrativo (art. 3 della legge n. 241/1990 e s.m.i.) qual è questa ordinanza – sostiene queste scelte discrezionali?

Ai posteri e ai giudici amministrativi l’ardua sentenza…

Stefano Deliperi, Gruppo d’intervento Giuridico onlus

Il Ministro della Salute


Visti gli articoli 32, 117, comma 2, lettera q), e 118 della Costituzione

Vista la legge 23 dicembre 1978, n. 833, recante “Istituzione del servizio sanitario nazionale” e, in particolare, l’articolo 32;

Visto l’articolo 47-bis del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che attribuisce al Ministero della salute le funzioni spettanti allo Stato in materia di tutela della salute;

Visto l’articolo 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, in materia di conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni e agli enti locali;

Visto il decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19” e, in particolare, l’articolo 2, comma 2;

Visto il decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”;

Visto il decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83, recante “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020” e, in particolare, l’articolo 1, comma 1;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 agosto 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 8 agosto 2020, n. 198;

Vista le delibere del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 e del 29 luglio 2020, con le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

Vista la dichiarazione dell’Organizzazione mondiale della sanità dell’11 marzo 2020 con la quale l’epidemia da COVID-19 è stata valutata come “pandemia” in considerazione dei livelli di diffusività e gravità raggiunti a livello globale;

Considerato l’evolversi della situazione epidemiologica a livello internazionale e il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia da COVID-19;

Ritenuto, nelle more dell’adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del richiamato decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, di disporre misure urgenti per la limitazione della diffusione della pandemia sul territorio nazionale;

Preso atto della comune volontà della Conferenza dei presidenti delle regioni e del Ministero dello sviluppo economico di aprire con immediatezza un tavolo di confronto con le Associazioni di categoria, al fine di individuare gli interventi economici di sostegno nazionali al settore interessato dall’articolo 1, comma 1, lettera b), della presente ordinanza;

Sentiti il Ministro dell’interno e il Ministro dello sviluppo economico;


EMANA
LA SEGUENTE ORDINANZA

Art. 1
(Misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria)

1. Ferme restando le disposizioni di cui all’articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 agosto 2020, citato in premessa, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19 sono adottate le seguenti ulteriori prescrizioni:
a) è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale;
b) sono sospese, all’aperto o al chiuso, le attività del ballo che abbiano luogo in discoteche, sale da ballo e locali assimilati destinati all’intrattenimento o che si svolgono in lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate, spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico.

2. Le Regioni possono introdurre ulteriori misure solo in termini più restrittivi rispetto a quelle di cui ai punti a) e b).

Art. 2
(Disposizioni finali)

1. Alle disposizioni di cui alla presente ordinanza si applica quanto previsto dall’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.

2. La presente ordinanza produce effetti dal 17 Agosto 2020 sino all’adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del decreto- legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, e comunque non oltre il 7 settembre 2020.

3. Le disposizioni della presente ordinanza si applicano alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione.

La presente ordinanza è trasmessa agli organi di controllo e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 16 agosto 2020.


IL MINISTRO DELLA SALUTE

On. Roberto Speranza

un po’ d’ironia, trova il tuo capro espiatorio COVID 19

(foto S.D., archivio GrIG)

  1. agosto 18, 2020 alle 2:48 pm

    A.N.S.A., 18 agosto 2020
    Discoteche, ricorso al Tar del Lazio per riapertura.
    La decisione del sindacato dei locali da ballo Silb; https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/08/16/oggi-riunione-governo-regioni-su-discoteche-e-sale-ballo_d60d1a36-b12d-4206-a115-564f34f734f3.html

    _________________________

    da La Nuova Sardegna, 18 agosto 2020
    Coronavirus, 450 turisti in quarantena nell’isola di Santo Stefano. (Antonello Sechi): https://www.lanuovasardegna.it/olbia/cronaca/2020/08/18/news/coronavirus-450-turisti-in-quarantena-nell-isola-di-santo-stefano-1.39204325

  2. agosto 18, 2020 alle 6:22 pm

    A.N.S.A., 18 agosto 2020
    Crescono nuovi contagi, ma anche tamponi: 403 positivi.
    Le vittime sono 5. Veneto e Lombardia in testa per nuovi casi: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/alimentazione/2020/08/18/crescono-nuovi-contagi-ma-anche-tamponi-403-positivi-_45380922-d03d-47a1-9af1-9969dcbf443d.html

    ———–

    Coronavirus: picco di contagi in Germania e Spagna.
    Registrati 1.390 casi dal Robert Koch Institut e 2.128 dal ministero della Sanità spagnolo. Chiese in lockdown a Seul: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/08/18/in-germania-nuovo-picco-con-1390-casi-di-covid_0559e00f-ba75-40a0-b5b5-c94e0391219e.html

    ————-

    Coronavirus: Oms, la pandemia spinta da contagi tra under 40.
    “Molti asintomatici”, in Italia età media nuovi casi è 34 anni: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/08/18/coronavirusoms-pandemia-spinta-da-contagi-tra-under-40-_d0e5d6c0-856e-4226-bfcb-3762fa642fcb.html

    ————

    Covid in un resort sardo, 470 tamponi a turisti e lavoratori.
    Vacanzieri bloccati a Santo Stefano, arcipelago di La Maddalena: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/08/18/covid-in-un-resort-sardo-470-tamponi-a-turisti-e-lavoratori_562ba250-8110-4cc5-9a52-3bc587cd05fb.html

  3. agosto 19, 2020 alle 3:00 pm

    il T.A.R. Lazio, Sez. III Quater, con decreto presidenziale n. 5408 del 19 agosto 2020, ha respinto l’istanza di provvedimento d’urgenza per la riapertura delle discoteche.

    Pubblicato il 19/08/2020

    N. 05408/2020 REG.PROV.CAU.

    N. 06595/2020 REG.RIC.

    REPUBBLICA ITALIANA

    Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio

    (Sezione Terza Quater)

    Il Presidente

    ha pronunciato il presente

    DECRETO

    sul ricorso numero di registro generale 6595 del 2020, proposto da
    SILB-FIPE – Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dall’avvocato Lamberto Ferrara, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;

    contro

    Ministero della Salute non costituito in giudizio;

    per l’annullamento

    previa sospensione dell’efficacia,

    dell’Ordinanza del 16 agosto 2020, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 17 agosto 2020 emessa da Ministero della Salute, in persona del Ministro pro-tempore, concernente “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

    Visti il ricorso e i relativi allegati;

    Vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dalla ricorrente, ai sensi dell’art. 56 cod. proc. amm.;

    Considerato:

    a) che nella presente fase cautelare monocratica occorre aver riguardo, ai sensi dell’art. 56 c.p.a., al presupposto della “estrema gravità ed urgenza, tale da non consentire neppure la dilazione fino alla data della camera di consiglio”, la quale va fissata al 9 settembre 2020;

    b) che secondo la parte ricorrente il periculum in mora andrebbe individuato “nei considerevoli danni economici, d’immagine che deriverebbero a tutti gli esercizi commerciali che hanno subito la illegittima chiusura, peraltro nel momento in cui gli stessi attendevano risultati economici importanti, in seguito ad una stagione già iniziata in ritardo, con numero di posti spesso limitati e ingenti investimenti realizzati per adeguarsi ai protocolli sottoscritti”; mentre l’estrema gravità e urgenza deriverebbe “dalla circostanza che il provvedimento impugnato ha avuto efficacia immediata a partire dal 17 agosto 2020”;

    c) che la natura dei danni allegati ne consente in linea di principio la successiva reintegrazione anche per equivalente, nel caso che il giudizio abbia esito favorevole alla parte ricorrente;

    d) che nelle premesse del provvedimento impugnato si richiama altresì la “comune volontà della Conferenza dei presidenti delle regioni e del Ministero dello sviluppo economico di aprire con immediatezza un tavolo di confronto con le Associazioni di categoria, al fine di individuare gli interventi economici di sostegno nazionali al settore interessato dall’articolo 1, comma 1, lettera b), della presente ordinanza”;

    e) che comunque, nel bilanciamento degli interessi proprio della presente fase del giudizio, la posizione di parte ricorrente risulta recessiva rispetto all’interesse pubblico alla tutela della salute nel contesto della grave epidemia in atto;

    f) che tale interesse costituisce l’oggetto primario delle valutazioni dell’Amministrazione, caratterizzate dall’esercizio di un potere connotato da un elevato livello di discrezionalità tecnica e amministrativa in relazione alla pluralità di interessi pubblici e privati coinvolti e all’esigenza di una modulazione anche temporale delle misure di sanità pubblica nella prospettiva del massimo contenimento del rischio;

    g) che l’esame approfondito dei profili di fatto e di diritto prospettati dalla parte ricorrente – anche con riferimento al rispetto del principio di proporzionalità – resta riservato all’ordinaria cognizione collegiale della controversia, in contraddittorio tra le parti, nelle successive fasi processuali.

    P.Q.M.

    Respinge l’istanza cautelare monocratica.

    Fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 9 settembre 2020.

    Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

    Così deciso in Roma il giorno 18 agosto 2020.

    Il Presidente
    Francesco Arzillo

    IL SEGRETARIO

    __________________________________

    da Il Fatto Quotidiano, 19 agosto 2020
    Coronavirus, le discoteche non riapriranno. Il Tar respinge il ricorso dei gestori. “Il loro interesse è secondario rispetto alla salute”.
    A tutela delle aziende coinvolte, il giudice ha ricordato che è emersa la “comune volontà” di governo e Regioni di aprire “con immediatezza un tavolo di confronto con le Associazioni di categoria, al fine di individuare interventi economici di sostegno nazionale al settore interessato”. Il presidente della Silb-Fipe: “Il no del tribunale è incentivo a feste in ville”: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/08/19/coronavirus-le-discoteche-non-riapriranno-il-tar-respinge-il-ricorso-dei-gestori-il-loro-interesse-e-secondario-rispetto-alla-salute/5903988/

  4. agosto 19, 2020 alle 6:31 pm

    A.N.S.A., 19 agosto 2020
    Coronavirus: netto aumento dei nuovi contagi, 7 i morti.
    Il dato odierno, 642 positivi, è il più alto dallo scorso 23 maggio.: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/08/19/coronavirus-netto-aumento-dei-nuovi-contagi.-7-i-morti_11b104ab-10f4-4673-acb8-3746fb60763c.html

    ————

    Coronavirus: Spagna, 3.715 nuovi casi in 24 ore.
    Un numero così alto non si registrava da fine maggio: https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/08/19/coronavirus-spagna-3.715-nuovi-casi-in-24-ore_2e4abe15-9fd2-4628-aeac-a08dc1114d1d.html

  5. agosto 19, 2020 alle 6:39 pm

    Palermo.

  6. agosto 26, 2020 alle 8:28 pm

    ..il coronavirus COVID- 19 non dorme. Anche gli imbecilli dovrebbero saperlo.

    A.N.S.A., 26 agosto 2020
    Coronavirus: nuovo boom di contagi 1.367 nelle ultime 24 ore. I morti sono 13.
    E’ il dato più alto dagli inizi di maggio: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/08/26/coronavirus-nuovo-boom-di-contagi-1.367-nelle-ultime-24-ore.-i-morti-sono-13-_b16425fb-23fc-4ad9-9a29-d08914a0935a.html

    —————-

    San Raffaele, Briatore positivo dopo il ricovero.
    ‘Arrivato con altra patologia, rispettati protocolli’: https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2020/08/26/san-raffaele-briatore-positivo-dopo-ricovero_bc2f366c-173a-4845-bb3f-108fabec406b.html

    ————————-

    da La Nuova Sardegna. 26 agosto 2020
    Porto Cervo, focolaio di Covid al Billionaire di Briatore: nei video delle serate d’agosto niente mascherine e balli ravvicinati: https://video.lanuovasardegna.it/cronaca/porto-cervo-focolaio-di-covid-al-billionaire-di-briatore-nei-video-delle-serate-d-agosto-niente-mascherine-e-balli-ravvicinati/125241/125717

    ————-

  7. agosto 27, 2020 alle 10:39 pm

    A.N.S.A., 27 agosto 2020
    Coronavirus: nuovo aumento di casi, 1.411, morti sono 5.
    Ancora record di tamponi, oltre 94mila: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/08/27/coronavirus-nuovo-aumento-di-casi-1.411-morti-sono-5_44fe7fcb-1cf1-458e-a4ab-3e5a967f3fb5.html

  8. agosto 28, 2020 alle 5:47 pm

    A.N.S.A., 28 agosto 2020
    Coronavirus: ancora 1.462 contagi, 9 i morti.
    Nuovo record anche per i tamponi, oltre 97 mila: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/08/28/coronavirus-ancora-1.462-contagi-9-i-morti-_7bdbaa02-87a2-4ff3-b3be-8a9f521e66f9.html

    ——————–

    Sardegna: piano Protezione Civile per il rientro di turisti positivi.
    Tamponi a staff Phi Beach, 21 positivi: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/08/28/sardegna-piano-protezione-civile-per-il-rientro-di-turisti-positivi_f76fd0fd-0f0b-4b23-971f-9b065423d307.html

  9. agosto 29, 2020 alle 11:42 am

    ..ecco, appunto, il virus non ha orari…

    da La Nuova Sardegna, 29 agosto 2020
    Coronavirus, Sileri: nomi falsi al Billionaire, sarà aperta un’inchiesta. L’annuncio dal viceministro della Sanità: https://www.lanuovasardegna.it/regione/2020/08/28/news/sileri-nomi-falsi-al-billionaire-sara-aperta-un-inchiesta-1.39243253

  10. agosto 30, 2020 alle 11:22 pm

    A.N.S.A., 30 agosto 2020
    Italia. Coronavirus: calano i contagi, 1365. Le vittime sono 4.
    Diminuisce il numero tamponi. Ma mancano dati Basilicata: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/medicina/2020/08/30/-coronavirus-calo-contagi-1365.-vittime-sono-4-_3a546a1f-3104-498a-86d3-d45405cda1cf.html

    ————-

    Coronavirus: oltre 25 milioni i contagi nel mondo.
    Il bilancio dei decessi sale a 842.992: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/08/30/coronavirus-oltre-25-milioni-i-contagi-nel-mondo_0fac4fc3-fc7c-4f32-931d-a824b8cdecd6.html

    ___________________________________

    da Il Fatto Quotidiano, 30 agosto 2020
    Coronavirus, in Gran Bretagna 1.715 nuovi casi: 600 in più rispetto a sabato. In Francia contagi in calo a 5.413. Boom di positivi in India.
    In Francia miglioramento dopo il picco di venerdì e crescono poco i ricoveri. In India 78.761 tamponi positivi proprio mentre il governo riapre la metro di New Delhi. I morti sono circa mille al giorno. Nel mondo 25 milioni di casi: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/08/30/coronavirus-in-gran-bretagna-1-715-nuovi-contagi-600-in-piu-rispetto-a-sabato-india-record-mondiale-di-casi-in-un-solo-giorno/5915138/

    • Srdn
      agosto 30, 2020 alle 11:26 pm

      😷

  11. settembre 2, 2020 alle 6:44 pm

    A.N.S.A., 2 settembre 2020
    Coronavirus: risalgono contagi, +1.326, record tamponi, quasi 103 mila.
    Sei le vittime, due meno di martedì: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/02/coronavirus-risalgono-contagi-1.326-record-tamponi-quasi-103-mila-_9e2f9fbd-ca5e-4344-b643-c6cc10821203.html

  12. Srdn
    settembre 2, 2020 alle 7:47 pm

    Anche l’innominato positivo.😷😷😷😷

  13. settembre 3, 2020 alle 9:45 pm

    A.N.S.A., 3 settembre 2020
    Coronavirus: 10 morti e 1.397 nuovi contagiati.
    Nuovo balzo terapie intensive,+11 a quota 120. In Costa Smeralda, 1.000 tamponi tutti negativi.: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/03/coronavirus-speranza-stiamo-investendo-molto-su-vaccino_95c70912-01a2-47ba-ac5f-02fdef0d1cd9.html

  14. settembre 4, 2020 alle 6:10 pm

    A.N.S.A., 4 settembre 2020
    Covid: 11 morti, record nuovi contagiati con 1.733.
    Boom in Veneto, +373. In Campania altri 170, in Toscana 99: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/04/covid-nel-lazio-oggi-171-positivi-106-sono-a-roma_6ac22340-9f5f-4a72-9143-a4d9395a3402.html

  15. settembre 5, 2020 alle 8:56 am

    A.N.S.A., 5 settembre 2020
    Coronavirus, 870 mila i morti nel mondo. I contagi totali registrati sono 26,5 milioni. (https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/09/05/coronavirus-870-mila-i-morti-nel-mondo_dc5f0c5a-bffb-404f-99b1-de08a50ac0f4.html)

    Ha superato quota 870 mila il numero dei decessi legati al coronavirus nel mondo, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins. I contagi totali sono oltre 26,5 milioni. Il Paese più colpito al mondo restano gli Stati Uniti, con quasi 118 mila morti e 6,2 milioni di casi accertati. Segue il Brasile con 125.500 vittime e quasi 4,1 milioni di contagi totali. In preoccupante ascesa l’India, con oltre 68 mila morti e quasi 4 milioni di casi.

    —————-

    Covid: 11 morti, record nuovi contagiati con 1.733. ”Rt a 1.18, età media 32 anni”.
    Iss: ‘Trend in rialzo, 1799 focolai attivi di cui 649 nuovi’:https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/04/covid-nel-lazio-oggi-171-positivi-106-sono-a-roma_6ac22340-9f5f-4a72-9143-a4d9395a3402.html

    ——————-

    Coronavirus, sale il numero dei morti 16 nelle ultime 24 ore 1.695 nuovi contagi.
    I tamponi sono stati 107.658, 6mila in meno di ieri: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/05/coronavirus-sileri-casi-in-crescita-ma-la-situazione-non-e-critica_fee55751-1434-408c-9817-f9ac97b298a4.html

  16. settembre 7, 2020 alle 10:43 am

    A.N.S.A., 7 settembre 2020
    Coronavirus: 27 milioni di casi e 880 mila morti al mondo.
    L’India supera il Brasile e diventa il secondo Paese dopo gli Stati Uniti con più casi di contagio: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/09/07/coronavirus-27-milioni-casi-e-880-mila-morti-al-mondo-_d39012ab-b0e0-44dc-ad1c-9e64dfb4e46f.html

    ————-

    6 settembre 2020
    Coronavirus: 7 morti, contagi in calo, ma anche tamponi. Di nuovo su terapie intensive.
    Dati ministero Salute, 1.297 i nuovi positivi, 30mila test in meno: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/06/coronavirus-7-morti-contagi-in-calo-ma-anche-tamponi.-di-nuovo-su-terapie-intensive_bfcef73a-9213-4e4e-9390-f1e01631dbf4.html

  17. settembre 9, 2020 alle 10:16 am

    A.N.S.A., 8 settembre 2020
    Coronavirus, 1.370 i nuovi contagi e 10 morti quasi raddoppiati i tamponi.
    In Lombardia (271) e Campania (249) il maggior numero di nuovi positivi. Test sierologici anche nelle farmacie: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/08/coronavirus-1.370-i-nuovi-contagi-e-10-morti-quasi-raddoppiati-i-tamponi_0205bed7-6ad1-4c5d-b97e-93740a665b82.html

  18. settembre 9, 2020 alle 9:33 pm

    A.N.S.A.,, 9 settembre 2020
    Coronavirus: 14 morti e contagi in crescita. Oms: la quarantena sia di 14 giorni.
    Quattro vittime e 64 positivi in più di ieri. Lombardia e Campania le regioni con più contagi. La quarantena è “basata su dati disponibili su incubazione virus”. Speranza: ‘Valuteremo la durata con il Cts’: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/09/coronavirus-oms-raccomandiamo-quarantena-14-giorni-_64e042c3-8637-4db5-9376-cd10f6cb91d1.html

    ———-

    Esauriti posti in terapia intensiva a Cagliari.
    Direttore sanitario, apriremo terapia non dedicata a virus: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2020/09/09/esauriti-posti-in-terapia-intensiva-a-cagliari_9edb08ee-d68a-4c3c-8305-2e1dc7de73dd.html

  19. settembre 10, 2020 alle 10:40 am

    A.N.S.A., 10 settembre 2020
    In India record di contagi, 95.735 in 24 ore.
    Il bilancio sale a 4.465.863, i morti sono 75.062: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/09/10/coronavirus-india-record-di-95.735-casi-in-24-ore_7e25054d-f8db-434e-90db-74e5189e84c5.html

  20. settembre 10, 2020 alle 10:39 pm

    A,N.S.A., 10 settembre 2020
    Coronavirus, contagi a quota 1600. Scuola, 13mila casi tra il personale.
    Docente e non. Ipotesi riduzione della quarantena: ne discuterà il Cts nella riunione di martedì. Casi in crescita con 94mila tamponi, duemila meno di ieri. Dieci le vittime. Crescono i malati e le terapie intensive: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/10/coronavirus-in-aumento-i-contagi-quasi-1.600-in-24-ore_5d34e1fe-df5a-4a90-992c-4a634bc343c7.html

  21. settembre 12, 2020 alle 10:34 am

    A.N.S.A., 12 settembre 2020
    Coronavirus, i contagi superano quota 1600. Iss, aumento per la sesta settimana consecutiva.
    Eseguiti 99mila tamponi.Contagi in tutte le regioni, 2280 focolai attivi,691 nuovi. Ecdc, rischi per salute pubblica con la riduzione della quarantena da 14 a 10. Speranza:’Ancora nessuna decisione, valutazione spetta agli scienziati’. Oms contraria: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/11/centro-europeo-malattie-la-riduzione-della-quarantena-impedisce-scoperta-6-casi-_7ddf40db-0908-49f5-bf77-39e50ba91502.html

    —————

    Coronavirus, contagi stabili. Rt in aumento di 0,4 con riapertura delle scuole
    Astra Zeneca riprende la sperimentazione del vaccino. De Luca: ‘Le scuole riprendono il 24? Non so’: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/12/coronavirus-rt-in-aumento-di-04-con-riapertura-delle-scuole_b6b68665-3f50-4387-b6ac-729fc370fa92.html

  22. settembre 13, 2020 alle 6:52 pm

    A.N.S.A., 13 settembre 2020
    Contagi in lieve calo, +1.458 in 24 ore. Sette le vittime.
    Ma con 20 mila tamponi in meno. Nessuna regione senza nuovi casi: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/13/contagi-in-lieve-calo-1.458-in-24-ore.-sette-le-vittime-_62da3b51-2533-415e-99ce-42991ab63724.html

  23. settembre 14, 2020 alle 12:45 pm

    A.N.S.A., 14 settembre 2020
    Coronavirus: Oms, in Europa aumenteranno i morti nei mesi di ottobre e novembre.
    Nuovo record giornaliero di casi a livello globale: 307.930 in 24 ore: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/09/14/coronavirus-oms-record-casi-nel-mondo-307.930-in-24h_093da641-683d-4c56-9a3c-3ee525a5f7e6.html

  24. settembre 16, 2020 alle 5:43 pm

    A.N.S.A., 16 settembre 2020
    Coronavirus, 1.452 contagi in 24 ore, 100mila tamponi. Dodici le vittime.
    Nessuna regione a zero casi. Il totale dei medici morti sale a 177, ultimo decesso urologo attivo in Zambia per studiare Covid-19: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/16/coronavirus-il-totale-dei-medici-morti-sale-a-177-_b25ecde3-9d2b-474a-bf4d-f4dca8b6e938.html

  25. settembre 17, 2020 alle 8:14 pm

    A.N.S.A., 16 settembre 2020
    Covid:lieve aumento contagi,+1.585 in 24 ore. 13 vittime.
    Oltre 101mila tamponi, nessuna regione a zero casi: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/17/covidlieve-aumento-contagi1.585-in-24-ore.-13-vitt_03b483f4-ee1a-4b5c-b504-2167c6d4bb9d.html

    ———-

    Oms, trend grave in Europa, numeri siano una sveglia.
    ‘Nuovi casi settimanali hanno superato quelli di marzo’: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/17/oms-trend-grave-in-europa-numeri-siano-una-sveglia-_d83f0e42-c4ce-4473-8bae-5870e67348a7.html

    ————-

    Coronavirus: Francia, contagi tornano sopra 10.000.
    50 i morti, altri 27 pazienti in rianimazione: https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/09/17/coronavirus-francia-contagi-tornano-sopra-10.000_6a5edb62-65fe-49e5-a4e7-f58f19ed067c.html

    ______________________

    da Il Fatto Quotidiano, 17 settembre 2020
    Nel Regno Unito 2 milioni di persone di nuovo in lockdown. Allarme in Francia: superati ancora i 10mila contagi in 24 ore.
    La misura è stata introdotta nel nord-est, comprese le città di Birmingham, Bolton e Leicester. L’area registra tassi d’infezione locali compresi al momento fra 70 e 103 casi diagnosticati per ogni 100mila abitanti, superiori alla media nazionale. Allarme anche in Francia, dove sono stati registrati 50 nuovi decessi: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/09/17/nel-regno-unito-2-milioni-di-persone-di-nuovo-in-lockdown-allarme-in-francia-superati-ancora-i-10mila-contagi-in-24-ore/5934842/

  26. settembre 17, 2020 alle 8:21 pm

    il T.A.R. Sardegna, su ricorso governativo, sospende l’ordinanza presidenziale regionale che introduce test sanitari obbligatori per chi arriva nell’Isola, non sussistendo quell’aggravarsi delle condizioni sanitarie che legittimerebbe il provvedimento.

    Pubblicato il 17/09/2020

    N. 00344/2020 REG.PROV.CAU.

    N. 00473/2020 REG.RIC.

    REPUBBLICA ITALIANA

    Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna

    (Sezione Prima)

    Il Presidente

    ha pronunciato il presente

    DECRETO

    sul ricorso numero di registro generale 473 del 2020, proposto dalla
    Presidenza Consiglio dei Ministri, in persona del Presidente in carica, nonché del Ministero della Salute, in persona del Ministro in carica, rappresentati e difesi dall’Avvocatura Generale dello Stato e dall’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Cagliari, domiciliataria in Cagliari, via Dante, n. 23 (pec: ads.ca@mailcert.avvocaturastato.it);
    contro

    – Regione Autonoma della Sardegna, in persona del Presidente Christian Solinas, rappresentata e difesa, anche disgiuntamente, dagli avvocati Mattia Pani e Alessandra Camba, con domicilio eletto presso l’Ufficio legale della Regione Sardegna, in Cagliari, viale Trento n. 69;
    – Christian Solinas, nella qualità di Presidente della Regione Autonoma della Sardegna, rappresentato e difeso dagli avvocati Mauro Barberio e Stefano Porcu, con domicilio eletto presso lo studio dei medesimi in Cagliari, Via Garibaldi n. 105 (pec: studiolegaleporcuebarberio@legamail.it);
    per l’annullamento

    previa sospensione dell’efficacia e adozione di misure cautelari monocratiche,

    dell’Ordinanza del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna n. 43 dell’11 settembre 2020 nonché di ogni altro atto connesso e/o consequenziale, compresa, ove possa occorrere, la nota esplicativa del 13 settembre 2020.

    Visti il ricorso e i relativi allegati;

    Visti le memorie, con i relativi allegati, depositate dalla Regione Autonoma della Sardegna e per il suo Presidente Christian Solinas;

    Vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dalle amministrazioni ricorrenti, ai sensi dell’art. 56 del c.p.a.;

    Considerato che la Presidenza Consiglio dei Ministri e il Ministero della Salute hanno impugnato l’ordinanza n. 43 dell’11 settembre 2020 con la quale il Presidente della Regione Autonoma della Sardegna ha dettato “Ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-19 nel territorio regionale della Sardegna. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica”;

    Considerato che le ricorrenti hanno sostenuto che tale ordinanza deve ritenersi illegittima per la violazione delle norme anche costituzionali che regolano la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e, in particolare, delle disposizioni che sono state dettate per l’emanazione dei provvedimenti emergenziali destinati a far fronte all’attuale situazione sanitaria e ai connessi rischi;

    Ritenuti sussistenti i presupposti per una pronuncia monocratica immediata prima della trattazione della questione in sede collegiale, ai sensi dell’art. 56 del c.p.a., tenuto conto che l’ordinanza è già in vigore dal 14 settembre e considerata la rilevanza della questione e degli interessi anche costituzionali coinvolti, con la conseguente reiezione dell’eccezione sollevata dai procuratori costituiti per Christian Solinas, nella qualità di Presidente della Regione Autonoma della Sardegna;

    Considerato che, ad un primo sommario esame proprio della fase cautelare, il ricorso proposto presenti ragionevoli probabilità di esito favorevole per le seguenti ragioni:

    – le disposizioni dettate per la gestione dell’emergenza nazionale (e sovranazionale) da Covid-19 e per l’emanazione dei necessari interventi di tutela della salute, attribuiscono al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (D.P.C.M.) la competenza primaria all’adozione delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica in atto, all’esito del procedimento dettato dall’art. 2, comma 1 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35 (successivamente in parte modificato con decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83);

    – ai sensi del successivo art. 3, comma 1, dello stesso d.l. n. 19 del 2020, le Regioni “in relazione a specifiche situazioni sopravvenute di aggravamento del rischio sanitario verificatesi nel loro territorio o in una parte di esso”, “possono introdurre misure ulteriormente restrittive” ma solo “nelle more dell’adozione dei decreti del Presidente del Consiglio dei ministri di cui all’articolo 2, comma 1, e con efficacia limitata fino a tale momento”, nei limiti delle attività di loro competenza e senza incisione delle attività produttive e di quelle di rilevanza strategica per l’economia nazionale;

    – tale distribuzione di funzioni, tenuto conto del carattere nazionale (e sovranazionale) della emergenza da Covid 19, risulta coerente con le disposizioni di rango costituzionale che regolano la distribuzione delle competenze fra gli organi dello Stato e le Regioni ed è ispirato ai principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza nonché del principio pure costituzionale di leale collaborazione;

    – le regioni possono quindi adottare eventuali misure interinali e di ulteriore profilassi, giustificate da «specifiche situazioni sopravvenute di aggravamento del rischio sanitario» per il territorio regionale, da esercitare per ragioni di urgenza e nelle more dell’adozione di un nuovo D.P.C.M.;

    – la specifica questione degli spostamenti fra regioni è peraltro disciplinata espressamente dal decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, che, all’art. 1, comma 3, stabilisce che «a decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti interregionali possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree»; il successivo comma 4 dell’art. 1 detta analoga disposizione per gli spostamenti da e per l’estero che possono essere limitati secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico e nel rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e degli obblighi internazionali;

    – tali disposizioni riservano, dunque, allo strumento del D.P.C.M., previsto dall’art. 2 del Decreto legge n. 19 del 2020, eventuali interventi limitativi della circolazione delle persone sia tra le varie regioni italiane che da e verso l’estero;

    – nella fattispecie, l’ordinanza impugnata, adottata l’11 settembre 2020, nella parte in cui, agli articoli 10, 11 e 12, detta, con decorrenza dal 14 settembre 2020, regole riguardanti coloro che intendono fare ingresso nel territorio regionale, non risulta emanata nel rigoroso rispetto delle citate disposizioni e comunque in presenza di situazioni sopravvenute (dopo l’emanazione dell’ultimo D.P.C.M, in data 7 settembre 2020) di tale urgenza da dover giustificare un intervento che risulta limitativo della circolazione delle persone fra le regioni nonché da e verso l’estero;

    – le disposizioni impugnate devono ritenersi effettivamente limitative della circolazione delle persone tenuto conto che, oltre a prevedere per tutti coloro che, anche in assenza di sintomi della malattia, intendono fare ingresso nel territorio regionale (con esclusione dei soggetti indicati all’articolo 12), la presentazione, all’atto dell’imbarco, dell’esito di un test (sierologico o molecolare o antigenico rapido), effettuato nelle 48 ore precedenti, costringono coloro che non avessero effettuato preventivamente il test ad effettuarlo, a mezzo di tampone, entro 48 ore dall’ingresso nel territorio regionale, in strutture pubbliche o private accreditate presenti nella regione, prevedendo per gli stessi “l’isolamento domiciliare”, fino all’esito negativo degli stessi esami e salvo ulteriori diverse disposizioni dell’Azienda sanitaria competente;

    – non risulta pertanto condivisibile la tesi, sostenuta negli scritti difensivi della Regione, secondo cui le misure in contestazione non inciderebbero sulla libera circolazione delle persone prevedendo solo un sistema di verifica e controllo degli ingressi volto ad accertare la presenza del virus per evitarne la diffusione;

    – le disposizioni limitative della libera circolazione delle persone, incidendo su un diritto costituzionalmente garantito (art. 16 della Costituzione) e su una delle libertà fondamentali garantite dall’ordinamento giuridico dell’Unione Europea, possono essere adottate con D.P.C.M. solo in presenza di ragioni di straordinaria necessità ed urgenza e, come si è detto, nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in determinate aree;

    – l’aggravamento del rischio sanitario, determinato dall’incremento dei contagi accertati nella regione, che ha determinato l’adozione delle misure in contestazione non sembra comunque di tale rilevanza da giustificare l’adozione di una misura, che incide sulla libera circolazione delle persone ed interviene solo pochi giorni dopo l’adozione dell’ultimo D.P.C.M., in data 7 settembre 2020, che già ha tenuto conto dell’evolversi in tutte le regioni dell’epidemia in corso;

    – l’indicato rilevante incremento dei contagi nella Sardegna si è verificato in relazione al forte afflusso turistico del mese di agosto in condizioni che non sono peraltro destinate a ripetersi con l’imminente termine della stagione estiva;

    – non risulta dimostrata una insostenibile pressione sul sistema sanitario regionale, tale da imporre limitazioni alla libera circolazione delle persone, anche perché l’incremento del numero dei contagiati nella regione è stato in buona parte determinato dall’incremento del numero dei test e della rilevazione del virus in numerosi soggetti asintomatici;

    – la misura contestata non appare pertanto adottata nel rispetto delle indicate disposizioni normative e nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente nella regione nonché in presenza di ragioni di necessità ed urgenza tali da giustificare l’adozione, con ordinanza regionale (e non con un D.P.C.M), di una misura limitativa della libera circolazione delle persone fra le regioni e fra le nazioni;

    Considerato, infine, che la misura cautelare, come emerge dagli atti, risulta diretta solo nei confronti della parte dell’Ordinanza con la quale, agli articoli 10, 11 e 12, sono state dettate, con decorrenza dal 14 settembre 2020, regole riguardanti coloro che intendono fare ingresso nel territorio regionale, provenienti dall’estero e/o dal territorio nazionale, con la conseguenza che non vi sono ragioni per una pronuncia cautelare sulle ulteriori disposizioni dettate negli altri articoli dell’ordinanza impugnata che potrebbero ritenersi peraltro giustificate dall’evolversi della situazione epidemiologica nella regione;

    P.Q.M.

    Accoglie, ai sensi dell’art. 56 del c.p.a., la domanda di misure cautelari monocratiche e, per l’effetto, sospende l’efficacia degli articoli 10, 11 e 12 dell’Ordinanza del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna n. 43 dell’11 settembre 2020 nonché, per quanto occorre, della successiva nota esplicativa ed interpretativa del 13 settembre 2020.

    Fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 7 ottobre 2020.

    Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

    Così deciso il 17 settembre 2020.

    Il Presidente
    Dante D’Alessio

    IL SEGRETARIO

    _____________________________

    A.N.S.A., 17 settembre 2020
    Coronavirus: Tar Sardegna sospende ordinanza Solinas.
    Udienza di merito il prossimo 7 ottobre: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2020/09/17/coronavirus-tar-sardegna-sospende-ordinanza-solinas_bca0e92c-4921-4cf4-b11b-652960c944e4.html

  27. settembre 18, 2020 alle 9:56 pm

    A.N.S.A., 18 settembre 2020
    Coronavirus: netto aumento dei contagi. Rezza: ‘Focolai diffusi’.
    Meno tamponi rispetto a giovedì. Solo Basilicata nessun nuovo caso. Rt poco sopra 1: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/alimentazione/2020/09/18/coronavirus-netto-aumento-dei-contagi-1.907_a5daed46-f7ae-456d-a770-14e4c2cfb3b1.html

  28. settembre 19, 2020 alle 12:59 pm

    da Il Fatto Quotidiano, 19 settembre 2020
    Coronavirus, la Germania torna ai numeri di aprile. Nel Regno Unito Jonhson valuta nuove restrizioni. A Madrid 37 distretti in lockdown da lunedì.
    A preoccupare non è solo l’aumento dei contagi ma soprattutto il numero di ospedalizzati, di ricoveri in terapia intensiva e di decessi. Contagi in aumento anche in Repubblica Ceca, Danimarca e Olanda: quest’ultima, ha detto il premier Mark Rutte, studia “misure regionali” dopo i quasi 2 mila casi di giovedì, molti dei quali nelle città più grandi, il quarto record consecutivo di contagi giornalieri: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/09/19/coronavirus-la-germania-torna-ai-numeri-di-aprile-nel-regno-unito-jonhson-valuta-nuove-restrizioni-a-madrid-37-distretti-in-lockdown-da-lunedi/5936871/

  29. settembre 20, 2020 alle 7:52 pm

    A:N:S.A., 20 settembre 2020
    Covid: stabile numero contagi(+1.587). calo vittime,+15.
    In netta diminuzione i tamponi: -20mila. Non pervenuto il dato dell’Abruzzo. In leggero aumento le terapie intensive: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/20/covid-stabile-numero-contagi1.587.-calo-vittime15_3ce90860-96e7-4efc-b18d-9d6396dc0548.html

  30. settembre 21, 2020 alle 8:07 pm

    A.N.S.A., 21 settembre 2020
    Coronavirus: oltre metà della Francia è ‘zona rossa’. Crescono contagi anche in Belgio, Gb e Germania.
    Cinquanta dipartimenti corrispondenti alla maggioranza del territorio nazionale sono stati dichiarati “zona di circolazione attiva del virus”: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/09/21/coronavirus-oltre-meta-della-francia-e-zona-rossa_daabffab-e668-437e-a4fd-48601dfe60bd.html

  31. settembre 23, 2020 alle 10:35 am

    A.N.S.A., 22 settembre 2020
    Coronavirus, Johnson: ‘Diffusione del virus è tornata esponenziale’.
    Due milioni i contagiati 14-20 settembre (+6%), decessi -10%: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/09/22/coronavirus-oms-record-di-casi-settimanali-ma-meno-morti-_8a0f30e9-5f1e-49e5-a514-3a6749e7162d.html

    ————

    Coronavirus, Speranza, ci aspettano mesi difficili stabili i nuovi casi (1.392), in calo i morti, 14.
    Per il vice ministro della Salute ‘la circolazione del virus salirà e i focolai saranno tantissimi ma non dobbiamo preoccuparci’: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/22/calcio-sileri-si-alla-riapertura-degli-stadi-pochi-mille-posti-_8ee022b6-a16a-4d57-a57b-767494767694.html

  32. settembre 23, 2020 alle 5:34 pm

    A.N.S.A., 23 settembre 2020
    Coronavirus, salgono i contagi, +1640 ma è record tamponi. 20 morti.
    Speranza: ‘I test sono un tema strategico per affrontare i prossimi mesi’: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2020/09/23/speranza-ora-100mila-tamponi-al-giorno-li-aumenteremo_e3a919f5-1ca5-405c-a4a6-d28f11d58a05.html

  33. settembre 24, 2020 alle 6:43 pm

    come non essere d’accordo con il nostro Presidente della Repubblica?

    A.N.S.A., 24 settembre 2020
    Coronavirus, Mattarella: ‘Johnson? Noi amiamo libertà ma anche serietà’
    Il capo dello Stato replica alle parole del premier britannico: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/09/24/coronavirus-mattarella-johnson-noi-amiamo-liberta-ma-anche-serieta_bf9e6715-66d8-4870-8caf-88da747eec80.html

    ————————–

    Coronavirus: i casi salgono a 1.786, record di tamponi. Sale anche il numero di vittime
    Aumentano anche i morti, 23 nelle ultime 24 ore. https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/09/24/coronavirus-casi-salgono-a-1.786-nuovo-record-tamponi-_e9f08073-fe0b-41e9-ad2c-117e234fb16a.html

    ——————–

    Coronavirus: nuovo picco di 6634 casi in Gran Bretagna, 40 morti.
    Allarme dell’Ue: situazione preoccupante. Ecdc, Italia nel gruppo di Paesi a basso rischio: https://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2020/09/24/coronavirus-kyriakides-situazione-molto-preoccupante-_bd30ad0b-a918-4434-a3bf-c878fbfd5206.html

  34. settembre 25, 2020 alle 10:44 am

    A.N.S.A., 25 settembre 2020
    Coronavirus: Parigi non esclude nuovo lockdown. Rinviato in Carnevale di Rio.
    Allarme dell’Ue: situazione preoccupante. Ecdc, Italia nel gruppo di Paesi a basso rischio: https://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2020/09/24/coronavirus-kyriakides-situazione-molto-preoccupante-_bd30ad0b-a918-4434-a3bf-c878fbfd5206.html

    ———————–

    Oms omaggia l’Italia, ha reagito con forza al Covid-19.
    Agenzia Onu posta video su Twitter sull’esperienza del Paese. (https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/09/25/oms-omaggia-litalia-ha-reagito-con-forza-al-covid-19_d266e736-1fbe-4500-a37d-6dd7d3966484.html)

    ROMA, 25 SET – “L’Italia è stato il primo Paese occidentale ad essere stato pesantemente colpito dal Covid-19.
    Il governo e la comunità, a tutti i livelli, hanno reagito con forza e hanno ribaltato la traiettoria dell’epidemia con una serie di misure basate sulla scienza”. Lo scrive l’Oms sul suo profilo Twitter, dove posta un video che racconta la storia dell’esperienza italiana attraverso testimonianze e immagini di repertorio dei mesi scorsi.

    ———————

    Israele, oltre 7 mila casi. Scatta lockdown rinforzato.
    Nuovo record, salgono casi gravi. Paese fermo fino al 11 ottobre: https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/09/25/israele-oltre-7-mila-casi.-scatta-lockdown-rinforzato_549ba7db-e658-4a25-9ce5-09460c559a93.html

  35. settembre 25, 2020 alle 7:11 pm

    A.N.S.A., 25 settembre 2020
    Coronavirus: oltre 1.900 contagi, record dal post lockdown. L’Iss: “Progressivo peggioramento”.
    L’Oms omaggia l’Italia: posta video su Twitter. “Probabili 2 milioni di morti nel mondo se non agiamo”: https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/alimentazione/2020/09/25/oms-omaggia-litalia-ha-reagito-con-forza-al-covid-19_4fc3e08f-7cca-4c89-98b4-748427543db7.html

  36. settembre 26, 2020 alle 12:21 pm

    A.N.S.A., 26 settembre 2020
    Volano casi in Europa. Oms, il mondo rischia 2 milioni di morti.
    In Francia 15800 nuovi contagi, in Spagna 12mila, 6.800 in Gb: https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2020/09/25/volano-casi-in-europa.-oms-il-mondo-rischia-2-milioni-di-morti_730e3f8e-4268-441d-8b76-c75aa47c7ad2.html

    ———-

    Coronavirus: negli Stati Uniti superati i 7 milioni di casi.
    Oltre 203 mila i morti dall’inizio della pandemia. Ancora numeri record in Russia e Repubblica Ceca: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/09/25/coronavirus-usa-superati-i-7-milioni-di-casi_d39428f4-7438-4d44-ac5a-8fc1f2b0a863.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: