Home > "altri" animali > Buone notizie per le quaglie in allevamento.

Buone notizie per le quaglie in allevamento.


allevamento di Quaglie (Coturnix coturnix)

Giungono buone notizie per le quaglie negli allevamenti di Malo (VI).  Il Comando Polizia locale di Malo ha risposto (nota n. 5958 del 20 marzo 2012) alla richiesta di accertamenti e interventi inoltrata dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (6 gennaio 2012) riguardo la particolare situazione riscontrata mediante lunghe ore di appostamento notturno filmato presso un locale allevamento di volatili, dove le luci artificiali sarebbero mantenute accese anche nelle ore notturne, probabilmente per diminuire i tempi di crescita, ma con ovvi riflessi sul benessere degli altri animali allevati e in contrasto con le previsioni normative che prescrivono adeguati periodi di riposo (direttiva n. 98/58/CE sulla protezione degli animali negli allevamenti, decreto legislativo n. 146/2001).

Dopo un primo sopralluogo (durante il quale sono stati rilevati tempi di riposo dei volatili), la Polizia locale ha coinvolto l’Ufficio sanità animale e igiene allevamenti della ULSS n. 4 “Alto Vicentino” (destinatario anch’esso della richiesta ecologista), che ha informato, nel corso di specifico incontro (15 febbraio 2012), tutti gli allevatori di quaglie (Coturnix coturnix) presenti nella zona degli “argomenti relativi al benessere animale con particolare riferimento al fotoperiodo, dando “precise disposizioni di attenersi al … Decreto Legislativo 27.09.2010, n. 181. E’ stato previsto un ulteriore incontro (marzo 2012) per verificare le problematiche e “intraprendere uniformemente un programma comportamentale nel rispetto del succitato Decreto Legislativo”.  

Nel periodo di maggio-giugno 2012 sono, poi, previsti i controlli sul rispetto delle prescrizioni impartite.

Auspichiamo finalmente intrapresa una strada positiva per garantire il benessere animale anche negli allevamenti di volatili.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Quaglia (Coturnix coturnix)

(foto da www.commercialeavicola.com, da mailing list ambientalista)

  1. Luigi Bertolsd
    aprile 6, 2012 alle 11:38 am

    Un passo alla volta senza l’aiuto dei mass media, troppo impegnati a seguire i politici e le lobby annesse (un esempio per tutti, i cacciatori) si ottengono risultati aprrezzabili.

  2. icittadiniprimaditutto
    aprile 6, 2012 alle 5:31 PM

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. agosto 24, 2019 alle 5:57 PM

    Galline asfissiate nel Bresciano.

    da Il Fatto Quotidiano, 24 agosto 2019
    Brescia, morte 10mila galline per asfissia dopo essere rimaste per ore al caldo nei capannoni.
    Il titolare dell’azienda agricola non aveva predisposto opportuni sistemi di allarme in grado di segnalare problemi del sistema di areazione dell’aria all’interno dei capannoni, come imposto dalla legge. Ora è indagato e deve rispondere di uccisione di animali oltre a pagare una multa da oltre 3mila euro: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/08/24/brescia-morte-10mila-galline-per-asfissia-dopo-essere-rimaste-per-ore-al-caldo-nei-capannoni/5406721/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: