Home > coste, escursioni guidate > Visita alla Torre di Chia con la Conservatoria delle coste.

Visita alla Torre di Chia con la Conservatoria delle coste.


Domus de Maria, Torre di Chia e foce del Rio di Chia

Riceviamo e pubblichiamo volentieri.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Apertura simultanea delle fortezze difensive del circuito FOR_ACCESS

Una due-giorni alla scoperta dei segreti della Torre di Chia 

 24 – 25 settembre 2011

Promuovere la conoscenza delle fortificazione difensive del territorio e scoprirne i segreti più reconditi, le modalità di costruzione e di utilizzo. E’ questo l’obiettivo principale della due-giorni di iniziative “Le porte di pietra sul mare” in programma alla Torre di Chia, sabato 24 e domenica 25 settembre.

L’appuntamento è promosso dall’agenzia Conservatoria delle Coste della Regione Autonoma della Sardegna, nell’ambito del progetto europeo “For_Access – Accessibilità sostenibile e gestione comune delle fortificazioni difensive”, il progetto sostenuto e finanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007/2013.

Il progetto, iniziato nel febbraio 2010, vede coinvolte quattro Regioni che si affacciano sul Mediterraneo: Toscana, Liguria, Sardegna e Corsica.

In concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio apriranno contemporaneamente i battenti le fortezze e torri costiere coinvolte nel progetto: la Torre di Chia (Domus de Maria – CA) la Torre del Coltellazzo (Pula – CA), la Torre di Longosardo (S.Teresa di Gallura – OT), la Fortezza di Montalfonso (Castelnuovo Garfagnana – LU), la Torre di Collelungo (Grosseto), la Fortezza di Firmafede (Sarzana – SP), la Cittadelle de Corte (Corsica).

Pula, Torre del Cortellazzo

Si tratta di iniziative gratuite e aperte a tutti (in particolare a famiglie e bambini) articolate tra visite, laboratori didattici, spuntini e merende.

Il programma prevede l’apertura della Torre dalle ore 10.00 sino alle 12.30 e dalle ore 15.00 alle 17.00; la visita avverrà partendo dalla base del colle in cui si trovano gli scavi di Bithia, una delle città cartaginesi più importanti della Sardegna. Sarà possibile intraprendere il sentiero che condurrà alla Torre di Chia attraverso le rovine che constano in resti di abitazioni, una cisterna, due cinte murarie, delle quali una di età tardo-punica sino a giungere alla Torre di Chia per ammirarne la sua struttura. Nella giornata di sabato sono previste iniziative di animazione per i più piccoli attraverso la realizzazione di laboratori didattici.

Le giornate saranno allietate da piacevoli degustazioni di prodotti tipici del territorio alle ore 12.30 e 17.00.

(foto S.D., archivio GrIG)

  1. Al momento, non c'è nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: