Home > coste, giustizia, pianificazione > Indagini più approfondite nel cantiere davanti alla Pelosa di Stintino.

Indagini più approfondite nel cantiere davanti alla Pelosa di Stintino.


Stintino, cantiere edilizio Sos Appentados

Continueranno e saranno approfondite le indagini penali sul cantiere edilizio “Sos Appentados” in mezzo alla macchia mediterranea a due passi dal mare della Pelosa, a Stintino (SS).  Il G.I.P. del Tribunale di Sassari (ordinanza del 16 febbraio 2012, n. 1241/11 R.G. G.I.P.) ha accolto l’opposizione all’istanza di archiviazione e ha ordinato al P.M. la formulazione del capo d’imputazione nei cofronti degli indagati.  

Il cantiere edilizio era stato avviato nell’inverno 2009 con una dichiarazione autocertificativa allo sportello unico delle attività produttive in base a una vecchia (e scaduta) convenzione di lottizzazione risalente al 1975 e nonostante la sentenza T.A.R. Sardegna, sez. I, 31 gennaio 2009, n. 118/2009 che annullava la precedente concessione edilizia n. 9/99 del 26 gennaio 1999 rilasciata dal Comune di Stintino e l’autorizzazione paesaggistica n. 15330 del 22 dicembre 1998 emanata dal Servizio regionale tutela del paesaggio proprio per realizzare in quel sito delle residenze turistiche.

Stintino, spiaggia e Torre della Pelosa

La motivazione risiede nella perdita di efficacia del piano di lottizzazione e della relativa convenzione per scadenza del termine decennale (art. 16, comma 5°, della legge n. 1150/1942 e s.m.i.). La perdita di efficacia, per giurisprudenza costante (Cons. Stato, sez. IV, 4 dicembre 2007, n. 6170; Cons. Stato, sez. IV, 16 marzo 1999, n. 286; Cons. Stato, sez. IV, 3 novembre 1998, n. 1412), riguarda sia la realizzazione delle opere di urbanizzazione che l’edificazione dei rimanenti lotti.  Essendo stata stipulata la convenzione di lottizzazione fra il Comune di Stintino e la sassarese Sos Appentados s.r.l. nel lontano 22 agosto 1975, essa è scaduta nell’agosto 1985.   Quindi non è più consentito edificare ulteriormente.

Successivi esposti delle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico (19 gennaio 2010), nonché da parte di privati, hanno portato al blocco dei lavori, tuttora perdurante, anche per l’ordinanza del Tribunale civile di Sassari del 27 settembre 2011.

Tuttavia la lunga battaglia legale sulla liceità e legittimità dei lavori è continuata fino ai nostri giorni e se n’era occupato anche il telegiornale satirico di Striscia la Notizia (“Permessi edilizi fai-da-te“).

Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico

 

 

 

da La Nuova Sardegna, 4 aprile 2012

STINTINO. Sei appartamenti alla Pelosa: i Guarino sotto inchiesta.  Elena Laudante

SASSARI.  Sei appartamenti vista mare, affacciati sulla Pelosa, a Stintino, in base a una lottizzazione tutta da valutare. Sotto inchiesta per abusi edilizi e violazioni paesaggistiche ci sono gli eredi della famiglia Guarino. Alessandra e Antonio sono indagati per la costruzione di due palazzine nella lottizzazione “Sos Appentados”: secondo l’esposto presentato dai vicini, quel cantiere era stato aperto nel 2009 (attualmente è bloccato) su una lottizzazione risalente al 1975, scaduta dopo 10 anni. Ecco perché quanto costruito dopo sarebbe illegittimo. Lo aveva stabilito il Tar con la sentenza 118 del 2009; attualmente il ricorso dei Guarino pende in Consiglio di Stato. La procura della Repubblica però è stata di diverso avviso. Dopo aver incaricato i vigili urbani di Stintino e poi un consulente, Giovanni Agatau, di verificare la validità della concessione comunale e poi della dichiarazione unica autocertificativa (Duapp), il sostituto procuratore Giovanni Porcheddu aveva chiesto l’archiviazione del fascicolo a carico dei Guarino. Considerava quella lottizzazione ancora valida. Ma i vicini di casa, proprietari di seconde case rappresentati dall’avvocato Pierluigi Carta, si erano opposti all’archiviazione e il giudice delle indagini preliminari Carla Altieri ha dato loro ragione: ha ordinato nuove indagini, ora condotte dal sostituto Elisa Loris. Evidente che secondo il gip ci siano alcuni punti da chiarire. Anzitutto, la validità di una lottizzazione risalente alla metà degli anni Settanta, che inizialmente contemplava costruzioni a destinazione alberghiera. Poi nel 1997 Francesco Guarino, il capofamiglia, aveva chiesto e ottenuto all’ufficio tutela del Paesaggio di Sassari il rinnovo del nulla osta paesaggistico per i due fabbricati, per i quali presentava un nuovo progetto indicando la destinazione residenziale. Nel 1999 era arrivata la concessione edilizia, poi annullata dal Tar con sentenza del 2009, su ricorso dei vicini di casa ai quali quelle due palazzine avrebbero tolto parte della vista sul Golfo. Secondo i giudici amministrativi, «la convenzione di lottizzazione in forza della quale era stata rilasciata la concessione era divenuta inefficace». Stando invece alle indagini del pm, sulla base della consulenza di Agatau, il piano di lottizzazione conserva attività trascorsi i dieci anni, e il Prg, strumento urbanistico successivo al piano attuativo di “Sos Appentados”, conferma le stesse volumetrie. Ma il gip ritiene ci sia ancora bisogno di indagare. Ora spetta al pm Elisa Loris capire se gli appartamenti dei Guarino (difesi dall’avvocato Franco Luigi Satta) siano abusivi o legittimi.

(foto S.D., archivio GrIG)

  1. Juri
    aprile 5, 2012 alle 1:00 pm

    Davanti a fatti che sembrano tutt’altro che particolarmente complessi, sia in fatto che in diritto, il PM chede l’archiviazione e il GUP l’imputazione….misteri della Giustizia italiana.

    • LUIGI
      aprile 24, 2012 alle 9:50 pm

      Caro Juri, mi sembra evidente che dietro tutto…..ci siano forti pressioni…..la procura dovrebbe indagare in quel senso…è pacifico…al gip non potevano andare bene le conclusioni alle quali, avvalendosi di consulenti specializzati in materia, è giunto il PM.
      Risultato, cittadino “semplice” con le autorizzazioni rilasciategli per costruire: COLPEVOLE.

  2. aprile 5, 2012 alle 2:47 pm

    da La Nuova Sardegna on line, 4 aprile 2012
    Stintino. Sei appartamenti alla Pelosa: i Guarino sotto inchiesta.
    SASSARI. Sei appartamenti vista mare, affacciati sulla Pelosa, a Stintino, in base a una lottizzazione tutta da valutare. (Elena Laudante): http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2012/04/04/news/sei-appartamenti-alla-pelosa-i-guarino-sotto-inchiesta-1.3774130

  3. aprile 13, 2012 alle 2:41 pm

    altra villa sul mare, sotto sequestro.

    da La Nuova Sardegna, 13 aprile 2012
    Stintino. Villa in riva al mare: 5 indagati Ricorso contro il sequestro.

    SASSARI. Hanno fatto ricorso al tribunale del Riesame contro il sequestro dell’immobile i proprietari della villa sul mare a Stintino, nella lottizzazione i Tamerici. Il cantiere per la casa da 100 metri quadri, ancora in costruzione, era stato bloccato dal Corpo Forestale nell’ambito di un’inchiesta per abusi edilizi, falso e violazioni paesaggistiche. Cinque gli indagati: i titolari della concessione Andrea Scano, la moglie Teresa Viberti, l’impresario Carlo Bo, Fortunato Schiaffino e il figlio del proprietario, Massimiliano Scano, direttore dei lavori, al quale i pm Elisa Loris e Carlo Scalas contestano l’ipotesi di falso in atto pubblico. Falso che sarebbe stato dichiarato per ottenere una concessione, ritenuta dagli inquirenti illegittima. Contro il provvedimento di sequestro preventivo hanno fatto ricorso al Riesame gli avvocati Giuseppe Conti e Gianluigi Poddighe, che spiegheranno perché la concessione sarebbe legittima nell’udienza del 20 aprile. A quel punto, il collegio deciderà se confermare o meno i sigilli. Secondo l’accusa, sarebbe fasulla la dichiarazione dei privati al Comune, grazie alla quale era stata prorogata una concessione in realtà scaduta. E questo perché si riferiva ad un atto rilasciato nel 2006, con validità di un anno, prorogata sul presupposto che fossero già iniziati i lavori: Scano aveva fatto riferimento alla realizzazione di un deposito, un “torrino”, come avvio del cantiere. Ma secondo foto e testimonianze, quell’opera risale, secondo gli inquirenti, agli anni Novanta.

  4. dicembre 27, 2012 alle 9:45 am

    Reblogged this on Il blog di Fabio Argiolas.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: