Home > "altri" animali, biodiversità, caccia > I Cervi del Cansiglio? Buoni per ristoranti e agriturismi!

I Cervi del Cansiglio? Buoni per ristoranti e agriturismi!


Cervo europeo (Cervus elaphus)

Farneticante decisione presa nel civile Veneto: I Cervi (Cervus elaphus) presenti nel Cansiglio sono troppi e vanno abbattuti per la felicità di ristoranti e agriturismi della zona.   Ripopolare altre aree naturali no?

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

 

Massacro di cervi in Cansiglio: Zanoni scrive a Clini, Catania e al Corpo Forestale dello Stato

Lo sterminino inizierà subito dopo la Pasqua, senza aver valutato altre alternative, per ingrassare ristoranti e agriturismi della Provincia di Belluno e Treviso.

Uccisioni inutili e barbare, anche di femmine gravide” dice Zanoni “che verranno effettuate dalle Guardie Venatorie e dal Corpo Forestale dello Stato, per l’ingordigia a fini di lucro dei ristoratori locali”.

Veneto Agricoltura, insieme alle Province di Treviso e Belluno, la Regione Veneto, la Regione Friuli Venezia Giulia, il Corpo Forestale dello Stato e l’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, hanno approvato il piano di abbattimento dei cervi del Cansiglio.

A detta di Veneto Agricoltura, infatti, la popolazione dei cervi è aumentata a dismisura e per questo ne ha autorizzato l’uccisione che partirà subito dopo Pasqua, senza considerare altre alternative come il trasferimento per popolare zone e parchi protetti dove questa specie è scarsamente presente.

La carne dei poveri animali verrà venduta solamente ai ristoranti e agli agriturismi della zona, che potranno così lucrare sulla morte inutile di questi animali, in un periodo – quello primaverile – solitamente inconsueto per ottenere carne di cervo.

Tutti devono sapere che sarà una macelleria a cielo aperto” dice Andrea Zanoni, europarlamentare IDV “Sarà una vera e propria mattanza legalizzata all’interno di una foresta demaniale, dove da sempre è vietata la caccia”.

In questo periodo, inoltre, sono presenti soprattutto femmine gravide che verranno uccise inutilmente. È una cosa orribile: con un solo proiettile porranno fine a due vite, quella della madre e del suo cucciolo” continua Zanoni “Si tratta di uccisioni inutili e non giustificate, che verranno effettuate dalle Guardie venatorie e dal Corpo Forestale dello Stato, per l’ingordigia a fini di lucro dei ristoranti locali”.

Mi chiedo cosa ne pensano i Ministri Clini e Catania ed il Capo del Corpo Forestale dello Stato di tutto ciò, dato anche che quest’ultimo mette a disposizione i suoi uomini “custodi della natura” per perpetrare queste uccisioni” continua Zanoni “Oggi ho inviato loro una lettera sulla situazione, informandoli su cosa sta accadendo in Cansiglio e chiedendo un loro immediato intervento. A breve presenterò un’interrogazione alla Commissione Europea, perché ritengo violata la Direttiva UE Habitat 92/43/CEE, considerato anche che il Cansiglio è un Sito di Importanza Comunitaria”.

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni.it

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

branco di Cervi europei (Cervus elaphus)

(foto P.F., S.D., archivio GrIG)

  1. aprile 12, 2012 alle 8:18 PM

    Ho qualche dubbio sull’attributo “civile” riferito al Veneto considerato da chi è governata la regione e molti comuni razzisti ed, ovviamente, di chi ha votato quegli amministratori.
    Per non parlare, poi, della caccia indiscriminata anche ai fringuelli di un paio di grammi e di quanti cacciatori di frodo vivono in quella terra. Del resto questo episodio è la dimostrazione che avvalora il mio sentire quando affermo che in certe zone gli abitanti non sono ancora usciti dalle caverne. Ma allora si cacciava per sfamarsi nella caverna non nei ristoranti a 3 e 4 stelle e negli agriturismo che non rilasciano ricevute fiscali e poi si lamentano se vengono beccati dalla Finanza.

  2. aprile 20, 2012 alle 2:49 PM

    riceviamo e pubblichiamo volentieri.

    Il Corpo Forestale dello Stato non parteciperà al massacro dei cervi del Cansiglio.
    Andrea Zanoni (IdV) ottiene risposta dal CFS.Ora manca solo il ritiro della Provincia di Belluno.
    La mobilitazione per fermare lo sterminio dei cervi in Cansiglio ha dato i primi frutti.

    L’ing. Patrone, Capo del Corpo Forestale dello Stato, ha risposto all’appello lanciato dall’on. Andrea Zanoni, europarlamentare IDV, che nella lettera inviata lo scorso 5 aprile chiedeva con forza lo stop immediato del massacro, programmato dalla Regione Veneto.
    La pressione di Zanoni sulle istituzioni coinvolte, nonché quella esercitata dalle associazioni animaliste in rete per sensibilizzare l’opinione pubblica su questo barbaro intento, ha portato al ritiro dall’operazione del Corpo Forestale dello Stato, come si legge proprio nella lettera dell’ing. Patrone, dove dice “Nessun appartenente ai ruoli del CFS parteciperà agli abbattimenti previsti dal Piano (di controllo del cervo del Cansiglio)”.
    “Adesso aspettiamo il passo indietro di Capocelli” dice Andrea Zanoni, “Se neanche gli appartenenti al Corpo Forestale dello Stato parteciperanno alle uccisioni dei cervi, allora non dovranno parteciparvi neppure le Guardie Venatorie della Provincia di Belluno”.
    “Questa è la prova che il Piano di controllo del cervo del Cansiglio promosso da Veneto Agricoltura, con il patrocinio della Regione Veneto, non convince poiché non è basato su dati scientifici: a tal proposito ricordo, infatti, che l’ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale – avvisava della necessità di rifare i monitoraggi della popolazione di questi animali.”
    “É in programma un convegno a Tambre (BL) sui Cervi del Cansiglio, promosso dall’ANPA – Associazione Nazionale Produttori Agricoli” continua Zanoni “Peccato che non sia stato invitato a parteciparvi nessun tecnico biologo, nessuna associazione animalista e neppure nessun esponente dell’ISPRA. Chissà cosa nascondono”.
    “Cosa dire, poi, del fatto che la Lega di Muraro, Presidente della Provincia di Treviso, prima spenda 34.000 Euro di fondi europei per lo studio del bramito dei cervi del Cansiglio, progetto che ha visto la partecipazione di 900 alunni e di altri 1.137 in arrivo, e successivamente Zaia, Presidente della Regione Veneto, ne autorizzi il massacro. Inutile sperpero di denaro pubblico, come sempre ai danni dei contribuenti”.

    Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

    Email stampa@andreazanoni.it

    Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

    Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

    Sito http://www.andreazanoni.it

    Twitter Andrea_Zanoni

  3. aprile 23, 2012 alle 3:00 PM

    riceviamo e pubblichiamo molto volentieri.

    Salvi i Cervi della Foresta del Cansiglio.
    L’assessore alla caccia della giunta Zaia ha annunciato la sospensione della caccia dei cervi proprio durante la conferenza dei sostenitori della strage.
    Zanoni: “Importante vittoria della civiltà, dei cittadini, delle associazioni animaliste e degli operatori turistici del Cansiglio che in questi giorni si sono mobilitati per protestare contro il massacro”.

    L’Europarlamentare Andrea Zanoni durante questi mesi si è attivato con importanti iniziative per scongiurare che qualcuno andasse a sparare ai Cervi dentro la foresta demaniale del Cansiglio, area dove la caccia è vietata dai tempi della Serenissima Repubblica di Venezia.
    A dare la notizia della sospensione della mattanza prevista in una delle aree naturali più suggestive di tutto il nordest, a cavallo tra le province venete di Treviso e Belluno e quella friulana di Pordenone, è stato l’assessore alla caccia della Giunta Zaia, proprio durante un convegno organizzato dagli allevatori dell’Anpa sabato scorso, gli unici sostenitori di questa strage.
    Finalmente possono tirare un sospiro di sollievo tutti quei cittadini e quelle associazioni, come OIPA, LAV, ENPA, WWF, LIPU, 100%ANIMALISTI, ecc. che si erano mobilitati per scongiurare questa strage proprio in un periodo nel quale le cerve sono gravide e pronte a dare alla luce i piccoli bambi.
    Scampato pericolo anche per gli albergatori ed i titolari di ristoranti, agriturismi e bed and breakfast del Cansiglio che, grazie all’ecoturismo assistono a migliaia di appassionati di natura e birdwatchers, che tra settembre e novembre si recano in Cansiglio per ascoltare il bramito dei cervi tipico della stagione degli accoppiamenti, e ad osservare a distanza questi magnifici animali, incrementando altresì una vera e propria seconda stagione turistica.
    “Siamo tutti molto felici di questa notizia – ha dichiarato Andrea Zanoni, Eurodeputato di Italia dei Valori – il mio impegno e quello di cittadini e associazioni nel far conoscere il danno che questa operazione avrebbe causato ai Cervi, alla natura e al tessuto economico del Cansiglio, ha dato i frutti sperati.
    Ora continuerò a vigilare affinché a nessuno passi ancora per la testa di andare a sparare in un santuario della natura come quello della foresta del Cansiglio, tutelato dall’Unione Europea come Sito di importanza comunitaria facente parte della Rete Natura 2000.”

    Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

    Email stampa@andreazanoni.it
    Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04
    Tel (Italia) +39 0422 59 11 19
    Sito http://www.andreazanoni.it
    Twitter Andrea_Zanoni

    Internet: http://www.andreazanoni.it – Email: zanoni@ecorete.it – cell. 3479385856
    – Facebook: zanoni-andrea@libero.it – Youtube: Andrea Zanoni

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: