Home > "altri" animali, caccia > La caccia al lupo unisce governo e opposizione.

La caccia al lupo unisce governo e opposizione.


Ma chi l’ha detto che in Italia governo e opposizione sono sempre in disaccordo? Quando c’è bisogno di unirsi, per il bene della Nazione, un accordo si trova sempre, il buonsenso prevale,  quando si tratta di temi fondamentali per l’interesse degli italiani, è accaduto per la recente finanziaria “lacrime e sangue”, probabilmente accadrà per sconfiggere il nuovo/vecchio nemico pubblico numero uno, il Bin Laden dei boschi, colui che semina il terrore tra i verdi pascoli del Bel Paese: il lupo. Tanto per cambiare. L’agricoltura in Italia non va più come un tempo? Colpa del lupo. Il sistema pastorale non funziona come dovrebbe? Colpa del lupo. Altro che crisi economica, altro che banche, altro che Equitalia, altro che politici incapaci, il vero colpevole del disastro agropastorale è sempre, solo lui, il lupo che, per vendicarsi della sua condizione di “animale super protetto”, stermina intere greggi. E così, per far fronte allo scempio causato dal peloso vendicatore solitario, la commissione agricoltura (i cui membri appartengono a pdl, Lega Nord, Futuro e Libertà, pd, Italia dei Valori, Unione di Centro) ha approvato un documento che, nel caso in cui dovesse diventare legge, consentirebbe l’abbattimento dei lupi, e dei cinghiali, per “prevenire danni importanti al bestiame”, senza considerare gli studi scientifici che hanno portato alla tutela del lupo, senza preoccuparsi troppo di elaborare soluzioni alternative per una convivenza pacifica tra uomini e “altri animali”. Una legge simile sarebbe un grande passo indietro per l’Italia, non lo merita il lupo, non lo meritano i cinghiali allevati per essere cacciati, e non lo meritiamo nemmeno noi italiani, facciamo sapere ai nostri parlamentari (soprattutto a quelli più sensibili alla tutela degli animali) che vogliamo vivere in un Paese civile ed esigiamo che vengano studiati progetti alternativi all’abbattimento, qui trovate gli indirizzi di posta elettronica:

La Commissione Agricoltura: http://www.camera.it/99?shadow_organo_parlamentare=1506

Il Parlamento: http://www.parlamento.it/

Facciamoci sentire!

Per saperne di più:

http://www.corriere.it/cronache/11_luglio_27/mainardi-lupo-preda_504c071c-b814-11e0-a142-4db684210d8b.shtml

http://www.greenreport.it/_new/index.php?lang=it&page=default&id=11564

http://www.wwf.it/client/ricerca.aspx?root=28767&parent=3706&content=1

                                                                   Gruppo d’Intervento Giuridico

(foto S.D., archivio Grig)

Annunci
  1. Manuel Zanella
    luglio 30, 2011 alle 10:48 am

    Devono vergognarsi questi parlamentari che non sanno niente di natura e si permettono di decidere sulla vita o morte di animali innocenti…

  2. Stefano Deliperi
    luglio 30, 2011 alle 5:57 pm

    è un tipico esempio di cialtronaggine di deputati unita alla parte peggiore del mondo venatorio, la risposta sarà durissima.

  3. Gian marco
    agosto 1, 2011 alle 1:21 pm

    figli di puttana se mi toccano un lupo li squarto

  4. m.teresa deligia
    agosto 3, 2011 alle 11:04 am

    Sono estremamente contraria alla reintroduzione di animali come il lupo o l’orso in paesi come l’Italia fortemente antropizzati.Si espongono queste povere bestie all’ignoranza e alla cattiveria nel tentativo,assurdo,di ricostruire un’habitat che ormai non c’è più(purtroppo).

  5. agosto 3, 2011 alle 1:05 pm

    E perchè lasciare l’Italia in balia dell’ignoranza e della cattiveria di (alcuni) personaggi? L’uomo non è l’unico essere sul Pianeta, non può “antropizzarlo” totalmente, escludendo gli altri esseri viventi da un territorio che non gli appartiene, perciò anche gli stolti devono imparare che c’è posto per loro, per i lupi, per gli orsi e per i topi, per fortuna.

  6. frank
    agosto 3, 2011 alle 3:58 pm

    Giù le mani dal lupo e da tutti gli altri animali! L’uomo, con la sua sordida e tronfia ignoranza, è certo l’ultimo tra gli animali ad avere il diritto di annientarne altri! Alla commissione agricoltura farebbero meglio a prendersela con chi diffonde annualmente decine di migliaia di esemplari di selvaggina ad uso e consumo dei cacciatori. Sono questi animali a mettere a repentaglio l’agricoltura italiana e non certo i lupi ….! E ai pastori e ai mandriani direi che le loro greggi e mandrie possono benissimo pascolare all’interno di recizioni e/o protette da cani da pastore. Pensano forse di poter circolare liberamente su tutto il territorio e magari pretendere pure di abbattere i pochissimi lupi rimasti, per tutelare i loro profitti, che si basano oltre tutto sull’odioso sfruttamento animale? Ma che film hanno visto?

  1. luglio 30, 2011 alle 8:40 am
  2. settembre 20, 2011 alle 2:51 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: