Home > aree urbane, beni culturali, difesa del territorio, società > Basta con gli scempi dei beni culturali da parte di pseudo-artisti!

Basta con gli scempi dei beni culturali da parte di pseudo-artisti!


Cagliari, Chiesa di San Lucifero imbrattata (2 aprile 2016)

Cagliari, Chiesa di San Lucifero imbrattata (2 aprile 2016)

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno provveduto (5 aprile 2016) a denunciare alle amministrazioni pubbliche, alla polizia giudiziaria e alla magistratura competenti l’avvenuto imbrattamento della facciata della Chiesa di San Lucifero, a Cagliari.

Interessati il Comune di Cagliari (proprietario della Chiesa), la Soprintendenza per le Belle Arti e il Paesaggio di Cagliari, il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cagliari dei Carabinieri e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

La Chiesa di S. Lucifero (XVII sec.) è un “bene culturale”, tutelato con vincolo storico-culturale (artt. 10 e ss. del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) ed è stata oggetto di recenti lavori di restauro conservativo e ripulitura, oggi in corso di completamento.

Basterebbe un po’ di semplice buon senso, eppure cafoni dai neuroni sconnessi ritengono di poter utilizzare i monumenti e gli edifici storici come quinta scenica per le proprie pretese opere artistiche.

Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno chiesto alle autorità competenti di individuare il responsabile dello scempio (individuabile dalla tag) per i conseguenti provvedimenti sanzionatori e le eventuali valutazioni di ordine penale.

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Cagliari, Chiesa di San Lucifero (prima dello scempio. Da notare le scritte sui muri e sugli elementi di arredo urbano)

Cagliari, Chiesa di San Lucifero (prima dello scempio. Da notare le scritte sui muri e sugli elementi di arredo urbano)

 

L'Unione Sarda, 6 aprile 2016

(foto da Wikipedia, S.D., archivio GrIG)

Advertisements
  1. max
    aprile 6, 2016 alle 7:57 am

    PRESI IN FLAGRANZA DI REATO=LAVORI SOCIALMENTE UTILI, MA NON ALLA BERLUSCONI DOVE UN GIOVINASTRO POTREBBE SOLO FARE DANNI MA ALL’OBITORIO A LAVARE I CADAVERI. FUNZIONA!

  2. Nicola Putzu
    aprile 6, 2016 alle 1:15 pm

    Un gesto che denota ignoranza e bisogno di apparire. Ecco, secondo me per evitare che il responsabile veda una pubblicità (cattiva, ma pur sempre pubblicità) attraverso una diffusione sul web della sua vile opera, suggerirei di non mantenere visibile la foto del corpo del reato.

    • aprile 6, 2016 alle 9:52 pm

      sì, Nicola, ci avevamo pensato. Però è anche giusto aprire gli occhi all’opinione pubblica e far vedere che cosa provoca l’ignoranza.

      • Nicola Putzu
        aprile 7, 2016 alle 1:44 pm

        E’ vero anche questo. E’ un bel dilemma 🙂

  3. aprile 6, 2016 alle 2:59 pm

    una cosa è un sottopasso ferroviario degradato, un’altra è una chiesa seicentesca, è così difficile capirlo?

    A.N.S.A., 6 aprile 2016
    Cassazione: writer sardo prosciolto.
    Assolto già due volte a Milano. Difesa,accanimento contro di lui: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2016/04/06/cassazione-writer-sardo-prosciolto_a8f79c34-fbd9-403f-88e5-62314f08c5b5.html

    • max
      aprile 6, 2016 alle 4:59 pm

      si grig sono d’accordo con te; i writers mi pare di no visto che non fanno differenza alcuna.

    • aprile 7, 2016 alle 4:03 pm

      Bravi è proprio questo il punto. Sinché colorano con un disegno (Disegno, non queste firme idiote, senza senso e pure brutte) un triste pilone di cemento armato di una strada sopraelevata ci sta. Non una chiesa o un bastione o un albero o qualunque altra cosa del centro storico cittadino! Ma quando finisce questa moda? Dementi proprio

  4. aprile 6, 2016 alle 3:03 pm

    da Sardegna Oggi, 5 aprile 2016
    Cagliari, imbrattata la chiesa di San Lucifero. Gli ecologisti: “Basta con scempi di pseudo artisti”: http://www.sardegnaoggi.it/Cronaca/2016-04-05/32032/Cagliari_imbrattata_la_chiesa_di_San_Lucifero_Gli_ecologisti_Basta_con_scempi_di_pseudo_artisti.html

    _________________________

    da Casteddu online, 5 aprile 2016
    San Lucifero, imbrattata la facciata della Chiesa: il caso in Procura.
    Ecologisti contro i writers che non rispettano neanche Chiese e monumenti cagliaritani: http://www.castedduonline.it/cagliari/centro-storico/34626/san-lucifero-imbrattata-la-facciata-della-chiesa-il-caso-in-procura.html

    ______________________

    da Ad Maiora Media, 5 aprile 2016
    CAGLIARI, Amici della Terra e Grig: “Basta con gli scempi dei beni culturali da parte di pseudo-artisti dai neuroni sconnessi”: http://notizie.admaioramedia.it/cagliari-amici-della-terra-e-grig-basta-con-gli-scempi-dei-beni-culturali-da-parte-di-pseudo-artisti-dai-neuroni-sconnessi/

    ___________________________

    da Vistanet, 6 aprile 2016
    “San Lucifero imbrattata da pseudo-artisti”. La denuncia del Gruppo d’intervento giuridico: http://cagliari.vistanet.it/blog/attualita/79113/

  5. Mara
    aprile 7, 2016 alle 11:16 am

    Firmano da soli l’elenco dei CRETINI D’ITALIA
    Troppo poco lavare cadaveri, suggerisco un martello sulle dita, una per ogni “firma”

  6. max
    aprile 7, 2016 alle 6:02 pm

    APPRENDO CHE ALCUNI COMUNI INVITANO PITTORI DILETTANTI E WRITERS A DIPINGERE MURI O ANCHE SPORTELLI GAS/LUCE GRIGI E ORRENDI; QUESTA E’ UNA BELLA INIZIATIVA CHE NON SOLO NON DETURPA MA ABBELISCE E GRATIFICA I GRAFICI INCLUSI QUELLI COMPULSIVI.

  7. aprile 9, 2016 alle 12:42 pm

    a Porto Torres…

    da La Nuova Sardegna, 8 aprile 2016
    Porto Torres, la Torre Aragonese danneggiata dai vandali.
    Scritte e simboli imbrattano da alcuni giorni le mura della struttura medievale di avvistamento: http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2016/04/08/news/porto-torres-la-torre-aragonese-danneggiata-dai-vandali-1.13262102?ref=hfnsssec-3

  8. giugno 10, 2016 alle 2:40 pm

    ancora a Cagliari…

    A.N.S.A., 9 giugno 2016
    Cagliari, blitz writers passeggiata mare.
    Authority pronta a estendere copertura telecamere: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2016/06/09/cagliari-blitz-writers-passeggiata-mare_2b5e2c1a-ef50-41d7-a40a-5ab3753f97a6.html

  9. ottobre 7, 2016 alle 2:50 pm

    ancora a Cagliari. Prima di “gettare le basi” hanno “gettato il cervello” nel bidone dell’indifferenziato.

    da Sardinia Post, 7 ottobre 2016
    Cagliari, vandali in azione: scritte spray sulla facciata dell’Exmà. (Francesca Mulas): http://www.sardiniapost.it/cronaca/cagliari-vandali-azione-scritte-spray-sulla-facciata-dellexma/

  10. Carlo Forte
    ottobre 7, 2016 alle 3:48 pm

    Sicuramente una stronzata,che niente ha a che fare con” gettiamo le basi”……….

    • ottobre 7, 2016 alle 7:13 pm

      appunto, una “stronzata” delle tantissime sui muri di beni culturali di Cagliari e altrove, frutto di cervelli “gettati” nel bidone dell’indifferenziato.

  11. Carlo Forte
    ottobre 8, 2016 alle 9:54 am

    Continuo a non capire la pessima uscita e il paragone con gettiamo le basi……..

    • ottobre 8, 2016 alle 10:47 am

      e dov’è il paragone con il Comitato “Gettiamo le basi”?
      C’è scritto che il cretino di turno, scrivendo sul muro di un bene culturale, ha “gettato il cervello” nel bidone dell’indifferenziato piuttosto che aver “gettato” una base militare.

      Stefano Deliperi

  12. Carlo Forte
    ottobre 8, 2016 alle 4:07 pm

    Ma…….se va bene cosí

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: