Home > "altri" animali, biodiversità, caccia, Italia > Un altro ferito in un “incidente di caccia” in Sardegna.

Un altro ferito in un “incidente di caccia” in Sardegna.


cartello "attenzione - caccia al cinghiale"

cartello “attenzione – caccia al cinghiale”

 

Un altro incidente di caccia in Sardegna.

Angelo Demurtas, cacciatore bittese, è stato ferito durante una battuta di caccia al cinghiale nei boschi di Mamone (Bitti, NU).

Nel corso della stagione venatoria 2013-2014, nella sola Sardegna, siamo già a tre incidenti di caccia, con un morto e due feriti, tutti cacciatori.

In tutta Italia nel corso dell’attuale stagione venatoria 2013-2014 siamo già a 21 morti (tutti cacciatori) e a 41 feriti (31 cacciatori, 10 persone comuni).

La contabilità dei morti e feriti umani nel corso della stagione venatoria 2012-2013 si è fermata in tutta Italia, a ben 60 morti (54 cacciatori, 6 persone comuni) e 106 feriti (92 cacciatori, 14 persone comuni) umani. 

Di questi 5 morti (tutti cacciatori, dei quali uno per infarto durante una battuta di caccia e uno travolto da un torrente in piena) e 11 feriti (10 cacciatori e 1 agricoltore) in Sardegna.

L’11 novembre 2012 in Sardegna era stato colpito addirittura un bambino nel bel mezzo di una battuta di caccia al cinghiale. Purtroppo è morto due giorni dopo.

Ha destato particolare emozione il recente caso (21 ottobre 2013) del cacciatore sparato da un collega di battuta di caccia notturna nel parco naturale regionale di Veio.   Caccia illecita, in un parco naturale, in orario non consentito. In più un morto, anche a causa del mancato soccorso da parte dei due colleghi di battuta, poi arrestati.

Bella immagine della caccia, della lealtà, del rispetto delle regole…

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia

cartello "attenzione battuta al cinghiale in corso"

cartello “attenzione battuta al cinghiale in corso”

 

stagione venatoria 2013-2014 in Sardegna

morti: Luciano Floris (S. Teodoro, 7 novembre 2013)

feriti: Angelo Demurtas (Bitti, 10 novembre 2013), cacciatore sconosciuto cinquantasettenne di Serrenti (Santulussurgiu, 7 novembre 2013)

 

 

Cinghiale (Sus scrofa meridionalis)

Cinghiale (Sus scrofa meridionalis)

 

 

 

A.N.S.A., 10 novembre 2013

Caccia: ferito al petto in Sardegna. Fucilata nelle campagne nuoresi. Giovedì era morto pensionato.

NUORO, 10 NOV – In mattinata sulle montagne di Bitti, vicino a Mamone nel nuorese, Angelo Demurtas, componente di una compagnia del paese, è stato colpito in pieno petto da una fucilata, forse deviata da una roccia o albero, sparata da un compagno. E’ stato portato con l’elicottero dai Vigili del fuoco nell’ospedale di Sassari dove è ricoverato con un polmone perforato. Giovedì scorso un cacciatore era stato ferito nell’oristanese, mentre a S.Teodoro (Olbia) era morto un pensionato colpito dal suo fucile.

 

(foto L.A.C., S.D., archivio GrIG)

  1. novembre 10, 2013 alle 4:25 PM

    da La Nuova Sardegna on line, 10 novembre 2013
    Nuovo incidente di caccia, un ferito grave nel Nuorese.
    Il fatto è avvenuto sulle montagne di Bitti, non lontano dal carcere di Mamone. Angelo Demurtas è stato colpito in pieno petto da una fucilata. Ora è ricoverato in prognosi riservata a Sassari: http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/11/10/news/nuovo-incidente-di-caccia-un-ferito-grave-nel-nuorese-1.8088310

    _____________________

    da L’Unione Sarda on line, 10 novembre 2013
    Bitti, nuovo incidente caccia. Ferito da compagno di battuta: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2013/11/10/bitti_nuovo_incidente_caccia_ferito_da_compagno_di_battuta-6-339613.html

    _____________________

    da Sardinia Post, 10 novembre 2013
    Bitti, incidente di caccia: grave un uomo ferito da un compagno di battuta: http://www.sardiniapost.it/cronaca/bitti-incidente-di-caccia-grave-un-uomo-ferito-da-un-compagno/

  2. elena romoli
    novembre 10, 2013 alle 6:58 PM

    vergognosa ecatombe..

  3. M.A.
    novembre 10, 2013 alle 9:28 PM

    Io penso che un cacciatore non è uno sprovveduto, va a caccia, si diverte, e sa che rischia e soprattutto cosa rischia! scusate dove non si rischia oggi nella vita quotidiana? Il rischio zero non esiste! Esiste un fato, un destino, per tutti. A volte si muore nei modi più inverosimili. Chi muore a caccia, muore facendo ciò che gli piace. È una fatalità, una coincidenza, una questione di cm, di attimi, di essere nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Un rimbalzo, una roccia o una pietra, basta niente. A volte è non è negligenza di chi spara, ma una coincidenza. Si muore anche di questo e non solo a caccia. Dal punto di vista umano la cosa più triste è che il tuo assassino può essere il tuo migliore amico. Non si va a caccia per morire, ma per vivere la natura e la ruralità in senso lato, per far vivere quell’istinto atavico presente in ognuno di noi. Da cacciatore, ho il terrore la mattina, non della battuta di caccia, ma del traffico automobilistico che incontro alle 5 del mattino lungo le strade statali, più di una volta mi è capitato di soccorrere un auto con ragazzi alle cinque del mattino, e lo spettacolo non è dei migliori. Per chi invece è una vittima indiretta della caccia, ossia non cacciatori, và il mio cordoglio. La società ha bisogno di trovare un equilibrio in tutto e non solo nella caccia. L’equilibrio si trova con il buon senso. Se un cacciatore vede i proprietari di un fondo che lo invitano ad uscire anche se sono rispettate le distanze di sicurezza, sia per motivi etici o sia per altri motivi, questo deve alzare i tacchi e uscire. Se invece io cittadino comune voglio farmi una passeggiata la domenica, per funghi o per respirare aria fresca, di certo non entro in una battuta di caccia, ma vado in una dei tanti parchi o oasi in cui la caccia è vietata.

  4. novembre 11, 2013 alle 2:54 PM

    da La Nuova Sardegna, 11 novembre 2013
    Ferito cacciatore di Bitti scambiato per un cinghiale. Imprenditore 37enne in prognosi riservata per la perforazione di un polmone: sfiorata la tragedia nelle montagne vicine alla colonia penale di Mamone. (Bernardo Asproni)

    BITTI. Un imprenditore di 37 anni, Agostino Demurtas, di Bitti, conosciuto come Gotto, è stato colpito al petto da un pallettone sparato da un compagno di battuta al cinghiale che si trovava in una posta vicina. Demurtas ora si trova in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale civile di Sassari dove è stato trasportato con un elicottero dei vigili del fuoco. Ieri mattina, appena arrivato in ospedale, l’uomo è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per la perforazione di un polmone. La tragedia è stata sfiorata dopo le otto, sulle montagne di Bitti, a Verchinaiu, poco lontano dalla casa di reclusione di Mamone. L’urlo di Agostino Demurtas ha fatto accorrere i compagni. Sono stati gli amici, rendendosi conto delle sue condizioni gravi, a dare l’allarme. Sul posto è intervenuto l’elicottero Drago 61 del nucleo dei vigili del fuoco di Alghero col quale è stato portato all’ospedale di Sassari, mentre i carabinieri della Compagnia di Bitti hanno cominciato ad occuparsi dell’incidente per ricostruire la dinamica dell’accaduto. E’ stato impossibile per l’ambulanza del 118 chiamata immediatamente dopo l’incidente, raggiungere il posto in cui è avvenuta la disgrazia. Ad accorrere invece sono stati i parenti di Demurtas arrivati da Bitti che hanno atteso l’arrivo dell’elicottero e poi sono corsi a Sassari. Secondo le prime testimonianze il colpo che ha ferito l’imprenditore sarebbe stato deviato da un albero o da una roccia, ma non è escluso che chi ha imbracciato il fucile possa aver premuto il grilletto vedendo muoversi una frasca, certo che stesse passando un cinghiale. Demurtas lavora nell’azienda agrituristica di famiglia a Ertila, vicina al posto in cui è avvenuto l’incidente che segue quello di giovedì scorso, quando è morto a San Teodoro un pensionato colpito dal suo stesso fucile e a Santulussurgiu un cacciatore è stato raggiunto al basso ventre da una fucilata partita dall’arma di un compagno di battuta.

    ___________________________

    da L’Unione Sarda, 11 novembre 2013
    Onanì. Tragedia sorata nelle campagne vicine a Mamone. Cacciatore di Bitti ferito da un compagno di battuta: http://www.regione.sardegna.it/rassegnastampa/1_82_20131111090053.pdf

  5. novembre 15, 2013 alle 2:58 PM

    arriva anche il terzo ferito per “incidente di caccia” in Sardegna in questa stagione venatoria.

    da L’Unione Sarda, 15 novembre 2013
    Orroli. Incidente: cacciatore si ferisce a un piede.

    Un commerciante di Orroli è rimasto ferito durante una battuta di caccia, ieri pomeriggio nelle campagne di Scardi Aini. Dal suo fucile è partito accidentalmente un colpo che l’ha raggiunto a un piede procurandogli ferite fortunatamente non gravi. L’arto sarebbe stato raggiunto non dalla rosa intera ma da alcuni pallini. A soccorrere Giovanni Sirigu (48 anni) sono stati gli amici attirati dalle sue urla di dolore. Dopo averlo adagiato in auto, hanno raggiunto il centro abitato di Orroli e la stazione dei carabinieri. Da qui, insieme ai militari, il ferito è stato poi trasferito all’ospedale di Isili. Le sue condizioni non sono comunque preoccupanti. I carabinieri hanno aperto un’inchiesta per verificare l’esatta dinamica dei fatti e se esistano responsabilità sull’incidente (a. pi.).

  6. paolo anglisani
    novembre 15, 2013 alle 9:27 PM

    PURTROPPO E’ abbastanza tempo che sto’ dicendo sempre la stessa cosa affinchè qualche politico prenda in considerazione il nuovo sistema di sicurezza TUTIUS per fucili da caccia. BASTA INCIDENTI DI CACCIA !!!
    E’ ARRIVATA LA STAGIONE VENATORIA PER CUI.
    ( RICORDIAMO SEMPRE )

    LA SICUREZZA DEI FUCILI DA CACCIA, DA DIFESA O ADDESTRAMENTO MILITARE, . CHE DEVE SEMPRE ESSERE LA PRIMA IN ASSOLUTO.

    “lHJAA/www.youtube.com/watch?v=9HVeKt9dNNs …

    AIUTATEMI AD AIUTARE
    Guardando questo video sulla sicurezza delle armi, condividendolo con i vostri colleghi e amici,
    INSIEME SALVEREMO MOLTE VITE UMANE: GRAZIE !!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: