Home > beni culturali, coste > E’ stato fermato il cemento a Pollara, sull’Isola di Salina!

E’ stato fermato il cemento a Pollara, sull’Isola di Salina!


Salina, Pollara, arco naturale

Il Responsabile dell’Area tecnica del Comune di Malfa (ME), sull’Isola di Salina (Isole Eolie), ha emanato un provvedimento di diniego (determinazione U.T. n. 139/2011 dell’11 agosto 2011, Diniego_progetto_L’Eden_rubato_agli_Dei) del rilascio di concessione edilizia in favore del progetto turistico-edilizio (“residenza turistico-alberghiera 4 stelle, diffusa in ambito rurale”) presentato dalla società Sosipolis s.r.l. (”I Giardini dell’Eden rubati agli Dei”) a Pollara, splendida località dalle particolari atmosfere riprese dal film “Il Postino”, l’ultima fatica di Massimo Troisi (morì subito dopo il termine delle riprese), più volte premiato, fra l’altro con il Premio Oscar per la migliore colonna sonora drammatica del 1996.

Nonostante il rilascio dell’autorizzazione paesaggistica, con condizioni (nota Soprintendenza BB.CC.AA. Messina n. 3954 del 18 maggio 2011) e dell’autorizzazione ai soli fini del vincolo idrogeologico (nota Corpo forestale della Regione Siciliana – Ispettorato Ripartimentale Messina n. 5710 del 16 maggio 2011), il Comune di Malfa ha riscontrato una diversa conformazione degli immobili (si tratta in buona parte di terreni destinati alla coltivazione dei capperi) da assoggettare a “ristrutturazione” rispetto a quanto rappresentato nell’istanza, la non destinazione a “diretta fruizione del mare” (unico utilizzo consentito), nonché un “rischio franoso molto elevato” nell’area interessata dal progetto di sentiero naturalistico. Inoltre, non è pervenuto il nullaosta da parte dell’Ufficio veterinario dell’Azienda USL di Lipari, necessario per la proposta “fattoria didattica”.

Isola di Salina, Pollara

La società Sosipolis s.r.l. aveva presentato, infatti, al Comune di Malfa (ME), di cui Pollara è piccola e raccolta frazione, un progetto comprendente la realizzazione di una residenza turistico-alberghiera (4 stelle, 16 posti letto), diffusa in ambito rurale, una “fattoria didattica” con ricovero animali, fienile, concimaia, cisterna, una sala didattica multimediale, giardino botanico, risistemazione sentieri, ecc.    

L’intervento turistico-edilizio sembra, almeno per ora, scongiurato.

Numerosi residenti e persone amanti del luogo – fra cui i registi Paolo e Vittorio Taviani, il deputato europeo Claudio Fava, i giornalisti Gian Antonio Stella e Claudio Sabelli Fioretti, l’attrice Anna Maria Kanakis – hanno fatto sentire forte la loro voce contro il rischio di degrado.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus aveva, quindi, inoltrato (22 luglio 2011) una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e adozione degli opportuni interventi indirizzata alle amministrazioni pubbliche e alla magistratura competenti.  Interessati la Commissione europea, il Ministero per i beni e le attività culturali, il Presidente della Regione autonoma Siciliana, il Servizio regionale piano paesaggistico, l’Assessorato regionale del turismo, la Soprintendenza per i beni ambientali di Messina, il Comune di Malfa, il Settore aree naturali protette della Provincia di Messina, il Corpo forestale della Regione Siciliana, i Carabinieri del N.O.E. e, per gli aspetti di competenza, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto.

Isola di Salina, Pollara

L’area in argomento, di eccezionale rilevante interesse paesaggistico e culturale, sostanzialmente integra, sul mare e ricoperta in buona parte da macchia mediterranea evoluta, è tutelata con specifico vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.).   Nel Piano Territoriale Paesistico delle Isole Eolie (decreto assessoriale n. 5180 del 23 febbraio 2001), è classificata in parte “zona TO3” (attività compatibili solo per recupero delle tradizionali attività marinare, sentieristica storica, recupero dei soli fabbricati esistenti), in parte “zona MA1” (mantenimento del paesaggio agrario in zone di tutela vulcanologia e ambiti antropizzati).    L’intera Isola di Salina rientra nella Z.P.S. “Arcipelago delle Eolie” e i S.I.C. “Isola dei Porri” e “Isola di Salina – Monte Fossa delle Felci e dei Porri”, ai sensi della direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, la fauna, la flora.   L’area interessata rientra, inoltre, nella riserva naturale regionale orientata “Le montagne delle felci e dei porri (Salina)” (legge regionale n. 98/1981, decreto assessoriale 14 marzo 1987, n. 87).  Le Isole Eolie rientrano nel patrimonio mondiale dell’umanità designato dall’U.N.E.S.C.O. dal 2000.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, insieme a tanti residenti e appassionati di un luogo unico, esprime soddisfazione per la lungimirante decisione del Comune di Malfa, tesa a preservare caratteristiche naturalistiche e ambientali, nonchè un contesto culturale di straordinaria importanza.

Gruppo d’Intervento Giuridico

Salina, Pollara, Montagne delle Felci e dei Porri

(foto da http://www.facebook.com/photo.php?fbid=118496499504&set=a.118158524504.112592.69794584504&type=1&theater, www.travelblog.it, www.siciliaorientale.com, http://salina.fr.free.fr/)

  1. agosto 31, 2011 alle 1:00 PM

    da Il Notiziario delle Eolie, 31 agosto 2011
    Malfa, fermato il “cemento selvaggio” a Pollara. Il Comune blocca la realizzazione del resort: http://notiziariodelleeolie.myblog.it/archive/2011/08/31/malfa-fermato-il-cemento-selvaggio-a-pollara-il-comune-blocc.html

  2. Elena Romoli
    settembre 1, 2011 alle 7:51 am

    Bella notizia, complimenti a tutti! Posto spettacolare, unico al mondo..

  3. settembre 2, 2011 alle 2:49 PM

    da Il Notizario delle Eolie, 2 settembre 2011
    PRIMA PAGINA. Malfa – Pollara & Politica sfatta. (Bartolino Leone)

    http://notiziariodelleeolie.myblog.it/archive/2011/09/02/prima-pagina-malfa-pollara-politica-sfatta.html

  4. settembre 4, 2011 alle 7:35 PM

    da Saline News, 31 agosto 2011
    MALFA, IL COMUNE BLOCCA LA REALIZZAZIONE DEL RESORT DI POLLARA: http://www.acannata.it/salinanews.htm

  5. settembre 17, 2012 alle 2:41 PM

    che cosa succede nelle piccole isole quando si costruisce troppo e male e si realizzano discariche abusive.

    A.N.S.A., 17 settembre 2012
    Clini: a Lipari con 1 mln ne avremmo risparmiati 30.
    Strade allagate e fiumi in piena, il sindaco chiede lo stato di calamita’: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2012/09/15/Nubifragio-Eolie-Lipari-allagata_7481398.html

  6. agosto 4, 2015 alle 2:52 PM

    da Il Corriere della Sera, 4 agosto 2015
    Un parco sonoro del Mediterraneo.
    Contro decibel alti e rumori molesti, da Salina parte una iniziativa a favore della quiete. L’isola potrebbe diventare un set di sperimentazione dove in estate l’attrazione principale sarà il silenzio e la riscoperta del paesaggio acustico. (Maria Laura Crescimanno): http://corriereinnovazione.corriere.it/2015/08/03/parco-sonoro-mediterraneo-0c85a220-39c2-11e5-b49b-ae37d5ff3efe.shtml

  7. settembre 1, 2019 alle 6:04 PM

    A.N.S.A., 31 agosto 2019
    Abusivismo: 85 indagati a Salina. Controlli edilizi ‘pro forma’ e rivelazioni di notizie riservate. (http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2019/08/31/abusivismo-85-indagati-a-salina_63d34e63-aa0d-4f66-913d-8800cbe2cd72.html)

    SALINA (MESSINA), 31 AGO – Ottantacinque persone sono indagate nell’inchiesta sull’abusivismo edilizio della procura di Barcellona Pozzo di Gotto che riguarda due dei tre Comuni dell’isola di Salina, nelle Eolie: Santa Marina Salina e Malfa. Il periodo sottoposto a indagine va da marzo 2014 a ottobre 2017. Gli indagati sono ex e attuali amministratori comunali, tecnici comunali, progettisti privati di Salina e Lipari, imprenditori, esponenti delle forze dell’ordine, residenti. Secondo il pm Federica Paiola “si sarebbe formata una associazione per trarre vantaggi personali, anche immateriali, per commettere veri delitti contro la pubblica amministrazione”.
    E ancora: controlli sulle costruzioni abusive fatti “pro forma”, non segnalando gli illeciti alla magistratura; rivelazioni di notizie riservate”.
    La procura avrebbe anche accertato il pagamento di 50 mila euro a un ex amministratore comunale di Santa Marina Salina da parte di un imprenditore per consentire il cambio di destinazione d’uso d’un magazzino”.

    _____________________

    da Il Fatto Quotidiano, 31 agosto 2019
    Abusivismo, 85 indagati a Salina: “Comitato d’affari per governare il territorio”.
    Gli indagati sono ex e attuali amministratori comunali, tecnici comunali, progettisti privati di Salina e Lipari, imprenditori, esponenti delle forze dell’ordine, residenti: https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/08/31/abusivismo-85-indagati-a-salina-comitato-daffari-per-governare-il-territorio/5421485/

    _______________

    da Notiziario Eolie, 1 settembre 2019
    Salina, maxi inchiesta sui Comuni di Santa Marina e Malfa. Ben 85 gli indagati per il “sacco dell’isola”. Sarebbe stata pagata anche una “mazzetta”. Il Punto e Virgola. (Leonardo Orlando): http://www.notiziarioeolie.it/giudiziaria/15871-salina-maxi-inchiesta-sui-comuni-di-santa-marina-e-malfa-ben-85-gli-indagati-per-il-sacco-dell-isola-sarebbe-stata-pagata-anche-una-mazzetta.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: