Home > acqua, difesa del territorio, paesaggio > Argini sbarrati sul Bacchiglione tra Montegaldella (VI) e Cervarese S. Croce (PD): rimpalli di competenze, ma ora veniamo al dunque.

Argini sbarrati sul Bacchiglione tra Montegaldella (VI) e Cervarese S. Croce (PD): rimpalli di competenze, ma ora veniamo al dunque.


Fiume Bacchiglione, tratto fra  Cervarese S.Croce (PD) e Montegaldella (VI),  argine sbarrato

Fiume Bacchiglione, tratto fra Cervarese S.Croce (PD) e Montegaldella (VI), argine sbarrato

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (11 ottobre 2013) una specifica richiesta di informazioni ambientali e adozione degli opportuni interventi  su segnalazione dei cittadini, per risolvere l’ennesimo caso in Veneto riguardante la privatizzazione abusiva di suolo pubblico.

Questa volta si tratta di un lungo tratto di argine comunale del Fiume Bacchiglione,  situato a cavallo dei Comuni di Cervarese S.Croce (PD) e Montegaldella (VI), chiuso indebitamente al passaggio delle persone, con sbarre di ferro artigianali e fettucce usate per recinzioni elettrificate.

Interessati in questo caso il Direttore generale della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto, il Responsabile del Servizio Beni Ambientali della Provincia di Vicenza, il Dirigente Area Tecnica dell’Autorità di Bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Brenta-Bacchiglione, il Responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune di Montegaldella (VI), il Responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune di Cervarese (PD).

Si è sottolineato come l’area in questione risulta essere tutelata con vincolo paesaggistico ai sensi dell’art. 142, comma 1 lett. c) del d.lgs. n. 42/2004 (c.d. Codice dei beni culturali e del paesaggio) e del regio decreto 11 dicembre 1933,n. 1775.                              Pertanto, qualsiasi intervento ad essa inerente deve, obbligatoriamente, essere attuato previa specifica autorizzazione (art. 146, art. 181 d. lgs. 42/2004); peraltro, fiumi e torrenti fanno notoriamente parte del demanio idrico, il requisito della pubblicità non solo esiste di per sé (art. 822 c.c.) ma, in ogni caso, il vincolo paesaggistico è imposto ex lege senza necessità di iscrizione negli elenchi

Impedito il transito, i passeggiatori sono costretti a proseguire il giro sul ciglio della S.P. 16, esponendosi al pericolo di essere investiti dalle automobili.

Il responsabile di questo gesto è ancora ignoto, ma ancora una volta sembra ci sia di mezzo la caccia.

Fiume Bacchiglione, tratto fra  Cervarese S.Croce (PD) e Montegaldella (VI),  argine sbarrato

Fiume Bacchiglione, tratto fra Cervarese S.Croce (PD) e Montegaldella (VI), argine sbarrato

Infatti in corrispondenza del tratto arginale illegittimamente intercluso al transito, i residenti affermano di aver visto sorgere, in più occasioni, capanni di caccia e campi di Girasole per attirare l’avifauna.

Con una nota informativa del 18 ottobre 2013 (prot. n. 75429), l’Amministrazione provinciale di Vicenza-settore urbanistica ha comunicato che “non ha rilasciato alcun provvedimento autorizzativo relativo alle opere oggetto di segnalazione”.

Dall’Autorità di Bacino è stato, inoltre, attivato per i controlli di legge il Genio civile di Vicenza (nota prot. n. 2643/B.5.5/4 del 25 ottobre 2013).

Finalmente, dopo anni di proteste dei cittadini, una luce squarcia il cielo e inizia a illuminare l’intera faccenda.

Auspichiamo la rapida risoluzione di questa vicenda, il ripristino del transito sulla sommità arginale e la restituzione dell’itinerario arginale alla cittadinanza, vera proprietaria di quest’opera di difesa fluviale.

L’impegno del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus continuerà fino alla completa risoluzione del problema.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

(foto M.Z., archivio GrIG)

  1. novembre 10, 2013 alle 4:39 PM

    da Vicenza Today, 7 novembre 2013
    Argine del Bacchiglione a Montegaldella chiuso per caccia.
    Argine sbarrato, pedoni sulla provinciale: “Uso privato per i cacciatori”.
    Il Gruppo di intervento giuridico, dopo la vittoria a proposito delle altane abusive, si sta occupando del tratto di argine tra Montegaldella, Vicenza, e Cavarese Santa Croce, padova, chiuso “per esigenze di caccia”: http://www.vicenzatoday.it/cronaca/argine-bacchiglione-montelgaldella-chiuso-caccia.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: