Home > coste, difesa del territorio, pianificazione, sostenibilità ambientale > Far West nell’edilizia sarda, il caso del P.U.C. di Badesi.

Far West nell’edilizia sarda, il caso del P.U.C. di Badesi.


Riceviamo e pubblichiamo molto volentieri l’interrogazione presentata il 12 ottobre 2011 in Consiglio regionale da Claudia Zuncheddu (Indipendentistas) sulle prescrizioni regionali espresse in merito al piano urbanistico comunale – P.U.C. di Badesi e la verifica sull’effettivo e concreto rispetto della pianificazione paesaggistica e territoriale.

Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra

Al Presidente della Regione autonoma della Sardegna,

all’Assessore degli EE.LL., Finanze, Urbanistica della Regione autonoma della Sardegna,

Premesso che

 – il Comune di Badesi (OT), con la deliberazione Consiglio comunale n. 1 del 18 gennaio 2011, ha approvato definitivamente il proprio piano urbanistico comunale – P.U.C. (art. 20 della legge regionale n. 45/1989 e s.m.i.) e con la nota n. 867 del 25 gennaio 2011 ha richiesto l’attivazione della prescritta valutazione di coerenza con la pianificazione paesaggistica regionale – P.P.R. (art. 31, commi 3° e 5°, della legge regionale n. 7/2002);   

 – il Comitato tecnico regionale urbanistico – C.T.R.U. “nella seduta del 30.03.2011, esaminando lo strumento urbanistico in argomento, ha ritenuto di doverne sospendere la valutazione affinchè il Comune rimuovesse i vizi riscontrati e puntualmente specificati”;

 – Successivamente, con determinazione n. 1635 dell’8 aprile 2011, la Direzione regionale della Pianificazione urbanistico territoriale dell’Assessorato degli EE.LL., Finanze, Urbanistica della Regione autonoma della Sardegna ha richiesto al Comune di Badesi una serie di modifiche sostanziali e radicali al P.U.C. approvato;

Foci del Coghinas

– con deliberazione Consiglio comunale di Badesi n. 30 del 30 maggio 2011 ”sono stati approvati ulteriori elaborati integrativi, predisposti in recepimento di alcune prescrizioni espresse dalla R.A.S.” in merito al P.U.C.;   

 – sul B.U.R.A.S., parte III, n. 17 del 16 giugno 2011 è stato pubblicato l’avviso concernente l’entrata in vigore del P.U.C.;

 – le associazioni ecologiste Gruppo d’Intervento Giuridico e Amici della Terra hanno richiesto (29 giugno 2011) alla Direzione generale della Pianificazione urbanistico territoriale della Regione informazioni a carattere ambientale per conoscere le prescrizioni regionali espresse in merito al P.U.C. di Badesi e la verifica sull’effettivo e concreto rispetto;

 – il Servizio della pianificazione paesaggistica e urbanistica (Direzione generale della Pianificazione urbanistico territoriale dell’Assessorato regionale degli EE.LL., Finanze, Urbanistica) ha comunicato (nota n. 42842 del 20 luglio 2011) che la procedura seguita dal Comune di Badesi è illegittima: “la Direzione generale della Pianificazione con nota n. 42622 del 20.07.2011 indirizzata al Comune di Badesi ha rilevato che la pubblicazione del provvedimento di approvazione definitiva del PUC sul BURAS n. 17 del 16.06.2011 è stata effettuata in mancanza del positivo esito della verifica di coerenza che costituisce presupposto necessario per procedere alla pubblicazione del piano nei termini di cui agli articoli 17 e 20 della legge regionale 22 dicembre 1989, n. 45”;

 – ciò nonostante, il Comune di Badesi, con avviso sottoscritto dal Sindaco Anton Pietro Stangoni, ha comunicato alla cittadinanza mediante avvisi pubblici “che dal giorno 3 ottobre 2011 il PUC è vigente”, invitandola a una presentazione pubblica in data 24 ottobre 2011 presso la sala convegni comunale;

Badesi, manifestino presentazione PUC, ottobre 2011

 Si interroga il Presidente della Regione autonoma della Sardegna e l’Assessore degli Enti locali, Finanze, Urbanistica per sapere

 1)     quale sia stato l’eventuale esito della prescritta valutazione di coerenza con la pianificazione paesaggistica regionale – P.P.R. (art. 31, commi 3° e 5°, della legge regionale n. 7/2002) del P.U.C. di Badesi;

 2)     quali iniziative intenda attuare nel caso di attuazione da parte dell’Amministrazione comunale di Badesi delle previsioni del suddetto P.U.C. in assenza di positivo superamento della necessaria valutazione di coerenza con la pianificazione paesaggistica regionale – P.P.R., in palese violazione di legge, con indubbi riflessi di natura penale ed erariale.

 Cagliari, 12 Ottobre 2011

Claudia Zuncheddu

Consigliera Regionale Indipendentistas

 

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

  1. ottobre 14, 2011 alle 3:03 PM

    da Sardegna 24, 14 ottobre 2011
    CEMENTO. INTERROGAZIONE SUL PUC APPROVATO DAL COMUNE MA NON DALLA REGIONE. Piano urbanistico di Badesi, il caso in Consiglio regionale: http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_231_20111014090145.pdf

  2. Francesco
    ottobre 15, 2011 alle 1:34 PM

    Vi è poco da commentare. Ennesimo episodio di illegalità da parte di individui che coprono
    cariche pubbliche. Amareggia il fatto che nessuno,dell’enorme apparato Statale per la tutela della legalità,sia intervenuto. L’osservanza delle leggi e delle regole sono evocate dai cittadini onesti che hanno a cuore la cura del territorio. Mi chiedo cosa sarebbe oggi la Sardegna se non ci fosserro state le azioni attente e costanti dei nostri ambientalisti.

  3. ottobre 16, 2011 alle 1:00 PM

    “ottenute tutte le approvazioni”?! E quando mai?!

    da La Nuova Sardegna, 16 ottobre 2011
    Il sindaco Toni Stangoni: uno strumento importante anche sotto il profilo economico e sociale. Badesi, auditorium affollato per il nuovo Puc. (Tonio Biosa)

    BADESI. Il lungo iter di redazione si è concluso e il Puc, ottenute tutte le approvazioni, è entrato in vigore. Il piano urbanistico arriva nel momento esaurisce la sua funzione, svolta a partire dagli anni 80, del piano di fabbricazione. Nell’assemblea indetta dall’amministrazione il puc è tornato ancora all’attenzione della popolazione, questa volta però nella versione definitiva, dopo le presentazioni programmatiche. Affollato l’auditorium comunale nel quale il sindaco Toni Stangoni ha sottolineato l’importanza di dotarsi di uno strumento che fissi le linee di una crescita non solo in termini urbanistici ma anche economici e sociali: «Abbiamo fatto di tutto per soddisfare prima di tutto le esigenze generali e, nell’ambito del consentito da leggi e regolamenti, quelle di stampo privatistico».
    Stangoni ha rimarcato le difficoltà incontrate, non solo per la volontà di una rigida osservanza delle regole ma per il contrasto di gruppi ambientalisti specie sul tema dell’aviosuperficie, prevista nell’area che negli anni 80 serviva ad accogliere piccoli aerei. Ha spiegato che si tratta di un’opportunità prevista dal Puc e che potrà essere sfruttata da privati intenzionati a creare un piccolo aeroporto a servizio di tante località turistiche della costa per raggiungere le quali il costo del transfert da Olbia o da Alghero è più alto di quello del volo dall’Italia e dall’Europa. Interventi di carattere tecnico sono stati svolti dagli ingegneri Giovanni Antonetti e Antonio Mannu che si sono soffermati in particolare sulla fascia costiera e fluviale del territorio comunale di Badesi. Fascia classificata area Sic per i suoi pregi ambientali, ovvero sito d’interesse comunitario, dove ogni intervento – chiairscono – sarà impossibile o limitatissimo.

  4. ottobre 16, 2011 alle 2:16 PM

    da Sardegna 24, 16 ottobre 2011
    Puc, il sindaco disobbediente. (Francesco Giorgioni): http://www.sardegna24.net/olbia/puc-il-sindaco-disobbediente-1.31660

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: