Home > acqua, aree urbane, biodiversità, difesa del territorio, difesa del verde, dissesto idrogeologico, paesaggio, società, sostenibilità ambientale > Perché sono stati tagliati gli alberi lungo il corso del Fiume Esino?

Perché sono stati tagliati gli alberi lungo il corso del Fiume Esino?


Matelica, Fiume Esino, taglio alberi, feb. 2018 - Copia

Matelica, sponde del Fiume Esino dopo il taglio della vegetazione riparia (marzo 2018)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (22 marzo 2018) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione di opportuni provvedimenti riguardo l’avvenuto recente taglio della vegetazione riparia – comprendente anche alberi ad alto fusto – lungo il corso del Fiume Esino (Via Circonvallazione, 31), presso la Halley Informatica s.r.l., nel territorio comunale di Matelica (MC).

Le fasce spondali del Fiume Esino sono tutelate con il vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) e la vegetazione svolge un’importante funzione di difesa idrogeologica.

Sono stati coinvolti il Ministero per i beni e attività culturali e il turismo, il Genio civile della Regione Marche, l’Unione Montana del Potenza, Esino, Musone, la Soprintendenza per Archeiogia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, il Comune di Matelica.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica rapide verifiche sulla legittimità dei tagli arborei effettuati e, soprattutto, l’inibizione di ogni ulteriore attività che potrebbe portare a ulteriori rischi ambientali per le sponde del Fiume Esino e la sicurezza pubblica.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Oxalis pes-caprae

Oxalis pes-caprae

(foto per conto GrIG)

 

Annunci
  1. marzo 26, 2018 alle 3:01 pm

    da Vivere Camerino, 22 marzo 2018
    “Perché sono stati tagliati gli alberi lungo l’Esino a Matelica?”: http://www.viverecamerino.it/2018/03/23/perch-sono-stati-tagliati-gli-alberi-lungo-lesino-a-matelica/676644

  2. marzo 26, 2018 alle 4:14 pm

    La manutenzione dei lati dei fiumi dovrebbe esser sempre affidata ai proprietari frontisti e/o allo stato, ma questo NON c’è mai e NON fa controlli, quindi abusi ovunque e se i rami di alto fusto cadono e non vengono rimossi ci son danni per le sponde e per chi le frequenta o abita nei paraggi. TUTTO DA CAMBIARE, era meglio una volta..

  3. aprile 18, 2018 alle 2:52 pm

    con nota prot. n. 2214 del 6 aprile 2018, l’Unione Montana Potenza Esino Musone ha comunicato di aver autorizzato il taglio della vegetazione riparia con nota prot. n. 780 dell’1 febbraio 2018, con varie condizioni, fra cui il mantenimento della vegetazione atta a divenire ad alto fusto.

    In realtà il taglio sembra sia stato effettuato a raso.

    Con nota prot. n. 425182 del 17 aprile 2018, il Servizio Tutela, gestione e Assetto del Territorio della Regione Marche (Macerata) ha comunicato che “non ha adottato alcun provvedimento ne’ è pervenuta, nell’ultimo anno, alcuna richiesta da privati o Enti in merito a taglio piante lungo il tratto del fiume Esino” e conseguentemente “attiverà una vigilanza sui luoghi descritti per verificare lo stato di luoghi”.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: