Home > alta velocità, difesa del territorio, grandi opere > L’idiota che aiuta la T.A.V.

L’idiota che aiuta la T.A.V.


Fa il giro d’Italia il video del manifestante no-TAV che insulta il carabiniere impassibile.

Incredibile e straordinario autogol, che favorisce il progetto “alta velocità” ferroviaria Torino – Lione, una delle peggiori grandi opere nazionali, inutile, devastante per l’ambiente e soprattutto per le casse pubbliche. Buona per far correre su rotaie a 300 km. orari i barattoli di pomodori.

Ha proprio aperto la bocca per dare aria ai denti, complimenti.

Gruppo d’Intervento Giuridico

  1. marzo 1, 2012 alle 3:50 PM

    Sicuramente si è trattato di un idiota esibizionista. La stessa idiozia del “rocciatore” che ha rincorso Luca Abbà che aveva in mano solo una bandiera “NO-TAV” ben sapendo che, come aveva minacciato, per sfuggire alla “cattura” sarebbe salito oltre i limiti di sicurezza rischiando la vita come, poi, ha rischiato.

    Due idiozie speculari. Ma le forze dell’ordine queste idiozie non dovrebbero permettersele!

    Per questo io ho applaudito il Carabiniere che non ha reagito alla provocazione dando una
    lezione di autocontrollo e di stile al provocatore ed anche a qualche giornalista semianalfabeta ed a qualche politico che ha affermato che Luca se l’è cercata!

    • Voglio energia
      marzo 2, 2012 alle 12:17 PM

      Ma sei proprio certo che l’idiota fosse il rocciatore?

  2. Mara
    marzo 1, 2012 alle 3:53 PM

    Un incredibile idiota, fra l’altro non ha esattamente l’accento valsusino ed era chiaramente lì per provocare incidenti, ora giornalacci vari possono intonare l’ennesimo VIVA la TAV.
    Complimenti all’impassibile carabiniere, grande oristanese!

  3. marzo 1, 2012 alle 4:02 PM

    da sempre c’è chi opprime e chi è oppresso…..voi pensate che l’oppresso sia chi protesta o chi protegge i privilegi, lo stato e il capitale!??!?!??!

  4. Juri
    marzo 1, 2012 alle 5:00 PM

    Un comportamento sicuramente riprovevole, la cui portata però è stata oltremodo amplificata, in un modo che mi pare molto indicativo della faziosità dei mass-media. Uno singolo scemotto è stato reso celebre solo perché utile alla causa del partito degli affari dei pro-TAV, che include anche le imprese editoriali che stanno dietro i maggiori quotidiani e TV.
    E anche tutte tutto l’incenso nei confronti del carabiniere mi sembra francamente eccessivo.

    Così come mi è sembrato sottovalutato il fatto che un agente di polizia non si sia fermato davanti all’evidenza che Luca Abbà avrebbe davvero rischiato grosso, come minacciava di fare, in caso di “inseguimento” sul traliccio. Quando un aspirante suicida sale sul cornicione e avverte che se qualcuno si avvicina si butterà sotto, tutti sanno quali e quante precauzione vengono adottate per evitare il peggio.

  5. Occhio nudo
    marzo 1, 2012 alle 6:43 PM

    Nell’intera vicenda TAV, quello è un idiota irrilevante, così come sono irrilevanti i poliziotti mandati lì da uno Stato che rifiuta il confronto con la popolazione, con i cittadini che hanno il diritto di protestare contro un’opera inutile e dannosa per l’economia locale e nazionale, per l’ambiente, per la salute. Non è un Paese civile, quello che impone le proprie scelte ai cittadini senza ascoltarli e reprime le loro manifestazioni, quello che dice, tutti uniti destra e sinistra, “quell’opera si farà e basta”, è un Paese alla deriva e non può andare molto lontano.

  6. frnoli
    marzo 1, 2012 alle 7:58 PM

    raramente ho visto un gesto così autolesionista, questi non conoscono un minimo di comunicazione

  7. CHIARA MONTI
    marzo 2, 2012 alle 6:29 PM

    Il carabiniere ,persona seria, ha dichiarato: poi ha continuato
    Ho dico ,ma siamo veramente così ingenui da non capire che era una scenetta preparata?

  8. CHIARA MONTI
    marzo 2, 2012 alle 6:42 PM

    Perbacco ,anche su questo sito è attiva la censura .E’ stata cassata in tempo reale la dichiarazione (visto come era bardato) da me fantasiosamente attribuita al giovane Carabiniere. Non vi era nulla di offensivo.
    Non si può scherzare o sdrammatizzare su questo episodio.
    Altro che libertà sul Webb…

  9. CHIARA MONTI
    marzo 2, 2012 alle 7:41 PM

    Ed è proprio questo che preoccupa . Sono certo che il commento sarebbe passato senza alcuna censura da parte vostra. Ma allora chi depura i commenti nello stesso tempo in cui vengono inviati? Ieri ho provato a spedire lo stesso commento in 4 diversi siti,ebbene è arrivato mutilato della sostanza ,esattamente come è accaduto oggi .
    Non era dunque verosimile che lo scafandro con cui era bardato l’ impedisse di sentire?
    CHIEDO SCUSA PER L’INVADENZA

  10. mtb
    marzo 3, 2012 alle 9:44 PM

    la passione politica e anche quella ambientalista spesso eccede nella faziosità:Perchè pensare che il carabiniere che non regisce sia un”attore”in combutta con l’imbecille di turno e invece l’altro che rincorre l’estremista sia uno che volontariamente lo spinge al suicidio?Non so di quali tendenze politiche sia Augias ma non è contro Tav..Sappiamo a quale pertito politico appartiene Fassino eppure si meraviglia del fatto che un’opera decisa da molto tempo e ormai finanziata non si debba fare Ma siamo gli unici europei”intelligentoni” a non volerla?Ma sono sincere unicamente le tv che la bocciano e sono venduti solamentei giornali che l’approvano? E poi per protestare si va a viso aperto e non coperto e non si distruggge nulla

    • Juri
      marzo 4, 2012 alle 1:33 PM

      Fassino lo sappiamo bene a quale partito appartiene, a quello “dell’abbiamo una banca!”.
      I dati, caro mtb, servono i dati per dimostrare che il TAV serve, non gli slogan o i “se lo dice Tizio allora è giusto”…
      Il fatto è che mentre i NO-TAV le loro ragioni le sostengono con numeri, cifre, studi e calcoli, i SI-TAV più che tautologie seriali non sanno produrre. “Si deve fare perché serve, serve perché è utile, è utile perché è strategica, è strategica perché è utile” è il “loop” da cui non possono uscire perché se si addentrano in analisi serie vien fuori la completa inutilità dell’opera. Meglio evitarle dunque e riporre fiducia sul fatto che il sistema dei mass-media tradizionali italiani è in gran parte allineato, anzi funzionale a questo sistema. Se ci fosse una c.d. “grande stampa” seria, che denunciasse con la dovuta forza l’inutilità di quest’opera e lo sperpero assurdo di denaro pubblico che essa comporta (incompatibile con l’allarme di bancarotta imminenente usato per giustificare le durissime misure che hanno colpito le fasce più deboli) il TAV sarebbe stato da tempo messo in archivio.
      La speranza dell’attuale classe dirigente è che la pubblica opinione, esposta a questo tipo di “informazione”, si accontenti di essere imboccata e ingoi tutto. Ma il cambio di modello informativo, sempre meno controllato dai grandi gruppi editoriali-economici e sempre più spostato verso il web, rischia davvero di deludere, fortunatamente, queste aspettative.

  11. marzo 5, 2012 alle 10:04 PM

    su Tiscali News, 5 marzo 2012
    Tav, Il manifestante ‘pecorella’: Ho sbagliato, ero esasperato: http://notizie.tiscali.it/feeds/12/03/05/t_02_20120305_000081.html?ultimora

  12. agosto 18, 2013 alle 11:06 PM

    basta con ‘sto cavolo di T.A.V., la Francia ha già deciso. E l’Italia?

    da BlogEko, 27 giugno 2013
    Arriva l’annuncio ufficiale. In Francia la Tav Torino-Lione imbocca il binario morto: http://blogeko.iljournal.it/arriva-lannuncio-ufficiale-in-francia-la-tav-torino-lione-imbocca-il-binario-morto/74335

  13. maggio 15, 2014 alle 8:46 PM

    da Il Corriere della Sera, 15 maggio 2014
    TORINO. No Tav, urlò «pecorella» a un carabiniere: chiesti sei mesi. La richiesta di condanna per Marco Bruno. Il pg: offese gratuite al militare durante una manifestazione contro l’Alta Velocità in Val di Susa. (Elisa Sola): http://www.corriere.it/cronache/14_aprile_11/no-tav-urlo-pecorella-un-carabiniere-chiesti-sei-mesi-a10aabe2-c17e-11e3-9f36-c28ea30209b6.shtml

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: