Home > Italia, società > Io mi sento offesa.

Io mi sento offesa.


mafaldaTale Dolores Valandro, esponente della Lega Nord e consigliera di quartiere a Padova, è, evidentemente, una signora alla moda e assai moderna, perciò ha voluto condividere con l’intero mondo virtuale dei “mi piace” tutta la grazia, la compassione, l’originalità di pensiero, la sensibilità di cui una donna può essere capace, o meglio di cui lei, e solo lei, può essere capace. E in cosa consiste cotanta grazia? Semplice, quanto banale: ricoprire di insulti razzisti la ministra dell’Integrazione Cécile Kyenge, quella signora nera nera arrivata dall’Africa esclusivamente per farsi insultare da una signora bianca bianca, nel modo più becero e maschilista del mondo, ossia con l’esortazione alla violenza sessuale nei suoi confronti. Una donna che incita alla violenza nei confronti di un’altra donna purtroppo non è una rarità, ma non è soltanto l’espressione di una mancanza totale di solidarietà femminile, è, a mio modestissimo parere e mi assumo la responsabilità di ciò che scrivo, espressione di stupidità e di autolesionismo, poiché rappresenta un precedente odioso e pericolosissimo per tutte le donne, considerate potenzialmente degne di essere “punite” in quanto troppo colorate, troppo antipatiche, troppo chiassose, troppo silenziose, troppo smorfiose, troppo socievoli, troppo qualsiasi cosa ci sia nel cervello malconcio di alcune persone. La ministra Kyenge ha, semplicemente, replicato che «ognuno deve sentirsi offeso». Ecco, io mi sento offesa. Mi sento offesa come donna e come italiana, perché l’Italia è un Paese accogliente e generoso, e la stessa storia della ministra Kyenge lo dimostra, e non mi sento tutelata se le appartenenti al mio genere, per di più rappresentanti di un partito politico, incitano alla violenza. Fortunatamente, la Lega Nord si è dissociata dalle dichiarazioni della consigliera e ne ha annunciato l’espulsione ma l’espulsione della stupidità, quella no, non è possibile.

                                                                                                           Claudia Basciu

  1. max
    giugno 14, 2013 alle 7:33 am

    quello che definisco patetico ai limiti della demenza senile e’ che certe persone lanciano proclami, invettive,anatemi offensivi, poi appunto da dementi, resisi conto di quello che hanno detto e quindi aggiungerei “fatto”si scusano o peggio dicono che le loro parole sono state travisate o analizzate fuori contesto.
    vergogna; ma possibile che il buon senso, l’autocontrollo e la dignita’ siano in penuria?
    ma se ha dei problemi si faccia curare perche’ certi atteggiamenti imbarbariscono ulteriormente questa ns societa’gia’ sufficentemente barbarizzata.

  2. mauro
    giugno 14, 2013 alle 8:11 am

    la manderei a zappare i campi una così, altro che consigliera ed esponente dei miei coglioni!!!!

  3. giugno 14, 2013 alle 8:55 am

    Purtroppo, nella Lega e nei leghisti il razzismo è di casa! Da non dimenticare la legge che porta il nome congiunto del leghista Bossi e del neofascista Fini e le campagne contro gli immigrati da parte dell’attuale segretario nazionale della Lega quando siedeva sulla poltrona di ministro dell’Interno!!!
    La fattispecie della consigliera leghista padovana, inoltre, dovrebbe rientrare tra i reati penali ed in tal senso sono già state presentate due denunce alla Procura di Padova per apologia di reato.

  4. mt
    giugno 14, 2013 alle 6:19 pm

    Io non le farei svolgere alcuna attività(lavorare i campi’NON LE FAREI TOCCARE NEPPURE IL CONCIME.tROPPO ONORE per lei e troppo disonore per il concime).E poi a volte l’incitamento alla violenza può essere un boomerang::non esistono solamente le stronze che parlano(parlano??????)ma anche gli stronzi che agiscono.Attenta.dolcissima signora,perchè gli angoli bui aspettano tutti.

  1. giugno 14, 2013 alle 7:19 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: