Home > coste, difesa del territorio, pianificazione > Indirizzi “riservati” per la modifica del piano paesaggistico regionale della Sardegna.

Indirizzi “riservati” per la modifica del piano paesaggistico regionale della Sardegna.


Ginepro (Juniperus communis) sul mare

Con deliberazione Giunta regionale n. 12/32 del 20 marzo 2012 – finora non visibile sul sito istituzionale web della Regione autonoma della Sardegna – l’Amministrazione Cappellacci ha dato ignote Linee Guida per la redazione del PPR degli ambiti interni e per la predisposizione degli atti di aggiornamento e revisione del PPR degli ambiti costieri.

Il Presidente della Regione autonoma della Sardegna Ugo Cappellacci, pur generalmente ciarliero su ogni banalissimo evento della sua non immemorabile avventura governativa, stavolta tace.  Nessuna notizia ufficiale.   Solo qualche striminzito e generico annuncio filtrato sui mezzi d’informazione.   Clima ben diverso dai pifferi e tamburi che annunciavano le strabilianti novità pianificatorie nell’autunno scorso, con tanto di campagna pubblicitaria.

Forse i ricorsi governativi alla Corte costituzionale contro le leggi regionali sul golf (n. 19/2011) e sul c.d. piano per l’edilizia bis (n. 21/2011) hanno indotto a maggior prudenza o chissà.

Appena pubbliche le “linee guida” saranno oggetto di approfondito esame e delle eventuali opportune azioni.

Gruppo d’Intervento Giuridico, Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia

 

 

 

Cabras, spiaggia di Is Aruttas

da La Nuova Sardegna, 22 marzo 2012

AMBIENTE . Nuovo Piano paesaggistico, «linee guida» della giunta ora all’esame dell’assemblea.

CAGLIARI. Le «linee guida» del nuovo Piano paesaggistico regionale saranno illustrate da Ugo Cappellacci al Consiglio regionale nel mese di aprile. La delibera approvata martedì sera dalla giunta è «politica», di indirizzo generale, mentre la parte più tecnica del documento non è ancora pronta. La revisione del Ppr varato da Renato Soru nella passata legislatura riguarderà gli ambiti costieri e ricomprenderà, con la redazione originale, anche le zone interne. Ieri la presidenza della Regione non ha diffuso notizie, ma da quanto si è appreso si ribadisce che «il paesaggio rappresenta per la collettività isolana un valore fondante della cultura identitaria e delle tradizioni e, in quanto risorsa strategica per lo sviluppo, è un bene che va salvaguardato anche per le future generazioni». Le linee si muovono «in coerenza con i dettati della Convenzione europea del paesaggio e del Codice del paesaggio». Obiettivo fondamentale è «l’equilibrio ambiente-paesaggio unito a nuove forme di urbanizzazioni nel rispetto delle peculiarità dei luoghi e delle identità storico-culturali delle nostre comunità, costiere e interne, la salvaguardia e la difesa del paesaggio rurale, la tutela e la valorizzazione delle aree extraurbane e il rilancio e la rivitalizzazione dei borghi rurali».

 

(foto S.D., archivio GrIG)

  1. icittadiniprimaditutto
    marzo 23, 2012 alle 7:53 PM

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. giugno 25, 2012 alle 2:50 PM

    e ci riprovano.

    da Sardegna Quotidiano, 25 giugno 2012
    CENTRODESTRA. Accelerata sul Ppr, domani l’ok in Giunta: http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_231_20120625082040.pdf

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: