Home > "altri" animali, caccia > Altane e bunker di caccia anche sulle colline di Arzignano, Isola Vicentina e Recoaro Terme.

Altane e bunker di caccia anche sulle colline di Arzignano, Isola Vicentina e Recoaro Terme.


altana di caccia nel Vicentino

Prosegue la campagna effettuata nel Vicentino dal Gruppo d’Intervento Giuridico in collaborazione con la Lega per l’Abolizione della Caccia per verificare la legittimità urbanistica e paesaggistica di numerose postazioni venatorie con strutture fisse (altane, capanni in muratura e legno). 

Dopo quelle riscontrate nei Comuni di Malo, Castelgomberto e Monte di Malo, finora risultate prive di autorizzazioni urbanistico-edilizie e paesaggistiche in seguito alle verifiche effettuate dalle Amministrazioni comunali e dalla Polizia locale, in questi giorni il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha richiesto  informazioni a carattere ambientale e adozione degli opportuni interventi riguardo ad altane di caccia nel Bosco comunale La Guizza, in Comune di Isola Vicentina (10 ottobre 2011), lungo la Via Spelaia, in Comune di Arzignano (12 ottobre 2011), e in Contrada Bianchi, in Comune di Recoaro Terme (12 ottobre 2011).

Recentemente analoga istanza era stata inoltrata riguardo anche alcune altane e “bunker” in lamiera e legno adibiti con ogni probabilità all’utilizzo venatorio rinvenuti in Contrada Zovo di Novale (Passo Zovo), in Comune di Valdagno (4 ottobre 2011).

Interessati, oltre ai Comuni territorialmente competenti, il Ministero per i beni e le attività culturali, la Soprintendenza per i beni architettonici e ambientali di Verona, i Carabinieri del G.T.A. di Treviso, il Corpo forestale dello Stato e – per gli eventuali aspetti di competenza – la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza.

Anche il Coordinamento protezionista vicentino ha avviato un’attività di monitoraggio sulle Prealpi Venete.

Si attendono verifiche ormai su vasta scala su un fenomeno di compromissione territoriale a fini venatori che appare finora sfuggito a controlli sul rispetto della legalità e dei valori naturalistici del territorio.

Gruppo d’Intervento Giuridico

altana di caccia nel Vicentino

(foto M.Z., archivio GrIG)

Advertisements
  1. ottobre 19, 2011 alle 3:40 pm

    Bene operate per smascherare quanto sia facile, soprattutto in certe zone, violare o aggirare le norme. Ma anche e soprattutto come in Italia non esista una coscienza naturalistica e di rispetto per gli animali di qualunque specie con l’avallo di scelte regionali scellerate che consentono di sparare anche ad un fringuello che pesa solo qualche grammo.
    E lo chiamano sport! Cavernicoli!!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: