Home > caccia > Caccia in Sardegna, stagione 2012-2013, morti e feriti (2).

Caccia in Sardegna, stagione 2012-2013, morti e feriti (2).


Merlo, femmina (Turdus merula)

 

Inizia a salire il numero di morti e feriti umani nel corso della stagione venatoria 2012-2013 in Sardegna.

Il secondo ferito in Sardegna (Stefano Cencetti, 42 anni, comandante della Compagnia barracellare di Villa San Pietro) è un cacciatore colpito al volto, alla spalla e al braccio destri da un compagno di battuta nelle campagne di Bacchixeddu, in Comune di Pula (CA). Trasportato all’Ospedale “Brotzu” di Cagliari e operato, non corre pericolo di vita.    Indagano i Carabinieri.

Attualmente, in tutta Italia, siamo a ben 23 morti (20 cacciatori, 3 persone comuni)e 35 feriti (24 cacciatori, 9 persone comuni) umani durante la stagione di caccia 2012-2013

Nella stagione venatoria 2011-2012 in Sardegna vi sono stati quattro morti e quattordici feriti, tutti cacciatori (ad eccezione di un pescatore di origine romena), dei quali uno (Domenico Molino, nelle campagne di Ovilò, Loiri Porto S. Paolo) ucciso in circostanze inquietanti per cause legate al mondo venatorio e un altro deceduto per infarto durante una battuta di caccia.    In tutta Italia 25 morti (24 cacciatori, 1 persona comune) e 70 feriti (59 cacciatori, 11 persone comuni).

Nella stagione venatoria 2010-2011 in Sardegna ci sono stati 4 morti, tutti cacciatori, e 11 feriti, dei quali 10 cacciatori e 1 persona comune, una ragazza che cercava funghi.  In tutta Italia ben 35 morti, dei quali 34 cacciatori e 1 persona comune, ben 74 feriti, dei quali 61 cacciatori e 13 persone comuni.

Il trend rispetto agli anni precedenti è in deciso aumento.

morti e i feriti fra gli altri animali in una stagione venatoria si stimano in centinaia di milioni.

Una vera strage, di umani e altri animali, così, per un divertimento.

Lega per l’Abolizione della CacciaGruppo d’Intervento GiuridicoAmici della Terra

incidente di caccia

 

Feriti: Giancarlo Salis (51 anni, di Jerzu, nei canaloni boscosi dei Tacchi di Ulassai, OG).

 

 

 

da L’Unione Sarda on line, 29 ottobre 2012

Pula, comandante dei barracelli ferito a un orecchio da una rosa di pallini.

L’uomo partecipava a una battuta di caccia con alcuni amici.

Stefano Cencetti, comandante della compagnia barracellare di Villa San Pietro, mentre partecipava a una battuta di caccia con due amici nel territorio di Bacchixeddu è stato centrato accidentalmente dai proiettili sparati dal fucile di un compagno. I pallini hanno colpito l’uomo a un orecchio, alla spalla e al braccio destro. Cencetti è stato soccorso dai volontari dell’Avos di Sarroch e poi trasportato in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi. Intanto, i carabinieri di Pula, indagano sull’episodio per ricostruire la dinamica dell’incidente e per capire da quale fucile sia stato esploso il colpo che ha raggiunto e ferito il comandante.

(foto da mailing list ecologista, S.D., archivio GrIG)

  1. icittadiniprimaditutto
    ottobre 29, 2012 alle 4:21 PM

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. novembre 4, 2012 alle 5:27 PM

    toh, fatevi una cultura in materia, ben 114 morti e 303 feriti negli ultimi 4 anni (finora).

    da La Repubblica – inchieste, 1 novembre 2012
    Doppietta assassina: http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2012/11/01/news/morti_di_caccia-45740938/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: